Bicchierini tiramisù classico e al limoncello

Sono due settimane che non posto una ricetta, il lavoro mi ha quasi del tutto assorbita e anche nel week end mi sentivo sfinita e presa da un sacco di faccende arretrate! Oggi approfittando della festa infrasettimanale, del meteo incerto e del fatto che avevo del lavoro da sbrigare che mi avrebbe tenuta in ogni caso inchiodata a casa, ho deciso di pasticciare un po’.

Avevo da un po’ intenzione di fare un tiramisù alle fragole ma si sa… quando si incaricano i propri mariti/compagni di fare la spesa, al 90% dimenticheranno gli ingredienti principali! Fortuna che almeno il mascarpone è pervenuto, così per il tiramisù mi sono mi sono arrangiata con quello che avevo in casa ed il risultato è stato superlativo. In più finalmente riesco ad utilizzare i bicchierini da dessert che avevo acquistato un po’ di tempo fa!

P1010366

Ingredienti per circa 20 bicchierini:

  • biscuit bianco o pan di spagna
  • 250g mascarpone
  • 4 uova
  • 8 cucchiai di zucchero + 50g per la bagna
  • mezza tazzina di limoncello
  • 4 tazze di caffè ristretto
  • gocce di cioccolato (facoltative)
  • cocco e cacao amaro per decorare

Procedimento:

  1. Preparare la bagna: portare ad ebollizione 50g di acqua e 50g di zucchero e quando si fredda unire il limocello. Vi consiglio di unirne poco per volta sino ad ottenere l’intensità desiderata e di lasciare da parte parte dello sciroppo per eventuali correzioni! Se desiderate un gusto più deciso ma “meno alcolico” fate bollire nello sciroppo anche della scorza di limone non trattato.
    Se preferite invece il tiramisù tradizionale preparate 4 tazze di caffe (corretto!) poco zuccherato.
  2. Preparare la crema: Separare gli albumi dai tuorli e montare i primi a neve fermissima. In una ciotola piuttosto capiente lavorare lo zucchero con i tuorli e sbatterli sino a che la crema non diventa liscia e chiarissima, quasi bianca. Aggiungere il mascarpone ed amalgamarlo sino a che non ci saranno grumi (meglio aiutarsi con una frusta elettrica). Incorporare gli albumi con movimenti dl basso verso l’alto per non smontarli.
  3. Montaggio del dolce: con dei coppapasta abbastanza piccoli ritagliare dei dischi di pan di spagna del diametro del fondo del bicchierino utilizzato (eventualmente tagliatene di dimensioni diverse se il bicchierino è svasato).
    Inzuppare i dischetti di pan di spagna nella bagna, sistemarli nei bicchierini. Con un sac à poche riempire per un terzo il bicchierino di crema al mascarpone, quindi adagiare un altro disco inzuppato e terminare con altra crema.
    A piacere arricchire il dolce con gocce di cioccolato e terminare con una spolverata di cocco per il tiramisù al limoncello, e con il cacao per quello classico.

tiramisù

Devo dire che quella con il limoncello ed il cocco è stata la mia prima versione “alternativa” del tiramisù. L’ho fatto un po’ “carico” di alcool, però la sensazione di freschezza che ne viene fuori, ne fa un dolce adatto anche all’estate, per quanto non ci sia risparmio sulle calorie (anzi!).

PS: La scarpetta di cioccolato (ed anche il cucchiaino) che vedete in foto non sono mie creazioni! Li ho presi alla fiera del cioccolato! La scarpetta è resistita un paio di mesi intonsa… ora che finalmente l’ho fotografata e mostrata al mondo, inizio a temere seriamente per la sua integrità: nessuna serie giustificazione mi trattiene ancora dall’addentarla, ahimè!!!

tiramisù


Potrebbero interessarti anche:

tiramisù monoporzione  pina colada verrines  profiterol

Muffin al caffè di Cle

Coffeens… i Muffins al caffè di Cle!

Entusiasta dei miei biscotti cioccocaffè Volevo provare da un po’ una buona cake o dei muffin al caffè per una colazione tutta carica, così tempo fa provai una ciambella al caffè trovata su un blog che però non mi aveva soddisfatto né sul fronte gusto, né sul fronte consistenza. Ovviamente non vi dirò di quale blog si tratta, come consiglio generale però mi sento di dirvi diffidate, in generale, da chi qualifica un sapore come “delicatissimo”… nove volte su dieci quel “delicatissimo” nasconde un “non si sente per nulla!!!

