crostata-deliziosa-crema-e-nutella

Torta deliziosa (Nutella and Custard Tarte)

Ho atteso fin troppo per postare questa ricetta e questo è il periodo adatto, il periodo in cui i primi freddi e l’approssimarsi delle feste ci fanno sembrare una piccola bomba calorica un peccato non troppo grande… Per la dieta c’è tempo fino a Gennaio!!!
La ricetta è un adattamento di una di Montersino, ma la nozione fondamentale da apprendere è come fare una crostata alla nutella senza che diventi secca e dura, perché dite la verità: ci abbiamo provato tutti ed il risultato è stato  deludente! Dico bene?
November is definitely the right moment to post this super caloric recipe: it’s cold outside, Christmas is approaching and January diet seems still far away! It’stime to indulge, yes! And here you will find a genious way to prepare a soft and creamy Nutella tart! I mean it! How? Filling the tart not only with Nutella, but also with soaked sponge cake and custard! Are you ready? 

La genialata di questa torta invece sta nell’utilizzare nel ripieno della crostata il pan di spagna inzuppato nel “latte alla nutella” per rendere l’interno ancora più morbido e godurioso. Una cosa spettacolare, ve lo garantisco! Da provare almeno una volta nella vita.
Il procedimento sembra complesso per via dell’utilizzo di più basi, ma con un po’ di organizzazione (oppure usando basi già pronte del supermercato Occhiolino ) si fa in un baleno.

Allora scopriamo insieme come creare questa goduriosissima torta e quali sono i trucchetti “salvatempo” Occhiolino

Ingredienti per uno stampo per crostata di 24 cm – Ingredients for a 28cm pan

per la base for the base
500g pasta frolla al cacao* cocoa shortcrust pastry**
per la bagna al latte for the milk soak
250g latte fresco intero whole milk
50g zucchero sugar
50g crema gianduia (nutella o altra marca) nutella
per il ripieno for the stuffing
300g crema pasticcera* custard**
200g crema gianduia nutella
300g pan di spagna* o savoiardi sponge cake** or lady fingers biscuits

*Potete preparare queste basi (frolla, crema e pan di spagna) in tempi diversi e conservarle in freezer fino al momento dell’utilizzo.
Il mio consiglio è di preparare al momento sia la frolla che la crema pasticcera (al microonde o con il Bimby si fa in un baleno una dose per 250g di latte) ed utilizzare del pan di spagna avanzato/congelato o dei savoiardi confezionati. Alla peggio potete usare anche della crema pasticcera già pronta e preparare solo la frolla: nessuno vi reputerà scansafatiche per questo!!!

** To save time you can prepare the pastry, the custard and the sponge cake in different days and store them in the freezer… or you can use ready made ones.
Usually when I prepare sponge cake I prepare one more than I need and storage it in the freezer. For the custard you can prepare it with a cooking robot or with the microwave in a very short time.

IMG_9415

Procedimento – Method

1. Preparate la bagna per il pan di spagna: Scaldate il latte e fatevi sciogliere bene lo zucchero e la crema gianduia fino ad avere un composto omogeneo. Mettere da parte a raffreddare. Prepare the soak: warm up the milk and combine with sugar and nutella.
2. Nel frattempo stendete 2/3 della pasta frolla in una sfoglia di circa 3mm, bucherellatela e foderate il fondo di uno stampo per crostata rifinendo i bordi. Roll over the cocoa shortucrust pastry, mke some hole with a fork and fold a tart pan with it.
3. Ricoprire il fondo della frolla con metà della nutella.
Quindi adagiatevi sopra il pan di spagna e bagnatelo con la bagna al latte.
Coprire con altra nutella ed infine con la crema pasticcera.
Spread some Nutella on the pastry.
Put on it the sponge cake and soak it with the nutella milk.
Spread the remaining Nutella and the Custard too.

IMG_9410

4. Stendete la frolla avanzata e ricavatene delle striscioline (oppure la griglia se avete l’apposito strumento tagliapasta) che adagerete sulla crostata pizzicando bene i bordi. Roll over the remaining pastry, and create the grill for the tarte top (if you have the grill tool it’s time to use it). Pinch the edges
5. Cuocere in forno già caldo a 170° per 30 min.
Prima di servire a piacere lucidate la superficie con un po’ di confettura di albicocche passata al setaccio.
Servire a temperatura frigo.
Si conserva per circa 3 giorni.
Bake at 345°F for 30 min.
Serve at fridge temperature.
You can gloss the top with some apricot jam.

Buoni peccati di gola e alla prossima ricetta! Sorriso

Happy indulgence!!!!

crostata deliziosa gif


Ti potrebbero interessare anche (you might also like)

Briciole di limone - Lemon crumble crostata cioccolato e caramello Crostata cioccolato e arancia girella

Torta Guadalupe (Chocolate and banana mousse cake)

Prima che sia troppo tardi e che il caldo inizi a far scemare la voglia di cioccolato, devo onorare la mia promessa di proporvi qualcosa con cui smaltire le uova di cioccolato (sempre che nel frattempo non le abbiate consumate già tutte!).
I can wait to tell you about this amazing cake. No more! Summer is coming and shall take away the desire to bake something or use chocolate (if it were possible!). Did you have some chocolate leftovers? I have the recipe fit for you!

