Dolcetto con scherzetto… le idee degli altri!!! (Trick&Treats)

Non ce l’ho fatta! Non sono stata al top della mia forma e forza fisica questo WE (fortuna che almeno ho dormito un’ora in più!) e non ho preparato tutto quello che mi ero ripromessa per essere pronta per gli scampanellii di mercoledì sera. O meglio, dopo il primo esperimento andato male ho gettato la spungna. In più. come ho detto nei diversi commenti, sono ufficialmente in dieta, per cui andrò smaltendo oltre che i chili di troppo, anche le ricette che ho accumulato nelle bozze. Foto meno belle, prodotti forse non stagionali, ma … mi tocca ragazzi! Man mano che passeranno le settimane noterete meno dolci, meno bellezza nelle foto (se restano nelle bozze un motivo c’è!!!!!) meno calorie… ma sempre tanta Cle! I promise you!

Però le idee che avevo in testa per questo Halloween ve le mostro comunque perché lo so che non vedete l’ora di radunare i vostri nanetti e iniziare a pasticciare in cucina, anche se le americanate non le sopportate, l’occasione è utile per passare un po’ di tempo insieme, oppure sono idee utili per delle festicciole a tema! 😀

Iniziamo con due idee semplicissime che probabilmente saranno i miei ripieghi mercoledì sera per tenere contenti quei quattro marmocchietti che citofoneranno: i fantasmini lecca lecca e la mano mostruosa di pop corn: Faaaacile facile facile facile!
(Fonte qui)

Mentre per la mano di pop corn avrete bisogno di pop corn, caramelle colorate, tonde o appuntite, e i guanti trasparenti monouso che si trovano nei supermenrcati al bancone self service della frutta: due secondi e lo scherzetto è pronto!

Passiamo ora al dolcetto che avevo iniziato a preparare ma… senza i giusti ingredienti (non ho volutamente acquistato uova, per i motivi detti sopra!!!). Ci ho provato con il cioccolato bianco, ma… ve lo sconsiglio: usate della glassa di zucchero o della meringa:

Il corpicino è composto da pretzel (tipo snack friends Cameo) tenuti insieme dal pretzel lungo, mentre la testa è un marshmellow. Possono essere anche dei carinissimi party favours se imbustati. Fonte (e altre idee): qui e qui.

E poi altre mostruosità utilizzando ingredienti sparsi in casa come questi giù (cliccate sulle immagini per accedere ai siti di riferimento dove troverete mille e più altri spunti).

  

Spero di avervi dato qualche suggerimento utile, anche se non è farina del mio sacco!!!

Questo Week end me ne vado a Lucca, alla mia amata fiera del fumetto a sforgiare le mie orecchie a punta nuove di zecca! Qualcuno di voi sarà lì? Se si non esitate a salutarmi eh! Così avvererete un mio sogno nel cassetto: incontrare un perfetto sconosciuto che mi dica “Io seguo il tuo blooooog!!!” ;D Non farete fatica a riconoscermi: sarò quella che fotografa tutti i cosplayer, con le orecchie a punta (o da gatta e relativi zamponi) e la faccia che vedete sotto! XD

Baci!

Biscotti gufo (Hoot Owl cookies)

Ho tenuto in serbo questi biscotti, preparati qualche mesetto fa, per il periodo di Halloween. Non sono una fan delle americanate ma devo ammettere che mi piace tantissimo l’idea di poter regalare qualche dolcetto ai bambini che anche qui la notte del 31 ottobre bussano nelle case del vicinato chiedendo “Dolcetto o scherzetto??!” e mi piacciono un sacco le facce soprese che fanno quando vedono che ho preparato apposta per loro dei biscottini speciali!
I made these cookies some months ago and I kept them for Halloween time! I am not a “USA-made” fan, but I like the happy faces of the kids that here in Italy try to do “Trick or Treat” and find in my house something funny and delicious made just for them!!

L’ispirazione per questi biscotti l’ho presa da questo post, il mio primo Pin su Pinterest e naturalmente applicato all’idea la “giusta tecnica”.
I found the inspiration in this website (my first Pin on Pinterest) and naturally applied the right method!

