Crostata Cappuccina di Montersino

crostata-cappuccina-montersino

I miei breakfast party sono ormai diventati una specie di tradizione: ogni volta che ho voglia di celebrare un momento speciale con i miei amici (compleanno, cambio casa, acquisto della planetaria da testare!!!), li invito per una domenica mattina a colazione a casa mia! E vedo anche che è molto apprezzata, p di quanto non lo sarebbe un brunch, non solo perchè la colazione è il pasto più amato da noi italiani golosoni, ma anche perché lascia liberi per altri impegni del weekend.

E sono dovuta arrivare alla “terza edizione” del mio breakfast party per provare finalmente la Crostata Cappuccina. Ce l’avevo in mente da tantissimo tempo e finalmente le ho dato in questo buffet la centralità che meritava. Quale poteva essere un dolce più appropriato per giocare il ruolo del pezzo forte in un breakfast party se non una crostata al gusto di cappuccino, appunto!

breakfast-party

La crostata si compone di 3 strati, non troppo complicati da preparare: base di pasta frolla (possibilmente integrale), ripieno di frangipane al caffè e mandorle, e topping di ganache al cioccolato bianco variegata al caffè per completare.

Il risultato: una esplosione di gusto e consistenze nella vostra bocca da farvi desiderare di prolungare la colazione o la pausa te per ore e ore.

E’ stata apprezzata e acclamata da tutti e sappiate che divideva il tavolo con i brownie cheesecake, che quanto a bontà non sono secondi a nessuno.

Vi ho incuriosito abbastanza? Bene: segnatevi la lista ingredienti perché, se vi piacciono i dolci al caffè o alle mandrole. non vi pentirete di averla provata. Parola di Cle.

Ingredienti per la Crostata cappuccina

crostata-cappuccina-montersino

Dosi per due stampi quadrati da 20 cm lato oppure due tondi da 22 cm diametro

pasta frolla

  • circa 600g pasta frolla

Vi consiglio una pasta frolla non troppo dolce e se possibile con almeno una parte di farina integrale. Se non avete una ricetta collaudata provate queste dosi: 300g farina, 100g zucchero, 200g burro a temperatura ambiente, 1 uovo, un pizzico di sale, una punta di bicarbonato)

Per il frangipane al caffè:

  • 190 g di farina di mandorle
  • 190g zucchero
  • 190 g di burro a temperatura ambiente
  • 210 g di uova
  • 35 g di amido di riso o mais
  • 35 g di farina di grano duro
  • 10 g di cacao amaro
  • 10 g di caffè solubile
  • 7 g di caffè macinato

Per la ganache al cioccolato bianco variegata al caffè

  • 500 g di cioccolato bianco
  • 320 g di panna
  • 40 gr zucchero
  • 30 gr burro
  • 5 gr caffè solubile
  • 5 gr colla di pesce ammollata

come preparare la crostata cappuccina

  1. Iniziate preparando la pasta frolla mischiando tutti gi ingredienti fino ad ottenere una palla, che appiattirete e metterete in frigo riposare per circa 30 min.
  2. Nel frattempo preparare il frangipane alle mandorle: Montare il burro morbido con lo zucchero, aggiungere le uova una alla volta, alternandole con gli altri ingredienti miscelati tra loro. Si otterrà un composto morbido e cremoso. Mettere da parte ma non in frigo, altrimenti si solidifica per via del burro.
  3. Stendere la pasta frolla in una sfoglia di 3 mm e foderare due stampi per crostata (fondo e bordi). Bucherellare il fondo e distribuire il frangipane al caffè, lasciandovi un pochino sotto il bordo della crostata.
  4. Cuocere per 40/45 min. a 170° o fino a che facendo la prova stecchino questo verrà via asciutto.
crostata-cappuccina-montersino-step-by-step
  1. A questo punto potete congelare il dolce e terminare con la glassatura al cioccolato bianco il giorno in cui vi servirà.
  2. Preparare la ganache al cioccolato bianco: scaldare metà dose di panna con lo zucchero, versarla poi sul cioccolato tritato e mescolare fino a fare sciogliere il cioccolato (eventualmente date dei colpetti al microonde). Aggiungere la colla di pesce ammollata in acqua fredda e fare sciogliere per bene, quindi unire il resto della panna e amalgamare il tutto (eventualmente servitevi di un frullatore ad immersione, lasciando in questo caso riposare il tutto una decina di minuti per far scomparire le bolle.).
  3. Prelevare due cucchiai di ganache e mischiatele al caffè solubile. Tenere da parte.
  4. Versare la ganache al cioccolato bianco a temperatura ambiebte sulla crostata. Con la ganache al caffè creare dei ghirigori a piacere.
  5. Far riposare (o scongelare) in frigo per un paio di ore almeno prima di servire. Se arriva al giorno dopo è ancora più buona!!!!!
crostata-cappuccina-montersino

Se ti è piaciuta questa ricetta o l’hai provata, fammelo sapere nei commenti, condividila con gli amici e poi prova anche…

Ciambella alle nocciole e caffè (Hazelnut and coffee cake)

L’autunno è il periodo adatto per riprendere a sfornare dolci ed in particolare dolci con la frutta secca. La ciambella che vi propongo oggi è l’ideale per darvi la carica al mattino o coccolarvi al pomeriggio davanti ad una bella tazza fumante di the. Una vera festa per le vostre papille.

L’ispirazione mi è venuta da una ricetta trovata sul blog “Trattoria da Martina” (se ancora non conoscete il suo blog, vi consiglio vivamente di visitarlo), l’ho leggermente modificata per adattarla a ciò che avevo in dispensa (anzi è una ricetta che vi consiglio per smaltire avanzi di mascarpone e/o panna fresca). In più l’ho arricchita con una semplicissima glassa al caffè che, per me, resta il miglior amico delle nocciole. Per la merenda dei bimbi basterà cospargerla, invece, di zucchero a velo come proposto da Martina.

Buoni dolci e buone coccole!

One of the reasons why Fall is my favourite season is that you can treat yourself with a slice of a hazelnut cake and a cup of hot tea or coffee. I assure you this cake is absolutely delicious and quite easy to bake.
<<<Click here for the English recipe.>>>


Ingredienti per uno stampo da ciambella di 22/24 cm

  • 4 albumi montati a neve (oppure 3 uova)
  • 200g di farina 00
  • 50g fecola (oppure altra farina 00)
  • 1 bustina di lievito
  • 250g di mascarpone (oppure panna fresca, non zuccherata)
  • 250g zucchero
  • 70g di pasta di nocciole
  • 1 pizzico di sale
    per la glassa al caffè
  • 125g zucchero a velo
  • Q.b. caffè ristretto
  • Un cucchiaino di caffè solubile
  • Chicchi di caffè (facoltativi)

Procedimento

  • Montate gli albumi a neve. Setacciate insieme la farina, la fecola ed il lievito.
  • Con una fusta a mano o un robot da cucina (volendo anche il Bimby o il Cuisine Companion) mescolate tutti gli altri ingredienti.
  • Incorporate quindi con cura gli albumi alternandoli al mix di farina, fecola e lievito.
  • Imburrate e infarinate lo stampo e versateci il composto.
  • Cuocete a 160° per 40 minuti. Verificate la cottura della ciambella con uno stuzzicadenti.
  • Una volta fredda, preparate la glassa stemperando lo zucchero a velo setacciato con un po’ di caffè ristretto e un cucchiaino di caffè solubile. Versate la glassa sulla ciambella lasciandola colare sui bordi. Decorare a piacere con chicchi di caffè

Ricette simili:

torta nocciole con crema burro e caffè Coffeens - Muffins al caffè torta pan di stelle di Cle

Tartufo bianco semifreddo di Cle (White truffle icecream)