Quindi ho deciso di improvvisare utilizzando come base di partenza la ricetta del ciambellone allo yogurt della paneangeli, che presto migrerò su questo blog, anzi mi stupisco di non averlo fatto già. Il sapore non è affatto “delicato”, il profumo è davvero di quelli che vi regalano il buongiorno        ed anche il mio amour ha moltissimo apprezzato!

Coffeens - Muffin al caffè

Ingredienti per circa 16 muffins

  • 2 uova
  • 125g zucchero
  • un vasetto di yogurt al caffè intero (vi consiglio Muller o Granarolo)
  • 80ml olio di semi di arachidi
  • 150g farina
  • 50g fecola di patate
  • 2 cucchiaini di caffè solubile (eventualmente decaffeinato)
  • 1/2 bustina di lievito
  • 30 g cioccolato fondente in scaglie  (facoltative)
  • vanillina (facoltativa)

Procedimento:

  1. Sbattere a schiuma le uova con un pizzico di sale. Aggiungere lo zucchero e l’aroma sino ad ottenere una massa cremosa.
  2. Unire lo yogurt, l’olio, quindi la farina e la fecola setacciate, infine il caffè solubile, le gocce di cioccolato infarinate (così non precipitano sul fondo) ed il lievito.
  3. Versare l’impasto in uno stampo per muffins oppure un piccolo stampo per ciambella.
  4. COTTURA: 180° per 25 min.

Coffeens - Muffins al caffè

Piccola nota: io non ho aggiunto gocce di cioccolato. Le macchioline che vedete sono date dal caffè solubile che ho unito direttamente all’impasto senza scioglierlo in acqua o latte caldi. Non rimane granuloso né altera il gusto, conferisce però una colorazione “a pois”.


Potrebbero interessarti anche:

muffin arancia e cannella   camille  torta pesche

Moretti alla nocciola

Questi dolcetti li ho portati ad una scampagnata con degli amici. Ho in parte modificato e presentato in maniera diversa una ricetta che ormai è un mio cavallo di battaglia in tutte le sue varianti, la torta di nocciole e caffè. Nonostante non siano venuti bellissimi, il risultato è stato davvero eccellente e gradito da tutti.

Moretti alla nocciola

Ingredienti per 8/10 persone:

  • 50g burro                    (per l’impasto)
  • 100g farina
  • 200g zucchero
  • 1 uovo
  • 70g nocciole tritate
  • due cucchiai di latte
  • 2 cucchiaini di lievito
  • due cucchiai di gocce di cioccolato
  • 70g burro                      (per farcire)
  • 150g zucchero a velo
  • 1/2 tazzina di caffè ristretto
  • 200g cioccolato fondente (per la decorazione)
  • qualche cucchiaio di acqua calda
  • una noce di burro
  • qualche cucchiaio di liquore al caffè

Procedimento:

  • In una terrina lavorare a spuma il burro ammorbidito con lo zucchero, l’uovo, poi il latte, farina e il lievito, infine le nocciole e le gocce di cioccolato infarinate (in questo modo non precipiteranno sul fondo).
  • Versare in uno stampo rettangolare imburrato e infarinato e cuocere a 180° per 30’
  • Preparare la crema lavorando il burro leggermente riscaldato con lo zucchero al velo e il caffè versato poco a poco.
  • Quando la torta si sarà ben raffreddata, ritagliare con un coppapasta tondo di circa 3 cm e 1/2 di diametro dei cilindretti di torta. Tagliarli a metà, farcirli con la crema al burro e ricomporli.

Immagine2

  • Sciogliere il cioccolato con il burro a bagnomaria, diluirlo con l’ acqua calda e aromatizzare con il liquore al caffè.
  • Sistemare i dolcetti su una gratella, sotto la quale avete sistemato una ciotola per recuperare il cioccolato in eccesso, e versare il cioccolato sui moretti. Lasciar rapprendere e sistemare nei pirottini.
  • Per sprecare meno torta è possibile tagliare il dolce a quadrati invece che dischi. In ogni caso con gli avanzi del dolce ho creato dei bicchierini di briciole di torta alla nocciole e crema al burro e caffè.

moretti alla nocciola


Potrebbero interessarti anche:

  Coffeens - Muffins al caffè  torta nocciole con crema burro e caffè

Profiterol al caffè… corretto!

