Minestra di pollo e carciofi (a lenta cottura)

Ho già detto altre volte che delle ricette su Pinterest di provenienza estera non mi fido più, ma mi piace molto usare la slow cooker. Sapete allora come recupero le ricette (o gli abbinamenti?). Molto semplice: metto insieme ingredienti previsti per altre preparazioni di carne (involtini, arrosti…) accendo e via! Risultati sempre ottimali, d’altronde, la cottura lenta (che richiama quella sul fuoco delle nostre nonne) garantisce quasi sempre ottimi risultati, anche con tagli di carne non pregiatissimi.

Anche questa volta, protagonista il pollo ruspante dell’orto di mio padre, che certamente non si presta ad una cottura di pochi minuti in padella!!!

L’intingolo che ne viene fuori è ottimo per accompagnare dei cereali o del riso. In questa versione, io ho usato dell’orzo. Provatela e mi direte.

zuppa-pollo-e-carciofi-lenta-cottura

Ingredienti per 4 porzioni

  • un polletto ruspante (o qualsiasi parte a vostra disposizione, cosce, petto…)
  • 100g pancetta dolce
  • 250g cuori di carciofi (io ho usato quelli congelati)
  • mezzo bicchiere di vino
  • tre cucchiai di olio
  • un bicchiere di acqua o brodo
  • sale q.b.
  • un rametto di rosmarino e qualche foglia di salvia
  • 200g orzo o riso o altro mix di cereali

Procedimento (nella slow cooker)

  1. Mettere tutti gli ingredienti tranne i cereali nella slow cooker, impostate la temperatura a 95°C e cuocete per almeno 2 ore (regolatevi in base alla “tenerezza” del pollo che utilizzate).
  2. Se uno o più ingredienti sono congelati, abbiate cura di scongelarli prima al microonde.
  3. Quando il pollo è cotto, tiratelo fuori, eliminate eventuali ossa (la carne si staccherà con estrema facilità) e cuocete nel brodo di cottura i cereali secondo i tempi suggeriti nella confezione.
  4. Se necessario, per far restringere il brodo, aumentate la temperatura.
zuppa-pollo-e-carciofi-lenta-cottura

Tutto qui! Buone zuppe autunnali (se questo caldo si decide a lasciarci!!!)

Ah! I piselli sono solo decorativi! Ma volendo si può usare un mix di cereali e legumi per rendere la zuppa ancora più gustosa!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila con gli amici. Poi prova anche:

Pollo con riso stile Tex-Mex (a lenta cottura) – Slow cooker chicken burrito bowl.

Original English recipe of the Chicken Burrito Bowl here

In fatto di ricette e anche progetti di Fai-da-Te, Pinterest è spesso foriera di grandi delusioni, tanto che avevo smesso di appuntarmi qualsiasi ricetta “made in USA”. Tuttavia, quando si tratta di ricette per la slow-cooker, i Pin americani sono quelli che continuano a farla da padrone, essendo la slow cooker un attrezzo molto diffuso in tutte le cucine americane.

Il titolo originale di questa ricetta è Chicken Burrito Bowl . Cosa sarà mai!? Il burrito è una tipica preparazione della cucina tex-mex, ed è sostanzialmente una “piadina” con ripieno a base di carne, legumi e verdure, ovviamente piccante e speziato! Il burrito-bowl, altro non è che il ripieno del burrito, servito in ciotola, come minestra, invece che in un wrap. Mi perdoneranno messicani e texani che passeranno di qui se questa ricetta in sé non la definirebbero “tex-mex” ma, non avevo altro modo di tradurre in maniera comprensibile ed incisiva il titolo della ricetta in Italiano!

Ad ogni modo, questa è una ricetta che, con qualche piccolo aggiustamento e adattamento, ho replicato già varie volte, soprattutto perché i galletti ruspanti, belli tosti, che mi porta mio padre dalla nostra bella campagna, richiedono una cottura lunga oppure nella pentola a pressione (che non ho), e sfogliando i vari Pin su Pinterest, questa era sicuramente una di quelle più facilmente replicabili, adattabili al nostro gusto e non eccessivamente cariche di panna, formaggi e compagnia bella.