Biscotti gufo - Hoot Owl Cookies

Spero di potervi dare nelle prossime setimane altre idee per boscotti divertenti, intanto vediamo come preparare questi!
I wish to give you more ideas for Halloween in the next days. In the meantime, try to make these.

Ingredienti:

  • Per la pasta frolla chiara (For the white pastry)
    200gr farina 00 (all purpose flour)
  • 50gr amido di frumento (o altra farina) (starch or more flour)
  • 1 uovo (1 egg)
  • 125gr zucchero (sugar)
  • 125gr burro a t.a. (butter at room temperature)
    Per la pasta frolla scura (For the black pastry)
  • 200gr farina 00 (flour)
  • 50gr cacao amaro (cocoa)
  • 1 uovo (1 egg)
  • 125gr zucchero (sugar)
  • 125gr burro a t.a. (butter at room temperature)
    Per decorare (To decorate):
  • anacardi (cashews)
  • gocce di cioccolato (chocolate chips)

Procedimento:

  1. Preparate la pasta frolla chiara e la pasta frolla scura, mischiando velocemente gli ingredienti, senza impastare troppo. Formare una palla con ogni impasto, avvolgere con pellicola e lasciar risposare in frigo per almeno 30 min o più.
    (Prepare the shortcrust pastries, one white and one with cocoa, mixing all the ingredients without  keading too much the dough. Wrap with clingfilm and let it rest in the fridge for 30 min.)
  2. Dopo il riposo formate un cilindro dallo spessore regolare di circa 2 cm di diametro con l’impasto scuro. Stendere in una sfoglia di circa mezzo centimetro con l’impasto chiaro.
    (Shape the cocoa pastry as a cilinder having a diameter of about 2 cm . Roll out the white pastry )
  3. Avvolgere l’impasto scuro con l’impasto chiaro con un giro solo, dategli una forma regolare saldando i bordi, avvolgere con pellicola e mettere in freezer per almeno 30 min. o comunque finché il salsicciotto di frolla non sarà ben indurito.
    (Wrap the cocoa cilinder with the white pastry. Give it a regular shape, wrap with clingfilm and put in the freezer until hard-)
    2012-05-26 18.47.08
  4. Quando il salsicciotto è ben indurito, tagliare delle fette di circa mezzo centimetro e disporle sulla teglia affiancandole a due a due. Se avete difficoltà nel farli attaccare potete spennellarli con un po’ di albume o acqua.
    (Then cut the dough into 5mm slices. Pair the slice and stick them togheter using some egg withe as “glue”!)
    2012-05-26 19.57.34
  5. Disporre al centro, all’attaccature delle due fette di impasto un anacardo (se non trovate altro vanno bene anche quelli salati) e due gocce di cioccolato per farne gli occhi.
    (Decore with cashews and chocolate chips as in the photos)
    shaping Biscotti gufo - Hoot Owl Cookies
  6. Infornate per 10 min a 180°. (Cook at 350°F for 10 minutes.)

Biscotti gufo - Hoot Owl Cookies

Alcuni suggerimenti: il passaggio in freezer è fondamentale, altrimenti tagliando le fette il salsicciotto si schiaccerà e non otterrete una bella forma tonda.
E’ meglio non aggiungere lievito all’impasto, in questo modo i biscotti in cottura manterranno la forma che darete. Potete comunque aromatizzare i due impasti come preferite.
Per un effetto più realistico pizzicate all’esterno l’impasto bianco! Occhiolino
(Some suggestion: It is important to let the two dough cilinder rest in the freezer. Otherwise you won’t obtain a round shaped slices.
Do not add baking to preserve the regular shape. You can add the flavour you like.
Pinch/shape the outer side white dough to make the owl eyes be more realistic or more expressive!
)

Con questa ricetta partecipo al bel contest di Parole di ZuccheroContest di Halloween banner orizzontale


Potrebbero interessarti anche (see also):

Bisocotti Halloween jack skellingtone cake

Girelle alla mozzarella (Mozzarella rolls)