Insegna a Cle come fare il tartufo semifreddo, e lei te lo declinerà nelle varianti da lei preferite! Ve lo ricordate il Tartufo nero semifreddo, quello di Montersino? Lo avete provate? Di sicuro lo avete mangiato un sacco di volte a fine cena in un ristorante. E altrettanto spesso avrete anche gustato (o assaggiato dal piatto del vostro partner) il suo fratellino: il Tartufo bianco al caffè, con quelle dolcissime e croccanti meringhette in superficie. Ta daaaaa
I’m sure that also out of Italy people knows the truffle ice cream, which I made some months ago and that you can find here. I’m also sure that you know either his brother: the withe truffle, cream and coffee flavoured with all the crispy meringues on the top. Do you? Here it is! All made by me!

tartufo bianco (6)

Posso dire la verità? Io preferisco il bianco. Posso dire tutta, tutta la verità? Il bianco fatto con questa ricetta che vi suggerisco non ha concorrenti! Ci pensavo da tanto a come replicarlo, per cui una volta imparato il trucchetto, unisci insieme le basi ed i consigli del maestro Montersino, prova e riprova… eccolo alla fine materializzarsi nel mio freezer e nel mio piatto ovviamente!
May I say the truth? I prefere the white one. May I say all the truth? Mine is the best I ever ate! And now you can make it at home too!

Adatto a tutte le stagioni ma in particolare a quella estiva, visto che non occorre nemmeno accendere il forno. Lo stampo a mezza sfera non è fondamentale, va bene anche un’altra forma, ma bisogna ammettere che ha il suo bel fascino. Vi do la dose per 12 tartufi, la bella figura è assicurata per qualsiasi occasione, dalla cena impegnativa con il capo a cui chiedere la promozione, alla coccola serale che volete concedervi insieme a vostro marito a fine giornata di lavoro. Provateci anche voi e mi direte.
Evergreen, you can serve from Spring to Winter. It will will always welcome! Your friends will not believe you made them! The recipe is for 12 truffles, great for special dinners and also to cuddle with your husband at the end of the working day. Believe me! Try it!

Ingredienti per circa 12 tartufi (6 cm diametro) – Ingredients for 12 servings

  Per i semifreddi for the ice cream mixture
400g panna fresca (275g+125g) cream (275g+125g)
225g meringa italiana (150g+75g) italian meringue (150g+75g)
90g crema pasticcera alla vaniglia (50g+40g) custard
15g caffè espresso italian style espresso coffee
5g caffè solubile instant coffee
  Per decorare to decorate
200g granella di zucchero o meringhe sbriciolate meringue crumble
q.b. gelatina spray gelatine spray
     
  Per la meringa italiana For te meringur 
85g albumi (circa 2 albumi grandi) egg white
170g zucchero sugar
40g acqua water
  Per la crema pasticcera For the custard
200g latte milk
3 tuorli yolks
15g farina/amido (vedi nota sotto) flour or starch (for a gluten free recipe use rice and cord starch)
60g zucchero sugar
q.b. aroma vaniglia vanilla estract

 

 

02_c

La Cle consiglia: (1) Non fatevi spaventare dalla lista degli ingredienti apparentemente lunga. Sono ingredienti semplicissimi come uova  panna fresca, latte, zucchero…niente di strano! Vi basterà unire insieme due basi che già sapete fare e cioè la crema pasticcera (date le piccole quantità può essere fatta al microonde, e la meringa italiana (anche qui date le piccole quantità può essere preparata alla “svizzera” come spiegato nel procedimento.
(2 ) Se al posto della farina o amido di frumento nella crema pasticcera, utilizzate amido di riso e mais mischiati in egual peso,  il prodotto sarà del tutto Gluten Free (verificate cmq che gli altri ingredienti non abbiano tracce di glutine, come ad es il caffè solubile).

Procedimento – Method :

1. Preparare la crema pasticcera: date le piccole quantità potete prepararla al microonde: mescolate insieme le uova con lo zucchero, la farina e l’aroma, diluite con il latte e mettete in microonde alla massima potenza, per 2 min. Tirar fuori il contenitore, mescolare, cuocere ancora per altri 30 sec./1 min. mescolare ancora e così via fono a che non si sarà addensata. Pronta! Far raffreddare in acqua e ghiaccio. Prepare the custard: should you do not want to prepare more custard than the dosage needed for this recipe, you can cook in in the microwawe, stirring every minute until it is thick enough.
2. Mentre la crema si fredda, preparate la meringa. Data la piccola quantità, vi consiglio il metodo “alla svizzera”: mettete gli albumi in un pentolino con lo zucchero, mettete sul fuoco (o a bagno maria) e scaldate mescolando continuamente con una frusta fino alla temperatura di 60°C. Togliete dal fuoco e continuate a montare con le fruste elettriche sino a raffreddamento. In a similar way, should you do not need more italian meringue (remember that you can also freeze it) you can prepare a swiss meringue: heat the withes with the sugar up to 140°F stirring. Then whip until it cool down.
3. Per il semifreddo alla crema (parte esterna): incorporare 150g di meringa a 50g di crema pasticcera, avendo cura di non smontare la meringa (aggiungete prima un paio di cucchiai alla crema in modo da arieggiarla e poi incorporate il resto con movimenti dal basso verso l’alto. Infine unite 275g di panna semimontata.
Trasferite il composto in un sac à poche e versate il semifreddo negli stampi riempiendoli fino a 3/4.
Now you are ready to prepare the “semifreddo” ice cream. For the cream semifreddo (the outside flavour): gently mix the custard (50g), little by little, with the meringue (150g)and finally the wipped cream (275g).
Pour the mixture in a sac à poche. Fill with it  the half-sphere mold, or other that you like, for 3/4.

tartufo bianco di cle (2)

4. Per il semifreddo al caffè (parte interna): aromatizzare la crema pasticcera con il caffè espresso in cui avrete sciolto quello solubile. Come prima, incorporate nella crema pasticcera (40g) prima la meringa (75g) e poi la panna montata (125g). Trasferite in un altro sac à poche.
Inserite nella cupoletta di semifreddo alla crema la sacca con il semifreddo al caaffè e spremete all’interno del semifreddo bianco, tanto semifreddo al caffè, quanto basta a far gonfiare il tutto sino a raggiungere il bordo dello stampo (vedi figura).
Fatto!
Mettete a rassodare in freezer sino al momento del servizio.
For the coffee semifreddo (inner flavour): Mix the espresso coffee with the soluble coffee, so your semifreddo will hav a stronger taste without using too much liquid! Mix the coffee, little by little, with the custard (40g). Then add the Italian meringue (75g) and finally the wipped cream (125g).
Enter with the sac à poche filled with the “inner flavour” in the mixture already squeezed and squeeze as much semifreddo as to make the “ball” bloat and reach the edge – see the photo
Put in the freezer until serving (min 2 hours to reach the right stage. You can store it in the freezer for 1 o 2 months.

tartufo bianco di cle (3)

5. Al momento del servizio (nota, va servito appena tolto dal freezer) preparatevi in una ciotola la granella di zucchero o le meringhette sbriciolate, staccate i semifreddi dagli stampi, spruzzateli con della gelatina e molto velocemente passateli nella granella in modo che aderisca alla superficie (se non avete la gelatina spray fate sciogliere leggermente la superficie del semifreddo per far aderire la granella almeno sulla sommità). Servite e lasciate tutti a bocca aperta! Prior to serve spray some gelatine and strew with meringue crumble. Serve at freezer temperature. Should you like, you can add some chocolate glaze.