Per me è un ottimo piatto unico, giustamente speziato e saporito. Se avete la slow-cooker (o altro robot da cucina su cui potete impostare tempi e temperature) provatelo e ditemi cosa ne pensate! E’ anche ottimo per riciclare eventuali avanzi o vasetti vari di legumi in scadenza.

chicken-burrito-bowl

Ingredienti per 4 porzioni

  • un petto di pollo (ruspante) senza pelle e senza ossa
  • una cipolla
  • una lattina piccola di pelati
  • brodo q.b.
  • 200g riso integrale
  • 1 vasetto di fagioli (borlotti, cannellini, come preferite)
  • 1 vasetto di mais al naturale (io talvolta lo sostituisco con dei piselli)
  • peperoncino piccante
  • sale e pepe
  • cumino (non l’ho messo)
  • erba cipollina, basilico o prezzemolo

Procedimento

  1. Inserire nella slow cooker (o in una casseruola sul fornello più piccolo, al minimo) il petto di pollo tagliato a pezzetti, i pelati, la cipolla tagliata finemente, il peperoncino e brodo quanto basta per ricoprire il pollo.
  2. Cuocere a 95°C per 2 o 3 ore. Non deve bollire. Il pollo diventerà tenerissimo (se non usate pollo ruspante, potete cuocere anche per un tempo inferiore).
  3. Trascorso il tempo di cottura del pollo, aggiungete i legumi ed il riso (oppure un mix di legumi e cereali secchi), se occorre aggiungere altro brodo caldo. Cuocere per altri 30/40 min., sempre a bassa temperatura (95°C) o comunque il tempo necessario a che il riso ed eventuali legumi secchi siano ben cotti.
  4. Negli ultimi minuti di cottura aggiustate di sale, aggiungete l’olio ed erbe aromatiche a piacere. Se occorre alzare la temperatura di cottura per far restringere il brodo sino ad ottenere la “brodosità” desiderata.
  5. Lasciar riposare una decina di minuti prima di servire.

Dati i tempi di cottura molto lunghi, è una ricetta che può essere preparata il pomeriggio per la sera, oppure messa a cuocere la mattina mentre siete al lavoro. Il vantaggio di usare la slow cooker invece che il fornello sta proprio nel fatto che potete tranquillamente “dimenticarvi” della pentola e addirittura uscire di casa! Io ho comprato la slow cooker dopo che è nata mia figlia, ed è stata molto utile anche per preparare da mangiare mentre ero in casa ad allattare e non sempre libera di alzarmi a mio piacimento per controllare pentole, fuochi, ecc. Si mettono tutti gli ingredienti, si imposta il timer e… ciao!

riso-con-pollo-tex-mex

Ti è piaciuta questa ricetta? Condividila con gli amici! Poi prova anche

Crumble di Melanzane (Eggplant Crumble)

Cari amici benritrovati! Ormai non riesco più a postare con assiduità. Il tempo non basta mai ed a peggiorar la situazione si mette il fatto che negli ultimi mesi mio marito mi ha letteralmente sequestrato il computer avendo necessità di utilizzare il mio per lavoro. Doppio sbuff! Così addio alla cadenza “almeno settimanale” delle ricette!
Dear friends, how are you! Time always runs out and I am not able to write down a post every week. Also my dear husband stole my laptop and use it at work, leaving me without it! Sbuff!

2013-10-06 12.51.32

Oggi vi parlo di questo delizioso crumble di melanzane provato un po’ di tempo fa con moltissima soddisfazione. Adoro i crumble, mi piace il gioco delle diverse consistenze, ma devo dire che i crumble salati anno davvero una marcia in più rispetto a quelli dolci a base di frutta. La ricetta l’ho persa su Alice Cucina di Settembre 2013, con delle piccole variazioni negli ingredienti (tra parentesi) e nel procedimento (vi riporto quello che ho seguito io). Ve lo consiglio vivamente è davvero molto buono, ottimo tiepido e anche freddo, adatto anche alla pausa pranzo in ufficio.
Today recipe is a fantastic salted crumble, made with eggplants and smoked dried cheese (i.e. provola affumicata) which is one of the best crumble I ever ate, including the fruit ones. Believe me, you have to try it and adapt to your taste or whatever you have in the fridge today!

Ingredienti per 4 persone (Ingredients for 4 servings)

3 Melanzane Eggplants
100g provola affumicata smoked cheese
1 peperone rosso (io pomodorini) red pepper (I used some tomatoes)
40g pinoli pine nuts
40g capperi sotto sale capers
40g uvetta ammollata raisin soaked
40g olive nere black olives
1 spicchio aglio garlic cloves
q.b. menta (io basilico) peppermint (I used basil)
per le briciole for the crumble
60g burro butter
40g farina flour
50g parmigiano grattugiato grated parmesan
40g mollica di pane bread crumbles

 

Procedimento – Directions

1. Lavare e spuntare le melanzane e tagliarle a dadini.e saltatele in padella con un po’ di olio e basilico con qualche pomodorino. Cleanse the eggplants and chop them. Roast them in a pan with some olive oil, basil, salt and pepper. At the end add some tomatoes cut in half.
2. Preparare le briciole: in una ciotola raccogliere il burro, la mollica di pane, il parmigiano e la farina. Lavorate con la punta delle dita sino ad ottenere un composto bricioloso. Prepare the crumble: mix togheter in a bowl, using your fingertips, the butter, the bread crumble, parmesan and the flour until you have a crumbled mixture.

2013-10-06 09.57.21

3. Ungere leggermente delle cocottine individuali o dei vasetti di vetro e alternare stratificando i vari ingrediienti mettendo qui e là qualche briciola di crumble. Arrivati al bordo ricoprite completamente con le briciole.
Infornare per 15/20 min a 180g. Ovviamente infornate i vasetti a chiusura ermetica senza la guarnizione di plastica!
Grease 4 small baking pan or some jars. Layer all the ingredients and put some crumble in the middle. Cover all the surface with the crumble and cook in pre-heated oven at 350°F for 15/20 minutes.
Of course if you use the jars you will put them in the owen without their  cover nor any gasket.

2013-10-06 10.25.56

Consiglio sulla conservazione: Se cuocete il crumble in un vasetto di vetro, potete chiuderlo ermeticamente appena sfornato: si creerà il sottovuoto consentendovi la conservazione del prodotto in frigo per qualche giorno (se resistete). La cottura/conservazione nel vasetto vi consente anche di portarvi il vostro buon crumble in ufficio per la pausa pranzo. Se non volete usare i vasetti delle cocottine o una pirofila grande unica vanno più che bene. I risultati migliori per questo tipo id preparazione si ottengono con la ceramica. Buon appetito!
Storage tip: if you cook the crumble (even a sweet one) in a jar you can close it immediately after the cooking, while it is still hot, with his gasket. As it will cool down it will create the “vacuum” and you can store the crumble for some day in the fridge or use it as a lunch box! Otherwise you can cook it in a regular baking pan. I suggest you to use the ceramic for this kind of recipes.

crumble melanzane

 


Potrebbero interessarti anche:

insalata di grano feta e melanzane sformatini di ricotta e piselli - ricotta and beans flan tartellette-veg-alle-melanzane.jpg

 

 

Altre ricette con le melanzane – Altre ricette secondi – Altre ricette Alice Cucina

Millefoglie di pane carasau (Carasau bread lasagna)

Oggi ricetta furbissima e buonissima. Devo ringraziare la mia amica Daniela per averla segnalata esattamente due anni fa sul forum di Misya, dopo averla a sua volta scovata nel blog di Alessia di Muffin, cookies e altri pasticci.
Today recipe is really useful and smart! I have to say thank you to Daniela, who let me know this recipe, and Alessia who inspired her!

Parlo della Millefoglie di Carasau (o carta da musica) il pane tipico della Sardegna, che si presenta in sfoglie sottili e croccanti. In questa ricetta viene utilizzato per creare una millefoglie salata, alternando strati di pane a verdure, formaggi… qualsiasi cosa vi troviate in frigo/dispensa o che vi stuzzica la fantasia del momento.
Here it is the Carasau milfoil (the Carasau is the Sardinia tipical bread, also called “music paper” and is a “foil, crisp, bread”, take a look here). I used it like a “lasagna” and alternated it to zucchini, tomatos, cheese…

Un piatto veloce, con le giuste accortezze anche light, economico, svuota-frigo, buono sia caldo che freddo, ottimo per la pausa pranzo in ufficio, perfetto in estate… Insomma che volete di più dalla vita?
The result is a speedy meal, even light, cheap, useful to scoop out the fridge, good warm or cold, fit for the lunch break at work, fit for summer, … So… what do you want more?!

Vi riporto la ricetta di Alessia che ho seguito abbastanza fedelmente.Here it is Alessia recipe, as I followed it.

Ingredienti (per 4 persone) – Ingredients for 4 servings

  • circa 6 fogli di pane carasau (6 carasau bread foils)
  • 3 pomodori rossi maturi (3 tomatos)
  • 3 o 4 zucchine (3 or 4 zucchini)
  • 250g formaggio a pasta morbida (scamorza, Asiago, provolone o un mix di questi) (250g cheese)
  • basilico (basil)
  • origano (oregano)
  • olio extravergine d’oliva q.b. (oliv oil)
  • sale e pepe (salt and pepper)

Procedimento:

  1. Grattugiate le zucchine con una grattugia a fori larghi oppure affettala con la mandolina, direttamente in una ciotola capiente e conditele con basilico spezzettato a mano, sale, una macinata di pepe e olio. (Shred the zucchini using a large holes grater, put in a bowl and season with oil, basil, salt and pepper).
  2. In un’altra ciotola, tagliate i pomodori privati dei semi a pezzetti e conditeli con olio, sale e origano. Lasciate riposare e insaporire le due verdure per almeno mezzora. (In another bowl cut in slices the tomatos and season them with oil, salt, pepper and oregano. Let the zucchini and the tomatos rest for about 30 min.)
  3. Prendete una teglia da forno, ungetela con un filo d’olio, poi fate uno strato di pane carasau spezzettato. A piacere bagnatelo leggermente con dell’acqua. Tuttavia se lo preferite più croccante, l’acqua rilasciata dalle verdure darà (secondo me) la giusta consistenza. (In a tin alternate the carasau foils and the tomato, zucchini and cheese. Should you prefer the bread more crispy, do not wet it, the dressing juice will be enough. Then cover with other carasau bread and other tomatos, zucchini, cheese… se the photo).
  4. Cospargete con i pomodori, le zucchine, la scamorza tritata grossolanamente al coltello e un filo d’olio. Schiacciate delicatamente con le mani per compattare il tutto e continuate formando strati di questo tipo fino ad esaurimento degli ingredienti, concludendo con le verdure, i formaggi e l’olio.

  5. I

    Millefoglie-carasau

    Millefoglie-carasau

    Millefoglie-carasau

    nfornate la millefoglie a 180/200° poco meno decina di minuti, giusto il tempo che serve a far fondere il formaggio, e servitela tiepida. (Io la preparo spesso nel fornetto alogeno). (Put in the owen, under the grill for a few minutes, just to let the cheese melt. Serve warm.)

Millefoglie-carasau

Vi invito a provarla con gli ingredienti più disparati che avete in frigo, soprattutto quelli prossimi alla scadenza che dovete consumare, wurstell, uova sode, peperoni, verdurine sott’olio, tonno, … … … Provate provate e mi ringrazierete, come io ringrazio ogni estate Daniela e Alessia! XD
(Try it with every thing you have in the fridge: wurstell, hard boiled eggs, peppers, tuna… you will thank me every time, as I thank Daniela and Alessia every summer!!!).


Potrebbere interessarti anche (see also)

rotolini zucchine ricotta - zucchini and ricotta rolls

fagiolata indian style

insalata di grano feta e melanzane

pasta con zucchine e salsiccia profumata al finocchio

Pasta con Zucchine e Salsiccia

L’ultima ricetta salata risale a novembre e siamo quasi a febbraio… il che può significare due cose 1) Cle mangia dolci anche a pranzo e a cena; 2) Cle per due mesi non ha cucinato nulla di nuovo.
The last pasta recipe I posted was in November!!! This could means two things: 1) Cle eats dessert even for lunch and dinner; 2) Cle doesn’t make something new during last months.