Questa torta l’ho preparata all’indomani del corso di Montersino l’anno scorso per il compleanno di amour. Un vero tripudio per le papille e un gioco di consistenze davvero libidinoso. Perché allora ho atteso tanto allora per parlarvene? Semplice: l’aspetto non era affatto perfetto per cui ho sempre avuto delle remore nel postare la ricetta!
I made this cake last year, after a Mr Montersino bakery class. This is really delicious, something you must try! So… why did I wait for so long prior to share this recipe with you? Simple: my cake was not such a beauty, even if it was delicious as Mr Montersino ones!

Ma ora è giunto il momento! Questa torta non può più attendere e nemmeno voi! Per l’aspetto “come_doveva_essere” c’è sempre la foto di quella fatta dal Maestro in persona! Occhiolino
But I cannot wait for more time! Neither you can do! I’m going to show you also Mr Montersino cake pic, so you can see how beauty it could be!

Come vedete dalla foto, la torta si compone di vari strati: una mousse al cioccolato e latte condensato, glassata con cioccolato fondente, il tutto poggiato su una base di biscotto sablé bretonne (ossia una frolla molto grassa con l’aggiunta di un pochino di lievito, che assorbirà una parte dell’umidità della crema diventando goduriosamente morbida e umida) e arricchito di banane spadellate al rum. Tanto per gradire il Maestro in cima ci mette anche dei ciuffetti di mousse al cioccolato, io ho bypassato per ragioni di tempo!
As you can see in the pic, this is a layered cake: on the bottom you have a special pastry, which is similar to the shortcrust pastry, but has more butter and is more moist! Then you have caramellized bananas, chocolate mousse and dark chocolate glaze. Oh! Mr Montersino also added on the top some dark chocolate mousse… I didn’t!

Vi ho incuriosito abbastanza? Vediamo la preparazione step by step, ma questa volta le mani in pasta sono quelle del maestro! Did you want to know how to make this delightfulness?  Check it out!

Ingredienti (per circa 16 porzioni) – Ingredients (for 16 servings):

Per il biscotto sablé bretonne al cacao – For the sablé bretonne biscuit

  • 55 g di tuorli (circa tre tuorli) – yolks
  • 130 g di zucchero semolato – sugar
  • 160 g di burro – butter
  • 4 g di sale – salt
  • 220 g di farina 00 – flour
  • una bustina (16 g) di lievito in polvere – 16g baking
  • 20 g di cacao amaro in polvere – cocoa powder

Come di fa: lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero e il sale, utilizzando la foglia della planetaria oppure con un cucchiaio di legno. Unite prima i tuorli a filo e poi la farina setacciata insieme al cacao e al lievito. Avvolgete la pasta con pellicola lasciatela riposare in frigo pre almeno un’ora. Stendete la pasta sul fondo di uno stampo con cerchio apribile di 22/24 cm. e cuocete in forno a 180°C, quindi lasciare freddare senza togliere il cerchio (è lì che monteremo il dolce).
Mix the butter with the sugar. Then add the yolks using a whip. Add the flour with the cocoa and baking. Wrap woth clingfilm and let the dough rest in the fridge for an hour. Then roll it into a pan with removable edge and bake at 350°F.

guadalupe sable bretonne

Per la mousse al latte condensato – For the evaporated milk and chocolate mousse

  • 300 g di latte condensato – evaporated milk
  • 150 g di tuorli – yolks
  • 300 g di cioccolato al latte – milkchocolate
  • 20 g di gelatina in fogli – isinglass
  • 600 g di panna fresca – cream
  • 2 g di polpa di vaniglia – vanilla extract

Come si fa: miscelate i tuorli con il latte condensato e la vaniglia, quindi scaldate il tutto a microonde fino alla temperatura di 85°C mescolando ogni 15 secondi. Montate il composto con la frusta fino a raffreddamento. Unite il cioccolato al latte fuso, la gelatina ammollata e sciolta a microonde con 5 volte il suo peso in acqua. Quando il tutto avrà raggiunto una temperatura di circa 27°C unire la la panna montata, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Trasferire in un sac a poche.
Mix the yolks vith the evaporated milk and the vanilla extract. Heat in the microwave up to 185°F stirring. Whip the mixture until cold. Then add the melted chocolate and the soaked isinglass. If needed heat in the microwave to let the isinglas melt. When the batter is at room temperature, add the whipped cream.

