Sbrisolona Sacher (Sacher Crumble Tarte)

English recipe of the Sacher Crumble Tarte in the first comment below

Problema: cioccolato e burro fusi insieme da smaltire! Soluzione: questa deliziosissima torta sbriciolata al gusto sacher!

sbrisolona-sacher

Ad essere sincera ero partita con l’intenzione di riciclare il cioccolato ed il burro preprando dei biscotti al cioccolato, ma l’impasto non si compattava, per cui, invece che insistere in una mission impossible, ho cambiato strategia e coinvolto quel vasetto ancora intonso di marmellata alle albicocche che avevo in frigo! Come dire… anche in cucina spesso le cose non vanno come le abbiamo pianificate ma… guai a non avere un piano! 😀

Per il dosaggio sono andata un po’ a “occhio” partendo dalla ricetta dei biscotti al cioccolato trovata su Giallo Zafferano. Forse è per questo che gli ingredienti non si sono compattati. Ad ogni modo cercherò di replicare a breve la ricetta per darvi dosaggi precisi (magari quella volta mi verranno i biscotti che volevo preparare invece della sbrisolona!!!).

Ingredienti per la sbrisolona sacher (teglia di 24 cm diametro)

  • 200g cioccolato fondente
  • 100g burro leggermente salato
  • 70g zucchero semolato
  • 250g farina 00
  • 3 tuorli
  • un vasetto (250/300g) di confettura di albicocche

Procedimento:

  1. Sciogliere nel microonde o a bagnomaria il cioccolato ed il burro.
  2. Trasferire in una ciotola, unire lo zuchero, i tuorli ed infine la farina mescolando inizialmente con una spatola.
  3. Quando il composto non è più appiccicoso, sfregate il tutto tra i palmi delle mani fino ad ottenere un impasto finemente sbriciolato.
  4. Distribuite metà dell’impasto su una teglia (preferibilmente ricoperta di cartaforno) ricoprendo per bene il fondo.
  5. Distribuite la confettura a cucchiaiate sulle “briciole” di impasto, e poi stendete la marmellata uniformemente lasciando almeno 1/2 centimetro dal bordo.
  6. Ricoprite con le restanti briciole. Infornate in forno già caldo a 160/170* (non più alto, altrimenti rischia di bruciarsi) per circa 35 min. La torta non deve scurirsi, in linea di massima quando iniziano a fuoriuscire dal centro della torta bollicine di confettura, potete tirare fuori dal forno.
  7. Lasciar raffreddare e servire con una bella tazza di te e magari un ciuffetto di panna montata.

Devo dire che il risultato è ottimo! Se mi seguite da tempo sapete che la sacher nella sua versione originale non è una torta che mi fa impazzire, la preferisco nella variante all’arancia, per cui non avevo grossissime aspettative per la riuscita di questo dolce. Invece mi sono dovuta ricredere sull’accoppiata cioccolato/marmellata di albicocche. Probabilmente l’assenza della glassa aiuta parecchio a smorzare la dolcezza stucchevole che altrimenti la sacher canonica avrebbe.

Provatela e mi direte!

Annunci

6 ricette dolci con le pere per tutte le occasioni

Il numero delle possibili varianti di torta di mele sono infiniti e tutte sicuramente deliziose. Ma devo dire che, a mio modesto parere, i dolci alle pere hanno una marcia in più! Molto spesso mi sono trovata a sostituire le mele con le pere nei dolci (uno fra tutti, la tarte tatin) sorprendendomi nel scoprire una esplosione di gusto e profumi di gran lunga superiore. E voi? avete mai provato ad usare le pere nei dolci? Oppure avete mai provato a sostituire le mele con le pere in una ricetta? Di seguito ben 6 ricette di dolci con le pere per cominciare a sperimentare, adatte per la colazione, all’ora del te o addirittura per stupire gli ospiti più esigenti!


1 – Plum cake allo yogurt, ricotta e pere

Ricotta e pere è un accostamento ormai classico, proveniente dalla gloriosa tradizione dolciaria napoletana, per cui, l’altro giorno, avendo in casa questi ingredienti, ho pensato di usarli per sperimentare qualcosa di nuovo per la colazione. Risultato eccellente, tanto che ho immediatamente condiviso la ricetta anche su Instagram (mi seguite su Instagram, vero?). Di seguito la ricetta completa.

Ingredienti:

  • 100g ricotta,
  • 1 vasetto di yogurt alla pera (suggerisco quello Muller, oppure potete riciclare dei Fruttolo prossimi alla scadenza),
  • 1 pera tagliata a fettine,
  • 2 uova,
  • 200g zucchero,
  • 200g farina,
  • lievito per dolci.

