Torta panna e cioccolato

Questa è stata la torta “dei bambini” durante l’ultimo compleanno di mia figlia (che mi ha aiutata nella preparazione, a modo suo!), golosa ma non troppo elaborata nei gusti e negli accostamenti. Un modo carino, moderno e decisamente più fresco (grazie alla presenza del formaggio spallmabile) di presentare l’abbinamento classico panna&cioccolato.

La crema è (con qualche variante) quella proposta da Montersino per le mini charlotte di Peccati Mignon. Se pensate di servirla a degli adulti il mio consiglio spassionato è quello di usare una bagna alcolica (decidete voi quale, io vi consiglio quella al San Marzano Borsci) per dare una caratterizzazione di sapore con maggiore appeal. Senza nota alcolica rimane una torta buona, ma, secondo me, con poco carattere!

Per la decorazione ho optato per una cosa semplice, senza troppe pretese ma che comunque risulta simpatico e giocoso, lasciandomi ispirare dai trend moderni delle cream tarte e dele naked cakes. Non ho aggiunto altri topping per consentire ai bambini di mangiarla facilmente.

torta panna e cioccolato2

Ingredienti per una torta di circa 22/24 cm diametro

  • 1 pan di spagna tagliato in tre dischi (oppure savoiardi)
  • 250g formaggio spalmabile tipo philadelphia
  • 250g mascarpone
  • 250ml panna fresca
  • 150g zucchero semolato
  • 100g burro a temperatura ambiente
  • 5g gelatina in fogli
  • 100g cioccolato fondente
  • 50ml latte o panna
  • bagna alla vaniglia oppure alcolica (es. al San Marzano Borsci)

Procedimento:

Questo slideshow richiede JavaScript.

  1. Ammollare la gelatina in fogli in acqua fredda. In un pentolino oppure al microonde scaldare un pochino di panna, quanto basta per sciogliere la gelatina.
  2. In un bricco montare con le fruste la panna, zucchero, la gelatina, il mascarpone, il formaggio, il burro (meno una noce) e lo ottenendo un composto cremoso, facendo però attenzione a non montarlo troppo.
  3. In un’altra ciotola fondete il cioccolato con un pochino di burro, quindi stemperatelo un pochino con 50 ml di panna o latte.
  4. Unite al cioccolato 230g. di composto bianco precedentemente ottenuto. Trasferite i due composti in due sac a poche.
  5. Bagnare il pan di spagna con una bagna alla vaniglia oppure alcolica, quindi creare degli spuntoncini con il sac a poche creando dei cerchi concentrici alternati di crema bianca e di crema nera (se alternate i colori sul bordo otterrete un simpatico effetto scacchiera quando tagliate la torta).

torta panna e cioccolato

Varianti e Suggerimenti:
– Se preferite la crema può essere anche solo patolata. In questo caso potete non aggiungere la gelatina, in quanto non c’è necessità per la crema di mantenere la forma che le darete.
– E’ ottima anche la variante con sola crema bianca (o nera) e pesche sciroppate e bagna al liquore strega
– Essendo praticamente “neutra” potete giocare con tute le bagne che legano bene con il cioccolato, dal caffè, al cappuccino, passando per il cointrau sino al mio amato San Marzano Borsci. Sperimentate, personalizzatela e godetevela! 🙂

Annunci

Giardino di Pesche, il dessert perfetto per l’estate

(English version – with strawberries – here)

Se ve lo state chiedendo, si, questo dolce è una rivisitazione della Giardino di Fragole di Montersino e praticamente è diventata per me un grande classico in estate (e soprattutto per il compleanno di mia figlia in agosto) quando le pesche abbondano e le fragole sono ormai sparite dai banchi della frutta.

giardinodipesche1

Se non conoscete l’originale, si tratta di una mousse alla frutta, alternata con pan di spagna (o savoiardi se non volete del tutto accendere il forno) e sormontata da una gelée allo yogurt. Fresca e particolare, stupirà e delizierà tutti i vostri ospiti.

giardino-di-pesche-layers

L’esecuzione del dolce è articolata, ma se avete già pronto il pan di spagna, non avrete grosse difficoltà. Per esperienza posso dirvi che il passaggio in freezer è utile ma non strettamente necessario (per cui se non avete spazio sufficiente in freezer, potete ugualmente procedere con il frigo).

Le dosi che seguono sono adatte per uno stampo tondo di 26 cm oppure un quadro d’acciaio di 24cm di lato.