Arieccomi! Vi sono mancata? Vi stavate chiedendo dove fossi finita a parte la minivacanzina in Sardegna, di cui magari alcuni di voi hanno letto sul mio blog personale Ecce Clelia?
La verità è che sono s-t-a-n-c-a ed il fine-settimana sono in uno stato tra il comatoso ed il catatonico. Voglio dire per riuscire a spadellare nel we tentavo di far qualcosa in casa durante la settimana prima di andare a prendere il treno, dopo quasi un anno e mezzo di esci alle 8:30-torna alle 21:00 devo dire che sto accusando una certa stanchezza, tanto che non solo sono due mesi che praticamente non metto le mani in pasta, ma per di più non riesco nemmeno a mettermi al PC per postare le ricette già in attesa, con il rischio di proporvi a luglio una zuppa di fagioli degna degli inverni a Trento! ahahaahahahaha! Auspicando un miglioramento del mio orario di lavoro, prima dell’arrivo di un totale esaurimento nervoso, vi lascio con questa stuzzicheria ottima per la festa dei bambini o in generale per qualsiasi buffet o semplicemente la merenda.

DSCN1285

Trattasi di una specie di impasto per pane al latte (e quindi privo di uova) arricchito con la mozzarella e farcito nei modi che la fantasia vi suggerisce. L’impasto è sofficissimo, ed il risultato molto molto sfizioso sia per i grandi che per i piccini. Montersino le propone alla pizzaiola, ma io le ho fatte anche al pesto, in più si possono farcire anche con dei salumi. Con i giusti accorgimenti, la ricetta oltre che ad essere senza uova può anche essere resa senza lattosio. Provatele prima che il caldo vero arrivi portando via la voglia di accendere il forno!
I’m back! I am very very tired in this period! I passed last year in this way: h. 8:30 a.m. go to work – h. 9:00 p.m. return back home. When the week end arrives I’m totally comatose, I assure you! So here is the reason why I posted one single recipe last month. I wish my working hours will change soon.
However, here it is today recipe: mozzarella rolls. The mozzarella is in the dough and make it soft inside and crisp outside. Really delicious! A nice idea for a bday party, or a delicious snack. Come and see!

Ingredienti:

  • 500g di farina manitoba (American flour)
  • 200g di latte intero (whole milk)
  • 20g di lievito di birra (brewer’s yeast)
  • 50g di burro (butter)
  • 8g di sale (salt)
  • 10g di zucchero (sugar)
  • 200g di mozzarella fresca (mozzarella cheese)
    Per condire – Stuffing
  • 100g di concentrato pomodoro (tomato paste)
  • 2g di origano secco (oregano)
  • 1 cucchiaio olio evo q.b. (1 tbs extra virgin oliv oil)
  • oppure: pesto di basilico, di noci, salumi… (basil pesto souce, walnut pesto souce, sausages…)

Foto-Procedimento (Photo directions):