Per le banane spadellate – For the caramellized bananas

  • 600 g di banane tagliate a rondelle – banans chopped into slices
  • 45 g di burro – butter
  • 90 g di zucchero semolato – sugar
  • 20 g di rum – rhum

Come di fa: Far caramellare lo zucchero con qualche cucchiaio di acqua in una padella, quindi aggiungere il burro a tocchetti, facendo attenzione al cacao che sprigionerà. Quando è ben sciolto aggiungere le banane e fatele saltare, quindi unire il rum (se avete il coraggio fate pure flambare!).
Caramelize the sugar with a pinch of whater, thed add the butter (being carefull for the steam!). When the butter is melted add the bananas chopped and stir-fry. Add the rhum and let it evaporate. Let the bananas rest and cool down.

guadaloupe banane spadell rum (1)

Montaggio del dolce: Lavorate ad ingredienti già freddi o a temperatura ambiente. Sul biscotto bretonne spargete le banane spadellate senza arrivare sul bordo. Distribuire la mousse al cioccolato al latte facendola scendere per bene sul bordo, vicino le banane.
Trasferite  lo stampo in freezer a solidificare, eventualmente lasciatela lì tutta la notte o comunque non meno di tre ore.
Compose the cake: When all the ingredients are at room temperature, take the bretonne biscuit with the pan, put the bananas on the biscuit, without touching the edge, and then cover all over with the milkchocolate mousse. Put in the freezer for some hours or all night long.

Quando la mousse è ben solidificata, preparate il glassaggio al cioccolato al latte.
When the mousse is hard, prepare the glaze

Per il glassaggio al cioccolato al latte

  • 300 g di panna fresca – cream
  • 250 g di cioccolato al latte – milkchocolate
  • 120 g di cioccolato bianco – white chocolate
  • 30 g di burro – butter
  • 1 cucchiaino di sciroppo di glucosio – glucose syrup
  • 5 g di gelatina in fogli – isinglass
  • 10 g di latte in polvere – milk powder

Come si fa: fate bollire la panna con lo sciroppo di glucosio e il latte in polvere. Fuori dal fuoco unite il cioccolato al latte, il cioccolato bianco e il burro. Unire la gelatina ammollata in acqua fredda e strizzata, quindi emulsionare il tutto con il minipimer.
Boil the cream with the glucose and the milk powder. Then add the chocolates, the butter and the soaked isinglass. Blend the mixture until smooth.

Finitura: Mantenendo il dolce congelato ancora nello stampo, colare all’interno il glassaggio (circa mezzo centimetro di spessore). Rimettere in freezer a solidificare. (Io ho colato il glassaggio prima che la mousse fosse ben solidificata, ottenendo delle antiestetiche bolle, quindi mi raccomando, abbiate pazienza!). A piacere invece della glassa per rifinire il dolce potete utilizzare dei ciuffetti di mousse al cioccolato. Montersino le usa entrambe!!! A piacere guarnite con delle rondelle di banane caramellate oppure con decorazioni di cioccolato.
Decorate: Pour the chocolate glaze on the mousse when it is still frosted and in the pan. Put again in the freezer for a while. Decorate with some tufts of chocolate mousse and caramelized banana slices. Should you prefer, you can put on the top of the cake only the dark chocolate mousse and not the glaze.

DSCN0977

Io ho optato per un disco (si fa per dire) di cioccolato bicolore (dovevo in qualche modo coprire le bolle che si erano formate sulla superficie!!): ho steso il cioccolato bianco fusto su un figlio di carta da forno, ci ho passato su il pettine, e fatto rapprendere in freezer. Poi ci ho spatolato su il cioccolato fondente e … tagliato un disco alla meno peggio!
I opted for a black and white stripes decoration, made with chocolate, I spread the white chocolate on a baking sheet, then “brushed” with a notched spatula and put in the freezer for some minutes. Then I spread the dark chocolate and here you are!

Ed ora vediamo le due versioni a confronto: quella del maestro (a sinistra) e la mia… Non c’è paragone per la bellezza, ma per il gusto, vi assicuro che entrambe erano sublimi! ;D
Finally…. here are mine and Mr Montersino ones! And the slice too! Enjoy it!

DSCN0981

E dopo questa lunga maratona, ecco la fetta. Meravigliosa!


Potrebbero interessarti anche

Crostata cioccolato e arancia 7 veli  image

Tartufo semifreddo al cioccolato e nocciola (Ice cream truffle)

Quello che state per leggere è il mio trecentesimo post! Volevo una bella ricettina per festeggiare questa bella cifra tonda tonda, e mentre scorrevo nella mia cartellina delle foto in attesa di vedere la luce tra queste pagine (alcune risalenti all’anno scorso!!!!) la scelta è immancabilmente caduta su questa meraviglia di pasticceria. Lilla mi perdonerà la presenza del cioccolato ma… ora o mai più!  L’estate piano piano ci sta lasciando, tra pochissimo posso riprendere ad usare (e a farvi usare) il forno a tutto spiano, la ricetta di oggi doveva avere lui come protagonista: il tartufo gelato! (applausi)
This is my 300th post and I want to celebrate such round number with a great recipe. I have so many recipes waiting for being posted, but I chose this one for two main reasons: summer is going away and this is a very very classic, actually for every season. Ladies and gentlemen please welcome her majesty the Chocolate and hazelnuts Black Tartufo! (ovations)

