Biscuit bianco per rotoli e tortine

Come vi avevo anticipato nella ricetta del biscuit al cacao, avrei provato presto anche la ricetta del biscuit bianco, proposta sempre ne La Cucina del Corriere della Sera di gennaio 2010.
Questa volta però non ne ho fatto un rotolo ma delle squisitissime merendine “tarocche”: Simil Soldini e Simil Fieste! Solo qualche ora di pazienza e poi potrete vederne le ricette complete!

biscuit bianco

Ingredienti per il biscuit bianco

  • 250g uova (circa 5 uova medie)
  • 135g farina 00
  • 15g fecola di patate
  • 125g zucchero
  • 25g latte fresco
  • vanillina o scorzetta di limone
  • due cucchiaini di lievito (facoltativo, a me serviva più spesso e l’ho aggiunto)

Procedimeto

  • Separare i tuorli dagli albumi.
    Per poter pesare le uova dovendole separare procedete come segue: sistemate sulla vostra bilancia i due recipienti in cui raccoglierete tuorli e albumi e azzerate la tara. Separate le uova senza togliere i recipienti dalla bilancia e verificatene il peso! (vedi foto)P1010016
  • Sbattere i tuorli con lo zucchero e montare gli albumi a neve.
  • Aggiungere ai tuorli la farina e la fecola setacciate, versandole a pioggia.
  • Unire quindi il latte e infine gli albumi mescolando delicatamente dall’alto verso il basso.
  • Distribuite il composto nella leccarda del forno rivestita di carta da forno, livellare con una spatola o il dorso di un cucchiaio inumidito.
    Per tenere ferma la carta da forno sulla teglia, sporcare i quattro angoli della teglia e il centro con un po’ di burro o un po’ di impasto!
  • COTTURA: 200/210° per 8/10 min. Ma procedete con la prova stecchino già dopo 7 min. per evitare che l’impasto cuocia troppo.
  • Sfornate e stendete il biscuit su un foglio di carta da forno o un panno pulito e leggermente umido (basterà farci cadere con le dita qualche goccia di acqua), staccare la carta da forno di cottura, coprire con altra carta da forno o pellicola e arrotolare (se avete intenzione di fare un rotolo). Lasciar freddare prima di farcire.

Immagine


Potrebbero interessarti anche:

rotolo di pan di spagna  pan di spagna

Annunci

Involtini di verza riso e carne

Questa è stata une delle prime ricette che ho provato dalla rivista La Cucina del Corriere della Sera (che ormai compro ininterrottamente da due anni, sempre con somma soddisfazione). Quando al mercato c’è la verza questi involtini per me ormai sono diventati un must. Calibrando bene le dosi può diventare anche un piatto light. Di sicuro, anche lasciando invariata la ricetta (o aggiungendoci qua e là quello che avete in frigo di sfizioso) otterrete un piatto unico sano, gustoso e anche un’idea in più per la pausa pranzo! Io li conservo tranquillamente in frigo per qualche giorno. Provateli e mi direte!

involtini di verza riso e carne

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 600g verza
  • 200g riso fino (io questa volta ho usato riso venere)
  • 200g manzo macinato
  • 100g grana grattugiato
  • 1 uovo
  • noce moscata (o rosmarino)
  • sale

Procedimento:

  1. Sbollentare le foglie di verza più tenere e grandi per circa un min. in acqua salata, (oppure come ho fatto io cuocetele al vapore sulla pentola in cui è in cottura il riso!) poi sgocciolatele e asciugatele su un panno.
  2. Cuocete il riso, salandolo solo a due min. dalla fine della cottura, scolatelo e passatelo sotto l’acqua fredda. Lasciar sgocciolare. (A piacere aggiungere anche altra verza o verdure nel riso).
  3. Raccogliete in una ciotola 50g grana, la carne (eventualmente già passata in padella), il riso, l’uovo, il sale e la noce moscata e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo che distribuirete al centro delle foglie di verza.
  4. Arrotolate gli involtini ripiegando le estremità delle foglie verso linterno e disponeteli in una pirofila coperta di carta da forno o imburrata.
  5. Cospargete con il restante grana e passate in forno 20 min. a 180°.

Ed ecco gli involtini ben sistemati nel mio portapranzo: Essendo un piatto unico basterà completare il pranzo con un po’ di frutta!

Involtini urara

Continua a leggere “Involtini di verza riso e carne”

Il rotolo che non si rompe esiste!

P1010054

Non sono una fan dei rotoli, devo dirlo! Per me rientrano nella categoria “fuffa”, non proprio ai livelli del MMF o della camy cream, però sicuramente più scenografia che sostanza! Più che altro non mi piace dei rotoli il fatto che il biscuit tenda a rimanere asciutto perché poco permeabile alla crema, ma la cosa peggiore dei biscuit è che inesorabilmente, il 90% delle volte si rompono! E allora a che pro spendere tempo per qualcosa di puramente coreografico che poi coreografico non è più!? In teoria non conviene!!! In pratica, però, sono ostinata e vado avanti nel testare le ricette fino a che non trovo quella che mi soddisfa: non sia mai che mi venga richiesto un rotolo da amici o parenti ed io non sappia bene destreggiarmi allo scopo!

