Crostata alla frutta per negati

Avete presente quelle belle crostate di frutta, con cerchi concentrici e precisi, armoniose nei colori, bellissime da vedere. Ecco… io NON LE SO FARE. Non pecco di falsa modestia. Sono eccezionale veramente in pasticceria, non posso negarlo, ma quando si tratta di crostate di frutta sono totalmente incapace di assemblarle in maniera decente, armoniosa e decorosa.

Tempo fa vi suggerii come alternativa creativa la versione con gelatine di fruttache resta una delle mie preferite in assoluto in fatto di crostate, ma lo so che molti di voi ancora non si sentono a proprio agio quando nella lista degli ingredienti leggono “colla di pesce”. Così oggi vi propongo questa versione che, credetemi, è a prova di inetto. Anzi, potrete avere anche il piacere di ottenere un risultato più che godibile e d’effetto semplicemente assemblando roba pronta del supermercato.

Watermark1.524731044503E12.png

Ingredienti per 2 crostate di circa 20 cm diametro

Procedimento:

  1. Stendete la pasta frolla in una sfoglia di circa 3 mm e foderate una teglia leggermente unta. Bucherellate bene il fondo in modo che cuocia senza deformarsi. Cuocete in bianco (=senza ripieno) per 15 min. o comunque fino a che la frolla risulta leggermente dorata. Lasciar raffreddare.
  2. Preparare la crema pasticcera ed aromatizzarla con dello sciroppo di vaniglia (va bene anche la buccia di limone, ma in questa combinazione la vaniglia sta molto bene). Stendere la crema pasticcera sulla frolla.
  3. Tagliare le pesche sciroppate a fettine sottili. Arrotolare una fettina e disporla sulla crema. Disporre via via tutto intorno altre fettine di pesca sino ad ottenere una rosa. Procedete in maniera simile creando altre rose su tutta la superficie della crostata.
  4. A piacere riempire gli spazi “bianchi” con delle fragole tagliate a cubetti o altra frutta fresca che crei un contrasto di colore (passatela prima nello sciroppo di conservazione delle pesche per evitare che si ossidi).
  5. Decorare infine con delle foglioline di menta, sempre lucidate con lo sciroppo delle pesche.

Vi posso garantire che è semplicissimo e non serve una grandissima manualità per ottenere l’effetto che vedete in foto.

Watermark1.525708280142E12.png

Questa crostata è perfetta per la festa della mamma, specie se avete dimenticato di comprarle un mazzo di fiori! Per lo meno le rose di pesca fungeranno da bouquet! E’ anche perfetta per festeggiare un onomastico o per omaggiare le vostre nonne dall’animo chic!

Watermark1.52570850285E12.png

Annunci

Crostata Crema e Amarena di Cle (Black cherry almond and custard tarte)

(English version in the first comment below)

Non so di preciso al Nord, ma qui al Sud, l’accostamento Crema-Amarena è uno dei nostri preferiti in assoluto. Dai pasticciotti leccesi alle zeppole di San Giuseppe passando per il gelato variegato, a noi crema + amarena ci piace!

E ci piacciono anche le mandorle e arrangiarci con quello che c’è in dispensa. Ecco come è nata questa crostata, o meglio, la variante che vi propongo qui, con un tocco di marzapane da smaltire, impastato nella frolla. Non è strettamente necessario utilizzare il marzapane per avere una buona crostata, ma vi darà un tocco di aromaticità e umidità in più che renderà l’esperienza paradisiaca. E poi, con le amarene, la mandorla lega alla grande. Fidatevi di Cle 😉

Ingredienti per una crostata di 26 cm:

Per la frolla al marzapane

  • 400g farina
  • 200g burro
  • 1 uovo e un tuorlo (o due uova piccole)
  • 150g zucchero
  • 100g marzapane (che abbia almeno il 50% di mandorle)

Per la crema pasticcera da forno

  • 300ml latte intero fresco
  • 150g di zucchero semolato
  • 90g tuorli (circa 4)
  • 30g di fecola di patate
  • q.b. di buccia di limone

Per completare

  • 1 vasetto di amarene sciroppate (circa 100/120g amarene sgocciolate)
  • gelatina di albicocche per lucidare (facoltativa)

IMG_20180218_123735.jpg

Procedimento:

Continua a leggere “Crostata Crema e Amarena di Cle (Black cherry almond and custard tarte)”

Crostata di pane e mele con crumble al marzapane –Apple and bread pie with marzipan crumble

Della mia (ormai) mitica crostata di pane e mele vi ho già parlato e riparlato: chi mi segue da più tempo sa già che questa è una delle mie ricette preferite, e che, per quanto povera e rustica, riscuote sempre un gran successo, in qualsiasi occasione io la proponga (dalla cena di Capodanno, al compleanno, passando per le inaugurazioni di parchi giochi!). In foto vedete i pezzi superstiti… non ho fatto in tempo a fotografare la torta intera!!!

IMG_20171028_123723.jpg

E’ una ricetta che ho modificato e personalizzato partendo da una di Montersino, l’ho fatta in diverse versioni, anche adatte a varie intolleranze proponendola senza uova, senza lattosio e addirittura senza zucchero saccarosio.

Questa volta l’ho finalmente provata con il crumble di marzapane così come suggerito nella ricetta di Montersino. Per il ripieno, invece, ho continuato a seguire la mia ricetta che trovo più sfiziosa ed adatta al mio gusto.

Ingredienti (per due crostate di circa 22cm diametro) – Ingredients (for two 22cm baking tin):

  • 650g pasta frolla shortcrust pastry
  • 400g mele a cubetti – chopped apples
  • 50g uvetta – raisin
  • 30g noci e/o pinoli – walnuts and/or pine nuts
  • 30/40g marmellata di limoni (o altra marmellata)  – lemon jam (or other kind of jam)
  • 80g margarina o burro – margarine or butter
  • 160g pane casereccio (con mollica) – bread
  • 80g latte fresco – milk
  • un pizzichino di cannella – one little pinch cinnamon

Per il crumble al marzapane – For the marzipan crumble

  • 120g zucchero – sugar
  • 120g marzapane – marzipan
  • 240g burro o margarina – margarine or butter
  • 320g farina 00 – all purpose flour
  • 5g lievito per dolci – baking

IMG_20171028_123739.jpg

Procedimento (Directions) Continua a leggere “Crostata di pane e mele con crumble al marzapane –Apple and bread pie with marzipan crumble”