tartufo cioccolato e nocciola

Alzi la mano chi di voi non lo ha ordinato almeno una volta dopo cena al ristorante o in pizzeria, al termine della filastrocca che ogni cameriere recita diligente dopo la domanda “E per dolce cosa avete?” – “Abbiamo il tartufo nero, tartufo bianco, crem caramel, la mousse al cioccolato  e la panna cotta ai frutti di bosco. Per il il soufflè al cioccolato devo vedere se ne hanno ancora in cucina!!” E alzi la mano la donna che non ha mai proferito una frase del tipo: “Amore prendi quello che vuoi tu, ne assaggio un po’ del tuo!” sperando che il gentile consorte scelga però il nostro preferito (il mio prende sempre il tartufo bianco… presto su questi schermi, promesso a lui e… a voi!).
English readers have to know that usually in Italian resturant or Pizzerias, where they serve ready-made desserts you can often listen to something like that: Customer: “Do you have any dessert?” – Weiter: “Yes, sir, we have Black tartufo, White tartufo, crem caramel, chocolate soufflè or mousse…”… The black tartufo is always the first named! Trust me!  Every one loves it, and now you can do by yourself the real italian black tartufo!

Bene, ora, grazie a questa ricetta di Montersino, potrete stupire i vostri ospiti, vostro marito, vostra moglie portando in tavola dopo la cena i tartufi come quelli del ristorante, anzi no più buoni assai! E se come me conserverete i piattini delle moon cake o altre tortine vendute su vassoietto, tutti strabuzzeranno gli occhi quando svelerete che provengono dalle vostre sante manine! Naturlamente non è obbligatorio l’uso di uno stampo a semisfera, va bene un qualsiasi stampo da monoporzione, l’importante è che sia di silicone.

Basta chiacchiere, i fatti (Stop with teh bla-bla chat! Let’s talk about the recipe!):

Ingredienti per circa 20 tartufi* (Ingredients for about 20 servings):

Per il semifreddo al cioccolato (parte esterna del tartufo):
(For the chocolate semifreddo – the outside flavour)

Per il semifreddo alla nocciola (parte interna)
(For the hazelnuts semifreddo – the inner flavour)

  • 250g panna fresca (cream)
  • 150g meringa italiana (italian meringue)
  • 50g crema pasticcera** (custard)
  • 50g pasta di nocciole (hazelnut paste)

Per tartufare
(To cover)

  • 100g zucchero semolato (sugar)
  • 100g cacao amaro (cocoa powder)

Per la ricetta della meringa italiana clicca qui (dose per 500g circa)

*Nella ricetta questa dose è indicata per 12 porzioni. Utilizzando 12 stampi a semisfera di circa 6cm di diametro a me è avanzato un bel po’ di composto.
**Se preparate la crema pasticcera con amido di riso e amido di mais invece che con la farina di frumento, otterrete anche un prodotto completamente senza glutine.
(Should you use custard with rice or corn stark and no wheat flour, this dessert would be totally gluten free)

interno tartufo cioccolato e nocciola

Procedimento (Directions):

  1. Come prima cosa preparate la meringa italiana e la crema pasticcera. Per questa dose è sufficiente un quarto di litro (per le ricette cliccate qui).
    (Firts of all prepare the italian meringue and the custard, follow your usually recipes.)
  2. Appena la crema pasticcera si è stemperata un poco pesatene le quantità che vi serviranno per ciascun gusto e mischiate ciascuna dose con il cacao e la pasta di nocciole (naturalmente potete anche optare per dei gusti e delle aromatizzazioni diverse, es. se volete il gusto caffè potete adattare questa ricetta).
    (Mix each custard dosage with its own flavour, i.e. cocoa or hazelnuts paste, when it is still warm. Should you like you can choose some different flavours.)
    crema pasticcera + gusto
  3. Quando la crema è ad una temperatura di circa 40g aggiungete a ciascun gusto la dose prevista di meringa italiana (notare che la meringa si comporta diversamente dalla panna e preferisce essere incorporata in composti tiepidi e non freddi). Io ho lasciato stazionare troppo la crema e il composto al cacao non si è perfettamente amalgamato (i grumetti che vedete in foto, ma cmq buonissimo ugualmente!!!!).
    (Then add the italian meringue when the custard is about at 104°F, otherwise you will experience some trouble in mixing alltogheter)
    aggiungi meringa
  4. Per ultimo unire la panna semimontata. (Finish adding the cream  which has not to be completely whipped )
    aggiungi panna montata
  5. Trasferire i due composti nei sac à poche. Ora comincia il divertimento! Con il semifreddo al cioccolato (ossia il gusto preparato in maggiore quantità) riempire quasi fino all’orlo gli stampi a semisfera (o altri stampi in silicone, la forma classica comunque è quella che dà maggiore soddisfazione all’occhio secondo me).
    (Pour the two mixture in two sac à poche. Fill with the main falvour – the outside one – the half-sphere mold, or other that you like, remaining some millimeter under the edge)
    tartufo
  6. Inserite nella cupoletta di semifreddo al cioccolato la siringa con il semifreddo alla nocciola (o il secondo gusto da voi scelto) e spremete tanto composto quanto basta a far gonfiare il semifreddo sino a raggiungere il bordo dello stampo.
    (Enter with the sac à poche filled with the “inner flavour” in the mixture already squeezed and squeeze as much semifreddo as to make the “ball” bloat and reach the edge – see the photo)
    ripieno tartufo
  7. Mettere in freezer a rassodare per qualche ora. (Naturalmente, se non potete/volete/dovete fare le monoporzioni, potete sempre colare il semifreddo in una vaschetta o fare una torta gelato! ;D quello che mi è avanzato l’ho messo nelle vaschette del gelato!)
    (Put the mold into the freezer for some hours or untill you will need them. You can also pour the semifreddo in a single bowl and serve it like an icecream, or use to make some ice cream cake)
  8. Al momento del servizio estrarre i semifreddi dallo stampo, e passateli nella miscela di cacao amaro e zucchero semolato, ricopriteli completamente e poggiateli su un piatto qualsiasi per far cadere il cacao in eccesso. Quindi sistemateli nel piatto di servizio.
    (For serving the Tartufo push them out from the mold, cover with the cocoa and sugar mixture and serve. )
    2012-09-09 09.00.58
    Consigli: Tartufateli solo al momento del servizio. La cosa vi richiederà pochissimi secondi ma ne guadagnerete in bellezza. Se congelate i semifreddi già tartufati, appena li tirerete fuori dal freezer si formerà in superficie una antiestetica brina che farà perdere la bellezza tipica di questo dolce. Per fare prima potete anche decidere di setacciarci su del cacao.
    Non poggiateli direttamente sul piatto di servizio dopo averli tartufati: lo sporchereste facendo perdere tutta l’eleganza di questo bellissimo dolce! Tartufateli, poggiateli su un piatto qualsiasi (cadrà il cacao in eccesso)e POI sistemateli sul piatto/piattino di servizio Occhiolino. Meno che meno è il caso di setacciate il cacao sul piatto di servizio. Questi piccoli accorgimenti faranno di voi una Bree Van de Kamp di tutto rispetto (sempre che a ciò aneliate)! ;D
    Se lo stampo vi servirà per altre preparazioni, togliete i semifreddi dallo stampo e sistemateli in vaschette del gelato. Ovviamente senza coprirli di cacao!
    (Some suggestions: do not cover with cocoa  prior to store in the freezer. You can do that, but they will be not so nice to see ! For a faster covering, dust with cocoa  and go! Just avoid to cover them directly on the serving dish: it would be too much messy!  What would say Bree Van de Kamp if she will see that mess!!!;D)

Spero il lungo post non via abbia spaventati: i passaggi sono semplici e i composti di base alla portata di tutti! Provateci e fatemi sapere! ;D
(I hope I didn’t scare you with such a long directions. I assure you it is a very simple recipe. Just prepare the meringue and there you are!)

tartufo nero home made


Potrebbero interessarti anche (see also)

biscotto gelato montersino tortino al cioccolato con cuore fondente tartufo-bianco

Bicchierini liquirizia, limone e cioccolato (Lemon and liquorice filled in chocolates)

Ve lo prometto: la prossima sarà una ricetta salata, anzi, non solo salata, facile e replicabile in quattro e quattr’otto! Ma devo postare questa ricetta prima della scadenza del contest Fotocopiando di Zio Piero e Stefania di Profumi e Sapori! Scopo del contest replicare pari pari una ricetta tratta da un blog o un libro/rivista, dalla lista degli ingredienti alla presentazione finale, compresa la coreografia.
I promise you: next recipe will not be a dessert! And will be a easy recipe! But I have to post this recipe before the expiration term of Zio Piero and Stefania’s contest: Photocopy, i.e. to exactly remake a recipe and the respective original photo.

Ho perciò colto la palla al volo e provato a replicare questa ricetta tratta dall’ultimo libro di Montersino, Peccati di Cioccolato, nonché finalmente utilizzato il kit easy choc della Silikomart, acquistato on-line di seconda mano  qualche mese fa e ancora mai utilizzato!
The perfect chance to try such recipe and my choco kit! ;D I found the recipe in the latest Montersino book: Chocolate Sin!.

A dire il vero, appena ho saputo del contest mi sono messa a sfogliare i miei libri per trovare la giusta ricetta, cercavo qualcosa di elaborato ma presentato in maniera semplice, più che altro per non essere costretta a comprare stoviglie nuove che sarebbero rimaste spaiate (c’è crisi!). Purtroppo girando tra negozi non ho trovato (al giusto prezzo!) i “complementi” che mi sarebbero serviti per “fotocopiare” le ricette papabili. Poi finalmente mi re-imbatto in questi bicchierini di cioccolato, ripieni di panna cotta alla liquirizia, con uno strato di gelée al limone, il tutto sormontato da una mousse al cioccolato fondente.
TWhen I read about this contest I started my research of something particular to “photocopy” but which would not ablige me to buy new dishes or towel and wathelse!Finally I re-saw this is the recipe (and the photo) and decided to replicate it: liquorice cream and lemon gelée filled chocolate. These are Montersino’s original ones…

cioccolatini

Ospiti in arrivo… scadenza del contest imminente! Sarebbero stati loro! Eccoli!Questi sono i miei (si lo so, non è una fotocopia… ma mi andava di provarci, sia pur indegnamente!!!):
And these are mine (I know, they are not so similar!!!)