In realtà qualcosina di nuovo l’ho sperimentato, il problema è che mentre per i dolci un pochino ho imparato a fare delle foto invitanti, per i primi ed i secondi, di solito poi fotografati al supervolo, faccio ancora un po’ pena!!! Per non parlare poi del fatto che spesso quello che preparo va a finire nei miei lunch boxes, preparati in 10 minuti al mattino per essere consumati durante la pausa pranzo in studio. Non ho più nemmeno il tempo di preparare dei bento carini e fotografabili!
Actually I made something new, but… perhaps I’m a good dessert photographer, I’m not very good with pasta dishes pics!!! I have to say it! Also I’m always on hurry, and I usually prepare pasta dishes at morning, for my lunch boxes, which are t so cute!

E va beh, vorrà dire che dovrete fidarvi ancora di più del mio giudizio e meno della foto, anche perché se ve le suggerisco nonostante la foto non particolarmente coreografica vuol dire che merita davvero!!!
So this means that you have to trust me and not my photos when I say you this recipe is very very very yuhmmy, even if the photo is not really gorgeus!

Questa pasta è nata improvvisando un po’ a casa di un’amica. Ci vediamo spesso a pranzo visto che lei abita vicino il mio studio, e aggiungi questo, aggiungi quest’altro qualche giorno fa è venuta fuori questo piatto unico, terminato il quale abbiamo pure pulito piatto e pentola con il pane, in barba alla dieta e alle calorie.
This pasta dish was arranged for the first time at my friend house, were I realized such recipe using what she got into fridge! The result was a really deliciuos dish! Wa also cleaned the dish with bread until last drop of souce was duly slurped away!!! (I think you already know, in italy we say “fare la scarpetta” = do the little shoe!).

pasta con zucchine e salsiccia profumata al finocchio

Pasta con zucchine e salsiccia profumata al finocchio
(Zucchini and sausage pasta with fennel seeds)

Ingredienti per 2 persone (Ingredients fro two serving):

  • 160g pasta corta (pasta like macaroni)
  • 2 zucchine (zucchini)
  • 150/200g salsiccia possibilmente di maiale (pork sausage)
  • tre cucchiai di olio evo (3tbs extra virgin oliv oil)
  • un cucchiaino di semi di finocchio (3tsp fennel seeds)
  • cipolla (onion)
  • uno spicchio di aglio (1 garlic clove)
  • due cucchiai di passato di pomodoro (2tbs tomato souce)
  • peperoncino (facoltativo) (1 chili pepper – should you like it)
  • sale q.b. (salt)

Procedimento:

  1. Mentre aspettate che l’acqua per la pasta venga a bollore, tagliate a dadini la zucchine e sbriciolate la salsiccia (l’ideale è quella “a punta di coltello” magari già profumata al finocchio, tipica della puglia).
    (While the water is boiling, chop the zucchini and crumble the sausage)
  2. Rosolare nell’olio un po’ di cipolla tagliata a fettine sottili e uno spicchio di aglio in camicia con la salsiccia sbriciolata. Unire anche le zucchine e gli aromi e lasciar insaporire.
    (Brown the onion and the garlic with the oil, then add the sausage and zucchini).
  3. Unire due cucchiai di passato di pomodoro e allungare con un po’ di acqua di cottura della pasta.
    Then also add the tomato souce and all the aromas with 1/2 cup of the cooking wather of the pasta
  4. Scolare la pasta al dente e condirla con l’intingolo saltandola per un minutino sul fuoco. Conservate un po’ di acqua di cottura per aggiustare la densità del sugo ove fosse necessario. Servire e buon appetito!
    Drain the macaroni “al dente” and dress with the souce and cook it for one or two minutes yet. Just serve and… do the “scarpetta”!

Oltre che per la pausa pranzo questa è una pasta buonissima anche da proporre ad una cena informale tra amici, anche perché si prepara mentre cuoce la pasta. Potete inoltre preparare il condimento in anticipo e conservarlo in vasetti di vetro in frigo anche per una settimana.
I suggest you to serve this pasta to your friends and not also to use it for your fast lunchbox! You can also prepare the sause ahead and store it into the fridge, into a jar, for a week.


Ti potrebbero interessare anche (You might also like):

cous cous salsiccia zucchine risotto zucchine e philadelphia prosciutto crudo radicchio

Insalata di grano, feta e melanzane grigliate

Un post al volo per una ricetta velocissima e gustosissima, ottima sia per i pasti estivi, sia per la pausa pranzo in ufficio. Un vero piatto unico comprensivo anche della frutta!!! Nonché un ottimo sostituto alla solita, trita e ritrita, e anche un po’ noiosa, insalata di riso. In più è light! Cosa volete di più dalla vita?Occhiolino

Attendo le vostre opinioni, quindi provatela!!!

Le dosi sono per lo più a piacere e per una porzione sola, come è d’abitudine qui, nella categoria lunch boxes.

insalata di grano feta e melanzane

Ingredienti:

  • una piccola melanzana
  • 50g feta
  • 60g grano
  • 15g uvetta
  • menta
  • aglio
  • scorzette di limone
  • mezza tazzina di olio (circa 25g)
  • una tazzina di aceto di mele

Procedimento:

  1. Cuocere il grano in acqua o brodo per 10 min. Ammollare l’uvetta nell’aceto di mele.
  2. Affettare la melanzana in fette non più spesse di 1/2 cm e spennellarle con poco olio. Grigliarle al microonde o sulla piastra. Quindi insaporirle con la menta e una virgola di aglio.
  3. Mischiare tutti gli ingredienti nel vostro portapranzo e profumare con scorzette di limone e altra menta. Buona buona!!! 10+

P1010432

E se questa ricetta vi è piaciuta potete anche provare l’insalata di farro.



Potrebbero interessarti anche:

pasta melanzane mozzarella  cous cous salsiccia zucchine  muffin melanzane e feta

Peperoni ripieni di cous cous… Sublimi!

Pensavo da tempo alla ricetta “giusta” con cui celebrare queste prime 100.000 visite raggiunte in poco più di sei mesi su questo blog. Ho lasciato varie ricette nelle bozze in attesa che mi venisse la giusta ispirazione per un dolce all’altezza, ma l’ispirazione non arrivava… Fino a che oggi non ho preparato questo splendido cous cous e mentre lo assaggiavo ho pensato: “Mmmmmmmmmmm, MMMMMMMMMMMMMM! Che Bontà! Sai che c’è, basta festeggiare a suon di dolci, questo Cous Cous è squisito, estivo, goloso, colorato… è una festa, festeggiamo con questa ricetta no?!”

E poi a pensarci bene ha più significato questo piatto per festeggiare che un dolce “trionfale”: le verdure le ho preparate come mi ha insegnato mia madre, il cous cous è un ingrediente che amo ed è spesso presente nelle mie ricette, come anche il basilico. Insomma un modo per dire grazie anche a chi mi ha insegnato sin da piccolissima a stare tra i fornelli, a chi per la prima volta mi disse “Tu sarai una bravissima cuoca, si si vede dalle piccole cose”, mia madre.

E allora eccomi qui a ringraziarvi proponendovi questo tripudio di odori e sapori mediterranei. Grazie a tutti di questo bel traguardo raggiunto in relativamente poco tempo, nonostante non sia una fotografa d’eccezione come lo sono moltissime foodbloggers, nonostante non abbia sponsor nelle mie sidebar o centinaia di commenti sotto ogni ricetta!

Grazie! Grazie di cuore (un dolce comunque ve lo regalo al più presto, promesso!).

P1010493

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 peperoni rossi e/o gialli
  • 200g cous cous precotto
  • 1 melanzana
  • 2 zucchine piccole
  • qualche pomodorino
  • 1 patata grande
  • 1/2 cipolla
  • uno spicchio di aglio in camicia
  • 4 cucchiai di olio
  • sale q.b.
  • un peperoncino (facoltativo)
  • un mazzetto di basilico

Procedimento:

  • Tagliare i peperoni a metà lasciando il picciolo intero attaccato alla metà che userete come contenitore e puliteli.
  • Tagliare le restanti parti dei peperoni e le altre verdure a dadini. Tagliate i pomodorini a metà.
  • In una pentola sufficientemente larga versate l’olio e fatevi saltare le verdure per un paio di minuti a fuoco vivace. Quindi unire un bicchiere scarso di acqua, i pomodori tagliati a metà e lasciate cuocere a fiamma medio alta per circa 30 min. Al termine unire il basilico.
  • Scottate per qualche minuto i peperoni in acqua bollente (oppure se possibile cuoceteli al vapore sopra le verdure).
  • Quando le verdure sono pronte, preparare il cous cous secondo le indicazioni riportate sulla confezione, quindi mischiarlo alle verdure e riempire i peperoni.

Sono ottimi caldi, tiepidi e anche freddi! Ho preso ispirazione da una ricetta presente in La Cucina del Corriere della Sera, adattandola agli ingredienti che avevo in frigo!

P1010498

Bon appetìt!


Potrebbero interessarti anche:

Pomodori farciti al forno  zucchine tonde ripiene  cous cous verdure piccanti e pollo

Cous cous in agrodolce… che squisitezza!

In una tavola calda tempo fa, non trovando nulla di mio gradimento decisi di provare il cous cous. Scelta molto saggia! Mi ha dato lo spunto poi per arricchire al meglio il mio cous cous e, udite udite, ha abbattuto un muro: sono passata a mischiare il cous cous al resto degli ingredienti, cosa che, chi ha buona memoria ricorderà, non amavo fare!

Diciamo che quello che anche io vi do è uno spunto da cui partire, mantenendo però i “capisaldi” della preparazione: condimento con aceto e olio, uvetta (meglio se ammollata in aceto) e abbondanti erbe aromatiche mediterranee, in particolare menta. Preferibilmente utilizzate delle verdure in agrodolce oppure sottaceti.

Molto molto più appagante (e per certi versi economico) delle insalate di riso. Un piatto adatto anche all’estate.
P1010204
Ingredienti per due porzioni
(le proporzioni sono variabili secondo il gusto):

  • 100g di cous cous precotto
  • 2 petti di pollo
  • 2 zucchine o altra verdura
  • verdure in agrodolce (esempio vedi ricette dei peperoni o delle melanzane) o giardiniera
  • 100g ceci precotti
  • menta e/o basilico o altre erbe aromatiche
  • un cucchiaio di uvetta
  • olio, sale e aceto bianco (o di mele) q.b.
  • un pizzico di curcuma o zafferano (facoltativo)

Procedimento:

  1. Preparare il cous cous secondo le indicazioni della confezione, aggiungendo nell’acqua un pizzico di curcuma (solo per dare un colore più acceso).
  2. Scaldare una padella e cuocerci il pollo senza grassi. Nel frattempo grattuggiare le zucchine con una grattugia a fori larghi.
  3. Quando il pollo è cotto toglierlo dalla padella e versarci dentro per pochissimi minuti le zucchine per farle appassire leggermente. Salare.
  4. Sminuzzare le verdure in agrodolce, il pollo e unire tutti gli ingredienti al cous cous.
  5. Condire con un cucchiaio di olio e di aceto e profumare con abbondante menta.

P1010201

Questo cous cous è ottimo da portare in ufficio: si prepara in pochissimo tempo (10 min.), non è necessario scaldarlo, è buonissimo e non appesantisce troppo pur dandovi un buon senso di sazietà.

Come vedete non mettendo la curcuma il cous cous mantiene un colore pallido, meno carino ma assolutamente ugualmente buono!


Potrebbero interessarti anche:

cous cous salsiccia zucchine  Peperoni ripieni di cous cous… Sublimi!  insalata di grano feta e melanzane

Nuova Categoria: Lunch Boxes!

Per un po’ mi sono fatta prendere dalla mania dei Bento ed ho comprato, un po’ su Ebay, un po’ al Japan Palace al Lucca Comics, vari accessori per un porta pranzo in very Japanese style! Man mano che li utilizzerò ve li illustrerò con piacere!

Consumando pranzo (e cena) ogni giorno in ufficio, e non tollerando il mio stomaco e il mio portafoglio che mangi ogni giorno roba a caso in rosticceria, prepararmi il pranzo al mattino è un piacevole adempimento quotidiano! In fondo i piatti di veloce esecuzione sono sempre stati tra i miei cavalli di battaglia! E poi in questo modo riesco a NON spiluccare mentre spadello (di primo mattino non è proprio possibile!!!).

Perché si parli, però, di veri “Bento” è necessario che il portapranzo sia, oltre che bello all’occhio, anche completo di carboidrati, proteine e verdura, accompagnato da un side-dish con frutta o dolcetti. Non sempre ho tempo di preparare un Bento completo o un Obento (=bento artistico), quindi alla categoria ho assegnato il più generico nome di Lunch Boxes (qui tutti i post).

Inutile dire che le ricette proposte in questa sezione sono naturalmente valide ed eseguibili anche per la famiglia, a pranzo come a cena, a patto di moltiplicare le dosi che in questa sezione saranno rigorosamente per uno!!! Per comodità indicherò i tempi di preparazione, ma considerate che io utilizzo un bollitore elettrico per l’acqua, risparmiando così diversi minuti!

In ufficio ho la possibilità di disporre sia di frigorifero, sia di microonde, ma molte ricette che proporrò possono anche non essere scaldate, o comunque essere conservate sino all’ora di pranzo in una borsetta frigo!

Spero troviate interessante ed utile questa iniziativa, intanto ecco il primo Bento:

P1010070

Cous cous con salsiccia e zucchine (15/20 min):

  • 70g cous cous precotto
  • 150g zucchine
  • 150g salsiccia
  • sale, pepe, olio q.b.
  • un rametto di rosmarino e bacche rosa per decorare e profumare

Preparare il cous cous secondo le indicazioni sulla confezione (5 min) e conditelo con uno o due cucchiai di olio e sale.
Scaldare una padella di acciaio sul fuoco senza grassi, quindi cuocere a fuoco vivo la salsiccia spezzettata (5 min). Intanto tagliare la zucchine a cubetti e versarla in padella. Lasciar cuocere insieme altri 3 o 4 minuti, eventualmente con il coperchio. Aggiungere sale e pepe.
Nel vostro portapranzo sistemare da un lato il cous cous, e dall’altro lato la carne con la verdura (oppure se preferite mischiate tutto, ma così andrà via più tempo!!). Pronto!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Continua a leggere…

Cous cous con verdure piccanti e pollo

Questa è una ricettina che ho improvvisato un po’ di tempo fa, quando per la prima volta ho sperimentato il cous cous. Devo dire che io lo preferisco “separato” dalle verdure e piuttosto asciutto, ma nulla vi vieta di unirlo alle verdure della ricetta qui proposta.

cous cous

Ingredienti (per 4 persone)

  • 200g Cous Cous precotto
  • 500g pollo o fesa di tacchino tagliata a straccetti
  • 2/3 zucchine piccole tagliate a tocchetti
  • 300g funghi champignon affettati
  • 1 peperoncino, prezzemolo, cipolla
  • Olio e sale q.b.
  • qualche pomodorino o cucchiaio di passata di pomodoro
  • brodo o dado (facoltativo)

Procedimento

  1. Preparare il cous cous, secondo le indicazioni sulla confezione.
  2. Affettare i funghi e le zucchine e fateli appassire in padella con tre/quattro cucchiaio di olio, la cipolla (e un po’ d’acqua se non amate il soffritto!) aggiungere il sale, il pomodoro, gli aromi ed eventualmente mezzo bicchiere di acqua calda o brodo. Se gradite le zucchine più croccanti potete unirle successivamente.
  3. Far insaporire il tutto quindi aggiungere gli straccetti di carne.
  4. Disporre in un piatto piano la montagnetta di Cous Cous da un lato, e la carne con le verdure dall’altro, bagnando il cous cous con parte del sughetto delle verdure.

cous cous


Potrebbero interessarti anche:

Peperoni ripieni di cous cous… Sublimi!  insalata di grano feta e melanzane  fagiolata indian style