Lasagne al Forno… e una novità!

Come avete trascorso il finesettimana, amici? Scommetto che tanti di voi hanno mangiato la lasagna al forno! Ed è proprio di questo grande classico della domenica che parliamo oggi! Lo so già che la vostra preferita è quella di vostra madre/nonna/zia o proprio la vostra. Ma nel caso in cui nessuno ancora vi abbia insegnato come farla o volete provare la mia ricetta eccomi ad accontentarvi! Naturalmente aspetto di conoscere anche la vostra versione o il vostro piccolo segreto! 😉
How was your weekend, my friends? Likely someone of you ate Lasagna last sunday, isn’t it? And today we will speak about that, the Queen on Sunday! Maybe your favourite lasagna is your mother/aunt one and likely they tought you how to prepare it. However here is my recipe, in case you didn’t have one yet or you just want to try another one. Of course I look forword to hear from you about your one!!!

La novità riguarda una mia nuova collaborazione: d’ora in poi scriverò le mie ricette anche per un sito inglese di cultura italiana (Understanding Italy) e la prima ricetta che ho voluto scrivere per loro è proprio quella della lasagna al forno: dopo aver letto in alcuni libri inglesi una ricetta che prevedeva l’uso delle sottilette mi sono sentita in dovere di correre in soccorso degli amici anglofoni con qualcosa che fosse più veritiero all’Italian Style!
But I have also a news expecially for english readers! I started a collaboration with Understanding Italy, a website that deal with Italian culture. From now on I will write some recipe also for their website and the Lasagna al forno is the first one! I hope you will enjoy it! You can find it at that webpage.

lasagna al forno

Si sa che ogni madre di famiglia ha la sua ricetta, la sua personalizzazione, la sua piccola eresia rispetto al copione che rende il piatto unico ed irripetibile, per questo non ho osato chiamarla “lasagna alla bolognese”. Oltretutto, più ci si sposta a sud, più la lasagna viene arricchita di formaggi, salumi, calorie… La versione che vi propongo è la mia preferita, sostanziosa e golosa ma non “esagerata” (almeno… non troppo!!!), addizionata di mozzarella e uova sode.

Ingredienti: (For ingredients and directions please click here)

  • 1/2 lit. besciamella (potete seguire questa ricetta)
  • 250g lasagne all’uovo (fresche o secche come preferite)
  • 150g mozzarella fiordilatte
  • 3 uova sode (facoltative)
    per il ragù
  • 400 g macinato di misto (manzo e maiale)
  • 80 g concentrato di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 cipollae
  • 1 costa di sedano
  • brodo o acqua q.b.
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • olio evo e burro q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

Continua a leggere “Lasagne al Forno… e una novità!”

Annunci

Crostatine Veg con Spuma di Melanzane (Eggplant Mini Veg Tarts)

Come avete passato domenica e weekend, amici? Io ho tirato un po’ di linee nella lista delle cose da fare per il matrimonio! Che bello quando le incombenze diminuiscono, ed è ancora più bello quando ciò accade in maniera non programmata, fortuita e in buona compagnia, che non guasta mai!
Did you spent a pleasant weekend? I was able to tick a couple of task on my “wedding-to-do-list”! It is so satisfying to manage with such kind of duties, especially when it happens  without planning and while you are with good firends!

Ad esempio, sabato mentre ero in compagnia di cari amici, girovagando tra negozi mi sono imbattuta in lei: la mia bomboniera! Più la guardo e più mi piace: utile, dall’aspetto insolito ed accattivante,  bella… mi vien voglia di spedirne alcune anche ai più fedeli lettori, tanto più che è attinente al tema cucina!!! Occhiolino Chissà, chissà! Oggi invece sono reduce dagli assaggini del menù della sala… mi sento rotolare, ma quello che ho assaggiato mi è piaciuto molto ed anche il menù del pranzo di nozze sta prendendo una forma più definita!!! A bocca aperta
While I was walking for some “windows shopping” with dear friends, I stumbled upon it: the ultimate party favour! The more I see it, the more I like it! Useful, nice, colorful, connected with my cooking passion… I would like to send a couple of them also to you, dear follower… maybe… maybe…!
Also today we  tasted a lot of dishes in order to choose the wedding baquetting menù! I feel like a rolling ball, however I ate something really delicious and now I have cleare in my mind what to serve to my guests!!!  A bocca aperta

