Minestra di verza e zucchine

Dedicata alle mie lettrici che sono (come il 90% delle donne) sempre a dieta o comunque attente alle calorie, la ricetta di oggi vi assicuro non costituirà (una volta tanto) un attentato ai buoni propositi di mangiare sano e leggero! Un piatto buono, scaldacuore e che favorisce anche la diuresi. Che volete di più? Il cioccolato, lo so!!!!

Per una versione ultra light questa minestra può essere consumata anche tal quale senza l’aggiunta di grano o riso, ma io sono contraria alle diete no-carb per cui vi do la versione “piatto unico”. Ho taggato la ricetta come gluten-free, anche se nella foto vedete il grano. Io la faccio in entrambe le versioni e sostituendo il grano con il riso il piatto è assolutamente adatto ai celiaci. Io ne preparo sempre in grande quantità (senza riso o grano) ed invasetto tutto per avere verdure belle e cotte (e gustosissime) pronte per essere scaldate e pappate mentre fuori piove!

minestra di verza e zucchine

Essendo la ricetta semplicissima ho deciso di impreziosirla con il video-procedimento del cestino di parmigiano con qualche suggerimento per non sbagliare (o sbagliare il meno possibile)! OcchiolinoSciauuuu!

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 1/4 di verza
  • 2 zucchine grandi tagliate a tocchetti
  • 2 bicchieri di riso o grano
  • 2 cucchiai di olio
  • mezza piccola cipolla
  • acqua o brodo q.b.
  • sale q.b.
    per ogni cestino di parmigiano
  • 50g parmigiano grattugiato possibilmente non fresco

Procedimento:

  1. Pulire la verza, tagliarla finemente. Trasferire la verza con le zucchine e la cipolla in una pentola coprendo a filo con acqua o brodo. Cuocere con il coperchio per circa 20/30 min a fiamma moderata.
  2. Quando la verza è quasi del tutto cotta aggiustare di sale e unire l’olio ed il riso/grano e cuocere aggiungendo acqua al bisogno, lasciando la pietanza più o meno brodosa a seconda dei gusti.
  3. Servire con una generosa spolverata di parmigiano reggiano.
  4. Per ottenere un piatto unico e bilanciato è possibile completare la minestra  con abbondante parmigiano oppure servirla ben mantecata e non brodosa direttamente in un cestino di parmigiano per la cui realizzazione vi rinvio al video procedimento sotto. L’accortezza da rispettare è quella di utilizzare formaggio in busta preconfezionato e non quello grattugiato fresco al momento o al banco salumi. Il formaggio grattugiato fresco, infatti, contiene più umidità e rende più difficoltoso maneggiare la cialda, che, anzi, tenderà ad essere gommosa e palliduccia.

Provatela anche se non siete a dieta, mi raccomando!!!

minestra di verza e zucchine


Potrebbero interessarti anche:

involtini di verza riso e carne fagottini di grano minestra di merluzzo

Annunci

E’ l’ora della minestrina!!!

Delle due l’una: o pubblicando questa ricetta perdo un sacco di sostenitori, oppure se ne aggiungerà una nuova fetta. Di solito nei foodblog questo tipo di ricette ha pochissimo appeal, tuttavia io annovero questo piatto nella schiera dei miei comfort food, quelle piccole coccole che ti rischiarano la giornata e ti scaldano nei giorni di pioggia.

Io adoro la pioggia, adoro l’autunno ed adoro coccolarmi ogni tanto con qualcosa di semplice e rassicurante. Insomma, bando agli indugi: la ricetta di oggi è nientepopòdimenoche… il brodino!!! Sorpresa

minestra di merluzzo

Si fa presto a bollarlo come brodino!!! In realtà è una minestra poco brodosa a base di verdurine e merluzzo, la cui gustosità deriva proprio dal cuocere in poca acqua tutti gli ingredienti in modo che i sapori restino tutti belli concentrati nel vostro piatto e non dispersi in un brodo troppo allungato. Una specie di pasta risottata insomma. Sarà estremamente semplice o banale, ma quando la preparo mi sento moltissimo soddisfatta. Anche mio fratello l’adora e quando gli dico che l’ho preparata quasi quasi gli vien la voglia di fare 130 km per venire a mangiare “brodino” a casa mia!!!

