Insalata di noci e pancetta (Walnut and bacon salad)

Ricetta facile facile, veloce veloce, buona buona! Non serve nemmeno la ricetta, basta la foto! Una buonissima insalata che può benissimo fungere da pasto in queste calde giornate estive, ma che assolve egregiamente anche alla funzione di antipasto (in tutte le stagioni) per una cena in cui volete fare bella figura ma non potete dedicare troppo tempo alla preparazione. Gli ingredienti sono semplicissimi da reperire e probabilmente già nel vostro frigo!
Ah! E se vi state chiedendo dove poter trovare quella insalatiera sappiate che la trovate all’Ikea ma nel reparto vasi e candele!!! In effetti è un porta candele galleggianti, ma a me piace di più come insalatiera!

Easy, tasty, fast recipe. Actually you don’t even need the recipe! It is sufficent to see at the picture! You can serve this salad as main dish with some bread in this hot summer days, or you can serve it in every season as hors d’houvre. I’m also sure you already have all the ingredients in your fridge.

insalata noci e pancetta Ingredienti per 4 persone

200g Soncino soncino salad
40g noci sgusciate walnuts
150g pancetta affumicata a cubetti bacon chopped
100g emmenthal a cubetti emmenthal cheese chopped
q.b. olio – sale – aceto olive oil, vineagre and salt dressing

Rosolate la pancetta su una padella antiaderente per farla sgrassare e diventare croccante. Disponete in una insalatiera l’insalata, al centro i cubetti di emmenthal e nel mezzo la pancetta a cubetti. Cospargete con noci sgusciate e servite con condimento di olio, vino e aceto. Accompagnate con crostini di pane oppure con dei grissini sfogliati. Roast the bacon in a pan without oil until it is crispy. Put in a serving dish the salad, the cheese in the centre and then the bacon in the middle. Add some walnuts and serve.

2013-04-13 19.30.48

* * *

!Idea Menù!

02_c

(1) Servi questa insalata ad una cena tra amici come antipasto con dei grissini di pasta sfoglia, seguita sa un arrosto di carne e contorno di verdure al forno, e come dessert una crostata alle mandorle e mele.
(2) Amiche a dieta? Servi questa insalata con dei crostini di pane integrale, spiedini di pollo al sesamo e deliziale con delle leggerissime palline al cocco.

Melanzane alla nostromo (Boatswain’s stuffed eggplants)

Rieccomi, rieccomi, rieccomi finalmente con una ricetta, una ricetta salata e… da tutti i giorni! Perché lo so che a molti di voi piace vedere torte e dolcetti sul blog, ma che alla fine sperate di trovare spunti per rispondere alla domanda “che preparo oggi?”. Per chi invece aspetta idee per dei regalini golosi e i dolcetti natalizi cercherò di mettermi in pari nelle prossime settimane, per oggi date un’occhiata a questa idea per delle melanzane ripiene in maniera diversa.
(Here I go again, at least, with a new recipe! A new “every-day” recipe, becouse I know that you like to see cakes and cookies, but you need to aswer the question “what I’m going to eat today?”. In the next weeks I expect to be able to post some Christmas recipe, or I will try to do so, I promise! But today we talk about these tuna stuffed eggplants!)

melanzane-nostromo-6

Queste melanzane sono davvero ottime, sia come secondo sia da preparare per cena. E quello che avanza sarà perfetto per la vostra pausa pranzo in ufficio! In più dopo la cottura possono anche essere congelate e consumate entro qualche settimana. La ricetta è presa dalla meravigliosa collana sempre ricca di idee validissime I Tuoi Menù. Provatele e mi direte.
(I found that recipe very surprising and delicious, I never ever tried a different way to stuff eggplants than the traditional way my mother teached me to do, i.e. with basil and tomato sauce.)

Ingredienti per 4 persone (Ingredients for 4 servings):

4 melanzane eggplants
80g tonno sott’olio (io sgombro) canned tuna
1 cucchiaio di capperi dissalati tbs. capers
150g mollica di pane bread crumbles
q.b. prezzemolo (+ origano fresco) presil and oregano to taste
1 (acciuga) anchovy
q.b. olio d’oliva olive oil
q.b. sale e pepe salt and pepper to taste
1 noce di burro (facoltativo) knob uf butter

Procedimento (Directions):

1. Togliere la calotta alle melanzane e tagliarle a metà. Svuotatele cercando di lasciare integra la buccia che utilizzerete come contenitore. Remove the top of the eggplants and cut them in two. Remove the flesh keeping uncutted the peel that you will use as a shell
2. Tritare la polpa delle melanzane e soffriggerla in padella con un po’ di olio, l’aglio, il prezzemolo, sale e pepe. Non fatele asciugare troppo durante la cottura. A parte friggete le bucce che serviranno da contenitore per il ripieno. Per ridurre le calorie potete cuocerle al vapore. Chop the eggplant flesh and brown it with some olive oil, the garlic, presil, salt and pepper to taste. In another pan fry the eggplant peel – if you prefer you can steam them instead.

melanzane-alla-nostromo-7

3. Raccogliere in una ciotola la polpa delle melanzane cotta, ed unite il tonno (o lo sgombro) sgocciolato, i capperi, l’acciuga, l’origano fresco, e la mollica di pane quanto basta per ottenere un composto morbido ma compatto. Mix the cooked flesh with the tuna, capers, anchovy, oregano and the bread crumble as much as you need to have a soft but dense mixture
4. Riempite le bucce selle melanzane, che avrete tamponato dell’olio in eccesso, e disponetele l’una vicino all’altra in una pirofila leggermente unta. A piacere potete mettere un fiocchetto di burro su ognuna oppure semplicemente un filo di olio per lasciare la preparazione priva di lattosio. Stuff the eggplants peels and put them in a pan side by side. If you like that you can put a little bit of butter on each eggplant, or just some olive oil drop if you wish to keep the recipe lactose free.

melanzane-alla-nostromo-9 

5. Informare a 180° per 30 min circa o comunque il tempo necessario per farle imbrunire. Cospargere di prezzemolo fresco e servire tiepide o a temperatura ambiente. Cook in pre-heated oven at 350°F for 30 min. or the time you will need to make them lightly brown. Sparkle with some presil and serve a warm or room temperature).

melanzane-nostromo1

Buon appetito e a presto!

* * *

Potrebbero interessarti anche:

ignudi melanzane zucchine tonde ripiene - stuffed zucchini friggitelli ripieni

Altre ricette con le melanzane – Altre ricette per pausa pranzo – Altre ricette senza uova

Straccetti di vitello alla Ceca (o quasi) – Czech style veal (maybe)

L’avete provata la mousse di riso e cioccolato? Non dite che è difficile perché non è vero! In ogni caso oggi compensiamo con una ricetta salata, velocissima e facilissima! In più si tratta di un secondo (non se ne trovano tanti nel mio blog, devo confessarlo) che può essere facilmente trasformato in un piatto unico e in ogni caso vi aiuterà nel rispondere alla domanda “Che preparo per pranzo/cena?”. A proposito, vi segnalo questa pagina dedicata ai menù settimanali per la famiglia, sperando lo troviate utile!
Did you tried the chocolate and rice mousse? I do not want hear you say “too difficoulf to me!!!” It is not true! However today recipe is a salt, easy, speedy one! And tasty as well! Also it is a main meal dish (finally!!!) and you can easily complete it with some rice or potatoes.

La ricetta di oggi proviene da “I tuoi menù”, una enciclopedia dedicata alla cucina, di qualche decennio fa, regalatami da mia suocera, che i più attenti ricorderanno visto che l’ho citata diverse volte anche nella mia pagina dedicata ai miei libri di cucina, che trovo preziosissima e ricca ogni volta di mille e più spunti, tutti validissimi. Non sono mai stata in Cecoslovacchia, ma aspetto di sapere da chi c’è stato se ha assaggiato qualcosa di simile!
I found the recipe in a old cooking enciclopedy that my step-mother gave to me in a section regarding Czech Republic cooking, which honestly I don’y know at all! So I just wonder if you were there and eaten something like that!

straccetti di vitello alla ceca

Ingredienti per 4 persone – Ingredients for 4 servings
Segnalo le minime modifiche tra parentesi

600g polpa di vitello veal chopped
5 cucchiai di olio tbs extra virgin olive oil
1 cucchiaino di cumino in polvere tsp powdered cumin
1/2 cucchiaino di paprica tsp paprika
3 cucchiai di farina tbs all purpose flour
1 bicchiere di panna cup of cream
1 cucchiaino di zucchero tsp sugar
1 mela (io zucchina) apple (I used zucchini)
q.b. sale salt to taste

2013-08-19 13.44.23

Procedimento – Directions

1. Mescolare la farina con la paprica, il sale e il cumino in polvere.
Tagliare la polpa di vitello a bocconcini o a straccetti ed infarinateli.
Mix the flour with the paprika, the salt and the cumin. Chop in bite size pieces the veal and flour it.
2. Rosolate la carne con un po’ di olio in una padella. Aggiungere la panna e lasciar cuocere per un paio di minuti. Infine unire lo zucchero. Roast the veal chops in a pan with the olive oil. Than add the cream and cook for two minutes. Finally add the sugar.
3. Sbucciate la mela e tagliatela a dadini e aggiungeteli alla carne negli ultimi minuti di cottura (io ho cotto delle zucchine al vapore su una padella a parte in cui stavo cuocendo il riso che ho utilizzato come contorno) Peel the apple and chop it. Add the apple to the veal during the very last cooking minutes. (I used a zucchini instead, and I steamed it while the rice I used ad side dish was cooking too)
4. Servire con riso cotto nel brodo, oppure con patate saltate al burro e profumate al prezzemolo. Serve the veal with plain rice or some potatos.

Non fatevi spaventare dalla presenza dello zucchero, frutta, o cumino (che potete sostituire con dei semi di finocchio o alloro). Chiederanno tutti il bis! Ve lo assicuro! Cosa aspettate allora? Forza, in macelleria a comprare delle fettine di vitello per stasera!

* * *

Potrebbero interessarti anche (see also):

braciole di maiale con mele - pork steak with apple saltimbocca alla romana carne alla pizzaiola

Altre ricette secondiAltre ricette piatti uniciAltre ricette vitello

Crocchette del cavolo (Cabbage croquette)

A quanto pare vi ho un po’ annoiato negli ultimi tempi: troppi dolci! Lo sapete che cerco sempre di alternare ricette dolci e salate, ricette semplici e ricette complicate… In verità ho solo “sdoppiato” in due post la ricetta dei tiramisù su stecco, per cui sembra che ci sia eccesso di dolce! In ogni caso, lo sapete, basta chiedere e Cle cerca di esaudirvi! Perciò oggi ricetta facile, veloce, versatile, con ingredienti semplici, intercambiabili, conservabile in freezer, buona per la pausa pranzo in ufficio, e vegetariana (ma so già che le amiche Vegan sapranno operare le opportune sostituzioni per replicarla secondo le loro esigenze).
It seems someone of you was a little fed up with reading about desserts and desserts and desserts during the last weeks! I apologize for that! I always try to alternate various kind of recipes as I know my followers love to read about all kind of food! Thus today we will speak about a salad, simple, easy, suitable for lunch boxes and the freezer, vegetarian, versatile recipe! 

crocchette cavolo

Le ho chiamate crocchette del cavolo e farle è davvero una cavolata! Basta aggiungere una purea di verdure e un po’ di formaggio ad una besciamella un po’ spessa et voilà… la ricetta è quasi pronta (sempre che resistiate a mangiare il composto a cucchiaiate).
What are they? Cabbage croquettes! You only have to add some mashed cabbages (or other vegetables) to a thick bechamelle and voilà! You’re almost there… if you can resist to eat the mixture prior to proceed further with the recipe!

Ingredienti (Ingredients):

  • 700g cavolfiore o un cavolo verde – cauliflower or cabbage
  • 1/2 lit. latte – milk
  • 80g burro – butter
  • 80g farina flour
  • sale, pepe – salt and pepper
  • noce moscata – nutmeg
  • 50g parmigiano grattugiato – grated parmesan
  • un uovo grande per impanare – grated bread
  • farina e pangrattato q.b. per impanare flour and a large egg 
  • olio per friggere – frying oil

Procedimento (Method):

  1. Pulire il cavolo (o altra verdura a vostra scelta) e cuocerlo a vapore o in pochissima acqua. Condire con una noce di burro, aggiungere un pizzico di sale e frullare il tutto. Se doveste ottenere una purea troppo liquida continuare a cuocere per ridurre un po’ il liquido.
    Cleanse the cabbage (or other greens) and steam it. Add a tbs of butter, a pinch of salt and mash it. It there is left too much water, cook for some other minutes until it is a little more dried.
  2. Preparare la besciamella: scaldare il latte. A parte fondere il burro in una padella, quando è completamente fuso aggiungere la farina setacciata tutta d’un colpo, amalgamare per bene mescolando quindi aggiungere il latte caldo, continuando a mescolare con un cucchiaio di legno o con una frusta. Continuare a mescolare sino a che non è ben rappresa, quindi spegnere il fuoco e aggiungere sale, pepe e noce moscata q.b. (la besciamella deve risultare piuttosto densa). Prepare the bechamelle (which has to be a bit thicker): warm the milk and melt the butter in a pan. Add the flour to the  melted butter and stir. Add the warmed up milk stirring. Cook until it is thick. Add salt, pepper and nutmeg as you wish.
  3. Trasferire la besciamella in una ciotola ed aggiungere il formaggio e la purea di cavolo. Amalgamare il tutto e lasciar raffreddare e rapprendere il composto.
    In a bowl mix the bechamelle with the parmesan and the mashed cabbage. Mix them all and let it cool down.
    crocchette cavolo
  4. Con le mani leggermente infarinate formate delle quenelle o delle polpette schiacciate (saranno molto soffici) e passatele prima nella farina, poi nell’uovo ed infine nel pangrattato.
    Flour your hands and shape some quenelles with the mixture (which is very soft). Flour the quenelle, then roll them into the beaten egg and then in the grated bread.
  5. Friggete in olio ben caldo e servire. Sono buone sia calde che fredde!
    Fry them in the oil and serve. They are really delicious, even when they are cold!
  6. Una volta fritte possono essere congelate e conservate in freezer per qualche settimana. Basterà scaldarle nel forno qualche minuto prima di servirle! Quindi… preparatene pure in abbondanza, diventeranno le vostre preferite!
    Prepare them in large amount: they are delicious and they can be stored in the freezer (fried) for some weeks. Then you just have to warm them into the oven for a while prior to serve them.

Varianti: potete cuocerle anche in forno passandole solo nel pangrattato. Al centro se preferite potete mettere dei cubetti di mozzarella o scamorza per creare un cuore filante. Spero che la foto renda l’idea della cremosità interna e della croccantezza esterna. De-li-zio-se!
Different version: you can cook them into the oven. In this case just bread them with no flour nor egg. Also you can add some mozzarella cheese in the middle or dress some maccheroni to be grilled in the oven. You will love them!
I hope the pic below might show you haw soft is the middle and how crispy is the outside!

crocchetta cavolo interno

Il composto è ottimo anche per condire della pasta da gratinare in forno. Insomma, una ricetta, mille possibilità!

* * *

Torta rovesciata all’ananas (Pineapple upside-down cake)

Edit: Sembra che il 20 aprile sia la giornata mondiale della torta rovesciata all’ananas! Direi che per oggi questa ricetta merita di restare in prima pagina!!!
It Seems 20th April is the Pineapple Upside-Down Cake… So… here it is in the home page!!!

Ho una marea di ricette in sospeso, riesco a ritagliarmi del tempo per cucinare ma non per postare con costanza. Oggi vi propongo questa semplicissima torta che avevo nelle bozze già da un po’. L’ho vista in molti blog e forum ma devo confessare che l’ispirazione definitiva me l’ha data una puntata di Desperate Housewifes in cui Gabrielle tenta di realizzare questo dolce seguendo le indicazioni di Bree al telefono. Come va a finire? Guardate voi stessi!!!
I saw this recipe in many blogs but actually the inspiration to make it cames from this Desperate Housewifes episode, where Gabrielle make a pineapple upside-down cake under Bree phone directions. What happened? Come and see (find here the english videoclip).

Come è andata a me? Fortunatamente meglio che a Gaby!!! Eccomi perciò a proporvi un’altra ricetta presa dalla cucina di Bree Van de Kamp: dopo la torta meringata al limone, ecco la torta capovolta all’ananas. L’intenzione che ho è quella di spulciare le puntate di Desperate Housewifes (le guardo la mattina mentre corro sulla mia bicicletta ellittica) e proporvene il maggior numero possibile. Spero l’idea vi piaccia!
What happened in my kitchen? Well… I was better than Gaby! So here it is the second recipe Mrs Van de Kamp suggested me: after the Lemon meringue pie, ladies and gentlemen, please welcome the pineapple upside-down cake. I wish to made all Bree’s recipes (more or less), I hope you will appreciate that!

DSCN1187

Continua a leggere…

Lonza di maiale alla birra - Beer loin pork

Lonza di maiale alla birra (Beer pork loin)

Premessa: era un po’ che pensavo di postare le ricette anche in inglese. Visto che tra i miei followers, con mio grande piacere, ci sono anche persone non italiane, ho deciso di prendere sul serio questo intento e magari, pian piano, riuscire a tradurre tutte le ricette. Certo… all’inizio mi ci vorrà più tempo per scrivere i post, ma voglio in qualche modo ringraziare chi mi segue anche solo per guardare le foto!!! Sorriso
Premise: I was wondering for a long time to translate my recipes in english. Since there are some not-italian followers, and I’m very glad about that, I decided to stick with that and start translating all the recipes… little by little! It is my way to say “thank you” to people who follow me even if they can only watch the photos! Sorriso 

Sono certa che l’avrete notato: questo blog brulica di dolci, ha una buona concentrazione di primi e pasticceria salata passando per finger food, ma scarseggia di secondi e soprattutto secondi per ricevere! E lo so! Sui secondi sono un po’ zoppicante e soprattutto, come spiego nella pagina dedicata ai Menù (a proposito, l’avete notata?) dovendo accogliere i miei ospiti in cucina (per ora) ho anche il problema degli odori e dover preparare in anticipo alcune cose.
I’m sure you already noticed that in this blog there are a lot of cakes, many pasta-dishes and salad pastry, even finger food, but there are few fish and meat dishes, expecially for the guests. Yes, I know! I have some problems with that and a reason is that I receive my guests in the kitchen (as mentioned here) and I often have to choose dishes to be prepared previously and in a few time.

Ebbene. Questo è un piatto che soddisfa diverse esigenze: cottura non troppo lunga, possibilità di esser preparato in anticipo, è gustoso e di grande effetto pur non richiedendo particolari abilità per essere preparato e portato in tavola. In più si crea anche un delizioso sughetto che invita alla scarpetta. Cosa volete di più da un secondo?
So… here it is a meat dish which satisfy many needs: short cooking time, possibility to be prepared in advance; it is tasty and will surprise your guests; it doesn’t need any particula cooking skill and… there is a delicious sauce to dip in the bread (do you know? in Italy when we use the bread to “CLEAN” the plate we call this doing “fare la scarpetta” [=to do the little shoe!]! Very, very yummy!!!)

Lonza alla Birra - Beer pork loin

Ingredienti (per 4/6 persone) – Ingredients (Serves 4 to 6):

  • 850g lonza di maiale in un unico pezzo (850g one piece boneless loin pork)
  • 1 rametto di rosmarino (1 rosemary sprig)
  • 2 spicchi di aglio (2 garlic clove)
  • 40g burro (40g butter)
  • 3 cucchiai di olio evo (3 tablespoon extra virgin oliv oil)
  • 1/2 cipolla (1/2 onion rings)
  • 1/2 lit di birra bionda (1 pint lager beer)
  • 5 foglie di salvia (5 sage leaves)
  • mezzo misurino brodo granulare (1/2 bouillon)
  • 1 cucchiaino di fecola (1 teaspoon potatos starch)
  • 5 cucchiaini di panna (io ho usato il latte) (5 teaspoon panna or milk)
  • sale e pepe q.b. (salt and pepper)

Procedimento – Directions:

  1. Praticate qualche taglietto nella polpa della lonza e introducetevi all’interno fettine di aglio e degli aghi di rosmarino, quindi legare la lonza con dello spago da cucina.
    Pierce meat with a sharp knife in several places and put into the openings some garlic slices and rosemary leaves. Then tie it with joints.
  2. Scaldare in un tegame l’olio con il burro, la cipolla tagliata a fettine e la salvia, quindi rosolare la lonza sa tuti i lati. Salare e pepare.
    In a casserole heat the oil with butter, onion rings and sage leaves, then brown the loin on all side. Add salt and pepper.
  3. Ricoprire la lonza con la birra bionda, incoperchiare e lasciare cuocere a fiamma moderata per 20 minuti. Poi togliere il coperchio, alzare la fiamma, aggiungere il dado e proseguire la cottura sino a che pungendo la carne con uno spillo ne uscirà un liquido bianco trasparente.
    Add the beer then cover and cook (moderate heat) for 20 minutes. Remove the top, turn up the heat, add the bouillon, and cook until if you pierce the loin you will see a white fluid.
    2012-08-24 20.52.44
  4. Quando il sugo si sarà ristretto di circa la metà, aggiungere la fecola sciolta nel latte o nella panna e lasciar addensare la salsa.
    When the sauce is half reduced, add the starch melted with the milk and cook, stirriing, until the sauce thickens.
  5. Estrarre la lonza, liberarla dal filo e tagliatela a fette (questa operazione riesce meglio a freddo, per cui la lonza può essere preparata con largo anticipo. Io comunque l’ho tagliata subito dopo la cottura senza problemi).
    Remove the loin from the pan, remove the joints, and cut into slices (you can cut the loin also when it is cold, then you can prepare the recipe in advance)
  6. Sistemare le fette di lonza in una pirofila su un letto di salsa calda. Ricoprire con altra salsa e infornare per 15 min a 200° coprendo con un foglio di alluminio. Quindi servire. (io ho messo in forno all’arrivo degli ospiti).
    Put in a heatproof dish a cup of sauce and the loin slices. Then cover with the remaining sauce. Cover the dish with an aluminium foil and place in the centre of pre heaten oven for 15 minutes (420°F – 220°C). Thes serve it! (I put the loin into owen when my guests arrived!).

Lonza alla Birra - Beer pork loin


Potrebbero interessarti anche (See also):

carne alla pignata  braciole di maiale con mele  saltimbocca alla romana

Tagliatelle con salsa alle noci

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un primo sostanzioso, insolito e gustoso, velocissimo da preparare: l’ideale per una cena informale tra amici.
La ricetta è presa dalla collana I Tuoi Menù ma leggermente modificata da me nel procedimento.

Ingredienti:

  • 250g tagliatelle all’uovo (secche)
  • 150g noci tritate
  • un cucchiaio di burro
  • 50g mascarpone
  • 6 cucchiai di panna (io ho usato un vasetto di YoChef)
  • maggiorana (fresca o secca)
  • aglio (pochissimo)
  • sale q.b.

Procedimento:

  1. Sgusciare le noci e tritarle (io ne ho tritato una parte finemente, altra parte in maniera più grossolana).
  2. In una padella far sciogliere un cucchiaio scarso di burro (o margarina) e lasciar insaporire le noci a fuoco bassissimo nel burro con un po’ di aglio (meglio lasciarlo in camicia e toglierlo subito).
  3. Cuocere la pasta in acqua salata e intanto in una ciotola (abbastanza capiente da ricevere poi la pasta) amalgamare il mascarpone, la panna e le noci aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.
  4. Scolare la pasta al dente, condire con la salsa alle noci, aromatizzare con la maggiorana e servire. A piacere spolverare con un po’ di parmigiano. Molto buona! Scopri la versione light Occhiolino

Potrebbero interessarti anche:

pasta gamberetti  crema lenticchie rosse e mandorle  torta noci pere

Risotto alle melanzane

Questa ricetta, tanto semplice quanto appagante, l’ho trovata in un vecchio libro di cucina che mi ha regalato mia suocera, una collana di una ventina di anni fa, ma molto valida: I Tuoi Menù.
Secondo me per il gusto finale può essere una valida alternativa al risotto ai funghi, per chi ad esempio vi è allergico. Se siete a dieta rigorosa, ho anche sperimentato la versione light! Occhiolino

risotto

Ingredienti per 4 persone:

  • 320g riso per risotti
  • 2 melanzane tagliate a dadini
  • 30g burro
  • 2 cucchiai di olio
  • aglio, cipolla
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 2 acciughe sotto sale (o sott’olio)
  • brodo q.b.
  • 30g parmigiano
  • origano, prezzemolo

Procedimento:

  1. Procedere come per un normale risotto preparando il soffritto con olio, burro, aglio, cipolla, le melanzane a dadini e le acciughe dissalate e private della lisca.
  2. Lasciar insaporire quindi sfumare con il vino bianco e aggiungere il riso.
  3. Dopo averlo fatto tostare aggiungere il brodo, quanto basta per ottenere una minestra legata e ben mantecata.
  4. Servire spolverando di parmigiano e con gli aromi.

Potrebbero interessarti anche:

risotto zucchine e philadelphia  polpette di melanzane e bresaola  crema per bruschette alle melanzane