Tranci di Salmone al forno (o nella friggitrice ad aria) facili facili

Devo essere onesta: l’apertura di un supermercato Lidl nella mia città sta contribuendo a migliorare la qualità della mia vita, anche con piccole cose, come il poter trovare tagli di pesce di qualità discreta già sfilettati e sporzionati, al banco dei freschi, come ad esempio i tranci di salmone. Diversamente, dato che finirei con il mangiarlo solo io, mi sento sempre un po’ in soggezione ad entrare in pescheria e chiedere giusto una porzione di pesce (da dover poi anche organizzarmi per consumarlo in giornata.

Per farla breve, il mio consumo di pesce settimanale sta aumentando e anche la varietà.

Vi propongo una maniera semplice ma gustosa per preparare dei tranci di salmone al forno, con qualche accorgimento per lasciare la carne umida e succosa. Potete consumarli così come sono come secondo, accompagnando con il contorno che preferite, oppure sbriciolare in una insalata, o ancora potete utilizzarlo come base per delle polpette di salmone (ricetta in arrivo a breve).

In realtà non serve nemmeno che vi dia le dosi per questa ricetta, giusto il procedimento!

salmone-al-forno

Cosa serve per cuocere il salmone al forno

Avrete bisogno di pochi ingredienti (le dosi sono a gusto e/o in base anche al vostro piano alimentare se siete a dieta):

  • tranci di salmone (circa 100/120g per porzione)
  • burro fuso oppure olio di oliva q.b.
  • succo di un limone (o mezzo se preparate meno porzioni)
  • aglio (fresco schiacciato o in polvere, io preferisco la polvere)
  • prezzemolo e/o aneto o erba cipollina
  • sale e pepe q.b.

Come preparare il Salmone al forno

  1. Sistemate i tranci di salmone su una teglia ta forno o una pirofila leggermente unta oppure rivestita di carta da forno (se usate la friggitrice ad aria, coprite il fondo del cestello con stagnola o carta da forno).
  2. Create una emulsione con il burro fuso (o l’olio) il succo del limone, l’aglio, sale e pepe. Spennellare generosamente il condimento sui tranci di salmone. Cospargere con le erbe di vostro gradimento.
  3. Infornate e cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 15 minuti. Guarnite con erbe fresche e gustate con il vostro contorno preferito.
salmone-al-forno

Per una cottura perfetta del Salmone:

Per essere certi di non cuocere troppo carne o pesce vi consiglio vivamente l’acquisto di un termometro a sonda: mai più carni secche e stoppose, nè timore di non aver cotto correttamente il cibo.

Per il salmone, le temperature da tenere a mente sono le seguenti:

  • Fino ai 43 °C il salmone è praticamente crudo.
  • Tra i 43 e 52° avrete una cottura media (noterete al centro un colore diverso, come accade nelle bistecche a sangue)
  • Tra i 53° e i 60° avrete una cottura ottimale. Io preferisco la cottura “completa” a 60° con carne che è di colore uniforme all’interno ma che conserva ancora umidità e succhi.
  • Sopra i 61° il salmone risulterà stracotto ed inizierà a diventare secco e stopposo man mano che la temperatura aumenta.

Tenete a mente questi range di temperatura anche nel caso in cui dobbiate rigenerare il salmone cotto dopo lo scongelamento.

Se vedete dei coaguli bianchicci sul salome è tutto normale: sono proteine coagulate (albumina, come il bianco dell’uovo).

Per questa preparazione mi sono ispirata a questa ricetta di Downshiftology dove potete vedere anche le fasi della preparazione passo passo. Il video è in inglese ma i passaggi comprensibilissimi anche solo guardando il video.


Se questa ricetta ti è piaciuta, prova anche

Nuggets di pollo in pastella (con ingrediente segreto!)

Vi avevo lasciati un anno fa con una ricetta a base di pollo, ritorno con il pollo! Tra un pollo e un altro pollo cosa è successo? Per le chiacchiere non culinarie vi rimando a post precedente.

Ora parliamo del mio ultimissimo esperimento riuscito! I nuggets di pollo, ovvero il pollo fritto in pastella, molto simili nel gusto a quelli del Mc Donald.

Oddio, non che sia una fan dei Nuggets, preferisco la croccantezza del Mc Chicken (la cotoletta, per intenderci) ma ai miei figli piacciono, e siccome in casa il pollo si fa spesso, soprattutto in versione straccetto panato e cotto nella friggitrice ad aria (se ti interessa, trovi anche questa videoricetta in fondo al post), da tempo stavo cercando il modo per ricreare per loro il gusto dei Nuggets.

All’assaggio i nuggets a me ricordano molto il pollo in brodo, ma quando ho provato a usare pollo pre-cotto in brodo invece del pollo crudo il risultato non è stato granché e i miei figli lo hanno bocciato.

Poi l’illuminazione!

Volete sapere quale è l’ingrediente segreto che ho usato nella pastella? Scopritelo nella ricetta.

Pollo-fritto-in-pastella

Nuggets di pollo in pastella

Ingredienti per fare i nuggets di pollo

  • 500g petto di pollo
  • 1 uovo
  • 150g farina per fritti (io ho usato la Loconte)
  • mezzo bicchiere d’acqua fredda (possibilmente gasata)
  • un pizzico di sale e pepe
  • un pizzico di dado granulare (l’ingrediente segreto!)

Come fare i Nuggets di pollo

  1. Tagliate il pollo in straccetti spessi circa 1 cm o della dimensione che preferite (io preferisco la forma allungata);
  2. Preparate la pastella mischiando in una ciotola un uovo, 100/150g di farina (se usate farina normale e non specifica per fritture, aggiungete anche 1/4 di cucchiaino di lievito istantaneo non vanigliato). Aggiungete acqua fredda gasata quanto basta per ottenere un composto colante ma ancora piuttosto denso e spesso.
  3. Insaporite la pastella ottenuta con un pizzico di sale e pepe e un pizzico di dado granulare, vegetale o di pollo. Questa aggiunta è fondamentale se volete ottenere un sapore molto simile a quello dei Mc Nuggets.
  4. Scaldate dell’olio di semi in una padella abbastanza larga, aiutandovi don delle pinze da cucina o una forchetta, immergete uno alla volta gli straccetti di pollo nella pastella, e poi nell’olio. Rigirate a metà cottura.

Consigli e suggerimenti

(contenuto extra riservato agli abbonati o a chi effettua una donazione spontanea):

Per effettuare una donazione e sbloccare i contenuti premium clicca sui pulsanti sotto. E’ richiesto l’inserimento dei dati della carta di credito, processati direttamente da WordPress a cui io non potrò avere accesso. Se preferisci usare PayPal, puoi effettuare una donazione tramite Patreon.

  • Se usate petto di pollo congelato …,
  • Evitate di …
  • Potete aggiungere anche …
  • Prima di …
  • Per mantenere la carne de pollo succosa controllate la temperatura ...
  • Se la crosta esterna vi sembra troppo scura …
  • Se volete cuocerli nella friggitrice ad aria

Se avete la friggitrice ad aria, potete provare una versione più speedy degli straccetti, come mostro in questo video:

Hamburger di Cannellini

Click here or scroll down for the English version: https://lericettedicle.com/2020/04/22/hamburger-di-cannellini/2/

Avete mai provato gli hamburger di legumi? Beh se non lo avete ancora fatto, dovreste: sono semplicissimi da preparare, gustosi ed anche un modo diverso per proporre i legumi nel menù settimanale, specie se si hanno bambini.

Oggi vi propongo questi hamburger di fagioli cannellini: squisiti e semplicissimi da preparare! Li vorrete mangiare ogni settimana. E’ una ricetta vegetariana, con le opportune sostituzioni può essere anche vegana e/o senza glutine.

Come fare gli hamburger di fagioli cannellini

Ingredienti: un vasetto di cannellini cotti, un albume, prezzemolo, aglio, sale e pangrattato quanto basta
(per una versione vegana puoi omettere l’albume, se sei intollerante al glutine usa pangrattato senza glutine o cornflakes polverzzati)

In una ciotola schiaccia con una forchetta i fagioli ben sciacquati dal loro liquido di conservazione, aggiungi prezzemolo, aglio in polvere (o altri aromi a tuo piacimento, sale e pepe secondo gisto. Aggiungi un albume per compattare e uno o due cucchiai di pangrattato quanto basta per ottenere un composto asciutto ma comunque non troppo secco.

Cospargi sul piano di lavoro o su un foglio di carta forno del pan grattato. Stendi il composto in uno strato uniforme di circa 1 cm e ritaglia con un coppapasta dei dischi di circa 10 cm di diametro (oppure usa una pressa per hamburgher, avendo però sempre cura di cospargere con pangrattato per facilitare la formazione degli hamburgher ed il loro distacco dalla forma o dal piano di lavoro).

Cuoci in padella con un filo di olio a fiamma media, facendo rosolare da entrambi i lati

Servi con una insalata fresca.

Se ti è piaciuta questa ricetta con i legumi potrebbero interessarti anche:

Go to the English version of this recipe: https://lericettedicle.com/2020/04/22/hamburger-di-cannellini/2/

Continua a leggere…

Carbonara Day: celebrato in diretta streaming su Facebook

Ieri nel Carbonara Day, ho fatto una follia: ho preparato in diretta streaming uno dei piatti più insidiosi della cucina romana e italiana: la Carbonara, cercando di attenermi ai sacri canoni dei primi romani, che trovate enunciati di seguito:

decalogo carbonara

I più attenti di voi avranno notato che in questo blog manca la carbonara e questa è stata una scelta ben precisa: non volevo addentrarmi in un terreno insidioso se non con una perfetta esecuzione. L’unica “carbonara” che ho postato è stata quella dichiaratemente finta perché senza uova, ma comunque rispettabile!

Mi sono allenata e tanto sulla carbonara, ma, devo ammetterlo, a suon di pancetta, che il guanciale non è proprio semplice reperirlo fuori dal Lazio.

Il risultato delle mie esercitazioni è stato molto più che soddisfacente, ma tanto e tale è la mia sindrome dell’impostore (anche se cucino da quando avevo 8 anni ed ho 30 anni di esperienza alle spalle, davvero!) che… non l’ho nemmeno mai fotografata la mia carbonara, perchè è sempre stato qualcosa verso cui ho espresso un vero e proprio timore reverenziale, temendo che quello che piace a me sia in realtà inaccettabile per i puristi o non catalogabile al 100% come carbonara (e in tema di carbonara: o lo sei al 100% oppure non lo sei, lo sappiamo!)

Per cui, l’essermi buttata nella preparazione in diretta della carbonara è stato davvero un salto fuori dalla mia comfort zone. Apprezzatelo questo! 😀

Sarà venuta? si/no? Guardate il video e lo scoprirete!

La foto ieri non sono riuscita a farla per cui mi è toccato rifarla! Ed eccola qui!

Carbonara-perfetta

Questa volta, per ottenere questo splendido risultato ho fatto come al mio solito e non come in video: ho mantecato la pasta nella pentola di cottura della pasta e non nella padella del guanciale. Prima di mettere l’uovo ho messo il formaggio così da abbassare un pochino di più la temperatura… Ed eccola qui, splendida splendente, senza effetto frittatina ma con la crema di Tuorlo.
Mi sono pure concessa un pizzico di pepe. Tiè! (Domani starò male, ma ne è valsa la pena)

Fiesta Cake Pops

Vi ricordate le mie brioches senza tuppo? Beh… Il sapore era molto buono (simile proprio alle brioches da bar) e non mi andava proprio di buttarle, tanto peggio in un periodo di restrizioni e difficoltà a reperire gli ingredienti al supermercato come questo.

Ci ho fatto dei cake pops davvero squisitissimi e devo assolutamente condividerli con voi.

Ora, non vi chiedo di fare la mia stessa ricetta di brioches solo per ridurre il tutto in briciole. Allo scopo potete usare un pan di spagna venuto troppo secco, merendine prossime alla scadenza che ai vostri bambini non sono piaciute, del pan brioche non più fresco… Insomma: é una idea di riciclo (piacerà molto alla mia amica Paola Bortolani!). Credo la moda dei Cake Pops si sia diffusa in America in concomitanza con il boom delle torte decorate, magari proprio per l’esigenza di recuperare le parature delle torte sagomate.

Le mie brioches erano aromatizzate al rhum e arancia ed il sapore finale, abbinato al cioccolato della copertura, ricordava molto quello delle Fiesta Ferrero. Da qui il nome che ho dato a questi Fiesta cake pops.

Provateli! Sono irresistibili! Sono una idea carina per regalarvi un innocuo peccatuccio di gola dopo cena oppure da offrire in un pomeriggio di te con quelle amiche sempre a dieta (appena finisce la quarantena). O ancora sono una idea sfiziosa per un pacchettino goloso da regalare sotto le feste!

Fiesta Cake Pops

Ingredienti per circa 8 Fiesta cake pops

  • Due tazze (circa 500ml di volume) di brioche o pan di spagna sbriciolato finemente
  • Un cucchiaio colmo di confettura di albicocche o marmellata di arance
  • Un cucchiaino di rhum o Cointreau
  • Cioccolato 75% per la copertura

Come fare i cake pops

  1. In una ciotola mischiare le briciole di pane di spagna con un goccio di rhum e un cucchiaio di marmellata. Attenzione perché vi serve meno marmellata di quello che potete pensare per poter avere delle palline compatte che mantengano la forma e/o si reggono sugli stecchi. Non aggiungete tutta la marmellata, tenetene un po’ da parte in modo da usarla solo se realmente necessario.
  2. Lavorate il composto con le mani compattando il più possibile. L’impasto deve essere dalla consistenza della pasta frolla cruda.
  3. Aiutandovi con un cucchiaio da dosaggio (15ml) prelevate sempre la stessa quantità di prodotto e arrotolatelo tra i palmi delle mani.
  4. Fondete il cioccolato al microonde e aiutandovi con uno stecchino ricoprite i cake pops.
  5. Decorate a piacere con zuccherini.

Deliziosi. Finiscono in un baleno.

E voi? Avete mai fatto i cake pops? Li avete mai assaggiati? Vi stuzzicano come idea per un buffet o per dei regalini golosi? Scrivetelo nei commenti, poi proveta anche queste ricette

Ovetti-ripieni-di-panna-cotta

10 ricette dolci e salate che puoi fare assemblando roba pronta del supermercato (e fare lo stesso un fi-gu-ro-ne!)

Vorresti partecipare alla mia gara culinaria che premia chi testa più ricette, ma le padelle ti sono nemiche? Non c’è problema! Forse non sai che in questo blog ci sono tantissime ricette che puoi realizzare semplicemente mettendo insieme roba pronta del supermercato. Ebbene si! sono sicura che almeno una farà al caso tuo.

Ecco 10 gustosissime ricette che puoi preparare assemblando roba pronta del supermercato

Ne puoi ricavare un intero menù e regalarti una serata speciale anche in quarantena!

Crostata alla frutta per negati

Occorrente: pasta frolla pronta, crema pasticcera pronta, frutta fresca o sciroppata.

Io l’ho preparata alla classica maniera, ma nessuno vi rimprovererà se usate basi pronte. La decorazione con le roselline la ottenete con fettine sottili di pesche sciroppate.
Più info cliccando nella foto in basso

crostata alla frutta

Ovetti ripieni di panna cotta

Occorrente: ovetti di cioccolata, preparato per panna cotta, latte, coloranti alimentari

Si avvicina Pasqua e con molta probabilità ci toccherà passarla ancora in casa. Allietate i bmabini con questi simpatici ovetti. Abilità richieste pochissime! Più info cliccando nella foto sotto.

Ovetti-ripieni-di-panna-cotta

Rotolo di insalata russa supersemplice

Occorrente: pane per tramezzini, maionese, giardiniera, piselli cotti a vapore

Questa è una chicca! é un mio adattamento superfurbo di una ricetta di Montersino. Lo preparo ad ogni festa! Va a ruba. Più info cliccando nella foto in basso.

rotolo-insalata-russa-semplicissimo

Crudaiola Fumé

Occorrente: Pasta, speck, rucola, scamorza, pomodorini, aglio

Almeno la pasta la volete cuocere? Al dente, mi raccomando. Poi fateci una crudaiola fumè: squisita e più insolita rispetto alla classica pasta alla checca. Più info cliccando sulla foto in basso.


Millefoglie in bicchierino

Occorrente: Pasta sfoglia già pronta, crema pasticcera e crema al cacao (o nutella) già pronte

Come per la crostata, nessuno si accorgerà (nè offenderà) se la preparate con basi già pronte. Una idea carina per rallegrare il partner o i figli durante la quarantena. Più info cliccando nella foto in basso

millefoglie in bicchierino

Pizza Parigina

Occorrente: Pasta per la pizza già pronta (lievitata), pasta sfoglia, pelati, mozzarella, prosciutto

Golosissima, filante, buona… Se vi mancano gli street food, dovete prepararla stasera stesso! Basta pochissimo! Più info cliccando nella foto sotto.


Dip di cannellini e pomodori secchi

Occorrente: Cannellini già cotti, pomodori secchi sott’olio, aglio, erba cipollina, limone, aceto balsamico

Se siete amanti dell’hummus o dei cibi vegani, questa vi conquisterà. Una Dip in cui intingere crostini e verdure a base di fagioli cannellini. Precotti, ovviamente! Più info cliccando nella foto in basso

Dip-cannellini-pomodori-secchi

Farro al pesto

Occorrente: Farro cotto al vapore, pesto, feta, pomodorini, erba cipollina

Fresca, leggera, estiva. Una insalata di farro che non potete non provare. Più info cliccando nella foto in basso


Tagliatelle con Salsa di noci

Occorrente: tagliatelle, noci, mascarpone, panna, maggiorana (oppure salsa alle noci già pronta).

Questa la dovete provare al più presto e rifare non appena finisce la quarantena e potrete invitare ospiti a cena. Completate pure il menù con le ricette che seguono: sarete delle super padrone di casa! Più info cliccando sulla foto in basso

Conetti di Salmone Capricciosi

Occorrente: Salmone affumicato, maionese, giardiniera , pisellini cotti, (oppure insalata russa), sottilette, panna

Più furbo di questo antipasto, non si può. Più info cliccando nella foto in basso


Insalata con noci e pancetta

Occorrente: songino, formaggio, pancetta

Dovete solo tostare la pancetta in padella… Per i più arditi, accompagnate con i grissini di sfoglia che seguono. Più info cliccando nella foto in basso


Grissini sfogliati

Occorrente: Pasta sfoglia, speck, formaggio grattugiato, semi di papavero, semi di sesamo

Croccanti e fragranti. Semplici…che volete di più? Più info cliccando nella foto in basso


Direi che già solo con questa raccolta di ricette super semplici e zero stress potete gareggiare e magari vincere la gara culinaria. In palio per voi prodotti Tupperware e libri di cucina.

Info cliccando sulla foto in basso.

10 Dolci semplici da fare senza attrezzature da cucina

Siete costretti a casa, vi viene voglia di dolce ma non avete grandi attrezzature! Ho una buona notizia per voi: ci sono tantissime ricette di dolci deliziosi che non richiedono molto più che una ciotola, un cucchiaio e una frusta a mano per poter essere realizzati.

Bavarese allo yogurt e fragole

Il primo dolce in cui ho provato a usare la gelatina in fogli e magari anche la vostra. Rifatta decine e decine di volte. Non stanca mai.

Bavarese-yogurt-fragole

Cheesecake Brownies

Attenzione: Crea dipendenza! Se non potete invitare amini sarà un duro banco di prova per l’autocontrollo.

Cheesecake-brownies

Crostata ricotta e cioccolato

Di grande effetto, di grande gusto ma semplice da realizzare.

Crostata-ricotta-cioccolato

Sbrisolona Sacher

Con quest fate un figurone anche in un’occasione speciale. Ma non richiede nessuna attrezzatura speciale. Alla portata di tutti e piacerà a tutti.

sbrisolona-sacher-crumble

No Bake Oreo Cheesecake

Questa potete farla con i bambini e saranno loro ad amarla di più (senza limiti di età).

no-bake-oreo-cheesecake

Crostata morbida cocco e lamponi

L’ho rifatta proprio oggi! Sempre un piacere riscoprirla e non richiede grande maestria!

crostata-morbida-lamponi-e-cocco

Lemon bars

Per far divertire i bambini nella decorazione oppure semplicemente spolverati di zucchero a velo. Sapore superlimonoso. E’ una ricetta americana , per definizione ultra semplice.

lemon-bars

Crostata Ananas E Crema Cotta

non vi servono grandi attrezzature ma con questa crostata imparate alcuni segreti di pasticceria! ;D Nessun crostata sarà più come prima

crostata-ananas

Salame (o tartufini) al cioccolato

Cioccolato da smaltire ne abbiamo? Pronti con un salame al cioccolato (o i tartufini) il più amato dai bambini di ogni età.

salame-al-cioccolato

briciole di Limone

Croccante e comunque elegante. Almeno una volta nella vota la dovete provare. Squisita.

briciole-di-limone-lemon-crumble

Hai scelto il dolce giusto per te? Perfetto allora! Preparalo oggi stesso e… partecipate alla piccola gara culinaria che ho ideato per rinfrancarci durante la quarantena. Per info clicca sulla immagine in basso.

Fluffy Pancakes

Pare che il 25 febbraio sia stato il 2020 pancake day, il che significa che per una volta sono stati quasi tempestiva nel preparare (e pubblicare) la ricetta giusta il giorno giusto. Nulla di pretenzioso, e sicuramente perfezionabili,ma un modo dolce e piacevole di cominciare la giornata.

Non sono amante dei pancakes ma quando ho visto la video ricetta di Fatto in Casa da Benedetta la scorsa notte (insonne) ho deciso di provarli a fare la mattina stessa, anche perché gli ingredienti sono sempre a disposizione di chiunque: uova, farina e zucchero!

Vi lascio ricetta e video ricetta ed aspetto i vostri commenti se mai lo proverete o li avete già provati.

Ingredienti per 3 o 4 pancakes

2 uova (separate)
25 g zucchero
40g farina
20g latte
aroma a piacere
burro per ungere la padella

procedimento per i fluffy pancakes

  • Separare gli albumi dai tuorli
  • Montare gli albumi a neve con lo zucchero
  • A parte sbattere con una forchetta i tuorli insieme al latte
  • Unire in due tempi all’albume i tuorli alternati alla farina.
  • Scaldare una padella leggermente unta (pulite l’eccesso di unto con carta assorbente). con un mestolino create dei mucchietti di impasto come mostrato nel video. Inumidire la padella con due cucchiai di acqua e coprire.
  • Dopo due minuti rigirare i pancakes con un movimento deciso ma delicato. Terminare la cottura, sempre avendo cura di aggiungere acqua e coprire per creare un effetto vapore.
  • Servire con frutta fresca, crema gianduia e/o marmellata.

Buona Colazione!

Fluffy-pancakes

Cavatelli con crema di patate, speck e rucola

cavatelli-speck-rucola-patate

Questa ricetta qualche mese fa è stata una sorta di tormentone su Facebook, veniva postata e ripostata da tutti i miei contatti che fossero un po’ amanti della buona tavola. Quindi ho deciso di testarla e devo dire che merita di essere provata e rifatta. Ma sono anche di parte: come avevo scritto sul post di Facebook, per me, con una fetta si speck, son buone pure le suolette delle scarpe!!!

Vi lascio il video originale di GialloZafferano della ricetta, molto esplicativo, le dosi sono un po’ a occhio. L’unica modifica che ho fatto (dovuta alla dispensa e a nessuna particolare battaglia personale contro la panna!) è stato sostituire la panna con acqua di cottura e formaggini, che ha dato al piatto un aspetto meno cremoso. Sono comunque un ottimo e golosissimo primo piatto.

La devo sicuramente rifare!

cavatelli-speck-rucola-patate

Frittata Fit di albumi e spinaci (vegetariana)

Alzi la mano chi non ha almeno in proposito di rimettersi in riga per davvero. Un applauso a chi è già tornato nei ranghi ed ha ripreso con l’alimentazione ed il movimento ordinari. Ormai sono passate tre settimane dalle feste e dall’inizio dell’anno ed oggi è il Blue Monday, la giornata in cui siamo tristi perchè vediamo infrangersi sugli scogli della procrastinazione i nostri buoni propositi.

Il punto non è certo che i nostri obiettivi dobbiamo raggiungerli entro la fine di gennaio, ci mancherebbe. Ma quanto meno muovere il primo passettino verso l’obiettivo prefissato, quello si.

Che sia questa frittata quel primo passettino?

Trattasi di una “non ricetta” di riciclo che ho messo su per smaltire un po’ di albumi ma che ha ottenuto un discreto successo. Ottima per un regime proteico e/o ipocalorico.

Provatela e vi sentirete un po’ più in linea con i propositi di vita sana, e con un pochino meno di sensi di colpa addosso, tipici di questo terzo lunedì dell’anno!

Frittata di albumi e spinaci (No carb – Vegetariana)

Ingredienti per 4 porzioni

  • 450 g. spinaci (anche congelati)
  • aromi: cipolla, aglio e peroncino
  • 300 ml albumi
  • 2 uova (o altri albumi)
  • 2 cucchiai parmigiano
  • un filo di olio
  • sale q.b.
  • (fcoltativo, per i non vegetariani: pancetta o prosciutto a cubetti)

Procedimento

  1. In una padella (meglio se una girafrittata) rosolare con un filo di olio, aglio e/o cipolla gli spinaci. A piacere aggiungere un po’ di peperoncino e/o pancetta o cubetti di prosciutto cotto. Aggiustare di sale.
  2. A parte in una ciotola mescolate uova, albumi e parmigiano.
  3. Versare il composto di albumi in padella sugli spinaci dopo che si saranno ben insaporiti, cercando di distribuire uniformemente il liquido.
  4. Cuocere per bene da entrambi i lati e servire con un contorno di pomodorini.

Buona sia calda che fredda. Ottima nel vostro lunch box!

Potrebbero interessarti anche