Crostata di ricotta e cioccolato (videoricetta)

Questa è una ricetta che mi segue in tutti i miei spostamenti da almeno 20 anni perché inserita nel mio ormai mitico quadernetto dove, a partire dalle scuole medie, diligentemente copiavo o incollavo le ricette che si trovavano dietro le confezioni del lievito Paneangeli o, come in questo caso, del cacao Perugina.

L’ho fatta e rifatta diverse volte, con minime varianti, ma non ero mai riuscita a farne una foto decente per il blog. Questa volta non solo la foto è sufficientemente carina ma vi ho fatto anche la videoricetta.

Spero vi piaccia (il video e la ricetta). Se la provate fatemi sapere cosa ne pensate!

Ingredienti per la crostata di ricotta e cioccolato

  • 400g ricotta
  • 70 g cioccolato fondente
  • 3 albumi
  • 2 cucchiai di zucchero a velo (nella ricetta originale non è previsto. Regolatevi con la dolcezza della ricotta ed il vostro gusto)
  • gocce di cioccolato (facoltativo)
  • 500g pasta frolla (potete usare la vostra ricetta preferita, io ho usato: 250g farina, 100g zucchero, 150g burro + olio di oliva, tre tuorli. Per la ricetta della pasta frolla vai qui.

Procedimento:

  1. Preriscaldare il forno e preparare la pasta frolla lavorando velocemente in una ciotola il burro con lo zucchero, i tuorli (tenendo le chiare da parte) e la farina (per fare prima, potete usare anche una base già pronta. In questo caso vi serviranno due rotoli di pasta frolla). Lasciarla riposare la frolla in frigorifero nel frattempo preparare il ripieno.
  2. Fondere il cioccolato. In una ciotola lavorare la ricotta con gli albumi e lo zucchero a velo.
  3. Mischiare il cioccolato fuso al composto di ricotta (per un effetto bicolore, potere unire il cioccolato a metà del composto di ricotta). Quidi aggiungere le gocce di cioccolato (facoltativo).
  4. Foderare con la pasta frolla il fondo ed i bordi di uno stampo tenendo da parte circa 1/3 della pasta. Riempire con il ripieno e chiudere con la pasta avanzata. Aiutatevi con la carta da forno come spiegato nel video per ricoprire interamente la teglia se la vostra frolla è troppo sbriciolosa (ad esempio se l’avete preparata con olio o margarina).
  5. COTTURA: 35/40 min a 180° (170° se ventilato)
  6. Guarnire con riccioli di cioccolato fondente o zucchero a velo. Ottima sia tiepida che fredda di frigo.

Se la ricetta ti è piaciuta, condividila con i tuoi amici e poi prova anche queste:

Annunci

4 milioni di visite, un nuovo logo e una crostata speciale <3

(click here for the english version)

4milioni di visite: Grazie! Grazie infinite!

Per me significano molto queste piccole conquiste che mi concedete di anno in anno, tanto più che non riesco ,per mancanza di tempo, a partecipare ad iniziative aggregative con altre blogger e riesco con fatica a postare con una certa periodicità.

Grazie!

Grazie per la fiducia che mi mostrate quando mi contattate in privato chiedendomi consigli per come riuscire nelle ricette, chiarimenti, suggerimenti per i menù da proporre ai vostri ospiti o anche solo per inviarmi la foto dei manicaretti che avete preparato trovando ispirazione in queste pagine.

Grazie!

Grazie a chi mi segue su Facebook e (molto pazientemente) anche su YouTube.

Grazie allo zoccolo duro di followers che mi segue ormai da anni e che considero amiche ormai. Grazie a te che sei appena capitato su questo blog e a te che ti sei iscritta da poco. E anche a tutti i visitatori assidui ma silenziosi che non lasciano un commento di saluto: soprattutto voi siete parte di questo traguardo e vi ringrazio.

E ora festeggiamo!

Innanzi tutto scartiamo il regalo: Un nuovo logo/header, disegnato per me da Sara Bardelli, la cui firma avrete sicuramente visto e apprezzato in altri blog di stimatissime colleghe blogger (Araba Felice, Menù Turistico, Essenza in Cucina… solo per citare le prime tre che mi vengono in mente!). Aspetto di sapere cosa ne pensate e cosa vi ispira!

cropped-cropped-logo_ma-che-bontc3a0_definitivo-1111.png

E ora la torta, su cui potremmo anche iniziare a posizionare 6 candeline: a dicembre questo angolo cottura virtuale compie 6 anni, amici! 6 anni e 4mln di visite! Doppio Wow!