Procedimento:

Con una frusta sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete la ricotta, lo yogurt (vi consiglio di usare lo yogurt alle pere williams della Muller, o, in mancanza, il Fruttolo alla pera) infine la farina ed il lievito.
Trasferite il tutto in uno stampo da plum cake, e sistemate in maniera verticale sulla superficie una pera tagliata a fettine (come mostrato nella seconda foto). Cospargete la superficie con un po’ di zucchero semolato (otterrete una crosticina caramellata croccante). Cuocete in forno già caldo a 180* per 40/45 min.


2 – Tarte Tatin alle Pere

La tarte tatin è un dolce che nasce per sbaglio… ma a volerlo replicare ci vogliono non poche accortezze! Io l’ho provato diverse volte con le mele ovviamente, il gusto è sempre stellare, la riuscita estetica a volte molto meno. Devo dire però, che la bontà della Tarte Tatin alle pere non è stata ancora raggiunta da nessuna Tatin alle mele… ci credereste?
Per eseguirla (tanto tempo fa…) ho seguito le indicazioni de La Cucina Italiana, alla cui ricetta vi rimando.

tarte-tatine-alle-pere
Tarte tatin di pesche

3 – Muffin alle pere senza…

Senza glutine, senza lattosio, senza uova… questi muffin sono proprio per tutti! Si preparano con margarina, zucchero, cacao, 2 pere, latte senza lattosio o vegetale e lievito. Scopri la ricetta completa dei Muffin alle pere senza…

Muffin egg-gluten-lactose free

4 – Crostata con Composta di Pere

Questo dolce è stata una rivelazione, come racconto nel post, una esperienza che definirei mistica. Rientra nella categoria dei dolci elaborati, richiedendo diverse preparazioni di base (la frolla, la composta alle pere, la crema pasticcera e la pasta per bigné). Ma il risultato ne vale assolutamente la pena. Almeno una volta nella vita dovete provare la Crostata con composta di Pere di Montersino

crostata-con-composta-di-pere-montersino

5 – Torta di pere e noci

Noci e pere è un’altra accoppiata vincente. Questa torta/crostata alle noci e pere è ottima per trovare la carica giusta al mattino. Provatela e fatemi sapere il risultato!

torta-noci-e-pere

6 – Tortine (paradisiache) al cacao e pere profumate alla vaniglia

Dulcis in fundo (in un elenco di ricette di soli dolci è tutto dire!!!): queste tortine al cioccolato, pere e yogurt alla vaniglia sono state a dir poco paradisiache, uno dei motivi che mi portano a preferire le pere alle mele nei dolci. Da provare rigorosamente nella versione tortine monoporzione, più che torta intera: ne guadagna la consistenza, credetemi!

tortine-pere-cioccolato-vaniglia

E voi? Quale è la vostra ricetta infallibile a base di pere? Preferite i dolci alle mele o con le pere? Scrivetemelo nei commenti!

Banana bread integrale allo yogurt e crema alla nocciola

Whole Wheat Banana Bread with hazelnut spread English recipe in the first comment below

Il banana bread è ottimo per la colazione o la merenda, e se si scelgono con cura gli ingredienti, si presta bene diventare anche una complemento per una colazione sana e nutriente.

Se non avete golosoni per casa, va benissimo “fermarsi” alla versione senza glassa, ma se siete golosi e volete azzardare un po’, questa versione con copertura al cioccolato e crema bianca alla nocciola, soddisferà la voglia di dolce senza troppi sensi di colpa.

In più si presta bene anche ad esigenze di riciclo: le banane troppo mature che i bimbi non gradiscono più, il vasetto di yogurt prossimo alla scadenza, o, come nel mio caso, un frullato lasciato a metà da mia figlia, per cui, oltre alle banane, questa volta nel banana bread sono finite anche le fragole!

Banana Bread integrale allo yogurt

Ingredienti per uno stampo da plum cake piccolo

  • 1 banana grande
  • 1 vasetto di yogurt (anche vegetale)
  • 1 uovo
  • 75ml olio di semi di arachide o olio di oliva leggero
  • 75g zucchero di canna
  • 50g di farina 00
  • 100g di farina di integrale di avena (o altra farina)
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di rum o altro liquore (facoltativo, ma ve lo consiglio se usate l’olio di oliva, per stemperarne il sapore più marcato

Per farcire e decorare

  • Glassa al cacao già pronta (io ho usato quella Paneangeli)
  • Crema bianca alla nocciola (io ho usato quella Rigoni di Asiago)

Procedimento per il banana bread:

  1. In una ciotola lavorare prima gli ingredienti liquidi con lo zucchero usando una frusta.
  2. Aggiungere al composto la banana precedentemente schiacciata con una forchetta, quindi le farine ed il lievito.
  3. Trasferire il composto in uno stampo da plum cake leggermente imburrato e cuocere a 180° per circa 40 min. (fate comunque la prova stecchino).
  4. Quando il banana bread è ben raffreddato, versateci sopra la glassa al cacao (per un banana bread piccolo, io ho usato mezza busta Panenageli) e variegate con la crema bianca alla nocciola, scaldata a bagnomaria e lasciata colare con un cucchiaino.

banana-bread

Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche…