Crostata di pane e mele con crumble al marzapane –Apple and bread pie with marzipan crumble

Della mia (ormai) mitica crostata di pane e mele vi ho già parlato e riparlato: chi mi segue da più tempo sa già che questa è una delle mie ricette preferite, e che, per quanto povera e rustica, riscuote sempre un gran successo, in qualsiasi occasione io la proponga (dalla cena di Capodanno, al compleanno, passando per le inaugurazioni di parchi giochi!). In foto vedete i pezzi superstiti… non ho fatto in tempo a fotografare la torta intera!!!

IMG_20171028_123723.jpg

E’ una ricetta che ho modificato e personalizzato partendo da una di Montersino, l’ho fatta in diverse versioni, anche adatte a varie intolleranze proponendola senza uova, senza lattosio e addirittura senza zucchero saccarosio.

Questa volta l’ho finalmente provata con il crumble di marzapane così come suggerito nella ricetta di Montersino. Per il ripieno, invece, ho continuato a seguire la mia ricetta che trovo più sfiziosa ed adatta al mio gusto.

Ingredienti (per due crostate di circa 22cm diametro) – Ingredients (for two 22cm baking tin):

  • 650g pasta frolla shortcrust pastry
  • 400g mele a cubetti – chopped apples
  • 50g uvetta – raisin
  • 30g noci e/o pinoli – walnuts and/or pine nuts
  • 30/40g marmellata di limoni (o altra marmellata)  – lemon jam (or other kind of jam)
  • 80g margarina o burro – margarine or butter
  • 160g pane casereccio (con mollica) – bread
  • 80g latte fresco – milk
  • un pizzichino di cannella – one little pinch cinnamon

Per il crumble al marzapane – For the marzipan crumble

  • 120g zucchero – sugar
  • 120g marzapane – marzipan
  • 240g burro o margarina – margarine or butter
  • 320g farina 00 – all purpose flour
  • 5g lievito per dolci – baking

IMG_20171028_123739.jpg

Procedimento (Directions) Continua a leggere “Crostata di pane e mele con crumble al marzapane –Apple and bread pie with marzipan crumble”

Annunci

Biscotti saraceni con cremino alla nocciola (Buckwheat cookies with hazelnut chocolate cream)

Siamo ufficialmente in periodo pre-natalizio ed è tempo di preparare biscotti e dolcetti da offrire agli ospiti e regalare agli amici! Io negli ultimi anni ho fatto per lo più regalini golosi e posso assicurarvi che sono un dono sicuramente gradito e che non richiede nè troppa spesa, nè troppo stress! Si prestano bene a questo utilizzo i biscotti semplici, che richiedono pochi passaggi per essere realizzati e che non richiedono l’utilizzo di ingredienti troppo costosi.
It’s Christmas time! Let the cokies baking period begins! I like to use them as a present to my friends, since every one loves cookies and they don’t require too much money nor stress.

A dire il vero questi biscotti (peraltro privi di glutine) non rientrano appieno in questa categoria, non perché non siano semplici da preparare, ma semplicemente per il “costo” della frutta secca e del cioccolato. Questi biscotti costituirebbero, perciò, un regalo prezioso, da fare agli amici un po’ più speciali, oppure a quelli che stanno riprendendosi da una convalescenza o un periodo buio. Saranno il modo per dire a chiare e squisite lettere che siete loro vicini pronti ad addolcirli e tirarli su! Provateli, regalateli e… regalateveli!
Actually today recipe could be rather expensive, that’s the reason why I suggest you to donate them to very special friends, or to some one who is getting well after a bad period. They will be your sweet best wish and your firend will appreciate it, for sure!

biscotti saraceni con cremino alla nocciola

Buoni biscotti a tutti, anche a chi non vuole peccare troppo di gola, per loro andrà benissimo anche la versione senza cremino (vedi foto più in basso)!
Should you not want to use the chocolate & nut cream they will be good too (see pic below)!

Ingredienti – Ingredients

per la frolla saracena for the buckwheat cookie dough
240g zucchero di canna brown sugar
100g nocciole tostate hazelnuts
140g mandorle non pelate unpeeled almonds
100g farina di grano saraceno buckwheat flour
150g farina di riso rice flour
200g burro butter
30g uova (un uovo piccolo) 1 small egg (30g)
per il cremino alla nocciola for the nuts & chocolate cream
100g cioccolato bianco white chocolate
50g cioccolato al latte milk chocolate
35g pasta di nocciole hazelnit paste
20g burro (di cacao) (cocoa) butter
per decorare to decorate
50g granella di fave di cacao cocoa beans grain
50g nocciole in granella hazelnuts grain
50g gocce di cioccolato fondente dark chocolate drops

biscotti saraceni

 

Procedimento –  Directions

1. Preparare la frolla saracena: in un robot da cucina, tritare finemente le nocciole e le mandorle con lo zucchero di canna. Versare il tutto in una ciotola o su una spianatoia e unire le farine di riso e grano saraceno. Fare la fontana e unire il burro e l’uovo. Lavorare sino a che non otterrete un impasto omogeneo e lasciate riposare in frigo per almeno 30 min. Prepare the buckwheat cookie dough: Use a cutter to grind toghether sugar, hazelnuts and almonds. Mix them all in a bowl with the rice and buckwheat flour. Add butter and one egg and mix all togheter until smooth, Let the dough rest in the fridge for 30 min.
2. Dopo il riposo, stendere la pasta con il mattarello in uno spessore di circa mezzo centimetro. Ritagliare dei dischetti di pasta del diametro del vostro stampo, possibilmente di silicone, a forma di tartelletta o cilindro. In mancanza foderate lo stampo da tartelletta che avere con dei pirottini per facilitare le fasi successive.
Infornate e cuocete per 15 min. a 150°C.
Lasciate raffreddare negli stampini (o pirottini) stessi.
Rolll the dough and cut some 1/2 cm high round cookies. Put them in a small silicon cilinder mold (even a small baking cup could work).
Bake for 15 min. at 300°F.
LEt the cookies coll down in the molds.
3. Nel frattempo preparate il cremino: sciogliete i cioccolati a bagnomaria e unite la pasta di nocciole. Mescolate con cura e trasferite in un sac à poche. In the meantime prepare the chocolate&nuts cream:melt the white and the molk chocolate. Add the hazelnuts paste and mix togheter. Pour in a sac à poche.

2012-08-18 10.18.58

4. Quando i biscotti sono ber raffreddati, colate uno strato di cremino su ogni biscotto nello stampo di silicone (o nel pirottino). Decorate a piacere con granella di nocciole, cru di cacao o gocce di cioccolato.
Lasciate solidificare in frigo o in freezer per bene il cremino prima di rimouovere i biscotti dalle formine.
When thr cookies are cold, squeeze some chocolate and nut cream on each of them as they are in the mold (or in the baking cups). Sprinkle with the nut and cocoa grain and some chocolate drops.
Let the cream become harder (maybe in the fridge or in the freezer) and then remove from the molds.
5. Se dovete regalarli vi consiglio di “riciclare” una scatola piatta di cioccolatini (es ferrero rocher) in cui sistemarli adagiandoli nei separatori, vedi foto. I suggest you to package them in a chocolates tray, like the one in the pic below

biscotti saraceni con cremino alla nocciola - confezione

Come avete notato, c’è solo un piccolo passaggio in più, peraltro semplicissimo, per la preparazione del cremino. Ma cosa vi aspettate da una ricetta di Montersino? Comunque la bontà di questi biscotti vale assolutamente la pena di spendere qualche minuto in più, ve lo garantisco! In più possono essere conservati in freezer per qualche mese, per cui ne potete preparare in dose maggiore per una golosità sempre a portata di mano! Buoni regali golosi a tutti da Cle.

biscotti saraceni con cremino alla nocciola

 

 

PS: E ricordatevi che domenica scade la raccolta FAR-Frequently Asked Recipes! Per cui affrettatevi per segnalare le vostre ricette più gettonate! Sorriso


Potrebbero interessarti anche (see also):

Fettine langarole (biscuits with nuts and buckwheat) moretti alla nocciola muffin ciocco-pere senza glutine-uova-lattosio

Altre ricette biscotti – Altri regali golosi – Altre ricette senza glutine

 

 

Mini Tiramisù (One bite size tiramisù)

Non si può dire che non abbia tenuto contenti/e i lettori che prediligono le ricette semplici, veloci, poco complicate e con pochi passaggi negli ultimi mesi. Quindi non voglio sentire lamentele per la ricetta di oggi: Natale si avvicina e c’è bisogno di ricettuzze in grado di stupire i nostri amici, e poi… gli stampi a mezza sfera in silicone della Silikomart che ho donato ad alcuni di voi sono già arrivati a destinazione da un pezzo, avete bisogno di altre ricette/idee con cui utilizzarli, no?
Don’t say I didn’t satisfy the request of “simple” recipes in the last two months, easy, with a few steps, ingredients… I indeed did that and today I don’t want to hear people saing “Oh! another complicated recipe!!!!”. Christmas is coming and we all need spectacular recipes to make our friends and guests just say “oooooooooohhhhhhhhh!”.

mini tiramisù - one bite size tirmisù

Oggi parliamo di Mini Tiramisù: i sapori del tiramisù in formato boccone, naturalmente frutto del genio di Montersino. A proposito di tiramisù… prestissimo un “reboot” della mia storica ricetta “casalinga”, che ha ricevuto complimenti, elogi a più non posso, ed è sempre stato etichettato come “il più buono mai assaggiato” da chiunque lo avesse provato, soprattutto (e so’ soddisfazioni) a quelli a cui ho fatto anche assaggiare le mille declinazioni firmate Montersino!!!! ;D
Today recipe: One Bite Size Tiramisù! The classic tiramisù flavours all in a small size fit your finger! Another Montersino’s recipe! But is coming soon my own personal tiramisù recipe, that my all my friends belove and that was crown ad the king of all tiramisù they have ever eaten, included Montersino’s ones! These are indeed a pleasure for me!!!

Ma passiamo alla ricetta di oggi! Visto che tra una fase e l’altra della preparazione serve il freezer, le parti che compongono il mignon possono essere preparate in giornate diverse ed assemblate solo al momento del servizio. In questo modo avrete dei dolcetti spettagolosi sempre pronti da servire ai vostri ospiti!!! Occhiolino
Please note that the three components of such tiramisù (i.e., shortcrust pastry, mascarpone jelly mousse and coffee gelée) can be easily made in different days and stored in the freezer until you will assemple them. 😉 Here we go!

Con queste piccole delizie partecipo al contest di La cuoca dentro dedicato alla pasticceria formato mini!

Ingredienti – Ingredients:

  • 200g pasta frolla bianca o al cacao – shortcrust pastry
    Per la crema al mascarpone gelatinata – For the jelly mascarpone mousse
  • 90g tuorli (circa 5) (5 yolks)
  • 170g zucchero (sugar)
  • 50g acqua (water)
  • semi di 1/2 bacca di vaniglia (1/2 vanilla berry seeds)
  • 250g mascarpone (mascarpone chees)
  • 250g panna (cream)
  • 7g gelatina in fogli (isinglass)
  • due cucchiai di liquore al caffè o San Marzano Borsci  (2tbs coffee liqueur)
    Per la gelatina al cioccolato e caffè For the choco-coffe gelée
  • 80g caffè espresso (italian style espresso coffee)
  • 80g acqua (water)
  • 100g zucchero (sugar)
  • 75g panna (cream)
  • 25g cacao amaro in polvere (cocoa powder)
  • 12g colla di pesce in fogli (isinglass)*
  • 90g cioccolato fondente ( plain chocolate)
    Per decorare – To decorate
  • 10g chicchi di caffè (coffee beans)
  • oro in polvere per alimenti (gold food coloring powder)

*Sembra tanta, ma la dose è corretta!! Non diminuitela altrimenti il composto rimarrà liquido!
*Maybe the isinglass dosage will seem to you too high. It is not so! 😉

Procedimento – Directions:

    1. Preparare la crema tiramisù: Versare l’acqua e lo zucchero in un pentolino e portare a 121° (se non avete un termometro, lo zucchero è a 121°C quando prelevando un po’ di zucchero con un cucchiaino e immergendolo in acqua ghiacciata otterrete tra le dita una pallina morbida (vedi foto)
      Prepare the mascarpone jelly mousse:Boil the water and the sugar until the “soft ball stage” (more information clicking here)
      cottura zucchero 121° - sugar soft ball
      Se non volete fare la prova della pallina morbida…fate bollire per bene lo zucchero per circa 3 minuti a fiamma viva! Versare lo sciroppo di zucchero ottenuto sui tuorli che avrete già cominciato a sbattere con un frullino elettrico (o in planetaria) in una ciotola di acciaio o di vetro. In foto ho utilizzato il frullino a mano per dimostrarvi che “SI PUO’ FARE”. Il consiglio e di sistemarvi, se possibile, vicino ai fornelli! Non chiedetemi come ho fatto a scattare la foto mentre tenevo con una mano il frullino e l’altra il pentolino!!!
      While the sugar is cooking whip the yolks. When the sugar is ready puor it in the yolks and continue whipping. Do not ask me how I took the picture below… You do not want to know!!!
      pat à bomb
      Unire anche la gelatina ammollata e montare sino a raffreddamento. Otterrete una massa chiara e gonfia (vedi foto).
      Add the isinglass already soaked. and continue whipping. You will obtain a flown and clear mixture.
      Importante: Non aspettate troppo per aggiungere la gelatina, altrimenti farà fatica a sciogliersi (testato!). Dopo aver aggiunto lo zucchero, far mescolare qualche secondo e poi giù subito la gelatina.
      Important: do not wait to much to add the isinglass! Add it just after the sugar. pate à bomb
      A parte montate la panna ed il mascarpone insieme. Quando la montata di uova e zucchero è a temperatura ambiente, pesatene 400g ed unirvi mascarpone e panna montati. Aromatizzare con liquore al caffè (mia variante). E’ importantissimo: Pesare la base tiramisù (uova e zucchero+geletina) prima di aggiungere la panna ed il mascarpone, altrimenti sbilanciate la ricetta e la gelatina non tira la crema a sufficienza, per cui scivolerà via senza creare un bello strato spesso (sperimentato anche questo!).
      In another bowl whip the cream and the mascarpone cheese togheter. Add to the wipped cream 400g of the egg mixture. Not more!
      mousse al mascarpone
      Nota: l’utilizzo dello zucchero a 121° serve per pastorizzare le uova. Se non volete procedere in questa maniera perché siete certe della provenienza e genuinità delle uova, potete tranquillamente sbattere come d’abitudine uova e zucchero, senza utilizzare l’acqua ovviamente. In questo caso potrete sciogliere la gelatina nel liquore che avrete riscaldato (è sufficiente raggiungere i 50°). Oppure usate i tuorli già pastorizzati in brik, sbatteteli con lo zucchero, senza acqua e procedete come sopra.
  • Travasare il composto ottenuto in un sac à poche e colarlo negli stampini da tartelletta o da mini savarin. Trasferite in freezer e fate indurire. Pour the mascarpone mousse in the molds. Let them rest in the freezer.
    2012-09-15 16.10.37
  • Preparare la gelée di cioccolato e caffè: portare a bollore l’acqua, il caffè e lo zucchero. Quindi unire la panna ed il cacao. Portate a bollore di nuovo. Togliere dal fuoco, incorporare il cioccolato fondente e, quando questo è ben sciolto, la colla di pesce già ammollata e strizzata. Emulsionate e colate negli stampini a mezza sfera. Trasferire in freezer e fare indurire.
    Prepare the choco-coffee jelly: boil the water with coffee and sugar. Add the cream and the cocoa powdre. Boil again. Add the plain chocolate, then add the soaked isinglass. Pour in the half sphere molds and let them rest in the freezer.
    gelèe cioccocaffè
  • Per la pasta frolla: potete preparare la frolla in un momento X della vostra vita e conservarla in freezer. Stesso dicasi per le singole parti che comporranno il mignon. Se non avete una vostra ricetta collaudata potete seguire quella che propongo qui. Ricavatene dei biscotti tondi del diametro leggermente superiore a quello della base del vostro mignon. Cuocere e tenere da parte (possibile congelare il prodotto cotto)
    Prepare some round biscuits a little bit larger than the mascarpone mini mousse.
    2012-09-15 16.41.25
  • Assembliamo il mignon: su ogni dischetto di frolla sistemate la mini mousse al mascarpone e una cupoletta di gelée al cioccocaffè. Potete utilizzare come “colla” un goccino di crema pasticcera, se ne avete.
    Assemble the mini tiramisù. Should you like you can use a drop of custard as “glue” if you had some of it!
    2012-09-22 12.32.30
  • Decorare con chicchi di caffè. Per una versione più chic con un pennellino spargete un po’ di oro alimentare in polvere sui chicchi di caffè.
    Decorate with coffee beans and a pinch of gold powder.

mini tiramisù - one bite size tirmisù

Non fatevi spaventare dalla quantità di foto e dalla apparente lunghezza del procedimento! Ho voluto solo mostrarvi passo passo come fare la base tiramisù pastorizzata. Ma, come vi o detto, utilizzando tuorli già pastorizzati (si vendono in brik) vi risparmiate il passaggio della cottura dello zucchero. Buon fine settimana e buoni pasticci da Cle!

mini tiramisù - one bite size tirmisù


Potrebbero interessarti anche (see also)

tiramisù da passeggio bicchierini tiramisù Tiramisù torronato