profiterol

Ecco la mia prima torta profiterol! L’ho voluta riempire con crema al caffè (per me il bignè è con la crema al caffè) che devo dire, dopo l’aggiunta della panna, era diventata una specie di crema Coppa del Nonno! Mammmmmmmma mia che bontà! Per la glassatura al cioccolato ho aromatizzato la ganache con il mio liquore preferito, il San Marzano Borsci, che si sposa benissimo con i dolci ed è anche usato da molti per “correggere” il caffè (da qui il nome che ho dato al dolce!). Ma passiamo alla ricetta Occhiolino

Per la pasta choux (bignè)
Ingredienti:

  • 250 ml acqua
  • 150g farina debole (meglio se quella per torte e crema pasticcera)
  • 100/120g burro o margarina
  • 1 cucchiaio di zucchero vanigliato
  • 1 pizzico di sale
  • 4/5 uova (io ho usato uova grandi, sono bastate 4)

Procedimento:

  1. Portare a ebollizione l’acqua con il burro e un pizzico di sale. quando bolle, spegnere il fuoco e versare TUTTO IN UN COLPO (altrimenti fa i grumi) la farina precedentemente setacciata. Mescolare energicamente con un cucchiaio di legno fino a che non si forma una palla che si staccherà dalle pareti.
    prima di aggiungere le uova
  2. Trasferire il composto in una ciotola e lasciare appena intiepidire, quindi unire le uova UNA ALLA VOLTA: unire l’uovo successivo solo quando il precedente è ben amalgamato. Prima di aggiungere l’ultimo uovo controllare la consistenza dell’impasto che deve essere simile ad una crema pasticcera molto densa, che cola pesantemente dal cucchiaio di legno.
    P1013098
  3. Trasferire l’impasto in una sacca da pasticcere con bocchetta liscia o a stella, misura 10, e su una teglia leggermente imburrata creare delle piccole palline, adeguatamente distanziate. Non usare carta da forno: in questo modo i bignè manterranno la base piatta e sarà più semplice poi presentarli. Per evitare che si formi la punta che solitamente brucia durante la cottura, formare i bignè poggiando la bocchetta lateralmente, inclinata a 45° circa.
    P1013100
  4. Infornare a 220° per 10/12 minuti. Potete optare per il forno statico o ventilato: con il forno statico il bignè manterrà una superficie più regolare e liscia, mentre con la ventilazione la superficie apparirà più frastagliata. Optate per l’una o l’altra modalità a seconda dell’effetto che volete ottenere. In foto bignè cotti in modalità ventilata.
    P1013105
    (ricetta bignè presa da Cioccolato & Cioccolato- DeAgostini)

Per la crema diplomatica al caffè:

C’è una disputa dottrinale sulla nomenclatura della crema ottenuta mescolando 1/3 di panna montata e 2/3 crema pasticcera: quasi tutti la chiamano chantilly, ma in verità è crema diplomatica (la chantilly è panna + zucchero al velo + vaniglia). Dunque, per la mia crema pasticcera io uso 1/2 litro di latte, 1 uovo e un turolo, 4 cucchiai di farina, 4 cucchiai di zucchero, una bacca di vaniglia. A questa aggiungo: mezza tazzina di caffè con un cucchiaino di caffè solubile, 150 ml panna vegetale zuccherata montata. Il procedimento è il classico: scaldare il latte e nel frattempo sbattere zucchero, uova e farina. Unire il latte filtrato e portare a bollore mescolando continuamente affinché non si attacchi sul fondo.

Per la ganache al cioccolato:

Fondere 200g di cioccolato con 200ml panna (fresca o vegetale) a bagnomaria. Aromatizzare con il proprio liquore preferito o con delle spezie. Lasciar raffreddare in modo che raggiunga una consistenza adatta a glassare i bignè. Se dovesse indurirsi troppo scaldare leggermente a bagnomaria o nel microonde.

Composizione del dolce:

  1. Riempire i bignè con una sacca da pasticcere con bocchetta a stella (facilita l’apertura del bignè) forandoli lateralmente o sul fondo e sistemarli su un vassoio o un piatto. Se la crema vi sembra troppo liquida (come è successo a me!) lasciate riposare 15/20 min. i bignè farciti nel freezer in modo che si rapprenda un poco.
  2. Procedere alla glassatura: tuffare i bignè nella ciotola in cui avete preparato la ganache e rigirateli aiutandovi con due forchette, quindi posizionarli sul piatto da portata e dare la classica forma a piramide.
  3. A piacere con l’eventuale ganache avanzata coprire alcune zone rimaste con meno crema. Decorare con ciuffetti di panna montata prima di servire.