Ecco, gira che ti rigira, consulta, sfoglia e confronta, ho provato la ricetta proposta ne La Cucina del Corriere della Sera di gennaio 2010 (dove oltretutto c’era anche proposta la ricetta del biscuit bianco che trovate qui) e devo dire, in una scala da 1 a 10 la soddisfazione è 8e1/2-9. Il punticino che non consente una massima soddisfazione è dovuto alla poca dolcezza del biscuit. Non so se suggerirvi di aumentare lo zucchero (potrebbe alterare la consistenza del biscuit e, non sia mai, romperlo!!); però effettivamente, facendo un confronto con le dosi del rotolo bianco proposto nelle stesse pagine, direi che si può fare! Oppure potete ricoprirlo una volta finito con glassa di zucchero. Ma vediamo meglio gli ingredienti e il procedimento:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti:

  • 300g di uova (circa sei medie, io ho usato 5 uova grandi, 290g)
  • 140g farina
  • 110g zucchero (ma possibile arrivare a 125g)
  • 30g cacao amaro
  • 1g sale sciolto in un cucchiaio di acqua fredda
  • vanillina e/o buccia di limone grattugiata
  • (facoltativo, io l’ho aggiunto) un cucchiaino raso di lievito per dolci
    Per la crema ho usato quella della meringata al limone ma potete farcirlo come più vi piace!
  • 300g acqua
  • 50g maizena
  • succo di tre limoni
  • 130g zucchero
  • 3 uova
  • 70g burro
  • un bicchierino di mandarinetto home made!

Procedimento:

  1. Montate in una ciotola con le fruste elettriche le uova tenute a temperatura ambiente, con lo zucchero ed il sale sciolto in acqua.
  2. Unire a pioggia la farina ed il cacao setacciati, infine il lievito e gli aromi. Miscelate delicatamente il tutto con una spatola oppure con le fruste a velocità minima.
  3. Stendere la massa sulla leccarda del forno coperta con carta da forno (trucchetto per tenerla ferma: sporcate di burro con la punta delle dita la teglia in quattro punti, quindi “incollarci” sopra la carta da forno).
  4. Livellare l’impasto con una spatola e cuocere a 190° per 10 minuti. E’ molto importante rispettare tempi e temperatura quando si tratta di biscuit per rotoli! Se in cottura vedete che il rotolo si gonfia a dismisura o che si formano delle gobbe, non allarmatevi: appena lo estrarrete tornerà perfetto!
  5. Sfornare il biscuit, coprirlo con carta da forno, capovolgerlo e staccare la carta della cottura: se avete difficoltà inumidite con un pennello la carta man mano che la staccate.
  6. Avvolgetelo in modo piuttosto stretto aiutandovi con la carta da forno, chiudetelo in un canovaccio pulito “a caramella” e lasciate raffreddare (anche in frigo) per circa due ore (per questi ultimi due passaggi vedi anche il video).
  7. Per il procedimento della crema al mandarinetto vedi qui
  8. Srotolate il rotolo, farcitelo, riarrotolatelo e guarnite con glassa o panna montata.

P1010036

Io ho preferito lasciarlo “nudo” per evidenziare la caratteristica per me più importante di questa ricetta: si arrotola e non si rompe!


Potrebbero interessarti anche:

girella  Crostata cioccolato e arancia  meringhe

Sformatini alla ricotta con piselli e prosciutto crudo

P1010257

Avevo un po’ di ricotta da consumare, quindi sono andata a sfogliare il numero 6 de La Cucina-Cds che ricordavo contenere varie ricette a base di ricotta. Mi imbatto in questa che guardacaso prevedeva vari ingredienti in scadenza presenti nella mia dispensa.
Questi sformatini si sono rivelati davvero ottimi. Oltretutto sono anche veloci da preparare e cuocere: in caso di ospiti improvvisi potete fare un figurone portando in tavola, direttamente nelle cocotte una pietanza davvero ben riuscita.P1010211

Ingredienti per 6 cocotte:

  • 100g ricotta
  • 60g piselli già cotti (io ho usato quelli in scatola al naturale)
  • 6 fette di prosciutto crudo
  • 80g grana o parmigiano grattugiato
  • 200 ml besciamella (io ci ho aggiunto un po’ di noce moscata in più)
  • 4 uova
  • sale q.b.

Procedimento:

  • Scaldare il forno a 180°. Mischiare la besciamella con 40g grana.
  • Sbattete in una terrina due uova intere e due tuorli con un pizzico di sale. Montare gli albumi a neve.
  • Aggiungere alle uova metà dei piselli, la ricotta, metà della salsa bianca ed il formaggio residuo. Quindi incorporare gli albumi.
  • Trasferite il composto in cocottine monoporzione, leggermente imburrate, adagiate sulla superficie una fetta di prosciutto, un cucchiaio di salsa bianca e un po’ di piselli, fino ad esaurimento degli ingredienti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • Cuocere a 180° per 15 min. o finché gli sformati non saranno gonfi. Servire caldi, presentandoli nella cocotte oppure sformandoli, saranno gradevoli alla vista in entrambe le versioni!
    P1010228
    P1010234

Continua a leggere “Sformatini alla ricotta con piselli e prosciutto crudo”

Chutney alle melanzane

I chutney sono delle specie di marmellate agrodolci originarie dell’India. Io non ne avevo mai assaggiati, il primo da me provato è stato proprio questo qui e devo dire che mi piace proprio tanto!!! Gli ingredienti sono di facile reperibilità, anzi è quella classica ricetta che spesso non richiede una “spesa ad hoc”! Ed è anche light, dato che non serve olio! Occhiolino
Il procedimento indicato nella ricetta secondo me ha omesso qualche passaggio. Vi mostro in foto anche la fotografia della ricetta che ho seguito io, presa da La Cucina-CdS, anche perché, ripeto, non ho altro metro di valutazione sulla buona riuscita o meno. Il sapore è davvero ottimo (specie se amate il piccante e l’agrodolce in generale), con formaggi o carne di maiale dovrebbe stare benissimo, ma anche come semplice crema per una bruschetta o dei crostini, oppure per pucciarci dentro le tortillas-chips.
Nel procedimento vi riporto ciò che ho fatto io, dato che il primo tentativo seguendo la ricetta come da giornale mi ha condotto a bruciare tutto!!! Pensieroso

chutney di melanzane

Ingredienti per due vasetti:

  • 1 melanzana viola (io una normale)
  • 1 pera (io una mela dato che la pera me l’ero giocata con il primo tentativo andato male!)
  • 1 cipolla
  • 20g uvetta ammollata in acqua tiepida
  • 1 peperoncino
  • 3 cucchiai di aceto di mele
  • sale
  • un cucchiaio di miele

Procedimento:

  1. Eliminare parte della buccia della melanzana e tagliarla a dadini, idem per la pera (o la mela) e la cipolla.
  2. In una casseruola inserire tutti gli ingredienti tranne il miele e lasciar cuocere per 30 min. Io ho aggiunto anche circa 100/150 ml di acqua, anche se non era indicato, altrimenti sarebbe bruciato tutto di nuovo.
  3. A fine cottura ho frullato tutto con un minipimer e aggiunto il cucchiaio di miele. Servire in una salsiera per accompagnare carni o formaggi o magari le tortillas-chips! Oppure conservare in vasetti di vetro. Una ottima scoperta questi chutney!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta Di che segno gastronomico sei?


Potrebbero interessarti anche:

crema per bruschette alle melanzane  melanzane in agrodolce  peperoni in agrodolce

Torta di noci con le pere

Sottotitolo: mica ho capito se è venuta bene!!!

Avete presente quelle ricette che avete bisogno di rileggerle tre o quattro volte per capire o farvi un’idea del risultato finale o per rendervi meglio conto dei passaggi intermedi? Ecco questa è stata una di quelle ricette, riuscita bene nel complesso ma che mi ha lasciato il dubbio che qualcosa forse non l’avessi capita ben bene bene!!!

Vi riporto la ricetta tal quale  l’ho trovata ne La Cucina-CdS di Febbraio 2010 (con tra parentesi la voce del mio cervello) e anche la foto del risultato mio e di quello dello chef che l’ha preparata!!!

torta noci pere

Ingredienti:

  • 300g di pastafrolla (secondo la vostra ricetta)
  • 40g gherigli di noce
  • 3 pere (io 2)
  • 80g zucchero semolato (per cospargere)
  • 10g burro
  • 1/2 bustina di lievito (=due cucchiaini rasi)
  • zucchero a velo per decorare

Procedimento:

  • Sbucciare le pere, privarle del torsolo e tagliarle a fettine sottili. Tritare i gherigli di noce (se usate noci fresche sbollentatele 1 min. per togliere la pellicina che in questo caso è amara).
  • Incorporare alla pastafrolla i gherigli di noce (OK!), il lievito stemperato in un cucchiaio di acqua tiepida (Sorpresa io una cosa così non l’avevo mai fatta/letta, cmq quello che ho unito alla pasta frolla era un ammasso di bollicine!!Stralunato), e un quinto (uddiu! un quinto?!! io ci ho messo UNA pera!!!Imbarazzatoora mi spiego un po’ di cose, ma non tutte!) dicevamo un quinto delle fettine di pera tagliate a pezzettini amalgamando per bene.
    N.d.Cle: Vada per l’eccesso di pera! però già unendo il cucchiaio di acqua… comunque quello che ho ottenuto è stato un composto molle, che ho dovuto raccogliere a cucchiaiate per metterlo in tortiera, e non mi pare fosse la consistenza “giusta”… Pensieroso

Continua a leggere “Torta di noci con le pere”