Ma passiamo alla ricetta di oggi, che ormai quasi fa un anno che queste tartellette sono nella lista delle ricette in attesa d’esser pubblicate, e poi la mia amica Ravanello Curioso aspettava da tempo ricette Veg in cui utilizzare le famigerate mezze sfere di silicone!!!!
By the way, let’s talk about today recipe: vegan eggplant minitarts with tomato jelly semishpere.

tartellette veg alle melanzane

La ricetta è un adattamento (per certi versi uno stravolgimento) dell’omonima ricetta di Luca Montersino, nella quale è prevista l’aggiunta di scamorza affumicata nella mousse di melanzana. Inoltre le cupolette nella ricetta originaria erano costituite da gelé di gazpacho, mentre io ho usato solo succo di pomodoro, ma per chi non ha (ancora!!!) le mezze sfere, va bene anche un ciliegino tagliato a metà!
The recipe is the result of an adjustment of a Master Montersino recipe, were he add some  dried, smoked mozzarella cheese. Also he used such a gazpacho jello, I simply used tomato jello. Should you have not the right mold, you can use a small tomato!

Ingredienti per 24 pezzi (Ingredients for 24 pieces):

  • 400g pasta brisée Veg (shortcrust salted pastry with no egg nor butter)
    per la spuma di melanzane (for the eggplant foam)
  • 100g melanzane (eggplant)
  • 20g pecorino (goat cheese)
  • 2g menta in foglie (peppermint leaves)
  • 4g olio evo (extra virgin olive oil)
  • sale e pepe q.b. (salt and pepper)
    per la gelée di pomodoro (for the tomato jello)
  • 300g pomodori sbucciati e privati dei semi  (peeled tomatos)
  • 2g agar-agar* (agar agar)
    oppure per i non vegani 6g colla di pesce (or  6g isinglass instead of agar agar)
  • 15g olio d’oliva (olive oil)
  • q.b. origano (oregano)
  • q.b. sale e pepe (salt and pepper)

*Nota: l’agar si solidifica a temperatura ambiente, se vi accorgete che ne avete messo troppo o troppo poco potete tranquillamente far ri-sciogliere il tutto riscaldando e aggiustare il tiro, e ne basta pochissimo, ovvero al massimo 4g di agar in polvere per mezzo litro di liquido. Questa proporzione serve per ottenere una gelatina solida, se invece la volete più cremoso – perché potete giocare sulle consistenze all’infinito – potete diminuire le quantità fino a 2g per mezzo litro. (Fonte: Il Cavoletto di Bruxelles)

tartellette veg alle melanzane

Procedimento (Directions)

  1. Preparare la brisé (potete seguire questa ricetta): in questo caso io ho usato olio di oliva che ha un ottimo sapore nel complesso per la ricetta ma un pessimo potere di impasto, che verrà piuttosto slegato e granuloso. Però se non vi dispiace l’aspetto un po’ rustico, secondo me è la scelta più giusta! Cuocete in uno stampo per tartelletta e mettere da parte.
    (Prepare the shortcrust salted pastry, feel free to use the recipe you prefer)
  2. Preparare la spuma di melanzane: Bucherellate la melanzane con un spiedino di legno in più punti e poi cuocetela in forno o nell’olio bollente (io ho preferito la prima versione!).
    Una volta cotta ed intenerita sbucciatela (la buccia può essere usata per decorare tagliata a jiulienne, io ho tralasciato!) e frullate la polpa con il resto degli ingredienti.
    (Prepare the eggplant foam: pierce the eggplant and cook it in the oven or fry it. Then peel it and blend with all the other ingredients.)