Potete farcire i bignè con qualche giorno di anticipo e congelarli, preparando la glassatura qualche ora prima di servirli. In ogni caso vi consiglio di prepararlo con un giorno (o almeno 12h) di anticipo, in modo che la pasta dei bigné si impregni per bene di crema. Ecco il frutto di questa luuuunga spiegazione!

Golosissimo anche nella versione monoporzione:

profiterol

Ero partita dall’idea di  creare un Profiterol Tiramisù, ma dovendolo trasportare in macchina per un centinaio di chilometri avevo un po’ timore., a causa della presenza del mascarpone! E’ stato osannato comunque!


Potrebbero interessarti anche:

tortino al cioccolato con cuore fondente  torta scacchiera  Crostata cioccolato e arancia

Torta alla mousse di cioccolato

Torta alla mousse di cioccolato a quadretti

torta mousse cioccolato

Questa l’ultima torta del 2010, la torta per festeggiare l’anno che andava via, un anno per me importante e carico di belle cose! Era da tempo in lista d’attesa e ne sono rimasta molto soddisfatta, anche perché il dosaggio degli ingredienti è preciso al milligrammo: non avanza nulla, e quello che c’è è sufficiente ad ottenere un dolce con i controfiocchi! La ricetta è presa da Cioccolato & Cioccolato – DeAgostini (che ho scoperto essere uno scorporo di ricette della più vasta collana a fascicoli di qualche anno fa, I Miei Dolci).

E … Buon 2011 a tutti!  Mi rotolo per terra dalle risate

Ingredienti (per 8/10 persone):

  • 100g farina             (per il pan di spagna)

    OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • 50g fecola (io amido di frumento)
  • 50g cacao
  • 6 uova
  • 80g burro
  • 150g zucchero
  • 1 bustina di vanillina (io ho messo una bustina di lievito)
  • 220g cioccolato fondente     (per la farcia)
  • 1 dl panna
  • 3 uova
  • 50g zucchero (io ho usato la panna vegetale già zuccherata e non l’ho messo)
  • 2 cucchiai di rum (io liquore al caffè)
  • 1 cucchiaio di caffè ristretto (per me liquore al caffè)
  • 200g acqua          (per la bagna)
  • 50g zucchero
  • 4 cucchiai di rum scuro (io sempre liquore al caffè)
  • zucchero al velo   (per decorare)
  • cacao amaro
  • riccioli di cioccolato bianchi e neri (io non li ho usati)

Procedimento:

  1. Preparare il pan di spagna al cacao. Tener conto che dal pan di spagna finale bisognerà ricavare 4 dischi di uguale spessore, se non siete sicuri di riuscire ad ottenere un pan di spagna abbastanza alto ovvero di riuscire a tagliarlo con precisione, dividete il composto in due parti (di circa 500 ml) e cuocete l’impasto in due stampi da 24 cm di diametro a 190° per 35 minuti (forno statico).
  2. Dividete ciascun pan di spagna in due dischi (o l’unico pan di spagna in 4 dischi). Tagliate due dei dischi ottenuti in quadratini di regolare spessore.
  3. Preparare la mousse: Separare i tuorli dagli albumi (serbando le chiare). Sciogliere il cioccolato a bagnomaria con la panna. Quando il composto è omogeneo aggiungere i tuorli sbattuti insieme allo zucchero, il caffè, e continuare a cuocere a bagnomaria sino a che la crema non si sarà addensata.
    Quando la crema si è freddata aggiungere il rum e gli albumi montati a neve.
  4. Preparare la bagna: far bollire l’acqua con lo zucchero per un minuto. Quando lo sciroppo si fredda unire il rum.
  5. Montaggio del dolce: Posizionare un disco di pan di spagna al cacao sul vassoio, bagnarlo con metà dello sciroppo e distribuirvi circa un terzi della mousse al cioccolato.
    Bagnare anche il secondo disco di pan di spagna ed adagiarlo sul primo. Ricorpire la superficie e i bordi del dolce con la mousse rimasta.OLYMPUS DIGITAL CAMERA
    Distribuire i cubetti di pan di spagna su tutta la superficie ed i bordi del dolce, ricoprendo completamente la mousse.
  6. Decorazione: su un foglio di carta da forno di circa 30×30 cm di lato disegnate una griglia di quadratini di 3 cm. Tagliate i quadratini ottenendo una scacchiera ed utilizzatela per creare il motivo a scacchiera sula torta cospargendola prima di cacao amaro e poi di zucchero al velo.
    Su ogni quadratino bianco adagiate un ricciolo di cioccolato bianoc, e su quelli neri un ricciolo di cioccolato fondente. Il vostro dolce è pronto!

