Viaggi e Cucina: la mia intervista su Rolling Pandas

Ciao amici, manco da un po’ e spero presto di potervi aggiornare per bene su tutte le ultime novità (ce ne sono diverse e notevoli!).
Devo comunque aggiornarvi su questa novità: Nel fine settimana ho avuto il piacere e l’onore di essere intervistata dal Team di Rolling Pandas, noto portale e blog di viaggi, sul tema cucina e viaggio, su come scelgo i ristoranti in cui mangiare quando sono in giro per l’Italia e per il mondo, e sul legame tra cucina e cultura di un paese. Insomma, dei bei temi che oltretutto mi stanno molto a cuore, che hanno reso per me questa intervista ancora più gradita.

Volete saperne di più? Vi rinvio direttamente al post originale con l’intervista su Rolling Pandas.

Leggetela e poi fatemi sapere, non solo cosa ne pensate ma anche voi come rispondereste alle domande che mi sono state poste: Come scegliete i ristoranti in cui mangiare mentre siete in viaggio? Quanto è importante l’estetica del locale e del piatto nella vostra scelta? Quanto c’è della cultura di un posto nella sua cucina?

A presto!

PS: volete rinfrescarvi la memoria sulla ricetta nell’immagine linkata? é la favolosa Crostata con composta di Pere, nella intervista trovate anche la foto della torta zebrata

Annunci

Filetto di spigola al vapore con insalata tiepida e piccante di pomodori

Steamed bass with tomatoes warm salad English recipe in the first comment below

Una ricettuzza light, semplice (sta tutta nel titolo) ma sfiziosetta da preparare in pochissimi minuti. In più a base di pesce che mi auguro di proporvi sempre più spesso.

A dirla tutta, consumo regolarmente il pesce, ed in particolare le spigole che mangerei a chilate. Fortunatamente vicino alla scuola di mia figlia c’è un’ottima pescheria per cui la mattina, quando accompagno lei, faccio una piccola deviazione e mi assicuro la mia quantità settimanale di pesce fresco. Dato che in casa sono l’unica a mangiarlo, non mi pesa nè mi dispiace chiedere al pescivendolo di provvedere lui stesso a pulirlo, sollevandomi in 10 secondi dell’unica incombeza sgradevole! Oltretutto quando vado io non c’è nessuno, per cui nessuno si rammarica del poco tempo in più che richiede la mia spesa.

Dicevo, consumo regolarmente le spigole, ma… con poca fantasia anche perché a me il pesce piace davvero con null’altro che un pizzico di sale ed un filo d’olio d’oliva crudo (non sono nemmeno amante del limone sul pesce), per cui per un blog di cucina c’è davvero poco da raccontare se non “prendete il pesce, mettetelo nel saccheto per la cottura al cartoccio/sotto sale/sulla griglia, cuocete e… magnate!”

Così, visto che il pesce lo acquisto spesso, mi sono ripromessa di dare un senso ad alla collana “La Grande Cucina di Pesce” edita da Repubblica e l’Espresso, completata uno o due anni fa, e prendere spunto da lì per variare un po’ il mio menù. Una cosa che mi è piaciuta subito di questa collana è che il pesce viene di solito valorizzato con pochissimi ingredienti e cotture semplici, che prediligo.
Questa ricetta ne è proprio un esempio ed è una variante di una proposta per i filetti di sgombro.

Spero vi stuzzichi la fantasia. E’ un’ottima maniera anche per servire un qualsiasi pesce cotto alla griglia che è avanzato.

spigola al vapore

Filetto di Spigola al vapore con insalata tiepida e piccante di pomodori

Ingredienti per 2 porzioni

  • 1 grossa spigola
  • 250g pomodori da insalata
  • basilico
  • olio evo
  • aglio (uno spicchio oppure aglio in polvere)
  • peperoncino q.b.
  • sale q.b.
  • buccia di limone (facoltativo)

Procedimento

spigola al vapore
  1. Dividere la spigola in due metà ed eliminate la testa e la lisca centrale (oppure chiedete al vostro pescivendolo di ricavare per voi due filetti).
  2. Adagiate i filetti sulla vaporiera e cuocete per circa 10 min. A piacere potete inserire nell’acqua degli aromi, come buccia di limone. Se preferite potete cuocere la spigola anche intera nei sacchetti per il forno, soluzione che adoro per non sporcare troppe cose).
  3. Mentre il pesce cuoce, incidete i pomodori sul fondo e scottateli in acqua bollente per due minuti (oppure esponeteli al vapore della vaporiera). Spellateli e tagliateli a dadini.
  4. Condire i pomodori con olio, aglio, peperoncino, un pizzico di sale e alcune foglie di basilico.
  5. Una volta cotti, adagiate i filetti di spigola sull’insalata di pomodori e condite il pesce con il sughino che si sarà formato.
  6. Servite tiepido, da il meglio di se!

Buon appetito! 🙂

E a voi? Come piace mangiare il pesce? Quale è la ricetta che ripetete sempre senza stancarvi? Ditemelo nei commenti.

La mia intervista su Cucina A Sud

Se abitate in Campania potete ancora trovare in edicola con La Città o Metropolis il numero di Cucina A Sud di venerdì 24 agosto con una mia intervista, a cura di Stefania Battista che ringrazio ancora, e alcune mie ricette.

Fuori dalla Campania potete ricevere la rivista in abbonamento oppure chiedere dei numeri arretrati, come da informazioni in fondo all’articolo, troverete tante ricette, itinerari gastronomici, interviste a famosi e promettenti chef come anche qualche spunto dal web, come la mia intervista. Potete anche seguire Cucina A Sud su Facebook e/o su Instagram, vedrete che vi verrà voglia di abbonarvi in un baleno!

Questo per me è un altro mattoncino che si aggiunge alle soddisfazioni che questo blog e VOI mi avete regalato. Grazie. Grazie infinite.

Di seguito la mia intervista e le ricette pubblicate (che trovate anche sul blog).