Ed eccolo qua, in tutto il suo candido splendore! Il principe del freddo!

tartufo bianco gelato (5)

E se siete stati bravi con la spremitura al centro (non è difficile, fa tutto la fisica per voi!) ecco come si presenterà ai vostri commensali la sorpresa del doppio gusto non appena affonderanno il cucchiaio in questa sublime leccornia che avranno nel loro piatto. Lo volete rendere ancora più goloso? Accompagnatelo con glassa al cioccolato come se non ci fosse un domani!

tartufo bianco gelato (1)

 


Potrebbero interessarti anche:

biscotto gelato 2012-09-10-08.44.13_thumb2 Lollipop Tiramisù

Girella Tiramisù (Tiramisù swirls)

Buona WeekEnd di Liberazione cari amici! Vi sentite ancora appesantiti dalle festività pasquali oppure come me ancora state combattendo con i chili di troppo lasciati dal Natale e quindi non avete notato molta differenza in questa ultima settimana?! A bocca aperta

I wish you are spending a nice weekend, dear friends. Did you gain some weight during the Easter holydays and thinking about a diet? Or were you still struggle with Christmas wheigt, as I do, and didn’t care so much?!

In ogni caso non aspettatevi una ricettina dietetica! No no! Oggi dolcetto sfizioso, un po’ elaborato ma che merita, merita, merita! Si tratta di una girella al gusto tiramisù, trovata sul mitico Tiramisù e Chantilly di Montersino. Le particolarità sono due: un biscuit rollè sottilissimo e flessibile, e la crema tiramisù al burro. Una bontà indescrivibile. Può essere conservato in congelatore, così non avrete tentazioni intorno, ma un dolcetto di sicuro successo se arrivano amici inattesi. E poi, quelle uova di cioccolato ancora da aprire devono pur essere consumate, no?
However… I said “no!” to light recipe today! Today I present you this amazing Tiramisù roll which I made one year ago and was still waiting to meet you!  The recipe is a bit complex, but you can split the preparation in more days. Please follow a recipe for a thin biscuit rollè, it will remailn moist and will not break itself while you are rolling it. You can find my recipe at this link, but feel free to use another recipe if you feel comfortable with that.

girella tiramisù

Avanti allora, carta e penna e via a fare la spesa!

Ingredienti per 8 persone – Ingredients for 8 servings

300g biscuit rollè sottile (qui la ricetta)  biscuit rollè
250g zucchero semolato  sugar
75g acqua water
140g tuorli yolks
250g burro butter
250g mascarpone mascarpone cheese
1g polpa di bacca di vaniglia vanilla beans seeds
200g caffè espresso italian style espresso coffee
100g cioccolato fondente  chocolate
q.b. cacao cocoa

Procedimento – Method

1. Preparate (anche in anticipo) il biscuit rollè seguendo la ricetta che trovate a questo link. Potete preparare 1/2 dose, in ogni caso l’eventuale avanzo può essere congelato e utilizzato in altre preparazioni. Abbiate cura di mantenervi al di sotto del centimetro di spessore. Prepare (even some day before) the biscuit rollè, high less than 1 cm. You can follow the recipe at this link . Half dosage will suit for this recipe, but you can do the whole dosage and store in the freezer the other biscuit for other preparations.
2. Preparate la base tiramisù pastorizzata (pate à bomb). In un pentolino versate l’acqua con lo zucchero e portate a 121°. Nel frattempo con un frullino o nella planetaria sbattete i tuorli. Quando lo zucchero è arrivato alla giusta temperatura versatelo a filo suo tuorli e continuate a sbattere alla massima velocità fino a raffreddamento (per maggiori dettagli sul procedimento vai alla ricetta base).  Prepare the pate à bomb, it is like the italian meringue but with yolks: Boil the water and the sugar until the “soft ball stage”, While the sugar is cooking whip the yolks. When the sugar is ready puor it in the yolks and continue whipping. Pour the sugar on the side of the bowl. Whip at the maximun speed until it cool down. Fore more info see the whole recipe here.
3. Aiutandovi con le fruste unite anche il mascarpone, i semi di vaniglia ed il burro a temperatura ambiente. Frullate il tutto solo il tempo necessario per amalgamare per bene i vari ingredienti. Se sbattete troppo rischiate che il burro vi si separi (come è successo a me) dando alla crema un aspetto sgranato. Se accade, poco male. Ne soffrirà un po’ l’aspetto estetico ma il gusto rimarrà comunque buonissimo! A piacere unite la punta di un cucchiaino di caffè in polvere. Using the whip, add the mascarpone, the vanilla and then the butter. Whip until all it is smooth, not more, otherwise (as I did) the butter will separe itself and give to the mixture a grained texture (however the taste will be good as well!!!).
4. Componiamo il dolce: Stendere sul pinao di lavoro un foglio di pellicola o carta da forno. Adagiarvi il biscuit rollè già sagomato sui bordi e bagnarlo con il caffè espresso (eventualmente un po’ allungato o zuccherato, io lo preferisco amaro. Aiutandovi con una spatola, quindi, spalmate su tutto il biscuit la crema al burro e mascarpone (con le dosi in ricetta dovreste ottenere due rotoli).  Assemble: put the biscuit rollè, on a baking sheet. Soak it with some coffee (I prefer to not add sugar, but you can add some while it is still hot if you prefer to). Using a spatula spread the butter and mascarpone cream all over the biscuit. You shall obtain 2 rolls.

girella tiramisù

5. Arrotolate il biscuit sul lato lungo, cercando di tenervi ben stretti. Avvolgetelo quindi nella pellicola per alimenti e sistematelo in freezer a rassodare. Può essere mantenuto in freezer anche per qualche settimana lasciando i successivi passaggi al momento del servizio. L’importante è che il rotolo venga tagliato da congelato, in questa maniera otterrete delle fette non schiacciate ed eviterete che il ripieno fuoriesca a causa della pressione del coltello.  Roll the biscuit as thight as you can. Roll it in clingfilm and put in the freezer until it is nice and hard (at least two hours). At this stage the rolls can be storage also for more time (some weeks) and deserve the next steps for the time you will serve them.The important thing is to cut the slices while the roll is still hard: in this way it will mantain its round shape and the cream will not run out under the pressure of the knife.

girella tiramisù

6. Al momento del servizio procedete con la glassatura e decorazione finale. Estraete il rotolo dal freezer, liberatelo dalla pellicola e spennellatelo con il cioccolato fuso (non temperato). Rotolatelo nel cacao, quindi tagliate a fette e servite a temperatura ambiente (a temperatura di frigo il burro renderebbe la crema troppo solida)  At the serving time, remove the clingfilm, melt some chocolate and spread it all over the roll. Rhen sprinkle with some cocoa.Cut in slices and serve at room temperature, otherwise the butter will make the cream a little hard.

girella tiramisù

Il vostro prossimo tiramisù preferito! Parola di Cle! So… let me introduce you… your next favourite Tiramisù! 

girella tiramisù

 


Potrebbero interessarti anche (see also)

One-bite-size Tiramisù Lollipop Tiramisù Tiramisù torronato

 

Diamantini cioccocaffè… buoni anche da regalare! (Choco-coffee cookies)

Manca pochissimo a Natale e spero di avere tempo ed energie nelle prossime ore per mettere a punto la sorpresina che avevo in mente per voi tra un appuntamento dal parrucchiere e del lavoro da completare prima di lunedì! Sono parecchio occupata in questo periodo e non sono riuscita nemmeno nel mio intento di celebrare il blog compleanno della mia stimata “collega” blogger Araba Felice, partecipando al suo giveaway ormai spirato! Ma non voglio comunque perdere l’occasione per mandarle un saluto e una dimostrazione di stima sincera, per la sua gentilezza, il suo non essersi montata la testa per il largo successo avuto, il suo cercare di essere sempre presente nelle risposte e nei commenti… insomma, la conoscete tutti, è Araba, una perla nel mare magnum di Internet! Tantissimi auguri anche se in ritardo!
(Today recipe is another possible gift idea for your yuhmmy Christmas gifts! I’m a little busy in these days but I’m working on a Christmas surprise for you!!! Moreover I want to send my wishes to a friend, Araba Felice for her blog birthday, even if I’m on late! But she is really a special foodblogger, nice, kind, smart… adorable!  Happy Blog Birthday, Araba!)