P1013047E nel caso Non siate riusciti ad ottenere una quantità sufficiente di dischi di pan di spagna non disperate! Potete sempre optare per una simil Gateau Diable, sempre golosa e sempre d’effetto. Per ottenere le “ondine” sulla superficie della mousse dovrete ripetutamente premere con il dorso di un cucchiaio sulla crema e sollevarlo (clicca sull’immagine per ingrandire) –>

La foto della fetta (o meglio, di quello che sono riuscita a fotografare al volo prima che venisse spazzolata tutta):

168603_1764761126942_1476563902_1858388_240284_n 167936_1764761286946_1476563902_1858389_324180_n

E…vista dall’alto

P1013058


Potrebbero interessarti anche:

ferri di cavallo  torta nocciole con crema burro e caffè  torta scacchiera

tiramisu-in-coppetta

Tiramisù di Cle

Del tiramisù ognuno ha la sua ricetta infallibile, c’è chi non tollera altra base se non i savoiardi, c’è chi addirittura lo fa con i pavesini, c’è la versione “ai pan di stelle”… A me piace farlo con il pan di spagna e assolutamente senza panna… ed è piaciuto a tutti i miei ospiti che in questi 12 anni, dal mio primo tiramisù ad oggi, lo hanno assaggiato!

Oggi ho provato a farlo anche con pan di spagna al cacao e bicolore. Promossi tutti!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti per 6 monoporzioni:

  • un pan di spagna tagliato in dischi o a fette di mezzo centimetro (per la ricetta clicca qui. Io ho cotto il pan di spagna i cocottine e P1013040ricavato tre dischi da ognuno, già pronti per essere utilizzati nella monoporzione, come si può vedere dalla foto)
  • 250g mascarpone (io preferisco quello Galbani, mi sembra dia una crema più compatta)
  • 4 uova (albumi montati a neve fermissima)
  • 8 cucchiai di zucchero (=2 per tuorlo, nel caso voleste usare meno uova)
  • una caffettiera da 4 tazze di buon caffè poco zuccherato.
  • A piacere un liquore con cui aromatizzare il caffè o la crema (es. San Marzano Borsci).

N.B.: nella maggior parte delle ricette è prevista una minore quantità di uova (circa un uovo ogni 100g di mascarpone. Con queste dosi la crema è leggermente più liquida, ma, a mio avviso, molto, molto più saporita e appagante!

Procedimento:

  1. Separare gli albumi dai tuorli e montare i primi a neve fermissima.
  2. In una ciotola piuttosto capiente lavorare lo zucchero con i tuorli e sbatterli sino a che la crema non diventa liscia e chiarissima, quasi bianca. Aggiungere il mascarpone ed amalgamarlo sino a che non ci saranno grumi (meglio aiutarsi con una frusta elettrica).
  3. Incorporare gli albumi con movimenti dl basso verso l’alto per non smontarli.
  4. Comporre il dolce: versare il caffè già zuccherato e lasciato freddare in una piatto e immergere completamente le fette di pan di spagna. Strizzarle tra i palmi delle mani per far perdere il caffè in eccesso e adagiare nel bicchiere o coppetta scelta per la monoporzione.
  5. Versare due cucchiai colmi di crema e creare almeno un altro strato procedendo come nel punto precedente. A piacere uno strato centrale può essere fatto invece che con il pds, con dei biscotti al cacao (es. pan di stelle o batticuore della Mulino Bianco)
  6. Completare il dolce con una generosa spolverata di cacao e (a piacere) cioccolato fondente grattugiato.
  7. In alternativa (ad es. per persone allergiche al cioccolato/cacao, è possibile terminare il dolce con del pan di spagna sbriciolato e leggermente bagnato con il caffè (vd. foto).