La ricetta che vi propongo oggi (per poi riprendere dalla prossima con il mese dedicato al pollo) è una delle torte che ho preparato per il buffet del primo compleanno di mia figlia (a tema Arcobaleno, più in là dedicherò un mese intero ai tema Rainbow!). L’ispirazione per l’accostamento dei gusti mi è venuta da una ricetta di Federico Podron, e dal suo libro “Progetto Crostate”, tuttavia ho molto semplificato e cambiato diversi ingredienti per cui ne è venuta fuori una ricetta direi “inedita” ma di cui voglio conservare il nome “Crostata Strudel”.

Si tratta di una crostata cotta in bianco e farcita con un sottile strato di confettura alle pere, poi un po’ di nutella, e sormontata da una spuma di ricotta profumata alla cannella. L’equilibrio di sapori è magico, io l’ho adorata e come me anche gli invitati che ne hanno apprezzato l’originalità e la bontà. Non siete sicuri possa piacervi? Fate un test come ho fatto io: comprate gli ingredienti e provate la combinazione su una fetta di pane! Vi metterete immediatamente all’opera per preparare la crostata!

Crostata Strudel – Ingredienti per 1 crostata di 28/30 cm

  • 500g di pasta frolla
  • 150g di confettura di pere williams
  • 150g nutella o altra crema alle nocciole
  • 350g ricotta
  • 100g zucchero a velo
  • 250g panna fresca
  • 7g cannella
  • a piacere uvetta e/o altra frutta secca anche caramellata

Procedimento:

  1. Stendere la frolla, foderare uno stampo per crostata, bucherellate e coprire con carta da forno mettendo sopra un peso (es. una teglia più piccola) e cuocete in forno a 180* per 15 min. Eliminate il peso e la carta da forno e cuocete per altri 5/10 min per completare la cottura del guscio di frolla (questo tipo di cottura della frolla senza ripieno si chiama cottura in bianco). Lasciate raffreddare quindi sformate con attenzione (meglio usare uno stampo con fondo removibile.
  2. Stendete un velo di marmellata sul fondo della crostata. Quindi spalmate sopra la nutella leggermente diluita con una tazzina di panna. Cospargete con uvetta e/o frutta secca caramellata (va bene anche del torrone tritato o nocciole in granella, quello che avete in casa).
  3. Con le fruste mescolate insieme e montate leggermente la ricotta, con la rimanente panna, lo zucchero e la cannella. Trasferite il composto in un sac a poche (scegliete la bocchetta che preferite) e coprite la crostata con la mousse alla ricotta.
  4. Decorate a piacere con confettini colorati o una leggerissima spolverata di cacao (pochissimo).

Pochi semplici passaggi, ingredienti semplicissimi da trovare per una esperienza di gusto davvero speciale! Un abbraccio e buon fine settimana.

Quiche ricotta, spinaci e bacon (Quiche with spinach and bacon)

Oggi ricettina salata e a base di verdure anche se non si può dire che sia del tutto dietetica!!! Però è già un passo in avati verso la disintossicazione dai dolci che molti di noi si portano ancora dietro da Natale!
Today veggy recipe. Actually it is not a light recipe, but it is a step forward as opposite to the desserts overdose we have had during the Christmas time!

Mentre la mia cucina è stata ufficialmente chiusa (e le ricette in archivio, come questa, ringraziano!) i preparativi del matrimonio procedono. Per chi ancora non lo sapesse la data è fissata per il 18 maggio ed è incredibilmente vicino ormai!!! (grido di tensione)Ad ogni modo lo scorso week end sono riuscita a spuntare un altro paio di incombenze nella lista delle cose da fare; perciò ora oltre alla sala e al vestito (della sposa), abbiamo anche il fotografo, il parrucchiere, la lista degli invitati e qualche idea su musica e partecipazioni. Non appena avrò scarpe e fioraio (e due chili di meno) mi potrò ritenere un pochino più tranquilla!!!
My kitchen was definitevly closed (I’m on diet!!!) so I can finally use some of the draft I have in my archive! The wedding preparations are going on, but there is still a few things to manage prior to rest for a while, like shoes, flowers, musicians and… weight loss!!

Un abbraccio di cuore e grazie dell’affetto che mi rivolgete giorno dopo giorno.
I give you all an hug and thank you for all the kindness you send me everyday! Bye!

Torta salata ricotta e spinaci

Dimenticavo, la ricetta è un adattamento di una di Montersino, che potete trovare anche qui.