Per lo strato di gelée di yogurt e fragole:

  • 250g di yogurt bianco intero
  • 100g di zucchero
  • 6g di colla di pesce
  • 1/2 cucchiaino di succo di limone
  • 1 pesca tagliata a fettine sottili (vanno bene anche le pesche sciroppate)

Per la meringa italiana
(ve ne serviranno 125g di composto finale)

  • 85 gr: di albume (circa tre albumi piccoli)
  • 150gr: di zucchero
  • 30 gr: di acqua

Per la mousse di pesche:

  • 250 g di purea di pesche (fresche, non sciroppate)
  • 10g di colla di pesce
  • 250g di panna
  • 125g di meringa italiana (pesatene 125g dal composto preparato in precedenza)

Per completare la torta:

  • sciroppo di pesche (liquido di conserva delle pesche sciroppate)
  • uno shot di liquore di vostro gradimento a scelta tra limoncello, strega o amaretto
  • 200g di pan di spagna oppure savoiardi (se usate pan di spagna preparato con farina di riso la torta sarà completamente senza glutine)
  • pesche fresche e granella di pistacchi per decorare (facoltative)

Occorrente e attrezzatura:

  • stampo a cerniera
  • fogli di acetato (oppure carta da forno)
  • frullatore ad immersione

giardino-di-pesche

Procedimento:

Nota: La torta va “montata” al contrario, e cioè il fondo della torta durante la lavorazione sarà poi la superficie (la parte bella). Vi consiglio vivamente di montare il dolce su un foglio di acetato o carta da forno ben stesa per avere un effetto liscio sulla superficie del dolce.

Preparare la gelée di yogurt: Mettete in ammollo in acqua fredda la gelatina in fogli (colla di pesce). In una ciotola mescolare lo yogurt con lo zucchero. Quindi scaldate in una ciotolina la gelatina ammollata e strizzata quel poco che basta per farla sciogliere ed unitela allo yogurt.
Preparate lo stampo a cerniera che dovrà contenere la torta, tenendo a mente che dopo che si sarà solidificata dovrete sformare e capovolgere il dolce senza danneggiarlo, soprattutto per quel che riguarda il “fondo” della torta che sarà la parte in vista.
E’ bene perciò foderare sia i bordi che il fondo dello stampo con dell’acetato o della carta da forno. In alternativa potete usare uno stampo in silicone purchè dal fondo liscio e dai bordi alti almeno 5 cm. Ricordatevi di metterlo subito su un vassoio che entri nel vostro freezer, senza inclinarlo.
Sul fondo dello stampo disponete a piacere le fettine di pesca. Quindi versatevi sopra la gelatina allo yogurt appena preparata. Trasferite in frigo o in freezer per far rapprendere, intanto proseguite con la preparazione. Sotto nella foto vedete i passaggi descritti ma con le fragole.

2012-06-03-12-35-30

Per preparare la meringa italiana: In un pentolino versare prima l’acqua e poi lo zucchero (così state certi che tutto lo zucchero si bagna) e mettere sul fuoco. Dovrà bollire e raggiungere i 121°. Se non avete un termometro i 121° sono raggiunti quando prelevando con un cucchiaino un po’ di sciroppo e toccandolo con le dita bagnate in acqua ben fredda, formerete nelle dita una pallina morbida .
Mentre lo zucchero arriva a temperatura, in una ciotola di acciaio (non usate la plastica per la meringa italiana!) iniziate a montare leggermente gli albumi a velocità media. Quindi versate a filo, sul bordo della ciotola (non sulle fruste, altrimenti schizza via) lo zucchero a 121°, mettete le fruste alla massima velocità e montate quasi sino a raffreddamento (circa 40°).
Per maggiori info sulla meringa italiana potete vedere il post dedicato cliccando qui.

Preparare la mousse alle pesche: Mettete in ammollo in acqua fredda la dose di gelatina prevista per la mousse, poi scaldatela nel microonde o a bagnomaria quanto basta per scioglierla. Dissolevete la gelatina nelle pesche frullate. Aggiungete due cucchiai di meringa per dare una consistenza più aerata alla purea, mescolando con una frusta in maniera energica. Quindi aggiungete la restante meringa (tot. 125g) con movimenti delicati dal basso verso l’alto.
Infine unire la panna montata, sempre con movimenti dal basso verso l’alto. Fatto! (ed è ottima così, anche senza il resto della torta, da servire in coppette).

Versate metà della mousse ottenuta sulla gelée di yogurt nello stampo. Adagiate sulla mousse uno strato di pan di spagna o savoiardi imbevuti con la bagna prescelta, versate la restante mousse coprite con pan d spagna o savoiardi (se la mousse è troppo liquida, potete mettere in freezer tra un passaggio el’altro, altrimeni se è abbastanza sostenuta, potete fare tutto in una volta).

Coprire con pellicola e sistemare in freezer per almeno due ore o anche qualche giorno. Quando dovrete servire il dolce, liberatelo dal quadro, capovolgetelo direttamente sul piatto/vassoio che userete per il servizio, e lasciate scongelare in frigo per almeno due ore.
*Nota: congelare il dolce serve proprio per poterlo “maneggiare” e sformare. A temperatura di servizio (+4°C, ossia la temperatura di frigo) ha consistenza cremosa, impossibile da rivoltare o spostare con le spatole!

giardino-di-pesche-11

Ulteriori accorgimenti e consigli:

  • Potete utilizzare la mousse alle pesche senza fare anche la gelée di yogurt, per dei bicchierini o un “tiramisù” (passatemi il termine per indicare un dolce stratificato con savoiardi).
  • Evitate di utilizzare la pellicola per foderare il fondo dello stampo. Per quanto possiate tirarla e stenderla si formeranno sempre delle grinze antiestetiche. Vedete foto sotto.
  • Se non avete un frullatore ad immersione, va bene anche utilizzare un normale robot da cucina o tritatutto a corda (es. Turbo chef della Tupperware). Anche se la frutta rimane a pezzettini il gusto non sarà compromesso e l’aspetto resta comunque piacevole alla vista. Sotto nella foto vedete le due texture. Quella non frullata l’ho usata per farcire una torta di compleanno estiva (tema Frozen!).

Beh… Che ne dite? Era un po’ che non vi davo una ricetta articolata e un pochino più impegnativa. Ne sentivate la mancanza, dite la verità! Spero vi sia piaciuta e che possiate provarla prima che l’estate finisca, approfittando del tempo libero delle ferie, magari proprio per festeggiare ferragosto.

Se questa ricetta ti è piaciuta, condividila con i tuoi amici

Inoltre potrebbero interessarti anche queste di seguito:

Crostata con gelatine di frutta (L. Montersino)

quadro d'autore

P1010015

La torta giusta per la festa della mamma (Mother Day Perfect Cake)

Non ho una foto decente di questa torta e non ho tempo per rifarne un’altra in tempo per la festa della mamma, ma dopo averla mangiata domenica con mia madre, mia nonna e la mia bimba in pancia non ho avuto dubbi: era la torta da proporvi per dire alle vostre mamme quanto le amate. Se le avessi dato la forma giusta, l’avrei chiamata “Cuore di Mamma“. Sarà per la prossima replica (penso molto presto, prima che le fragole lascino i banconi del fruttivendolo!).
I have to apologize: I have not a good pic of this cake, but I want to share with you the recipe on time for the Mother Day, since this is the perfect cake to celebrate your beloved mommy! As soon as I prepare it again (very soon) I will make it in an heart shape, so I can give it the right name: Mom’s Heart Cake <3!

torta cuore di mamma

A dirla tutta la ricetta nasce come rimedio a due mezzi flop. Innanzi tutto la base: in origine era un sorbetto mal riuscito, poi diventato un delizioso plum cake con dentro frutti di bosco frullati. :O
Il secondo flop è stata la Camy Cream, poi tramutata in qualcosa di davvero speciale! La camy cream è stata una grandissima delusione. L’ho provata perché mi serviva consumare del mascarpone e volevo una bella crema bianca per creare un contrasto cromatico. Ma io non ho trovato che fosse tutta questa bontà che si dice in vari blog. Così tanto l’ho modificata e personalizzata per renderla piacevole al mio gusto (ho raddoppiato la dose di latte condensato ed aggiunto del liquore alle ciliegie) che la delizia che ne è venuta fuori merita un nome diverso: la Cle-Cream! 😀
Onestly the recipe came from 2 flops! The first was a red fruits sorbet which was too much sour so taht nobody wanted it and I tried to turn into a cake… A delicious plum cake! I assure you!
The second flop regards the Camy Cream! Everyone seems to like and love it! I didn’t! I modified so much the recipe that I have to call this cream with a new name: the Cle-Cream!

Quindi se avete intenzione di prepare la Camy Cream per la prima volta e vi fidate della Cle, quantomeno munitevi degli ingredienti per correggerla! 😉 Poi magari vi piace nella versione “classica” e pace. A me non ha detto assolutamente nulla di nulla!
So… if you trust me and are going to try the Camy Cream, be ready to follow both recipes: the classic ones (you can find it in any blog) ant the Cle ones! You will choose the best one!

Ma passiamo alla ricetta di questa torta cremosissima, rossa come l’amore e buona come il cuore di tutte le mamme! Tanti auguri e tanti baci dalla vostra affezionata e prossimamente mamma, Cle.
Stop chatting! Go to the recipe of this creamy red cake, rich and good as any mother’s heart and love! Happy mother day to all your mommies and to the mothers to be… like me! 🙂

Ingredienti – Ingredients:

per la torta ai frutti di bosco for the red fruits plum cake
280g frutti di bosco congelati
(o se preferite fragole, fresche o congelate)
frozen red fruits
1 vasetto di yogurt alla vaniglia (o ai frutti di bosco) 125g vanilla flavoured yogurt
3 uova eggs
180g zucchero semolato sugar
120ml olio di semi di arachide peanuts seeds oil
250g farina 00 all purpose flour
50g fecola (o altra farina) potato starch (or more flour)
1 bustina di lievito baking (4 tsp)
2 cucchiai di zucchero al velo colorato rosa (facoltativo) tbs red coloured icing sugar
per la Cle-Cream for the Cle-Cream filling
250g mascarpone mascarpone (or double cream)
1 70g latte condensato (1 tubetto) evaporated milk
200ml panna vegetale già zuccherata (o panna fresca) sweetened cream
per completare il dolce to complete the cake
250g fragole (+ altre per la decorazione) strawberries (+ more for the decoration)
1 limone lemon
4 cucchiai di zucchero tbs sugar
4 cucchiai di liquore alle ciliegie tbs cherry liqueur

torta cuore di mamma1

Procedimento – Directions

1. Preparare il plum cake ai frutti di bosco: frullare i frutti di bosco con una parte dello zucchero e lo zucchero a velo colorato (se non lo avete omettetelo, serve solo a rendere un po’ più carico il colore). Trasferite il tutto in una ciotola e aggiungere gli altri ingredienti liquidi mescolando il tutto con le fruste (se avete il Bimby  o Cuisine Companion, potete fare tutto nel boccale).
Aggiungere quindi la farina setacciata, il restante zucchero, la fecola ed il lievito. Mischiate bene il tutto quinti trasferite il composto in uno stampo di 24cm diametro (o due stampi da plum cake) e cuocere a 180 per 45 min. (vale la prova stecchino).
Se volete giocare d’anticipo la base, una volta cotta, può essere tranquillamente congelata.
Prepare the plum cake: blend the frozen red fruits with some sugar. Then Mix to combine all the wet ingredients in a bowl and add the powders (flour, starch, sugar).
Combine until everything is smooth, pour in a pan and bake for 40 min at 350°F (test the cooking with a thoothpick).
Should you want, once baked, the cake can be frozen. It is delicious also at it is.
Should you have one, you can bake the cake in an hearth shaped cake pan.
2. Mondare le fragole, tagliarle in quarti (o a metà se sono piccoline), irrorarle con lo zucchero ed il succo di limone e lasciarle macerare per una ventina di minuti, in modo che tirino fuori un po’ di succo (che userete per bagnare il dolce). Cleanse the strawberries and cut in half. Squeez on them a lemon, add 4 tbs of sugar and let them rest for 30 min so that you will obtain a bit of juice.
3. Per la Cle-Cream: In una ciotola con le sponde alte versare la panna, il mascarpone e il latte condensato e montare con le fruste. Aggiungere poco per volta anche il liquore (potete variarne la quantità secondo il vostro gusto). For the Cle-Cream: in a large bowl combine mascarpone, cream and evaporated milk and whip alltogheter. Add some cherry liqueur to taste.
4. Assemblare il dolce: Tagliare il plum cake a fette (eventualmente eliminare i bordi marroni) e disporlo in una pirofila (oppure se preferite la versione torta, tagliare la torta in due ).
Versare sulle fette di plum cake metà delle fragole con il loro succo che userete come bagna. Coprire con la Cle Cream. Coprite con altre fette di plum cake (o con la parte superiore della torta) e ancora con le fragole e la Cle-Cream.
Secondo me la torta mantiene un effetto più scenografico se non si ricoprono i bordi completamente con la crema, lasciano a vista la stratificazione. Se volete però ricoprire interamente il dolce, potrebbe esservi necessaria una doppia dose di crema.
Assemble the cake: cut in slices the plum cake and cut away the browned edges, if any. Create a layer with the cake on the serving pan, pou some strawberries with their juice and cover with the Cle-Cream. Go on untill all the ingredients are used.
Finish with the cream and decorate with some fresh strawberry.
Should you want to cover all over an heart shaped cake, you might want to double the cream dosage. However I think it looks better if you can see all the layers.

Buona festa della mamma! ❤

Potrebbero interessarti anche:

chocolate rose cake giardino di fragolepina colada cake Crostata cioccolato e arancia