Non disperate però! In fondo pagina ho pronta per voi, che non siete obbligati ad una “fotocopia”,  anche una versione semplificata altrettanto appagante. Anche se vi assicura che fatti i bicchierini di cioccolato, il resto è piuttosto semplice!
On the bottom of the page you will find a simplified version of this recipe! Occhiolino

Ingredienti (per 12 persone) – Ingredients (for 12 servings):

per i bicchierini di cioccolato (for the chocolate shots):
200g cioccolato fondente al 70% (plain chocolate)

Come si fa: Scommetto che non volete cimentarvi nel temperaggio del cioccolato come i maestri cioccolatieri ed imbrattare tutta la cucina. Io ho fatto in maniera semplificata: ho sciolto metà del cioccolato nel microonde (50°), poi unito l’altra parte di cioccolato e mescolato sino a che non ha raggiunto una temperatura di 30°.
Trasferire il cioccolato temperato in un sac à poche e riempite fino all’orlo gli stampini. Capovolgeteli facendo colare il cioccolato in eccesso in una ciotola. Trasferite lo stampo in frigo o in freezer e fate rassodare più in fretta, quindi staccare dagli stampi.
*Nota: 200g è il peso finale dei bicchierini (vuoti) che dovrete ottenere per 12 porzioni, ma per formarli dovrete partire da una quantità superiore.
(Melt the half part of the chocolate in the microwawe – Add the other half part. Fullfill the chocolate mold, then overturn it and let the excess chocolate drop in a bowl. Put the mold in the fridge, then push them out)

DSCN1894

per la panna cotta alla liquirizia (for the liquorice mousse)

  • 250g panna fresca (cream)
  • 25g zucchero semolato (sugar)
  • 5g gelatina in fogli (isinglass)
  • 15g caramelle dure alla liquirizia (liquorice candies)

Come si fa: Tritate in un cutter le caramelle e ammollate la gelatina. Portare a bollore la panna con lo zucchero e le caramelle. Spegnere il fuoco, lasciar stemperare per qualche minuto quindi aggiungere la gelatina ammollata. Montersino consiglia di lasciare in infusione la panna cotta per un’ora. Ho omesso questo passaggio perché già così il sapore mi sembrava abbastanza carico.
(Boil the cream with the sugar and the candies. When it is warm add the isinglass pre-softened in cold water)

per la gelée di limoni (for the lemon gelée)

  • 100g di succo di limone (lemon juice)
  • 100g acqua (water)
  • 2g scorza di limone (grated lemon peel)
  • 75g zucchero (sugar)
  • 9g gelatina in fogli (isinglass)

Come si fa: Scaldare l’acqua e sciogliervi all’interno lo zucchero e la gelatina (bastano 50/60°, non di più, altrimenti rovinate il potere addensante). Aggiungere la scorzetta di limone grattugiata e mettere da parte.
(Heat the water and melt in it the sugar and the pre-softened isinglass. Then add the lemon peel)

per la mousse al cioccolato amaro (for the chocolate mousse)

  • 65g zucchero semolato (sugar)
  • 35g acqua (water)
  • 135g tuorli (circa 5 tuorli) (5 yolks)
  • 225g cioccolato fondente al 70% (plain dark chocolate)
  • 30g burro (butter)
  • 350g di panna (cream)

Come si fa: (io ho fatto 1/2 dose) Miscelate in una ciotola l’acqua con i tuorli e lo zucchero, scaldateli al microonde o a bagnomaria fino a 85°C, quindi montate sino a raffreddamento con delle fruste o nella planetaria. Unite il burro ammorbidito ed il cioccolato fuso. Quando il composto è a temperatura ambiente, unite la panna semimontata. Mettere in frigo a rassodare.
(Mix in a bowl the yolks with the sugar and the water. Heat the mixture in the microwave till 154°F, then whip. Add the siftened butter and the melted chocolate. When the mixture is at the room temperature add the whipped cream. Let it rest in the fridge)

Montaggio del dolce (Compose the chocolate):

  1. Riempite i bicchierini di cioccolato per tre quarti con la panna cotta alla liquirizia (usate un bicchiere con il becco per versarla), lasciar indurire in frigo. (Fill for 3/4 the chocolate shots with the liquorice mousse. Let it rest in the fridge for 30 min.)
    DSCN1904
  2. Quindi colate sulla panna cotta un cucchiaino di gelée al limone. Mettete di nuovo in frigo ad indurire (Add a tsp of lemon gelée and put again in the fridge).
    DSCN1905
  3. Completate con un ciuffetto di mousse al cioccolato che sarà ormai rappresa e decorate con pezzetti di caramella alla liquirizia e bucce di limone tagliate a julienne. (Complete with the chocolate mousse. Decorate with liquorice candies and lemon peel)

DSCN1922

Come sono? Fa-vo-lo-si! La freschezza della liquirizia e del limone bilancia perfettamente il cioccolato, facendone un cioccolatino appetibile anche in estate. Un matrimonio davvero riuscito!
Sarà riuscita anche la fotocopia? Come immagino avrete intuito dai post precedenti due sono i punti in cui scatto le foto: sul tavolo in cucina e sul tavolino in salotto. L’angolatura in cucina raramente cambia, pena il mostrare il non perfetto ordine che vi aleggia! Quindi non ho potuto fotografare la “copia” rispettando la direzione della luce dell’originale! Ho provato a fare la furba e a ribaltare la foto a specchio, ma i miei cioccolatini sembravano ancora più sbilenchi così! (Ora che ci ponso potevo ribaltare l’originale!!! mmmmmmmm!!!!).  (Here they are, simply amazing! Perfectly balanced taste! Fit for all the season and all the occasions! With regard to the “photocopy mission”… I have not the professional tools and I have to manage my fhoto with the few instruments -and windows- I can use to do them!)

IMG_0806

Ed eccovi come promesso la versione semplificata. Bicchierini si ma… tradizionali, riempiti di mousse al cioccolato, con in cima una mini panna cotta alla liquirizia. Me-ra-vi-glio-so connubio! Dovete provarlo! Non avete scuse! (I promised you a siplified version. Here it is: “really” shots filled with chocolate mousse and on the top a mini liquorice mousse. You have to try them. They are really perfect!)

foto


Potrebbero interessarti anche (See also):

bicchierini tiramisù tartufinicle Tiramisù torronato

biscotto gelato montersino

Biscotto gelato (Ice cream sandwich)

Ci ho messo “solo” due anni a decidermi finalmente a provare questa ricetta, da quando la beccai su Alice Cucina Magazine di Agosto 2010 (comprai il giornale apposta, nonostante la mia amica Giorgia me ne avesse condiviso le pagine sul Forum di Misya), poi reincontrata in Accademia di Pasticceria e da ultimo in Peccati di Cioccolato, di Montersino, ovviamente.
It tooks two years for me to finally try such recipe, since I saw it in a Magazine which I bought just becouse there were them inside!!!

2012-06-04 12.16.02

Finalmente qualche settimana fa ho promesso ad Amour di preparare questo biscotto gelato per cui non potevo più sfuggire ai miei propositi (e di conseguenza mi sono sentita anche meno in colpa quando ho acquistato la bucasfoglie… serviva per onorare una promessa… eh!). C’è da dire che non ero proprio in vena quel giorno per cui qualche imperfezione c’è… Ma la cosa positiva è, come al solito, che voi avrete qualche dritta in più! Occhiolino Io avrò modo di riprovarci e fare meglio!
Finally some weeks ago I promised to prepare them to my boyfriend, thus I finally try thir recipe  (and also finally buy the hole maker!!! How can I live without it? ahahahah). Honestly that was not my best baking day so I made some mistakes… but, as usual this will mean more advices for you! 😉

Cosa c’è di difficile nella ricetta? Meno di quello che si creda! Innanzi tutto quello che andremo a mettere nel biscotto non è propriamente un gelato, ma un semifreddo, il che significa che non serve la gelatiera ma solo le fruste. Certo… occorrerebbe fare la meringa italiana, ma se proprio non vi va (ancora) di avventurarvi in questo esperimento anche la vostra abituale ricetta di semifreddo andrà bene! Il biscotto naturalmente è studiato per essere addentabile senza rischi per le dentiere anche da congelato!
What’s hard in this recipe? Less than you expect! First of all the stuffing is not ice cream, but it is a Italian “semifreddo” (literally half-cold) so there is no need of any ice cream machine! The only difficulty is in the italian meringue, but I already told you how to prepare it and you noticed that it is not so hard!

2012-06-04 12.17.01

Ingredienti per 15 persone – Ingredients for 15 servings

Per il biscotto – For the bisquits

  • 250 g di burro (butter)
  • 200 g di zucchero a velo (icing sugar)
  • 30 g di cacao amaro in polvere (cocoa powder)
  • 130g di uova (due uova e un tuorlo) (2 eggs and 1 yolk – tot. 130g)
  • 7,5 g (due cucchiaini) lievito (2 teaspoon baking)
  • 500 g di farina 00 (all pourpose flour)

Per il ripieno di semifreddo al caffè – For the coffee semifreddo

Per decorare – To decorate

  • 150 g di cioccolato fondente (plain chocolate)
  • 100 g di burro di cacao o olio di semi (peanuts oil or cocoa butter)
  • 100 g di nocciole in granella (nuts/coconuts grain)

Procedimento

*Nota organizzativa: il semifreddo si compone di diverse basi (crema pasticcera, meringa). Fondamentalmente non sono preparazioni che richiedono molto tempo, ma potete organizzarvi in questo modo: Sabato preparate i biscotti e la crema pasticcera (preparate una dose da 1/2 litro, quela che avanza potete congelarla e utilizzarla per altro), se vi va preparate anche la meringa. Domenica, preparate il semmifreddo mischiando semplicemente le basi, e quando sarà indurito formate i singoli biscotti gelato. Il tutto (nelle due giornate) vi porterà via non più di un’ora e mezza a voler proprio abbondare (naturalmente non tenendo condo dei riposi! 😉 )

  1. Per il biscotto: mettere in planetaria (o una ciotola) il burro morbido e zucchero a velo e miscelare con la foglia (o con un cucchiaio di legno).
    Nel frattempo mischiare le uova ed il tuorlo ed uniteli gradualmente al composto di burro. Setacciate cacao, farina e lievito ed incorporate le polveri al composto in planetaria. Fate riposare l’impasto in frigo per 2 ora oppure nel freezer per 20 min.
    (Prepare the shortcrust: mix butter and sugar, then add the eggs and the powders –cocoa, flour, baking. Create a smooth dough and let it rest in the fridge for 2 hours, or in the freezer for 20 minutes.)
  2. Quando la frolla è ben riposata stendetela uniformemente (3 mm circa di spessore) avendo cura di spianarla tutta dello stesso spessore e bucherellate la superficie con una forchetta o bucasfoglia.
    (Roll out the doug in a 3 mm foil, hole it all with a fork or with the special tool)
    2012-05-26 18.24.39
  3. Formate i biscotti di una grandezza di 10×5 cm con il tagliapasta. Disponeteli su una teglia rivestita di carta forno ed infornate a 250 per 5 minuti. (Cut the biscuits large 10×5 cm, put them in a tin a cook for 5 min at 480°F)
    *Importante: Cercate di tagliare tutti i biscotti della stessa dimensione, vedremo dopo perché questo è importante… e come io non ci abbia pensato subito! (*Important: shape all the biscuits in the same size!)
    2012-05-26 18.17.57
  4. Per il semifreddo al caffè: montate la panna; sciogliete il caffè solubile nel caffè espresso (questo servirà a dare un sapore più deciso, senza allungare la preparazione con troppi liquidi). Mescolate il caffè (poco alla volta) con la crema pasticcera. Mischiate una parte di meringa alla crema al caffè quindi unite delicatamente la restante meringa mescolando dal basso verso l’alto. In ultimo versate tutto nella panna e continuate a mescolare, dal basso verso l’alto.
    (For the coffee semifreddo: Mix the espresso coffee with the soluble coffee, so your semifreddo will hav a stronger taste without using too much liquid! Mix the coffee, little by little, with the custard. Then add the Italian meringue and finally the wipped cream.)
  5. Colate tutto in un “quadro” d’acciaio o in una teglia quadrata rivestita con carta da forno. Fate rassodare in congelatore per almeno 4 ore.
    (Pour the semifreddo in a square mold and let it become hard in the freezer for 4 hours o more.)
    *Importante: lo strato di semifreddo deve essere massimo di un centimetro e mezzo, altrimenti vi slogherete la mandibola nel tentativo di addentare il vostro biscotto gelato!! Io ho dovuto rimediare a questo erroraccio alla meno peggio segando in due i semifreddi!!!
    (*Important: pour the semifreddo in a 1 centimeter and half layer, not more, otherwise it will be difficult to bite them!!)
    2012-05-27 09.13.10
  6. Quando è ben solido tagliate il semifreddo in rettangoli della misura dei biscotti, giusto qualche millimetro più piccoli (e qui capiamo perché è importante farli tutti della stessa misura!). Premete ogni “fetta” di semifreddo tra due biscotti per far aderire e riponete in freezer.
    (When the semifreddo is hard, cut some slices just 1 or 2 millimeters smaller that the biscuits – here is the reason why it would be better to shape all the biscuits in the same size! – Press every semifreddo bar between two biscuits and put into the freezer).
    2012-05-27 13.49.02
  7. Per glassare: A piacere potete “inzuppare” il biscotto nel cioccolato fondente fuso e diluito con olio di semi o burro di cacao e poi nella granella di nocciole… o come vi suggerisce la fantasia! Sono buonissimi anche senza cioccolato.
    (Should you like you can dip the ice cream sandwiches in the melted chocolate mixed with peanuts oil, but they are gorgeous also without chocolate!)

2012-06-04 12.15.52

Conservazione: in sacchetti gelo singoli, in freezer, per un mese e mezzo/due mesi. Naturalmente non occorre farli scongelare, sono “mangiabili” a temperatura freezer. In frigo si scioglierebbero.
(Storage: in single freezer bags, in the freezer, for two months. Of course you do not need to defrost them before eating!!!)

2012-06-04 12.17.46

Nonostante qualche errorino qua e là la soddisfazione è stata davvero grande! Sono ottimi! In più sette di questi superbi semifreddi sono serviti ad addolcire una riunione tra condomini che stava diventando un po’ turbolenta! ;D
Guess what? I served them to my neighbors during a condominium assembly which nearly was to become a bit noisy! More smiles after the dessert!!!


Potrebbero interessarti anche (See also)

tiramisù da passeggio Coffeens - Muffins al caffè giardino di fragole