  1. Procedere come per la preparazione di un normale impasto per pane o pizza: fare la fontana con la farina e lo zucchero, disporre al centro della fontana il lievito sbriciolato ed aggiungere gradualmente il latte (in alternativa usare la planetaria, facendo attenzione sempre ad aggiungere il latte poco per volta, il che consentirà una migliore formazione del glutine).
    Mix (with a machine) the flour, the sugar, and the yeast adding the milk little by little.
  2. Quando l’impasto è ancora grezzo, aggiungere la mozzarella sfilacciata e continuare ad impastare sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
    Dovete ottenere un impasto simile a quello del pane (consistenza del lobo dell’orecchio). Eventualmente aggiungere altro latte o farina. La dose esatta dipende dal tipo di mozzarella utilizzato.
    When the dough is still rough add the crumbled mozzarella and continue impaste untill the dough is omogeneous. Add more milk/flour if needed. The dough consistence has to be like the earlobe.
  3. A questo punto l’impasto dovrebbe essere ben incordato, quindi si può aggiungere il burro e infine il sale. Il burro deve avere la stessa consistenza dell’impasto, quindi scaldatelo leggermente nel microonde se necessario. Lasciar riposare l’impasto così ottenuto in frigo per almeno mezz’ora.
    Add softened butter and then the salt. Let the dough rest into the fridge for 30 minutes or more.
  4. Nel frattempo preparare il condimento: condire il concentrato di pomodoro con olio, sale e origano. In the meantime prepare the stuffing: add oil, oregano and salt to the tomato paste.
  5. Dividere l’impasto in due parti e stendere ogni parte in una sfoglia di circa tre millimetri. Condire con il ripieno scelto, lasciando libero circa un centimetro dai bordi. Divide the dough in two parts. Roll out each part in a 3mm foil and spred on it the tomato sauce.
  6. Arrotolare il rettangolo di pasta abbastanza stretto. Now roll the dough.
  7. Avvolgere il rotolo ottenuto nella pellicola. Wrap the roll with the clingfilm.
  8. Far riposare il rotolo nel congelatore (almeno 40 min): in questo modo si solidificherà e manterrà la forma tonda al momento del taglio. Let the roll rest into the freezer for 40 min.: so it will became harder and it will be easyer to cut it into slices.
  9. Tagliare il rotolo in fette di circa 1,5 cm di spessore. Cut the roll into 1,5cm slices.

  10. Sistemare ogni girella sulla teglia opportunamente distanziate per permettere la lievitazione. Put each roll on a baking tin duly spaced, for let them rise.
  11. Coprire con pellicola (in modo da non farle seccare) e far lievitare sino a raddoppio (circa 1 ora e 30 min), quindi spennellare con olio d’oliva e cuocere per 8-10 min a 220-230°. Cover with clingfilm amd let the rolls rise for 1 hour and half, then brush them with the oliv oil and bake 8-10 minutes at 440°F.

Servire tiepide. (Serve them warm!) Bon appetìt!

DSCN1292


Potrebbero interessarti anche (see also):

 rustico leccese panettone gastronomico

Mini piadine

Alzi la mano chi direbbe di no ad una bella piadina crudo e stracchino (per quelli che la mano l’hanno alzata c’è anche la versione con la mortazza!!!). E alzi la mano chi resisterebbe ad una piadina formato bocconcino. Nessuno!!! A bocca aperta I fan di Montersino sanno già di cosa sto parlando: di loro, le favolose mini piadine.
Did someone of you taste the “piadina” with Parma ham and quark cheese? Did someone dislike it? I’m sure none of you did! And… what about a one-bite size piadina?! Here they are:

DSCN1306

Niente di rivoluzionario nel gusto o negli accostamenti, ma una tecnica molto interessante per gestire degli ingredienti difficili da inserire su un mignon (fette di prosciutto, rucola…) e anche un modo per lavorare d’anticipo per la preparazione di un buffet.
Here they are: usual ingredients but processed in a different way, that will give you the possibility to prepare beforehand your snaks, and also to storage them in the fridge. And… they are so cute and yuhmmy!!!

IngredientiIngredients

  • 2 grandi piadine – (2 large piadinas)
  • 150g prosciutto crudo (ham)
  • 200g stracchino (quark cheese)
  • 50g rucola (rocket)
  • sale e pepe (salt and pepper)

Procedimento – Directions

  1. Inumidire leggermente il piano di lavoro e stendere un foglio di pellicola in modo che resti ben teso e fermo. (Wet slightly the table and roll over the clingfilm so that it will remain fixed).
  2. Creare un tappeto di prosciutto (o altro salume) facendo attenzione a non lasciare degli spazi vuoti: tutta la pellicola deve essere coperta dal prosciutto. coprire con altra pellicola (o con carta oleata, quella in cui era avvolto il salume ad esempio) e pressare bene con le mani in modo da saldare tra loro le fette di prosciutto. Rimuovere la pellicola superiore. (Create a “carpet” with the ham – or other sausage- upon the clingfilm. Do not left any hole. Cover with other clingfilm and press with the hands, so that the ham slices will join each other. Remove the superior clingfilm).
  3. Spalmare con una spatola lo stracchino su tutto il “tappeto” di prosciutto. Per evitare di stracciare le fette di prosciutto spalmate lo stracchino con movimenti dal centro verso l’esterno. Se necessario scaldate leggermente il formaggio per renderlo più lavorabile (dipende dal tipo di stracchino che usate). Cospargere di rucola. Condire con sale e pepe. (Spread the quark cheese upon the ham, with movements from the center to the outward, so that the ham will not rip off itself. Put on the cheese some rocket leaves. Add salt and pepper as you like).