2012-05-27 13.14.43

Passiamo velocemente alla ricetta di oggi: dei biscotti gustosissimi e sfiziosissimi che vi richiederanno pochissimo sforzo e nessuna particolare manualità pur consentendovi di ottenere dei biscottini molto carini che potranno finire insieme ad altre golosità nei sacchetti golosi che regalerete ai vostri amici. La ricetta è firmata Luca Montersino.
(I have also some “homework” to do prior to come back in the office next monday, so… let’s see the recipe and the tips to obtain these cute biscuits in a really simple and fast way!)

Ingredienti (Ingredients):

  • 500 gr di farina di riso* (rice flour)**
  • 450 gr di burro a t.a. (butter at room temperature)
  • 250 gr di zucchero a velo (icing sugar)
  • 1 uovo e un tuorlo (circa 65g in tutto) (1 small egg and 1 yolk)
  • 60 gr di cacao amaro in polvere (cocoa powder)
    per la finitura to decorate
  • 150 gr di zucchero semolato (sugar)
  • 5 gr di caffè solubile (soluble coffee)

*Nota: la farina di riso può essere sostituita con della farina 00. Tenete conto che la farina di riso tende a dare una consistenza più “molle” all’impasto e qui l’alta quantità di burro serve a dare anche maggiore compattezza all’impasto. Ricordate i muffin cioccopera… beh… sono stati un’evoluzione proprio di questa ricetta!
(**You can use also all purpose flour. Remember that the rice flour will give you a softer dough. Do you remember these muffins… well… they were an evolution of  a too much soft dough obtained with this recipe!!!)

Procedimento (Directions):

  1. Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero. Aggiungete l’uovo quindi parte della farina ed il cacao. Prima di aggiungere la restante farina aggiungete (se necessario) l’altro tuorlo.
    (Mix the butter and the sugar, add the egg, the yolk and the flour with the cocoa.)
  2. Dividete l’impasto ottenuto in porzioni di circa 200g l’uno e formate dei cilindretti della stessa lunghezza, del diametro di circa 2 cm: avendo i filoncini lo stesso peso e la stessa lunghezza, di conseguenza anche il diametro sarà uniforme!
    (Divide the dough in egual weight pieces, and pat each dough piece down into a sausage shape. Since every piece has the same weight, should the “sausages” have the same lenght then they will have also the same diameter too and all your cookies will look the same
  3. Su un vassoio spargete lo zucchero semolato e la polvere di caffè solubile (in foto vassoio gentilmente offerto dalla icookcake) e rotolateci dentro i “salamini” di frolla ricoprendoli completamente.
    (Roll every “sausage” in a mixture of soluble cofee and sugar. Then let them rest in the freezer for an hour)
    2012-05-26 18.38.23
  4. Trasferire i salamini in freezer per almeno un’ora (volendo potreste conservare l’impasto in freezer per qualche settimana). Passato il tempo indicato, estraeteli dal freezer e tagliate dei cilindretti di pasta di circa due centimetri di altezza. L’aver congelato la pasta servirà a non schiacciare i salamini e ad ottenere dei biscotti perfettamente rotondi.
    (Cut the cylinders in 2 cm high pieces: since the dough is cold and hard, you will obtain a perfectly round biscuits!)
    diamantini cioccocaffè
  5. Lasciar stemperare qualche minutino i biscotti prima di informarli, quindi cuocete a 180° per 12/15 min. Se volete regalarli, lasciateli raffreddare completamente prima di trasferirli nei pacchetti.
    (Cook for 12/15 min at 340°F)

Cerchi altre idee per regali golosi? Clicca qui! (Looking for more yuhmmy gift ideas? Click here)

diamantini cioccocaffè


Potrebbero interessarti anche (see also)

biscotti cioccocaffè Coffeens - Muffins al caffè biscottini al caramello - caramel cookies

Mini Tiramisù (One bite size tiramisù)

Non si può dire che non abbia tenuto contenti/e i lettori che prediligono le ricette semplici, veloci, poco complicate e con pochi passaggi negli ultimi mesi. Quindi non voglio sentire lamentele per la ricetta di oggi: Natale si avvicina e c’è bisogno di ricettuzze in grado di stupire i nostri amici, e poi… gli stampi a mezza sfera in silicone della Silikomart che ho donato ad alcuni di voi sono già arrivati a destinazione da un pezzo, avete bisogno di altre ricette/idee con cui utilizzarli, no?
Don’t say I didn’t satisfy the request of “simple” recipes in the last two months, easy, with a few steps, ingredients… I indeed did that and today I don’t want to hear people saing “Oh! another complicated recipe!!!!”. Christmas is coming and we all need spectacular recipes to make our friends and guests just say “oooooooooohhhhhhhhh!”.

mini tiramisù - one bite size tirmisù

Oggi parliamo di Mini Tiramisù: i sapori del tiramisù in formato boccone, naturalmente frutto del genio di Montersino. A proposito di tiramisù… prestissimo un “reboot” della mia storica ricetta “casalinga”, che ha ricevuto complimenti, elogi a più non posso, ed è sempre stato etichettato come “il più buono mai assaggiato” da chiunque lo avesse provato, soprattutto (e so’ soddisfazioni) a quelli a cui ho fatto anche assaggiare le mille declinazioni firmate Montersino!!!! ;D
Today recipe: One Bite Size Tiramisù! The classic tiramisù flavours all in a small size fit your finger! Another Montersino’s recipe! But is coming soon my own personal tiramisù recipe, that my all my friends belove and that was crown ad the king of all tiramisù they have ever eaten, included Montersino’s ones! These are indeed a pleasure for me!!!

Ma passiamo alla ricetta di oggi! Visto che tra una fase e l’altra della preparazione serve il freezer, le parti che compongono il mignon possono essere preparate in giornate diverse ed assemblate solo al momento del servizio. In questo modo avrete dei dolcetti spettagolosi sempre pronti da servire ai vostri ospiti!!! Occhiolino
Please note that the three components of such tiramisù (i.e., shortcrust pastry, mascarpone jelly mousse and coffee gelée) can be easily made in different days and stored in the freezer until you will assemple them. 😉 Here we go!

Con queste piccole delizie partecipo al contest di La cuoca dentro dedicato alla pasticceria formato mini!