Ingredienti – Ingredients

  • un rotolo di pasta sfoglia (puff pastry rolls)
    Per il ripieno – Stuffing
  • 250g ricotta – ricotta (cottage chees)
  • 125g spinaci – spinach
  • 35g parmigiano grattugiato –parmesan
  • 8g amido di mais – corn starch
  • 150g panna fresca – cream
  • 40g latte – milk
  • due uova e un tuorlo – 2 eggs and 1 yolk
  • 50g pancetta a cubetti – chopped bacon
  • uno spicchio di aglio – 1 garlic clove
  • sale e pepe q.b. – salt and pepper
  • olio evo q.b. – olive oil

Preparazione – Directions:

  1. Innanzi tutto preparare il ripieno di spinaci. Potete utilizzare sia spinaci già lessati, sia spinaci crudi tagliati grossolanamente con il coltello. Saltateli in padella con un filo di olio e l’aglio schiacciato.
    Cook the spinach in a pan with oil and garlic. You can use fresh spinach or boiled ones.
  2. Passare al setaccio la ricotta (meglio se di pecora, è più saporita) e mischiarla con gli spinaci, un uovo, il parmigiano e l’amido di mais. Aggiustate di sale e pepe e tenete da parte. (Questo ripieno può essere usato anche per cannelloni o dei ravioli).
    Mix the spinach with the ricotta cheese, 1 egg, the parmesan cheese and the starch. Add salt and pepper as you like.
  3. Stendere la pasta sfoglia e bucherellarla per bene con una forchetta o un buca sfoglie. Trasferirla in una teglia e formate un bordo ripiegando la pasta in eccesso su se stessa. Distribuire sul fondo i cubetti di pancetta (eventualmente saltati in padella per farli sgrassare).
    Roll out the pastry and hole it all over with a fork. Put in a tin and put on the bottom the bacon chopped.
    2012-10-13 14.49.21
  4. A parte sbattere l’uovo ed il tuorlo rimanenti con la panna, il latte, un pizzico di sale e di pepe e a piacere della noce moscata.
    Mix the remaining egg and the yolk with the cream and the milk, some salt and pepper.
  5. Aiutandovi con un cucchiaio di legno distribuire il ripieno agli spinaci sulla sfoglia, quindi ricoprite il tutto con la “liason” di uova e panna.
    Pour the spinach mix all over the pastry, then cover with the egg and cream mix.
    2012-10-13 14.50.55
  6. Cuocere in forno già caldo per 40 min a 180°, o comunque sino a che si colorerà uniformemente.
    Cook in pre-heaten oven at 350°F for 40 min. or until is is light browned.
  7. Tagliare a fette o a rombi e servire, tiepida o fredda.
    Cut into slices and serve warm or cold.

Torta di spinaci e bacon

PS: Avete ricevuto la newsletter del 2012? Il file era un po’ grande, chi avesse avuto dei problemi a scaricarlo/visualizzarlo può consutlarla in qualsiasi momento dal blog, cliccando qui (dove trovate anche tutte le altre newsletters).


Potrebbero interessarti anche

quiche cipolle e formaggio eggs bacon cocotte girelle mozzarella (mozzarella rolls)

Piccole pastiere napoletane

pastiera napoletana monoporzione

Che dolce sublime la pastiera napoletana! Ricotta, profumo di fiori d’arancio, la ricchezza del grano, uno splendido modo di inneggiare il risveglio della natura all’inizio della primavera (e per i credenti la Pasqua).

La ricetta che ho sempre seguito io è quella riportata sulla confezione di grano cotto D’Amico, che prevede, il linea di massima, stesse quantità di grano, ricotta e zucchero, e almeno un uovo ogni 100g di grano. Una ricetta pressocché identica l’ho trovata in Scuola di Pasticceria del CdS.
Alcune ricette prevedono l’utilizzo della crema pasticcera, ma io preferisco non metterla perché secondo me in questo modo si perde un po’ il sapore della ricotta che io nei dolci amo e preferisco sentire appieno!

La versione che vi propongo oggi, oltre ad essere a dosi dimezzate è più un suggerimento magari per dei regali di Pasqua oppure per la scampagnata di Pasquetta: delle piccole pastiere sono di certo di più semplice trasporto rispetto alle fette o ad una torta intera. Le dosi sono anche sufficienti per una crostata di 24 cm di diametro. Per la frolla vi consiglio di usare meno zucchero rispetto alla vostra ricetta abituale, in questo modo verrà più morbida. Mentre per la cottura l’ideale, sia per le pastierine, sia per la pastiera grande sarebbe utilizzare la ceramica da forno.

Ingredienti per otto piccole pastiere:

  • 500g frolla
  • 250g grano cotto
  • 250g ricotta (io preferisco quella di pecora o mista)
  • 8 cucchiai di latte
  • 40g burro
  • 150/170g zucchero (dipende anche dall’acidità della vostra ricotta)
  • 3 uova
  • una fialetta di aroma di fiori d’arancio
  • un cucchiaio di cedro candito (25g)
  • pirottini di carta o burro per gli stampini

Procedimento:

  1. Cuocere per circa 10 min. il grano con il latte, fino a che non si sarà addensato (raffreddandosi il latte si asciugherà di più). Quindi aggiungere il burro.
  2. Intanto passare la ricotta attraverso un setaccio a maglie fitte (vi conviene partire da una quantità di ricotta maggiore di quella necessaria, per compensare quella che eventualmente dovesse rimanere attaccata alle maglie del setaccio) e lavorarla con lo zucchero.
  3. Aggiungere le uova uno alla volta, quindi l’aroma, il grano ed infine i canditi.
  4. Stendere la pasta frolla in una sfoglia di circa 3 mm. Con un coppapasta di diametro di un paio di centimetri più grande di quello degli stampini che intendete utilizzare ritagliate dei dischi e posizionateli all’interno degli stampi (eventualmente utilizzando anche dei pirottini, in questo caso sistemate la pasta prima sul pirottino e poi nello stampo).
  5. Riempire ogni stampino con due cucchiaiate di crema di ricotta e grano e decorare con gli avanzi di pasta formando delle griglie,
  6. Infornare a 180° per 35/40 minuti. Nel caso di pastiera unica cuocere per un’ora.

Con questa ricetta partecipo al contest di Pasticciona sulle monoporzioni!

Questa invece la pastiera intera:

pastiera napoletana

Se pazientate un paio di giorni dovrei riuscire a montare e caricare il video della ricetta.


Potrebbero interessarti anche:

  meringata al limone  scrigno di frolla

Sformatini alla ricotta con piselli e prosciutto crudo

P1010257

Avevo un po’ di ricotta da consumare, quindi sono andata a sfogliare il numero 6 de La Cucina-Cds che ricordavo contenere varie ricette a base di ricotta. Mi imbatto in questa che guardacaso prevedeva vari ingredienti in scadenza presenti nella mia dispensa.
Questi sformatini si sono rivelati davvero ottimi. Oltretutto sono anche veloci da preparare e cuocere: in caso di ospiti improvvisi potete fare un figurone portando in tavola, direttamente nelle cocotte una pietanza davvero ben riuscita.P1010211

Ingredienti per 6 cocotte:

  • 100g ricotta
  • 60g piselli già cotti (io ho usato quelli in scatola al naturale)
  • 6 fette di prosciutto crudo
  • 80g grana o parmigiano grattugiato
  • 200 ml besciamella (io ci ho aggiunto un po’ di noce moscata in più)
  • 4 uova
  • sale q.b.

Procedimento:

  • Scaldare il forno a 180°. Mischiare la besciamella con 40g grana.
  • Sbattete in una terrina due uova intere e due tuorli con un pizzico di sale. Montare gli albumi a neve.
  • Aggiungere alle uova metà dei piselli, la ricotta, metà della salsa bianca ed il formaggio residuo. Quindi incorporare gli albumi.
  • Trasferite il composto in cocottine monoporzione, leggermente imburrate, adagiate sulla superficie una fetta di prosciutto, un cucchiaio di salsa bianca e un po’ di piselli, fino ad esaurimento degli ingredienti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • Cuocere a 180° per 15 min. o finché gli sformati non saranno gonfi. Servire caldi, presentandoli nella cocotte oppure sformandoli, saranno gradevoli alla vista in entrambe le versioni!
    P1010228
    P1010234

Continua a leggere “Sformatini alla ricotta con piselli e prosciutto crudo”

Finta carbonara (senza uova)

Questo piatto ho avuto desiderio di sperimentarlo appena è andata in onda la puntata in cui Gaia, una concorrente, l’ha proposta a Cuochi e Fiamme. Una finta carbonara con pancetta o guanciale, ricotta e curcuma al posto dell’uovo. Ha conquistato anche l’intransigente della carbonara e della cucina romana Riccardo Rossi… mica bruscolini! io l’ho replicata così.

Ingredienti per 2 porzioni:

  • 160g spaghetti
  • 150g ricotta*
  • 5 belle cucchiaiate di pecorino romano
  • 75g pancetta dolce
  • curcuma q.b.
  • sale e pepe

*utilizzando ricotta di pecora o di capra la ricetta è adatta anche a chi ha intolleranza verso il lattosio vaccino.

P1012946

Procedimento:

  1. Mettere a bollire l’acqua per la pasta. tostare la pancetta in padella senza aggiungere grassi e mettere da parte.
  2. Il una ciotola mescolare la ricotta al pecorino e tanta curcuma quanta ne serve ad ottenere un bel giallo-arancio simile al colore di un tuorlo d’uovo. Non aggiungere sale perché il pecorino è già sufficientemente sapido, via libera invece al pepe.
  3. Scolare gli spaghetti al dente e mischiarli al composto di ricotta aggiungendo la pancetta e qualche cucchiaio di acqua di cottura se serve (se ne aggiungete troppa potete correggere aggiungendo altro pecorino).  Molto buona ve lo assicuro, il gusto resta “abbastanza romano” per via del pecorino e della pancetta! Occhiolino

Potrebbero interessarti anche:

ravioli cacao gorgonzola vaniglia  uova fritte  cocktail pesca lemon