    DSCN1196

  4. Aiutandovi con la pellicola arrotolate ben stretto il “tappeto” creando un salamino che avvolgerete nella pellicola e poi riporrete a rassodare in freezer per almeno due orette o anche per qualche giorno se avete necessità di preparare in anticipo. (Helping yourself with the clingfilm, roll the ham and wrap it in the clingfilm. Put in the fridge for some hours, or also for some days, untill you will serve them to your guests!)
  5. Nel frattempo con un coppa-pasta tagliare dei dischetti di piadina e tostarli in padella o al microonde. (Using a round cookie cutter, cut off some little piadinas. Let them toast in a pan).
    DSCN1230h
  6. Comporre le minipiadine: Tagliare il “salamino” di prosciutto in rotolini alti circa un centimetro e mezzo: l’averlo congelato vi consentirà di mantenere la forma cilindrica durante il taglio. (Compose the mini piadinas: Cut the wrapped ham into 1,5 cm rolls. Since it is frozen it will mantain the round shape)
  7. Con un sac à poche o un cucchiaino fare uno spuntoncino di maionese su ogni dischetto di piadina: servirà come collante per il prosciutto. Sistemare quindi un cilindretto di prosciutto su ogni dischetto di piadina. (Put a ham roll on every mini piadina. To fix them use a bit of maionaise)
    DSCN1260
  8. Condire e lucidare con un goccino di olio. Attendere 15/20 min per lo scongelamento quindi servire. (Dress with some oliv oil drops. Wait 15 or 20 min for let them unfreeze and serve).

DSCN1308

Io ho provato anche la versione mortadella, stracchino e pistacchi… Superbuone! (Here it is the version with mortadella and pistachios)

DSCN1269


Potrebbero interessarti anche (see also)

Pasticcini salati salatini focaccia alla mortadella di cle

La Scarcella di Pasqua

Giovedì Santo è alle porte, e tradizionalmente è il giorno deputato alla preparazione dei dolci tipici Pasquali da regalare ai bambini la vigilia e la mattina di Pasqua.

Vi posto oggi la ricetta della Scarcella, inviatami da Sara di Vizionario, Blog dedicato alla tradizione e alla gastronomia locale Salentina, insieme alla sua stessa presentazione. Domani spero di postarvi infine anche la ricetta della mia amatissima Puddica (di cui avete nelle foto una piccola anteprima!

Continua a leggere…

easter motif cookies

Biscotti di Pasqua (Easter motif cookies)

Un post veloce veloce con tante foto e poche parole per darvi qualche idea al volissimo per decorare dei semplicissimi biscotti (o volendo anche dei muffin o dei cupcakes) per la colazione di Pasqua o in generale delle mattine di primavera. Alla fine il bella della Pasqua, a mio modesto e ateo parere, è la celebrazione del risveglio della vita.

Here I am with just a brief post to suggest you a simple (three simple) way to decorate Heaster cookies and cupcakes. I don’t like too much Heaster, but I love Spring, and I just want to celebrate it! A bocca aperta

Tre idee vi darò: una con pasta di zucchero per chi ha un po’ più di pazienza e manualità (ma nemmeno troppa!) che si può realizzare con strumenti che molti hanno quasi sicuramente già in casa. I pulcini!
The three ideas are for everyone: for who love to shape the sugarpaste but has no too much stuffs to do that: the chicks!!

Pulcini
Un’altra idea furbissima per chi ha giusto uno stampo da coniglietto (come me, per giunta regalatomi!!!), sempre da realizzare con la pasta di zucchero. I coniglietti furbissimi!
Another idea for who has the sugarpaste but has not time or is not a “hand craft master”. The tricky rabbit!