    2012-09-08 16.01.53

  3. Preparare la gelée di pomodoro: Incidere i pomodori con un taglio a “x” sulla base e scottarli per meno di un minuto in acqua bollente. Scolarli e metterli in acqua e ghiaccio, quindi spellateli. Tagliateli a metà e privateli dei semi (ovviamente utilizzando dei pomodori grandi impiegherete meno tempo!
    Pesate 300g di prodotto “netto” e frullate il tutto. Scaldate una piccola parte al microonde o a bagnomaria, scioglietevi dentro l’agar agar e passate nuovamente in microonde per qualche secondo. Unire il resto del pomodoro frullato, insaporite con l’olio, l’origano ed il sale. Colate il tutto negli stampi a mezza sfera e passare in freezer per almeno 1 ora e 1/2. Se non avete gli stampi a mezza sfera va benissimo usare dei pomodori ciliegini tagliati a metà.
    (Prepare the tomato jello: peel the tomatos, remove the seeds and blend them. Heat a third part in the microwave and melt in it the icinglass or the agar agar – in this case heat for some other seconds. Add the remaining tomato juice, oil, salt, pepper and oregano. Pour in the semisphere mold and put in the freezer. Should you have not the semisphere mold, use some small tomatoes)
  4. Comporre il mignon: In ogni tartelletta, aiutandovi conun sac a poche, inserite un po’ di spuma di melanzane. Sistemate su ognuna (o solo su una parte) una cupoletta di gelée di pomodoro (ancora congelata) o mezzo pomodoro ciliegino.
    (Compose the mignon: in every shortcrust  tarte squeeze the eggplant foam then add the tomato semisphere when they are still frozen or a little tomato. Shpuld you prefer you can also or in alternative add some cheese)

    2012-09-09 10.42.22

  5. Decorare con semi di sesamo o con buccetta di melanzata tagliata a julienne molto fine. Lasciar scongelare per 10/15 min a temperatura ambiente, condire con un filino di olio e servire.
    (Decorate with some sesame seeds and a little olive oil. Let the jello defrost for 10/15 min then serve)

2012-09-09 12.03.51


Potrebbero interessarti anche (see also)

bicchierini e budinetti capresi tartine con cime di rapa stufate crema per bruschette alle melanzane

Il regalo di Natale perfetto: preparato per tortino al cioccolato con cuore fondente! (Edible perfect Christmas gift: Chocolate fondant in a jar!)

Concedetemi il momento di autocelebrazione: sono un G-E-N-I-O! Ho concentrato in un barattolo la ricetta che tutti amano e che tutti vorrebbero replicare a casa senza fatica, senza nemmeno lo stress della bilancia o dei misurini (o quasi!). Questo Natale distribuirete ai vostri amici e parenti una polvere magica, a cui basterà aggiungere semplicemente un uovo e un pochino di burro per ricreare in casa la magia della lava di cioccolato che fuoriesce da un morbido e caldo tortino. Cosa potete mai volere di più da un regalo di Natale in barattolo???
Let me say you the truth: I am a Genius! I put in a jar the recipe that anyone loves and anyone will love! This Christmas you will give to your friends a magic powder! They have just to add an egg and a little bit of butter and… they will enjoy the magic flavour and sweetness of the chocolate fondant! What do you want more for Christmas!?

preparato per tortino al cioccolato

A dire il vero ero partita con il voler regalare ai miei amici un semplice preparato per cioccolata in tazza, la cui ricetta troverete in tantissimi blog (difficile dire chi l’abbia postata per primo). Ma a dire il vero non ho provato lo stesso entusiasmo di chi l’aveva sperimentata prima di me: il sapore non mi piaceva affatto, neppure dopo alcuni aggiustamenti… Però nel frattempo mi trovavo con tre etti e mezzo di polveri mischiate ormai inservibili (ad un comune mortale) o che avrei dovuto utilizzare a casaccio per un ciambellone o dei biscotti.
I said “the truth”! The truth is that I was going to prepare the hot chocolate mixture, following a famous recipe that you can find in many blogs. But… I didn’t like it at all! I was so sad but, suddently, I realized that the ingredients were the same of a marvellous recipe I prepared some months ago. So… I opened my excell carel and… create the magic formula below!

Poi il lampo di genio… guardo gli ingredienti e mi accorgo che sono gli stessi di un tortino al cioccolato provato di recente con somma soddisfazione… Apro il mio bel foglio excell, faccio un po’ di proporzioni, aggiungo, divido, moltiplico e tadààààààààààààà: ecco a voi le dosi per ottenere sette barattolini di preparato pronto per 4 tortini con cuore cremoso. Sette amici da rallegrare, ognuno dei quali potrà donare a sua volta un pezzettino di felicità a sè ed altre tre persone. Solo Prometeo nella storia ha fatto di meglio, diciamolo!!! (ahaahahahaahahah)!
And now you are going to discover how to pretend to be a today Prometeus: following this recipe you will create 7 jars with a magic powder for let your friends give a little bit of happiness to other 4 people. This is the real Christmas spirit: donate happiness! A bocca aperta

Basta chiacchiere parliamo di dosi (che potrete dimezzare se lo desiderate)!  Buona immacolata a tutti dalla vostra affezionata Cle!

Ingredienti per circa 1kg di preparato*:
(Ingredients for about 1kg of mixture)

  • 440g zucchero (sugar)
  • 200g cioccolato fondente (plain chocolate)
  • 200g cacao amaro (cocoa powder)
  • 90g farina 00 (all purpose flour)
  • 180g fecola (potato starch)

*nota: le dosi per 4 persone del tortino fondente al cioccolato le trovate cliccando qui.

preparato per tortino cioccolato

Procedimento per ottenere il composto:
(Direction for the mixture)

  1. Con un coltello a lama grossa spezzettate il cioccolato in pezzi grossolani, raccoglietelo in un sacchetto e mettetelo in congelatore per trenta minuti o più.
    (Chop the chocolate in little pieces and put in in the freezer for 30 min or more.)
  2. Con un mixer abbastanza potente riducete in polvere (o quantomeno in una granella molto fine) il cioccolato con lo zucchero. Se il cioccolato dovesse sciogliersi, rimettetelo in freezer.
    (Using a cutter pulverize the chocolate and the sugar. Should the chocolate will melt, put again into freezer.)
  3. Setacciate in una ciotola il resto delle polveri, aggiungete il cioccolato con lo zucchero e suddividete il composto in barattoli. Per comodità di dosaggio cercate di fare dei barattoli di min. 110g di composto, max. 150g (o multipli).
    (Sieve all the powders in a bowl. Add the chocolate and the sugar and split the mixture in little jars, containing  about 110g up to 150g of mixture or multiples)

tortino cioccolato

Istruzioni

per il tortino (da allegare al vostro regalo):
(Chocolate fondant directions – To be attached to your gift)

  1. Occorrente: un uovo grande (55g senza guscio) e 55g burro fuso da mischiare a 150g di polvere
    (se si hanno a disposizione uova piccole  (da 40g) – utilizzare invece 110g polvere e 45g di burro fuso).
    You will need: a large egg (55g) and 55g melted butter for every 150g mixture.
    Should you have small eggs (40g) use 110g powder and 45g butter.
  2. Sbattere l’uovo in una ciotola. Aggiungere la polvere ed il burro fuso e mischiare con un cucchiaio di legno sino ad ottenere un composto omogeneo.
    (Mix the egg with the powder and the melted butter using a wooden spoon.)
  3. Distribuire il composto in 2 o 4 stampi monoporzione (dipende dalla grandezza) imburrati e spolverati con farina o cacao, e cuocere in forno già caldo per 7 min a 200°.
    (Divide the mixture in 4 single graised molds and bake for 7 min at 390°F)
  4. Togliere subito dagli stampi capovolgendoli con un movimento secco sui piattini e servire con una spolverata di cacao o zucchero a velo, oppure panna montata. (Serve with wipped cream or icing sugar)

Il suggerimento che vi do, inoltre, è di impacchettare i vostri barattolini insieme, naturalmente, al foglietto di istruzioni e 4 stampini di alluminio, in modo che chi riceverà il dono avrà già tutto l’occorrente a disposizione.

Un barattolino che si rispetti deve avere anche l’etichetta stampata, no? Eccola qui, bella e pronta da apporre al vostro barattolino.

07a (1)

E queste sono le confezioni che ho preparato io (prima dell’avvento dell’etichetta personalizzata creata da Federica Girotto!)

2012-12-08 20.22.07

(Le formine a stella e a cuore le ho trovate all’Ikea.)

Buona felicità a tutti!!!! Go and share happiness with your friends!!!!


Potrebbero interessarti anche:

pizzetti di cannella - cinnamon little pieces tortino al cioccolato con cuore fondente