Insalata di ceci (e altre idee salvacena!)

I legumi sono una componente importante di qualsiasi dieta a qualsiasi latitudine e d è sempre utile, secondo me, provare ad assumerli in maniera alternativa alla “solita” (ma comunque buonissima) zuppa, specie ora che arrivano le settimane più calde dell’anno, ammentandone così le possibilità di consumo.

Per cui oggi voglio darvi tre idee con i ceci precotti (ma se vi va, potete usare fagioli o altri legumi). A voi la scelta se utilizzare quelli in barattolo del supermercato (che non mancano mai nella mia dispensa per ogni emergenza!) oppure prepararne in maggiore quantità quando potete e conservarli in frigo (soluzione che preferisco, i miei suggerimenti per la cottura a fine articolo).

La prima idea è una sfiziosa insalata di ceci, ottima quando nel vostro piano settimanale avete legumi ma proprio non ne volete sapere di assumere un pasto che abbia una temperatura superiore a quella del frigo! Ve ne propongo una semplicissima, che naturalmente potete personalizzare di volta in volta con quello che avete in casa:

watermark15366487230044860794.png

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 40g di songino
  • 1 mela piccola (oppure una pera)
  • 200g ceci lessati
  • 20g nocciole leggermente tostate
  • 2 cucchiai olio evo q.b.
  • 1 cucchiaino succo di limone
  • 1 cucchiaino si semi di lino
  • sale q.b.

* * *

La seconda idea che voglio darvi è uno dei modi che preferisco di utilizzare i ceci precotti in cucina, ossia nel cous cous. E con questa pesco nel pozzo dei ricordi di questo blog, una ricetta di ben 7 anni fa, una delle prime pubblicate sul mio blog, ma sempre valida e super squisita: il Cous cous in Agrodolce.

cous cous in agrodolce con in ceci

* * *

E per finire una ricetta invece recente ma non per questo meno degna di essere replicata, adatta a tutti quelli che i legumi li preferiscono passati o frullati: l’insalata di orzo con crema di ceci:

watermark1-527489192716e12

* * *

Insomma, ne avete davvero per tutti i gusti e le necessità!

Come promesso ora voglio darvi qualche dritta per come cuocere e conservare i ceci in modo da averne la vostra scorta sempre pronta in frigo.

Innanzi tutto il primo passaggio fondamentale è mettere in ammollo i ceci (ed in generale qualsiasi legume, anche quelli che su cuociono velocemente come le lenticchie, perché l’ammollo migliora la digeribilità e limita la creazione di fastidiosa aria intestinale). L’ammollo serve sia ad ammorbidire i legumi, sia ad attivare il rilascio degli zuccheri, soprattutto quelli la cui composizione è più ostica per il nostro organismo (causando l’aria intestinale). È buona norma, inoltre, eliminare i ceci che vengono a galla durante l’ammollo, che sono secchi e vuoti all’interno.

Molto importante è non aggiungere nulla all’acqua di ammollo: né sale (che indurisce la buccia), né bicarbonato (che impoverirebbe per osmosi il contenuto nutrizionale) e soprattutto non utilizzare per la cottura l’acqua di ammollo (altrimenti le sostanze che si dovrebbero eliminare per effetto dell’ammollo, verrebbero cucinate ed ingerite).

Per la cottura io preferisco cuocere i ceci in un brodo leggero, senza olio, con una cipolla, una carota e una costa di sedano oppure semplicemente in acqua non salata, nella slow cooker per 2/3 ore (dipende dalla varietà).

Aggiungo il sale (o il dado) e l’olio solo nella ultima mezz’ora di cottura (se aggiungete il sale da subito la buccia si indurisce) insieme ad un rametto di rosmarino.

Ancora bollenti invasetto i ceci, li chiudo ermeticamente e li lascio raffreddare. Li conservo in frigo per 7/10 giorni. Se volete potete anche sterilizzare i vasetti ben chiusi in un pentolone d’acqua per 10 minuti, in modo da prolungare il tempo di conservazione. Io preferisco cuocere qualche porzione in più alla volta da consumare nel giro di pochi giorni.

Un’altra regola che mi hanno insegnato mia nonna e mia mamma è quella di non mischiare i legumi di provenienza diversa (es. marche diverse, oppure scatole aperte in periodi diversi) in quanto ciò potrebbe incidere sulla omogeneità del grado di cottura.

Un’ultima nota sul problema della fastidiosa aria che in molti l’assunzione di legumi può causare, agendo come deterrente per il loro consumo. Innanzi tutto limiterete moltissimo ogni inconveniente applicando le regole più su. Ma in secondo luogo mangiando più spesso legumi “educherete” la vostra flora intestinale a gestirne la digestione. Inoltre l’assunzione regolare di probiotici aiuta il corretto funzionamento degli enzimi e quindi della completa digestione anche degli zuccheri più complessi.