Ingredienti per 2 persone:

  • 100g tempestina o midolline
  • 300g merluzzo (per le preparazioni last minute va bene anche quello congelato)
  • una carota
  • una costa di sedano
  • mezza piccola cipolla
  • una patata
  • tre cucchiai di olio evo
  • sale q.b.
  • acqua calda q.b.

Procedimento:

  1. Mettere a cuocere in un pentolino sufficientemente grande il merluzzo con circa un litro di acqua, l’olio e le verdure (volendo la patata e la carota possono tagliarsi in pezzi più piccoli), aggiustare di sale.
  2. Dopo pochi minuti di cottura aggiungere la pasta in modo che arrivi a cottura insieme al pesce. Aggiungete acqua calda al bisogno man mano che viene assorbita dalla pasta. Quindi servire!
  3. Piccoli accorgimenti: non salate molto il brodo, non essendo una minestra molto diluita, se esagerate rischiereste di trovarmi una pietanza troppo salata, meglio aggiustare di sale a cottura quasi ultimata. Se preferite potete spezzettare il pesce frantumandolo durante la cottura. Questo lo renderà anche adatto a dei bambini. Io l’adoro!!!
  4. L’idea in più: se non avete verdure fresche, va benissimo anche utilizzare per il brodo qualche pugno di minestrone congetato. 😉

minestra di merluzzo


Potrebbero interessarti anche:

crema lenticchie rosse e mandorle  pasta e patate  polpette di pane

Pasta e Patate… il comfort food!

Un piatto povero, poco elaborato, che non troverete mai nei menù, nemmeno in quelli delle trattorie di famiglia. Un piatto quasi al livello del brodino curafebbre, ma come il brodino buono buonissimo e spesso amato anche dai bambini più capricciosi (es. mio fratello la adorava anche in piena estate!). Per me è un comfort food, ossia un piatto che ti riscalda e rincuora, che ti fa sorridere qualunque sia la nuvola passeggera in cielo in quel momento.

pasta e patate

Mia madre mi ha insegnato a farla così credo circa 15 anni fa… Sorpresa

Ingredienti per 4 persone:

  • 200g pasta (l’ideale sarebbero gli spaghetti spezzati, ma io li odio, quindi gnocchetti sardi!)
  • 500/600 g patate pelate
  • 5/6 cucchiai di olio evo
  • due cucchiai di passato di pomodoro (o sugo al pomodoro avanzato, o qualche pomodorino fresco)
  • sedano, carota e cipolla
  • 1/2 dado da brodo (facoltativo)
  • sale q.b.
  • Tanto taaaanto parmigiano grattugiato!

pasta e patate

Procedimento:

  1. Tagliare le patate a cubetti: non troppo piccoli perché in cottura devono poi sfaldarsi, una misura giusta potrebbe essere di circa 2 cm di lato.
  2. In una pentola fare un soffritto con l’olio, sedano carota e cipolla, dopo poco aggiungere anche le patate e fare insaporire.
  3. Aggiungere il pomodoro, mescolare e aggiungere quindi l’acqua, non troppa, quanto basta a superare le patate di circa un centimetro.
  4. Far cuocere per 15 o 20 minuti (a seconda delle patate): l’acqua deve ritirarsi e formare con l’amido delle patate una crema piuttosto densa.
  5. A piacere cuocere la pasta a parte o direttamente con le patate, aggiungendo acqua calda all’occorrenza.
  6. Servire calda, a temperatura ustionalingua con abbondante spolverata di parmigiano (anche a più riprese!) ma per la verità è buona anche fredda a merenda! ahahaahahah!!!

pasta e patate

Se sei a dieta… una versione alleggerita la trovi qui!


Potrebbero interessarti anche:

gateau di patate  sugo con seppioline ripiene  pasta e fagiolini