Riassunto della puntata precedente:

Dopo vari anni e diversi tentativi, sono riuscita a metter a punto un sistema che mi consentisse di trovare velocemente una ricetta da una delle millemila riviste di cucina che avevo in casa.

Dopo aver constatato che

  • Di ogni rivista le ricette che mi interessavano davvero erano molte meno di quelle proposte (facciamo 10/20 su 100);
  • Non tutte le riviste avevano un indice facile da consultare, specie per ricerche in base agli ingredienti.
  • Alcuni ingredienti hanno una stagionalità molto lunga o sono disponibili tutto l’anno, per cui consultare 3/4 riviste per ogni anno alla ricerca di quella ricetta che non ricordi più dove l’hai vista, per poi ripiegare su altro, era estenuante!
  • Non sempre gli ingredienti sono bene indicati nel titolo (fantasioso) della ricetta, rendendo parzialmente vana la consultazione del solo indice;
  • Le mie riviste di cucina stavano iniziando ad occupare troppo spazio e conservarle nelle scatole mi rendeva ancora più macchinoso e noioso consultarle, riporle…

Sono pertanto giunta alla conclusione che era arrivato il momento di adottare una soluzione drastica, alla Konmari. Ovvero

Tenere solo quello che davvero serviva e buttare il resto.

Tradotto in azioni pratiche:

  1. Strappare le pagine con le ricette (o sezioni) per me interessanti/utili;
  2. buttare via il resto della rivista (per intenderci, mi rimanevano pochi millimetri di per ogni volume, a fronte di riviste di mezzo centimetro di spessore!)
  3. Procurarmi raccoglitori ad anelli e perforatrice a 4 fori per fogli A4 (ho anche provato la strada delle buste di plastica ma mi hanno procurato solo un esaurimento nervoso. Per proteggere i fogli dalle sbrodolature faccio la foto al cartaceo e via!).
  4. Riorganizzare le pagine strappate in raccoglitori e catalogarle in maniera per me funzionale.

Quale è la maniera funzionale per organizzare le ricette?

Ecco! Qui arriva un grosso DIPENDE! Dipende dal numero delle ricette che avete da organizzare, e come funziona il vostro cervello e la vostra cucina. Sotto alcuni esempi (a titolo semplificativo e non esaustivo). Le soluzioni proposte vanno bene sia che usiate un raccoglitore unico (diviso per sottosezioni) che più raccoglitori, uno per ogni “tema”.

A) Dividere le ricette per portata/occasione

Questa è una buona soluzione se non avete molte ricette ma volete comunque riorganizzarle in maniera più razionale. E’ inoltre ottima come supporto al vostro Meal Planning. Le Sottosezioni possono essere le classiche per portata Per portata: antipasti, primi, secondi…; Oppure per occasione: Ricette Veloci, per ricevere/festività, per buffet, ricette per la settimana, per il weekend, dolci, pizze rustici e torte salate……. Potete anche adottare una combinazione di queste categorie (Es., nella categoria Primi: veloci, per la domenica, per ricevere….)

B) Dividere le ricette per Ingrediente o categoria di ingredienti

Questa è una suddivisione furba soprattutto per i foodblogger o se non siete gli unici a decidere quali ingredienti far entrare nella vostra cucina (e in che momento). Se ad esempio vostro marito ogni tanto si presenta a casa con un pesce a sorpesa , o i vostri vicini/parenti vi omaggiano dei prodotti dell’orto, o vi lasciate ispirare da quello che offre il macellaio di fiducia… O più semplicemente una suddivisione in base alle macrocategorie di ingredienti che acquistate più spesso in famiglia: carni bianche, carni rosse, verdure, pasta…

Ovviamente dovete fare una scelta a monte: quale è l’ingrediente caratterizzante se ad esempio c’è una ricetta che prevede piselli e ricotta? Zucca e faraona? Il mio consiglio è di catalogarle in base all’ingrediente meno consueto e/o che non è reperibile tutto l’anno (es. Se è una ricetta con ricotta e asparagi, la andrò a mettere nella sezione asparagi/primizie e non in quella della ricotta, perchè il periodo di reperibilità degli asparagi è sicuramente più limitato rispetto a quello della ricotta!)

C) Raccogliere le ricette per stagionalità

E’, secondo me, una versione semplificata del ricettario per ingredienti. Potete averne 2 (estate/primavera, autunno/inverno) oppure 4. In ogni caso, se questo è per voi l’unico sistema di catalogazione, ricordatevi di aggiungere anche una sezione “tutto l’anno”.

Quale sistema uso io per catalogare le mie ricette?

Ovvio! Una combinazione delle tre qui proposte! Ma questa è materia per un altro post! Stay tuned!

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...