Ingredienti – Ingredients:

  • 200g pasta frolla bianca o al cacao – shortcrust pastry
    Per la crema al mascarpone gelatinata – For the jelly mascarpone mousse
  • 90g tuorli (circa 5) (5 yolks)
  • 170g zucchero (sugar)
  • 50g acqua (water)
  • semi di 1/2 bacca di vaniglia (1/2 vanilla berry seeds)
  • 250g mascarpone (mascarpone chees)
  • 250g panna (cream)
  • 7g gelatina in fogli (isinglass)
  • due cucchiai di liquore al caffè o San Marzano Borsci  (2tbs coffee liqueur)
    Per la gelatina al cioccolato e caffè For the choco-coffe gelée
  • 80g caffè espresso (italian style espresso coffee)
  • 80g acqua (water)
  • 100g zucchero (sugar)
  • 75g panna (cream)
  • 25g cacao amaro in polvere (cocoa powder)
  • 12g colla di pesce in fogli (isinglass)*
  • 90g cioccolato fondente ( plain chocolate)
    Per decorare – To decorate
  • 10g chicchi di caffè (coffee beans)
  • oro in polvere per alimenti (gold food coloring powder)

*Sembra tanta, ma la dose è corretta!! Non diminuitela altrimenti il composto rimarrà liquido!
*Maybe the isinglass dosage will seem to you too high. It is not so! 😉

Procedimento – Directions:

    1. Preparare la crema tiramisù: Versare l’acqua e lo zucchero in un pentolino e portare a 121° (se non avete un termometro, lo zucchero è a 121°C quando prelevando un po’ di zucchero con un cucchiaino e immergendolo in acqua ghiacciata otterrete tra le dita una pallina morbida (vedi foto)
      Prepare the mascarpone jelly mousse:Boil the water and the sugar until the “soft ball stage” (more information clicking here)
      cottura zucchero 121° - sugar soft ball
      Se non volete fare la prova della pallina morbida…fate bollire per bene lo zucchero per circa 3 minuti a fiamma viva! Versare lo sciroppo di zucchero ottenuto sui tuorli che avrete già cominciato a sbattere con un frullino elettrico (o in planetaria) in una ciotola di acciaio o di vetro. In foto ho utilizzato il frullino a mano per dimostrarvi che “SI PUO’ FARE”. Il consiglio e di sistemarvi, se possibile, vicino ai fornelli! Non chiedetemi come ho fatto a scattare la foto mentre tenevo con una mano il frullino e l’altra il pentolino!!!
      While the sugar is cooking whip the yolks. When the sugar is ready puor it in the yolks and continue whipping. Do not ask me how I took the picture below… You do not want to know!!!
      pat à bomb
      Unire anche la gelatina ammollata e montare sino a raffreddamento. Otterrete una massa chiara e gonfia (vedi foto).
      Add the isinglass already soaked. and continue whipping. You will obtain a flown and clear mixture.
      Importante: Non aspettate troppo per aggiungere la gelatina, altrimenti farà fatica a sciogliersi (testato!). Dopo aver aggiunto lo zucchero, far mescolare qualche secondo e poi giù subito la gelatina.
      Important: do not wait to much to add the isinglass! Add it just after the sugar. pate à bomb
      A parte montate la panna ed il mascarpone insieme. Quando la montata di uova e zucchero è a temperatura ambiente, pesatene 400g ed unirvi mascarpone e panna montati. Aromatizzare con liquore al caffè (mia variante). E’ importantissimo: Pesare la base tiramisù (uova e zucchero+geletina) prima di aggiungere la panna ed il mascarpone, altrimenti sbilanciate la ricetta e la gelatina non tira la crema a sufficienza, per cui scivolerà via senza creare un bello strato spesso (sperimentato anche questo!).
      In another bowl whip the cream and the mascarpone cheese togheter. Add to the wipped cream 400g of the egg mixture. Not more!
      mousse al mascarpone
      Nota: l’utilizzo dello zucchero a 121° serve per pastorizzare le uova. Se non volete procedere in questa maniera perché siete certe della provenienza e genuinità delle uova, potete tranquillamente sbattere come d’abitudine uova e zucchero, senza utilizzare l’acqua ovviamente. In questo caso potrete sciogliere la gelatina nel liquore che avrete riscaldato (è sufficiente raggiungere i 50°). Oppure usate i tuorli già pastorizzati in brik, sbatteteli con lo zucchero, senza acqua e procedete come sopra.
  • Travasare il composto ottenuto in un sac à poche e colarlo negli stampini da tartelletta o da mini savarin. Trasferite in freezer e fate indurire. Pour the mascarpone mousse in the molds. Let them rest in the freezer.
    2012-09-15 16.10.37
  • Preparare la gelée di cioccolato e caffè: portare a bollore l’acqua, il caffè e lo zucchero. Quindi unire la panna ed il cacao. Portate a bollore di nuovo. Togliere dal fuoco, incorporare il cioccolato fondente e, quando questo è ben sciolto, la colla di pesce già ammollata e strizzata. Emulsionate e colate negli stampini a mezza sfera. Trasferire in freezer e fare indurire.
    Prepare the choco-coffee jelly: boil the water with coffee and sugar. Add the cream and the cocoa powdre. Boil again. Add the plain chocolate, then add the soaked isinglass. Pour in the half sphere molds and let them rest in the freezer.
    gelèe cioccocaffè
  • Per la pasta frolla: potete preparare la frolla in un momento X della vostra vita e conservarla in freezer. Stesso dicasi per le singole parti che comporranno il mignon. Se non avete una vostra ricetta collaudata potete seguire quella che propongo qui. Ricavatene dei biscotti tondi del diametro leggermente superiore a quello della base del vostro mignon. Cuocere e tenere da parte (possibile congelare il prodotto cotto)
    Prepare some round biscuits a little bit larger than the mascarpone mini mousse.
    2012-09-15 16.41.25
  • Assembliamo il mignon: su ogni dischetto di frolla sistemate la mini mousse al mascarpone e una cupoletta di gelée al cioccocaffè. Potete utilizzare come “colla” un goccino di crema pasticcera, se ne avete.
    Assemble the mini tiramisù. Should you like you can use a drop of custard as “glue” if you had some of it!
    2012-09-22 12.32.30
  • Decorare con chicchi di caffè. Per una versione più chic con un pennellino spargete un po’ di oro alimentare in polvere sui chicchi di caffè.
    Decorate with coffee beans and a pinch of gold powder.

mini tiramisù - one bite size tirmisù

Non fatevi spaventare dalla quantità di foto e dalla apparente lunghezza del procedimento! Ho voluto solo mostrarvi passo passo come fare la base tiramisù pastorizzata. Ma, come vi o detto, utilizzando tuorli già pastorizzati (si vendono in brik) vi risparmiate il passaggio della cottura dello zucchero. Buon fine settimana e buoni pasticci da Cle!

mini tiramisù - one bite size tirmisù


Potrebbero interessarti anche (see also)

tiramisù da passeggio bicchierini tiramisù Tiramisù torronato

biscotto gelato montersino

Biscotto gelato (Ice cream sandwich)

Ci ho messo “solo” due anni a decidermi finalmente a provare questa ricetta, da quando la beccai su Alice Cucina Magazine di Agosto 2010 (comprai il giornale apposta, nonostante la mia amica Giorgia me ne avesse condiviso le pagine sul Forum di Misya), poi reincontrata in Accademia di Pasticceria e da ultimo in Peccati di Cioccolato, di Montersino, ovviamente.
It tooks two years for me to finally try such recipe, since I saw it in a Magazine which I bought just becouse there were them inside!!!

2012-06-04 12.16.02

Finalmente qualche settimana fa ho promesso ad Amour di preparare questo biscotto gelato per cui non potevo più sfuggire ai miei propositi (e di conseguenza mi sono sentita anche meno in colpa quando ho acquistato la bucasfoglie… serviva per onorare una promessa… eh!). C’è da dire che non ero proprio in vena quel giorno per cui qualche imperfezione c’è… Ma la cosa positiva è, come al solito, che voi avrete qualche dritta in più! Occhiolino Io avrò modo di riprovarci e fare meglio!
Finally some weeks ago I promised to prepare them to my boyfriend, thus I finally try thir recipe  (and also finally buy the hole maker!!! How can I live without it? ahahahah). Honestly that was not my best baking day so I made some mistakes… but, as usual this will mean more advices for you! 😉

Cosa c’è di difficile nella ricetta? Meno di quello che si creda! Innanzi tutto quello che andremo a mettere nel biscotto non è propriamente un gelato, ma un semifreddo, il che significa che non serve la gelatiera ma solo le fruste. Certo… occorrerebbe fare la meringa italiana, ma se proprio non vi va (ancora) di avventurarvi in questo esperimento anche la vostra abituale ricetta di semifreddo andrà bene! Il biscotto naturalmente è studiato per essere addentabile senza rischi per le dentiere anche da congelato!
What’s hard in this recipe? Less than you expect! First of all the stuffing is not ice cream, but it is a Italian “semifreddo” (literally half-cold) so there is no need of any ice cream machine! The only difficulty is in the italian meringue, but I already told you how to prepare it and you noticed that it is not so hard!