Buoni legumi a tutti e buon lunedì!

Annunci

Idea regalo: preparato per muffin al cocco (anche vegan) – Edible Christmas gift: coconut muffin in a jar

Visto il larghissimo successo che ha avuto negli ultimi anni il mio preparato per tortino al cioccolato con cuore morbido, continuo con il darvi qualche idea su questo filone e portarlo anche al “livello successivo”. In particolare ho pensato ad un regalo in barattolo che potesse essere utilizzato anche dai vegani o comunque da chi non può mangiare uova e/o latticini.
Doo you remember my last edible Christmas gift in a jar? The chocolate fondant in a jar? (here the recipe). So this year I suggest you the coconut muffin in a jar, which is suitable also for vegan people.

IMG_1896

Questo preparato per muffin al cocco, infatti, può essere addizionato di uova e burro, ma anche in alternativa di banane e olio di semi nel caso in cui chi riceverà il regalo opterà per la versione vegan. Altra genialata, no? Naturalmente sotto vi do le istruzioni da allegare al barattolo nella doppia versione. Io naturalmente li ho testati in entrambe le versioni e devo dire che la ricetta è molto ben riuscita! Certo, al top resta il tortino fondente, ma quello mi vien difficile farlo nella versione vegan (ancora!!!!).

Buoni regali e buona aria di festa.

Ingredienti per circa 1Kg di preparato (5 vasetti) – Ingredients for 1kg powder (5 little jars):

167g farina di cocco coconut grated
333g zucchero sugar
250g farina 00 all purpose flour
167g amido di mais o fecola starch
1 e 1/2 bustina di lievito backing powder (24g)
2 cucchiai di gocce di cioccolato (facoltativo) chocolate drops (facoltativo)

Procedimento per preparare il composto:
Setacciate la farina, l’amido e il lievito e mischiate il tutto allo zucchero ed alla farina di cocco. Distribuite il composto ottenuto in cinque vasetti (circa 185/190g per vasetto o multipli, un vasetto di marmellata da 250g dovrebbe andar bene). Fatto!
Confezionate il vasetto insieme all’etichetta, eventualmente dei pirottini di carta o silicone e naturalmente le istruzioni. che trovate sotto, sia per gli amici onnivori che per quelli vegani.
Method: sift the flour, the starch and the backing powder, add the coconut grated and the sugar. Divide into jars trying to put about 190gr in each jars. In the package add the instructions detailed below (at the bottom of teh page*) and, if you wish, some cupcakes liners. 


Ingredienti & Istruzioni per i muffin al cocco (da allegare al vasetto):

Occorrente: 190g preparato per muffin, 1 uovo, 30g burro, 50g yogurt (al cocco), latte q.b.
Procedimento: In una ciotola mischiare con una frusta le uova, lo yogurt ed il burro fuso. Aggiungere le polveri e mischiare con un cucchiaio di legno. Aggiungere uno o due cucchiai di latte se necessario ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Dividere il tutto in 4 stampini da muffin e cuocere in forno già caldo a 170° per 20/25 min.  Guardnire con zucchero a velo o marmellata.

Ingredienti & Istruzioni per i muffin al cocco Vegani (in foto):

Occorrente: 190g preparato per muffin, 1 banana, 30g olio di semi d’arachidi, 50g yogurt di soia, latte di cocco o di riso q.b.
Procedimento: In una ciotola mischiare con una frusta la banana schiacciata con una forchetta, lo yogurt e l’olio. Aggiungere le polveri e mischiare con un cucchiaio di legno. Aggiungere uno o due cucchiai di latte di cocco se necessario ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Dividere il tutto in 4/6 stampini da muffin e cuocere in forno già caldo a 170° per 20/25 min. Guarnire con zucchero a velo o marmellata.

*Ingredients and Istructions for the coconut muffin (to be attached to the jars):
You will need: 190g powder (in the jar), 1 egg (or a banana mashed for vegans), 30g peanut seed oil, 50g coconut flavoured yogurt (or soy yogurt), 1 tbs. milk or coconut milk if needed.
Mix all the ingredients in a bowl and add the powders. Mix with a wooden spoon. Divide in the muffin mold and cook at 350°F for 20/25 minutes.

 


Potrebbero interessarti anche (see also)

Preparato per tortino fondente home made biscotti di Natale Dolcetti al cocco pizzetti di cannella - cinnamon little pieces Ginger Bread Men - Omini pan di zenzero

Crumble di Melanzane (Eggplant Crumble)

Cari amici benritrovati! Ormai non riesco più a postare con assiduità. Il tempo non basta mai ed a peggiorar la situazione si mette il fatto che negli ultimi mesi mio marito mi ha letteralmente sequestrato il computer avendo necessità di utilizzare il mio per lavoro. Doppio sbuff! Così addio alla cadenza “almeno settimanale” delle ricette!
Dear friends, how are you! Time always runs out and I am not able to write down a post every week. Also my dear husband stole my laptop and use it at work, leaving me without it! Sbuff!

2013-10-06 12.51.32

Oggi vi parlo di questo delizioso crumble di melanzane provato un po’ di tempo fa con moltissima soddisfazione. Adoro i crumble, mi piace il gioco delle diverse consistenze, ma devo dire che i crumble salati anno davvero una marcia in più rispetto a quelli dolci a base di frutta. La ricetta l’ho persa su Alice Cucina di Settembre 2013, con delle piccole variazioni negli ingredienti (tra parentesi) e nel procedimento (vi riporto quello che ho seguito io). Ve lo consiglio vivamente è davvero molto buono, ottimo tiepido e anche freddo, adatto anche alla pausa pranzo in ufficio.
Today recipe is a fantastic salted crumble, made with eggplants and smoked dried cheese (i.e. provola affumicata) which is one of the best crumble I ever ate, including the fruit ones. Believe me, you have to try it and adapt to your taste or whatever you have in the fridge today!

Ingredienti per 4 persone (Ingredients for 4 servings)

3 Melanzane Eggplants
100g provola affumicata smoked cheese
1 peperone rosso (io pomodorini) red pepper (I used some tomatoes)
40g pinoli pine nuts
40g capperi sotto sale capers
40g uvetta ammollata raisin soaked
40g olive nere black olives
1 spicchio aglio garlic cloves
q.b. menta (io basilico) peppermint (I used basil)
per le briciole for the crumble
60g burro butter
40g farina flour
50g parmigiano grattugiato grated parmesan
40g mollica di pane bread crumbles

 

Procedimento – Directions

1. Lavare e spuntare le melanzane e tagliarle a dadini.e saltatele in padella con un po’ di olio e basilico con qualche pomodorino. Cleanse the eggplants and chop them. Roast them in a pan with some olive oil, basil, salt and pepper. At the end add some tomatoes cut in half.
2. Preparare le briciole: in una ciotola raccogliere il burro, la mollica di pane, il parmigiano e la farina. Lavorate con la punta delle dita sino ad ottenere un composto bricioloso. Prepare the crumble: mix togheter in a bowl, using your fingertips, the butter, the bread crumble, parmesan and the flour until you have a crumbled mixture.

2013-10-06 09.57.21

3. Ungere leggermente delle cocottine individuali o dei vasetti di vetro e alternare stratificando i vari ingrediienti mettendo qui e là qualche briciola di crumble. Arrivati al bordo ricoprite completamente con le briciole.
Infornare per 15/20 min a 180g. Ovviamente infornate i vasetti a chiusura ermetica senza la guarnizione di plastica!
Grease 4 small baking pan or some jars. Layer all the ingredients and put some crumble in the middle. Cover all the surface with the crumble and cook in pre-heated oven at 350°F for 15/20 minutes.
Of course if you use the jars you will put them in the owen without their  cover nor any gasket.

2013-10-06 10.25.56

Consiglio sulla conservazione: Se cuocete il crumble in un vasetto di vetro, potete chiuderlo ermeticamente appena sfornato: si creerà il sottovuoto consentendovi la conservazione del prodotto in frigo per qualche giorno (se resistete). La cottura/conservazione nel vasetto vi consente anche di portarvi il vostro buon crumble in ufficio per la pausa pranzo. Se non volete usare i vasetti delle cocottine o una pirofila grande unica vanno più che bene. I risultati migliori per questo tipo id preparazione si ottengono con la ceramica. Buon appetito!
Storage tip: if you cook the crumble (even a sweet one) in a jar you can close it immediately after the cooking, while it is still hot, with his gasket. As it will cool down it will create the “vacuum” and you can store the crumble for some day in the fridge or use it as a lunch box! Otherwise you can cook it in a regular baking pan. I suggest you to use the ceramic for this kind of recipes.

crumble melanzane

 


Potrebbero interessarti anche:

insalata di grano feta e melanzane sformatini di ricotta e piselli - ricotta and beans flan tartellette-veg-alle-melanzane.jpg

 

 

Altre ricette con le melanzane – Altre ricette secondi – Altre ricette Alice Cucina