Pizza parigina (Puff pizza)

Di francese ha ben poco se non l’uso della pasta sfoglia, di origini francesi, appunto. La bontà protagonista della ricetta di oggi proviene da una terra che ha sempre dato ricche soddisfazioni al palato: La Campania!
Possiamo annoverare tranquillamente la Pizza Parigina tra gli street food o gli spezza fame, potete servirla come merenda energetica ai vostri bimbi dopo lo sport, oppure direttamente a cena guadagnandovi gli applausi di tutti e richieste di bis. Si tratta di base per pizza, condita con pomodoro, mozzarella e/o fontina e, a piacere, prosciutto o altro salume, il tutto ricoperto con pasta sfoglia, servita calda e filante. Assssssssolutamente una goduria per il palato!
In south Italy they call it “Parisienne Pizza” but the only french stuff in it is the puff pastry on the top, since it is a typical street food of the Naples area. I assure you it is absolutely delicious and you will love it from the first bite: ham tomato and cheese pizza covered with puff pastry! Delicious!

.pizza parigina

Ne avete già voglia, eh? In più, visto l’approssimarsi delle feste e dei raduni per giocare a carte, è anche una idea furbissima per creare degli snack veloci e golosissimi con delle basi pronte: nessuno vi criticherà per questo!!! Se avete cura di scegliere (o preparare) una pasta sfoglia che non contenga uova o albumi, la ricetta è anche idonea ad esser consumata da chi non può mangiare uova.
And youu don’t need to be a masterchef to do it at your home: you can either prepare the pizza dough or buy ready made, as the puff pastry too! Friends are coming for a poker? No problem: here it is the perfect snack! And it is also great for family dinner too!

A me piace molto nella versione base pomodoro e formaggio, seguita a ruota da quella con il prosciutto. Inutile dirvi che mio marito l’adora e a casa non ne avanza mai! Provatela, sarà un successone!
My favourite is with tomato and cheese… the second one is with ham too! Ready made is at its best but it is good too the day after (if only it could see another day!!!)

Ingredienti per 1 pizza parigina – Ingredients for each puff pizza:

300g base per pizza (la mia ricetta qui) pizza dough
1 rotolo di pasta sfoglia puff pastry roll
4 cucchiai di passato di pomodoro tbs. tomato sauce
100g mozzarella e/o fontina o provolone mozzarella or other meltinng cheese
100g prosciutto cotto (facoltativo) ham
q.b. olio, sale, pepe, origano olive oil, salt, pepper, oregano
1 cucchiaio di panna o un tuorlo per spennellare (facoltativo) tbs. cream or 1 yolk to brush the pastry

Procedimento – Method:

1. Stendere la pasta della pizza già lievitata e sistemarla su una teglia unta o ricoperta con carta da forno. Roll the pizza dough and put on a graised pan
2. Condire il pomodoro con olio, sale, pepe, origano e stendere un velo di pomodoro sulla pizza, lasciando pulito il bordo. Distibuire il formaggio, la mozzarella ed il prosciutto su tutta la superficie. Spread all over the pizza (except for the edges) the tomato sauce seasoned with olive oil, salt, pepper and oregano. Add some cheese and ham.

pizza parigina (2)

3. Bucherellare la pasta sfoglia ed adagiarla sulla pizza condita. Sigillare pizzicandoli i bordi in modo che la pasta della pizza sia ben unita alla pasta sfoglia. A piacere spennellare con un po’ di panna o un tuorlo. Make somehole on the puff pastry and roll all over the pizza. Pinch the edges to join the pizza dough with the puff pastry and bake for 35 min. at 410 °F
4. Infornare a 200/220° (anche ventilato) per circa 30/35 min facendo attenzione che la sfoglia non si scurisca troppo (valutate inn base al forno se non sia il caso di sistemare la gliglia più in basso o abbassare un poco la temperatura.
Servire ben calda (ma anche fredda è buoniffima!!!)
Serve hot!