2012-06-04 12.17.01

Ingredienti per 15 persone – Ingredients for 15 servings

Per il biscotto – For the bisquits

  • 250 g di burro (butter)
  • 200 g di zucchero a velo (icing sugar)
  • 30 g di cacao amaro in polvere (cocoa powder)
  • 130g di uova (due uova e un tuorlo) (2 eggs and 1 yolk – tot. 130g)
  • 7,5 g (due cucchiaini) lievito (2 teaspoon baking)
  • 500 g di farina 00 (all pourpose flour)

Per il ripieno di semifreddo al caffè – For the coffee semifreddo

Per decorare – To decorate

  • 150 g di cioccolato fondente (plain chocolate)
  • 100 g di burro di cacao o olio di semi (peanuts oil or cocoa butter)
  • 100 g di nocciole in granella (nuts/coconuts grain)

Procedimento

*Nota organizzativa: il semifreddo si compone di diverse basi (crema pasticcera, meringa). Fondamentalmente non sono preparazioni che richiedono molto tempo, ma potete organizzarvi in questo modo: Sabato preparate i biscotti e la crema pasticcera (preparate una dose da 1/2 litro, quela che avanza potete congelarla e utilizzarla per altro), se vi va preparate anche la meringa. Domenica, preparate il semmifreddo mischiando semplicemente le basi, e quando sarà indurito formate i singoli biscotti gelato. Il tutto (nelle due giornate) vi porterà via non più di un’ora e mezza a voler proprio abbondare (naturalmente non tenendo condo dei riposi! 😉 )

  1. Per il biscotto: mettere in planetaria (o una ciotola) il burro morbido e zucchero a velo e miscelare con la foglia (o con un cucchiaio di legno).
    Nel frattempo mischiare le uova ed il tuorlo ed uniteli gradualmente al composto di burro. Setacciate cacao, farina e lievito ed incorporate le polveri al composto in planetaria. Fate riposare l’impasto in frigo per 2 ora oppure nel freezer per 20 min.
    (Prepare the shortcrust: mix butter and sugar, then add the eggs and the powders –cocoa, flour, baking. Create a smooth dough and let it rest in the fridge for 2 hours, or in the freezer for 20 minutes.)
  2. Quando la frolla è ben riposata stendetela uniformemente (3 mm circa di spessore) avendo cura di spianarla tutta dello stesso spessore e bucherellate la superficie con una forchetta o bucasfoglia.
    (Roll out the doug in a 3 mm foil, hole it all with a fork or with the special tool)
    2012-05-26 18.24.39
  3. Formate i biscotti di una grandezza di 10×5 cm con il tagliapasta. Disponeteli su una teglia rivestita di carta forno ed infornate a 250 per 5 minuti. (Cut the biscuits large 10×5 cm, put them in a tin a cook for 5 min at 480°F)
    *Importante: Cercate di tagliare tutti i biscotti della stessa dimensione, vedremo dopo perché questo è importante… e come io non ci abbia pensato subito! (*Important: shape all the biscuits in the same size!)
    2012-05-26 18.17.57
  4. Per il semifreddo al caffè: montate la panna; sciogliete il caffè solubile nel caffè espresso (questo servirà a dare un sapore più deciso, senza allungare la preparazione con troppi liquidi). Mescolate il caffè (poco alla volta) con la crema pasticcera. Mischiate una parte di meringa alla crema al caffè quindi unite delicatamente la restante meringa mescolando dal basso verso l’alto. In ultimo versate tutto nella panna e continuate a mescolare, dal basso verso l’alto.
    (For the coffee semifreddo: Mix the espresso coffee with the soluble coffee, so your semifreddo will hav a stronger taste without using too much liquid! Mix the coffee, little by little, with the custard. Then add the Italian meringue and finally the wipped cream.)
  5. Colate tutto in un “quadro” d’acciaio o in una teglia quadrata rivestita con carta da forno. Fate rassodare in congelatore per almeno 4 ore.
    (Pour the semifreddo in a square mold and let it become hard in the freezer for 4 hours o more.)
    *Importante: lo strato di semifreddo deve essere massimo di un centimetro e mezzo, altrimenti vi slogherete la mandibola nel tentativo di addentare il vostro biscotto gelato!! Io ho dovuto rimediare a questo erroraccio alla meno peggio segando in due i semifreddi!!!
    (*Important: pour the semifreddo in a 1 centimeter and half layer, not more, otherwise it will be difficult to bite them!!)
    2012-05-27 09.13.10
  6. Quando è ben solido tagliate il semifreddo in rettangoli della misura dei biscotti, giusto qualche millimetro più piccoli (e qui capiamo perché è importante farli tutti della stessa misura!). Premete ogni “fetta” di semifreddo tra due biscotti per far aderire e riponete in freezer.
    (When the semifreddo is hard, cut some slices just 1 or 2 millimeters smaller that the biscuits – here is the reason why it would be better to shape all the biscuits in the same size! – Press every semifreddo bar between two biscuits and put into the freezer).
    2012-05-27 13.49.02
  7. Per glassare: A piacere potete “inzuppare” il biscotto nel cioccolato fondente fuso e diluito con olio di semi o burro di cacao e poi nella granella di nocciole… o come vi suggerisce la fantasia! Sono buonissimi anche senza cioccolato.
    (Should you like you can dip the ice cream sandwiches in the melted chocolate mixed with peanuts oil, but they are gorgeous also without chocolate!)

2012-06-04 12.15.52

Conservazione: in sacchetti gelo singoli, in freezer, per un mese e mezzo/due mesi. Naturalmente non occorre farli scongelare, sono “mangiabili” a temperatura freezer. In frigo si scioglierebbero.
(Storage: in single freezer bags, in the freezer, for two months. Of course you do not need to defrost them before eating!!!)

2012-06-04 12.17.46

Nonostante qualche errorino qua e là la soddisfazione è stata davvero grande! Sono ottimi! In più sette di questi superbi semifreddi sono serviti ad addolcire una riunione tra condomini che stava diventando un po’ turbolenta! ;D
Guess what? I served them to my neighbors during a condominium assembly which nearly was to become a bit noisy! More smiles after the dessert!!!


Potrebbero interessarti anche (See also)

tiramisù da passeggio Coffeens - Muffins al caffè giardino di fragole

Tiramisù à porter

Ed eccomi con l’idea dolce che vorrei proporvi per la scampagnata di pasquetta: un tiramisù à porter, o tiramisù da passeggio come lo chiama Montersino! Due piccoli dischi di biscotto charlotte (impasto simile ai savoiardi), bagnati al caffè che racchiudono una crema tiramisù con gelatina, quel po’ che basta a farle mantenere la forma e non farla scivolare via dal vostro dessert d’asporto.
As promised here I am with the sweet idea for Heaster pic-nic: a “pret à porter tiramisù!”, or “walking tiramisù” as named it Master Montersino. It is composed with charlotte biscuit (il like a savoiardo biscuit), wet with cofee and filled with jelly tiramisù cream.

tiramisù da passeggio

Io ho apportato delle leggerissime modifiche alla ricetta di Montersino. Il gusto e la consistenza sono spettacolari. Persino mia madre che non è amante dei dolci al/con il cioccolato ha fatto il bis compiaciuta!!!
I made some little modifcation respect to Master Montersino recipe. The taste and the consistence are gorgeous. Even moy mother, who doesnt like pretty much cakes with chocolate, asked for them twice!