P1013002


Potrebbero interessarti anche:

bicchierini tiramisù  profiterol

biscotti -ciocco-caffe

Biscotti cioccocaffè

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti:

  • 230 gr di farina 00
  • 160 gr di margarina o burro
  • 100/120 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di caffè solubile
  • 2 cucchiaini di caffè
  • 100g gocce cioccolato
  • (facoltativo, per ottenere i biscottini più scuri) un cucchiaio colmo di nesquick

Procedimento

  1. Impastare tutti gli ingredienti come per una normale frolla aggiungendo alla fine le gocce di cioccolato
  2. Formare i biscotti tagliando delle forme ovali e praticando un tagliettp al centro.
  3. Cottura 10-15 min 180

OLYMPUS DIGITAL CAMERA             P1012671

Ricetta della frolla al caffè presa (e leggermente modificata) da Scuola di Pasticceria – CdS, vol. 20;  l’aggiunta di gocce di cioccolato e/o cacao dolce è una mia variante.


Potrebbero interessarti anche:

Coffeens - Muffins al caffè  profiterol  Sparabiscotti

Cake due gusti

cake due gusti

Ingredienti

  • 200 g burro cake due gusti
  • 175 g zucchero
  • 4 uova
  • 1 pizzico di sale
  • aroma limone o arancia (facoltativo)
  • 175 g farina
  • 125 g frumina
  • 4 cucchiai di latte
  • 1 bustina di lievito
  • 2 cucchiai colmi di cacao amaro
  • 75 g cioccolato fondente in scaglie o gocce

Procedimento:

  1. Lavorare il burro a crema e aggiungere lo zucchero, le uova, il sale, l’aroma ed infine la farina e la frumina alternandola al latte.
  2. Aggiungere il lievito e le gocce di cioccolato.
  3. Mettere 2/3 dell’impasto in uno stampo a cassetta lungo 30 cm e livellare bene.
  4. Al resto dell’impasto unire il cacao.
  5. Distribuire l’impasto scuro su quello chiaro e passare con dei movimenti a spirale dal basso verso l’alto una forchetta per mischiare senza omogeneizzare i due colori.
    Per ottenere invece l’effetto zebrato (foto in basso) versare al centro della teglia, senza muoverla, tre cucchiai di impasto chiaro e tre di impasto scuro fino ad esaurimento ingredienti.
  6. COTTURA:  50-60 min. a 180/200°

La Variante: Questo impasto è una garanzia e si presta a mille varianti: ad es. è possibile aggiungere all’impasto chiaro due cucchiai di caffè solubile, oppure sempre con il caffè ottenere una torta “trigusto”!!! Nella foto che vedete in alto invece del cacao, nella parte scura, ho usato la nutella!!! Ovviamente dosi a piacere più ne mettete, più golosa sarà! A bocca aperta

zebra cakezebra cake


Potrebbero interessarti anche:

Coffeens - Muffins al caffè  torta pere cioccolato  torta pan di stelle di Cle

Torta alle Nocciole con crema al burro è caffè

La ricetta originale di questa ricetta la trovai parecchi anni fa in una pagina di giornale che pubblicizzava il Lievito Bertolini. Quella pagina la conservo ancora e questa torta, la prima che ho realizzato da sola seguendo una ricetta che non provenisse da mia madre, l’ho ripetuta in diverse varianti: sempre buonissima!

Torta alle nocciole

Ingredienti:

per l’impasto

  • 150g burro
  • 300g farina
  • 200g zucchero
  • 3 uova
  • 200g nocciole tritate
  • ½ bicchiere di latte
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale

Per la decorazione

  • 150g burro
  • 300g zucchero a velo (pox 200g)
  • 100g nocciole tritate
  • 1 tazzina di caffè

Procedimento:

  1. In una terrina lavorare a spuma il burro ammorbidito con lo zucchero, aggiungete uno alla volta i tuorli, poi il latte, farina e lievito. Infine le nocciole e gli albumi montati a neve.  Versare in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere a 180° per 50min.
  2. Preparare la crema lavorando il burro leggermente riscaldato con lo zucchero al velo e il caffè versato poco a poco.
  3. Quando la torta si sarà ben raffreddata spalmarla la crema sulla torta con un coltello e cospargerla con le nocciole tritate grossolanamente, anche sui bordi.
  4. Variante: invece della copertura con ghiaccia al burro è possibile farcire la torta con crema pasticcera aromatizzata al caffè e spolverare infine di zucchero al velo, oppure, per un peccato di gola come si deve, ricoprire con glassa al cioccolato, come in foto!

Potrebbero interessarti anche:

moretti alla nocciola  caprese al cioccolato bianco e limoncello  carrot cheese cake