Buon appetito!

pizza parigina (12)


Se ti è piaciuta questa ricetta vedi anche:

rustico leccese  danubio altra versione girelle mozzarella (mozzarella rolls)

Annunci

Rustici Leccesi

rustici leccesi

Responsabili del mio aumento di peso durante gli anni al liceo, questi gusci di pastasfoglia ripieni di mozzarella filante e pomodoro  finalmente ho avuto il coraggio di replicarli a casa e con grande soddisfazione nonché risparmio sui grassi (quelli che ci portavano a scuola ricordo erano moooolto più unti!).
Provateli perchè sono semplicissimi da fare e di grande soddisfazione! Occhiolino

Occorrente per 6 rustici:

  • 250g pasta sfoglia (io ho usato quella rettangolare buitoni)
  • 100 ml besciamella (meglio se fatta in casa)
  • 50g mozzarella
  • due pomodori pelati schiacciati
  • origano
  • sale e pepe
  • un tuorlo per spennellareAltro occorrente:
  • Coppappasta di diverse dimensioni (io ho usato delle tazze!)
  • un pennello

Procedimento + Video!

  1. Preparate la besciamella. Io ho usato 250 ml latte, 30g farina e 30g margarina, sale e noce moscata (ovviamente me ne è avanzata più di metà!). Sbriciolate all’interno la mozzarella precedentemente strizzata in un canovaccio pulito.
  2. Ritagliate 3 dischi di pasta sfoglia piccoli, e tre più grandi, potete usare anche delle tazze di diversa grandezza se non avete dei coppapasta di misura adatta. Sul disco più piccolo adagiare un cucchiaino colmo di besciamella e “sporcare” con un po’ di pomodoro (vedi video).
  3. Richiudere con il disco di sfoglia più grande premendo bene. Non serve inumidire la pasta, anzi: vi renderebbe l’operazione più difficoltosa! Per dare poi in cottura la tipica forma bombata premere con un bicchiere o un coppapasta la pasta intorno al ripieno.
  4. Spennellare con un tuorlo d’uovo e infornare 250° per 7/10 minuti.
  5. Lasciar freddare qualche minuto prima di servire, altrimenti non ve lo gustate e vi ustionate lingua ed esofago!

rustico leccese


Potrebbero interessarti anche:

danubio altra versione  grissini sfogliati semi di papavero  massa salentina

Arancini o Arancine… questo è il problema!

P1013066

Tonde o a punta… In verità quello delle Arancine è un problema di sesso! A Palermo sono femmine e tonde, farcite con ragù ai piselli, forme diverse servono per “accogliere” ripieni diversi e quindi per essere distinte. A Catania invece questi timballini di riso sono maschietti e a punta, forse a ricordare la forma del vulcano tanto caro alla città!

E’ pur vero che nel resto d’Italia questa specialità è nota al maschile, ma mi raccomando, in presenza di palermitani ricordate che è “fimmina”!

Occorrente per 5/6 arancini:

P1013058

  • 200g riso originario cotto al dente in poca acqua in modo che trattenga tutto il suo amido e non ci sia bisogno di scolarlo a fine cottura (tenete acqua calda a portata di mano da aggiungere al bisogno) a cui a fine cottura aggiungerete dello zafferano
  • un generoso mestolo di ragù di carne piuttosto ristretto a cui aggiungere circa 60g di piselli
  • 100g mozzarella o scamorza tagliata a cubetti
  • 1 uovo
  • pangrattato quanto basta
  • Olio di semi di arachide per friggere (se non volete svenarvi utilizzando quello d’oliva!)

Per il procedimento e la tecnica da seguire per formarli correttamente potete fare riferimento, come ho fatto io) al video su Giallozafferano (in particolare a partire dal minuto 5:00, per seguire la ricetta per intero dalla cottura del riso a quella del ragù guardatelo ovviamente dall’inizio!).

Ecco quelli che ho ottenuto io:

P1013061     P1013063

I consiglii che posso darvi dopo questo esperimento sono:

  1. Fate attenzione a non lasciare insapore il riso. Io sono stata un po’ timida con il sale (anche perché lo stesso riso mi è servito per i supplì);
  2. Utilizzate una mozzarella ben sgocciolata (magari del giorno prima, tenuta fuori dalla sua acqua) che la scamorza: si scioglie più facilmente e “fila” di più!
  3. Se vi piacciono belli croccanti fate una doppia panatura: passateli nell’uovo e nel pangrattato, e poi di nuovo nell’uovo e ancora nel pangrattato. Quello tondo ha una doppia panatura, quello a punta, singola.
  4. Utilizzate per friggere un pentolino stretto e alto: gli arancini devono essere completamente immersi, in questo modo consumerete meno olio.

Potrebbero interessarti anche:

sofficini home made  polpette di pane  supplì cordless