For english readers: I’m going to translate the recipe directions in the afternoon! See you later!!!

Ingredienti per 8 persone – Ingredients for 8 servings

  • 400g biscotto charlotte (qui la ricetta, è sufficiente la mezza dose)
    400g charlotte bisquit (here is the recipe, half recipe is enough)
    Per la crema al mascarpone gelatinata – For the jelly tiramisù cream
  • 90g tuorli (circa 5) (5 yolks)
  • 170g zucchero (sugar)
  • 50g acqua (water)
  • semi di 1/2 bacca di vaniglia (1/2 vanilla berry seeds)
  • 250g mascarpone (mascarpone chees)
  • 250g panna (cream)
  • 7g gelatina in fogli (isinglass)
  • due cucchiai di liquore al caffè (2tbs coffee liqueur)
    Per completare – To complete
  • un bicchiere di bagna al caffè (se preferite solo caffè, zuccherato a piacere) (1 cup coffee)
  • 100g cioccolato fondente (plain chocolate)
  • zucchero a velo (icing sugar)

Foto-Procedimento

  1. Preparare il biscotto charlotte come indicato nella ricetta. Trasferire il composto in un sac à poche e creare sulla teglia imburrata (o ricoperrta di carta da forno) degli spuntoncini dalla forma tonda e dalla grandezza regolare. Spolverizzarli abbondantemente di zucchero a velo (meglio attendere che lo zucchero venga assorbito e poi spolverare di nuovo, questo creerà la tipica crosticina dei savoiardi). Infornare per 8 min a 240°.

    dosa

  2. Lasciar freddare i biscotti charlotte. Ammollare la gelatina.
  3. Preparare la crema tiramisù: Versare l’acqua e lo zucchero in un pentolino e portare a 121° (se non avete un termometro fate bollire per bene lo zucchero per circa 3 minuti). Versare lo sciroppo di zucchero a 121° sui tuorli che avrete già cominciato a sbattere con un frullino elettrico (o in planetaria) in una ciotola di acciaio o di vetro. Unire anche la gelatina ammollata e montare sino a raffreddamento. Quando la crema è a temperatura ambiente, pesatene 400g ed unirvi mascarpone e panna che avrete montato insieme. Aromatizzare con liquore al caffè (mia variante).
    Nota: l’utilizzo dello zucchero a 121° serve per pastorizzare le uova. Se non volete procedere in questa maniera perché siete certe della provenienza e genuinità delle uova, potete tranquillamente sbattere come d’abitudine uova e zucchero, senza utilizzare l’acqua ovviamente. In questo caso potrete sciogliere la gelatina nel liquore che avrete riscaldato (è sufficiente raggiungere i 50°)
    Importante: Non aspettate troppo per aggiungere la gelatina, altrimenti farà fatica a sciogliersi (testato!). Dopo aver aggiunto lo zucchero, far mescolare qualche secondo e poi giù subito la gelatina.
    Importantissimo: Pesare la base tiramisù (uova e zucchero+geletina) prima di aggiungere la panna ed il mascarpone, altrimenti sbilanciate la ricetta e la gelatina non tira la crema a sufficienza, per cui scivolerà via senza creare un bello strato spesso (sperimentato anche questo!).
  4. Con un pennellino bagnare (senza esagerare) tutti i biscotti
    DSCN1051
  5. Trasferire la crema tiramisù in un sac à poche e creare degli spuntoni di crema al mascarpone con gelatina su metà dei biscotti. Importante non arrivate al bordo. Se la crema è troppo liquida (es. avete dimenticato di pesarla prima di aggiungere panna e mascarpone), mettetela per qualche minuto in freezer.:
  6. Accoppiare quindi i biscotti premendo leggermente sulla crema in modo da farla arrivare sino ai bordi:
  7. Riporre i biscotti in congelatore per circa 2 o 3 ore (o tutta la notte).
  8. Quando i biscotti saranno ben rassodati, sciogliere il cioccolato fondente in una ciotola e immergervi per metà i biscotti lasciando colare il cioccolato in eccesso. Lasciate asciugare su carta da forno. Volendo potete “tamponare” con del cacao.
    DSCN1134
  9. Sistemate i tiramisù da passeggio nelle vostre scatoline da pic-nic e Buona pasquetta a tutti!!!!

DSCN1147

Naturalmente abbiate cura di trasportarli in una borsetta frigo e di assicurarvi che rimangano al fresco sino al momento del consumo (sempre che arrivino all’ora del dessert e non siano fatti fuori con il caffè di metà mattina!!! ;D


Potrebbero interessarti anche (see also):

moretti alla nocciola  Tiramisù torronato

Il Tiramisù delle Feste (Winter Holidays Nougat Tiramisù)

Oggi vi do l’anteprima del dolce (uno dei dolci) che preparerò per l’ultimo dell’anno. Apparentemente un semplicissimo tiramisù, nella sostanza un tiramisù a base di meringa con i sapori del torrone, che con il caffè, sposa benissimo: un tiramisù torronato, appunto!
Today recipe is the dessert I’m going to bring to my friends for the New Year’s Eve. It looks like a simple Tiramisù, but actually is a Tiramisù made with italian meringue and tasting as a nougat! And the nougat with the coffe is really delicious!

Tiramisù torronato

Ancora una volta la fonte è il Maestro Montersino (anche se io lo presenterò in una versione semplificata). Mi rendo conto di essermi quasi fossilizzata sulle sue ricette ultimamente, e mi sembra quasi di fare un torto alle miriadi di altre ricette altrettanto valide che ho per casa. Ma son fatta così… vado a periodi e tra poche ore si aprirà il periodo “dieta” (spero”!), siete avvisati!!!
Again I used a Master Montersino recipe (but served in a different way). I know I am in a “montersino loop” now! And I feel like I ignore the other thousand great books I have in my shelf… But this is me! This is my Montersino’s period, and, guess what, my diet period is coming soon (I hope!).

La dose che vi do è per 8 persone, se la notte di capodanno avrete più ospiti basterà raddoppiare le dosi (o quadruplicarle!!!). Servendolo in bicchierini come in foto, potreste ottenere anche 12 monoporzioni, in questo caso però vi consiglio sia di diminuire la dose di gelatina (anzi potreste anche non metterla), sia di servirlo insieme ad altri mignon per soddisfare anche i più golosi ed insaziabili ospiti! Senza la gelatina può anche essere servito come semifreddo (a temperatura di freezer), la presenza della meringa, infatti, lascerà una consistenza “morbida” anche al prodotto congelato.
The recipe is for 8 servings. Should you have more guest you have only todouble (or quadruple!!) it. Should you serve it into some verrines (as per the photo) the recipe is enough for about 12 small glasses and you won’t use the isinglass. BTW I suggest you to serve it with other mignon pastry for the greediest guests!!!!

Noterete che negli ingredienti non c’è il torrone, ma ci sono gli ingredienti che lo compongono: meringa, miele, nocciole. Io ho aggiunto anche un po’ di amaretto perché il sapore dell’albume mi sembrava troppo invadente. Il risultato è stato davvero stupefacente. L’esecuzione è molto semplice, l’unica difficoltà (oltretutto non insormontabile) è nella preparazione della meringa. L’unico dubbio che avevo riguardava l’eventualità che il miele potesse sentirsi troppo e diventare invasivo. Invece vi assicuro che non c’è assolutamente questo rischio, la ricetta è perfettamente bilanciata.
You will notice that there is not nougat in the ingredients list. But there are the nougat’s ingredients! Meringue, honey, nuts… I added also almond liqueur (=amaretto) and it taste very very very very good! The proceeding is very simple, the only “hitch” (very small hitch) is to prepare the meringue. Should you are wondering whether the honey flavour could be too strong, I just want to say you that the recipe is perfectly balanced and very delicious.

Non mi resta che augurarvi buon primo dell’anno allora! Un abbraccio goloso a tutti e ci rivediamo all’anno nuovo! Ciauuuuuu!
And now I just have to wish you Happy New Year! I give you all a hug and… see you next year! Byeeeee!!!

Tiramisù torronato

Ingredienti per 8 persone :

  • 75g albumi (circa due albumi piccoli) (75g glairs = two small glairs)
  • 220g miele (220g honey)
  • 10g colla di pesce in fogli (10g isinglass) – N.B. Se lo servite in coppa o in bicchiere, invece che in tranci, la gelatina può essere omessa (Should you serve it in glasses or in cups, and not in slices, you can omit the isinglass).
  • 250g panna montata (250g wipped cream)
  • 250g mascarpone (250g mascarpone cheese)
  • 100g nocciole tostate (o altra frutta secca) (100g toasted hazelnuts)
  • 1 cucchiaio di amaretto (1 tbs almond liqueur)
  • 20 savoiardi (150/200g biscuits)
  • 4 tazzine di caffè ristretto zuccherato a piacere (4 coffee-cup espresso )
  • cacao (cocoa)

Procedimento:

  1. Ammollare la gelatina. (Soak the isinglass into cold water)
  2. Portare ad ebollizione il miele fino a raggiungere 121°. Nel frattempo cominciare a montare gli albumi. (Boil the honey until 250°F and start whipping the glairs).
  3. Quando il miele è alla giusta temperatura, attendere che la schiuma di cottura svanisca, quindi versare il miele a filo sugli albumi con le fruste al minimo. Unire la gelatina ben strizzata e continuare a montare alla massima velocità fino a raffreddamento. (When the honey is at the right temperature, let the foam vanish, then add it to the glairs, add also the isinglass, and continue whipping them until cold).
  4. Ridurre le nocciole tostate in granella grossa. Montare la panna con il mascarpone (attenzione montano molto in fretta insieme) e unirla alla meringa al miele raffreddata. Unire infine le nocciole e l’amaretto. (Cut the hazelnuts in gross grain. Whip the cream with the mascarpone cheese – it needs very few minutes- and melt it with the meringue and the nuts.)
  5. Inzuppare i savoiardi nel caffè e formare uno strato nel piatto da portata. Versare la crema in uno strato uniforme, quindi spolverare di cacao (per la presentazione di Montersino potete vedere questo video). (Dip the biscuits into the coffee and put them on the bottom of the serving dish. Pour the cream upon the biscuits and decorate with cocoa and hazelnuts).

Tiramisù torronato

Insomma abbastanza semplice no? Basta un termometro ed è fatta!!! ;D
So… very simple, isn’t it?! All you need is a cooking thermometer!!!
Best wishes!


Potrebbero interessarti anche (see also):

Profiterol tiramisù bicchierini tiramisù Ginger Bread Men - Omini pan di zenzero

profiterol-tiramisù

Profiterol Tiramisù

Sono mesi che avevo in testa di preparare questo Tiramisù in veste profiterol, ossia da quando lo avevo visto realizzare da Luca Montesino, che oltretutto per me era un vero e proprio invito a nozze dal momento che per me la giusta morte del bignè e la farcitura caffè!
I was thinking for months to prepare such Tiramisù (a tipical Italian dessert with coffee, mascarpone cheese and egg flip) as a profiterol, since I saw Luca Montersino realize it, also becouse I think that puffs paste is made to be filled with coffee custard!

La caratteristica di questo profiterol è infatti quella di unire i sapori tipici del tiramisù in una veste diversa e sorprendentemente golosa! A dire il vero ho apportato delle leggere modifiche alla ricetta del maestro e, causa freezer strapieno, non ho potuto cimentarmi nella realizzazione del cilindro di cioccolato in cui questo dolce viene “di regola” presentato da Montersino.
Such dessert peculiarity is to combine the tipical flavours of tiramisù (coffee, egg flip, mascarpone, cream…) in a different shape and very very greedy. As a matter of fact I just varied something of the original Montersino recipe, and, due to my full-filled freezer, I wasn’t able to make the chocolate chilinder the Master usually use to serve this dessert.

Ad ogni modo, cilindro di cioccolata o no, il risultato è favoloso. Questa volta ho utilizzato i bignè già pronti… ahimè i ritmi frenetici a cui sono sottoposta mi portano anche a questo, tuttavia nella pagine ricette di base trovate la ricetta della pasta choux e della crema pasticcera, nel caso non ne abbiate una vostra “collaudata”.
Anyway, with or without such chocolate cilinder, the result is really amazing! For this recipe I used ready-made puffs: I’m very busy in this period! Should you have not your own puffs or custard recipe, you can refer to this page (Sorry I haven’t translate them yet).

profiterol tiramisù

Ingredienti per 4/6 persone (Ingredients 4/6 serving):

  • 16/20 bignè (16/20 puffs)
  • 500g crema pasticcera aromatizzata con 100 ml caffè ristretto (500g coffee flavoured custard)
  • 250g mascarpone (250g mascarpone cheese)
  • 200ml panna vegetale zuccherata (200 ml vegetable sweetened cream)
  • qualche cucchiaino di caffè o liquore al caffè (facoltativo) (some teaspoon of coffee or coffee liqueur – optional)
  • un cucchiaio di cacao in polvere (1 tablespoon cocoa)

profiterol tiramisù

Procedimento (directions):

  1. Farcire i bignè con circa 400g di crema pasticcera al caffè. Vi consiglio di preparare una crema leggermente più spessa del solito, in modo che quando unirete il caffè non sarà di consistenza eccessivamente liquida.
    Fill the puffs with the coffee custard (400g). I suggest you to prepare a denser custard, thus when you melt it with the coffee it would be not to much fluid.
  2. Se la crema vi sembra troppo liquida, prima di procedere alla glassatura congelate i bignè per circa 2 ore (o comunque fino al momento dell’utilizzo, potete tenerli in freezer per qualche settimana e giocare d’anticipo).
    Should the custard be too much fluid, put the filled puffs in the freezer for two hours.
  3. Unire la restante crema pasticcera al mascarpone e amalgamare per bene con una frusta. Unire anche la panna e sbattere leggermente. Non deve montare, deve assumere la consistenza di una ganache tipica per la copertura del profiterol. Valutate in base alla consistenza se aggiungere tutta la panna (potrebbero bastare 150ml). Se volete accentuare il sapore di caffè potete aggiungere qualche cucchiaino di caffè ristretto o liquore al caffè.
    Melt the remaining custard with mascarpone cheese and the cream. Gently whip it until the ganache have the right consistence to cover the puffs. Should you like, you can add some coffee or liqueur coffee.
  4. Aiutandovi con delle forchette ricoprire ogni bignè di glassa al mascarpone e sistemarli sul piatto da portata. Lasciar riposare in frigorifero per almeno due ore prima di servire, in modo che la pasta dei bignè possa ammorbidirsi e raggiungere la giusta consistenza per essere mangiata al cucchiaio.
    Using two forks cover the puffs with the cream and put them into the serving dish. Let them rest into the fridge for two hours.
  5. Prima di servire spolverare con un pochino di cacao amaro.
    Befor serve them, sprinkle with a little bit of cocoa.

E questo l’interno cremosissimo. Gnam!!!! And this is the inside cream! Slurp!

Profiterol tiramisù


Potrebbero interessarti anche (see also):

  croquembuche torta mousse cioccolato profiterol