Continua a leggere…

Omini di Pan di Zenzero – GingerBreadMen

Come forse vi ho già detto, quest’anno i regali di Natale che ho distribuito sono stati dei sacchettini di biscotti di Natale! Due pomeriggi a sfornare biscotti, invece che girare per negozi, e la possibilità di fare contente molte più persone e magari in maniera molto più soddisfacente che con un ninnolo di Natale!!
Maybe I told you: this yera my Christmas gifts were home-made biscuits! I spent two afternoons taking out of the owen biscuits, instead going from shop to shop. So I had the possibility to give something cute to much more friends and make them happy!!!

Naturalmente immancabili sono stati gli omini di Pan di Zenzero (e i miei adorati Pizzetti di cannella, che sono i biscotti tradizionali del salento, e soprattutto della mia famiglia, di questo periodo).
Obviously if you make biscuits during Christmas time, you must also make some ginger bread (and also my beloved “Pizzetti di cannella”, i.e. Cinnamon little pieces, which are the traditional Christmas biscuits of my family!).

E’ stata la prima volta che li ho fatti e devo dire mi sono piaciuti davvero tanto, sicuramente il prossimo Natale li rifarò! Ho seguito la ricetta della casetta di pan di Zenzero di Montersino, semplicemente dimezzando le dosi, e ne ho ottenuto circa tre teglie di biscotti.
Se non avete mai assaggiato lo zenzero sappiate che pizzica un po’ (anzi quasi frizza leggermente), ma solo dal secondo morso!!! Se volete osare aggiungete anche un pizzico di pepe.
It was the first time I prepared them and I liked them very very much, I’m sure next year I will make them again!! I used Master Luca Montersino recipe (half dosage) and I realized tree baking tin of biscuits.
Should you never had tasted ginger, just know that it tweak a bit, but just after the second bite! Should you like, you can also add a pepper pinch.

ginger

Mi perdonerete se in questi giorni mi dilungherò poco ma preferisco darvi qualche ricetta prima di Natale, anche se questi regalini si prestano bene anche alle calze della Befana!!!!
You will forgive me if I am veri brief during this days or if I am not able to translate in time the recipe, but I have lot to suggest you but I have no enough time!

Ginger Bread Men - Omini pan di zenzero

Ingredienti – Ingredients

  • 360g zucchero di canna grezzo (360g brown sugar)
  • 110g zucchero semolato – potete sostituirne parte con un cucchiaio di miele (110g sugar – you can substitute a part of it with honey)
  • 360g burro a temperatura ambiente (360g butter)
  • 10g cannella macinata (10g ground cinnamon)
  • 20g zenzero in polvere (20g ground ginger)
  • 2 uova medie (2 eggs)
  • 25g latte (25g milk)
  • 720g di farina OO per pizza (720f plain flour)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci (2 teaspoon baking)
  • un pizzico di sale (a pinch of salt)
    per la glassa (for the icing):
  • 250g zucchero a velo (250g icing sugar)
  • 1 albume (1 glair)
  • due gocce succo di limone (two drops lemon juice)

Ginger Bread Men - Omini pan di zenzero

Procedimento (Directions):

  1. Procedete come per una normale pastafrolla, lavorando velocemente tutti gli ingredienti insieme sino a formare una palla liscia ed omogenea.
    (Mix together all the ingredients as for any shortbread paste, until you obtain a “ball” smooth and homogeneous).
  2. Sistemate la pasta in frigo per almeno mezz’ora. Quindi stenderla e ricavare i biscotti con le apposite formine (oppure ritagliando una sagoma di cartone).
    (Let the paste rest for 30 min in the fridge. Then roll it out and cut the gibgerbread men).
  3. Cuocere 7/10 min a 180°. Ricordatevi di infornare biscotti della stessa dimensione altrimenti cuoceranno in maniera diversa.
    (Cook into pre heaten oven at 356°F)
  4. Lasciar raffreddare per bene (anche per una notte).
    (Let them become cold, even for a night).
  5. Preparate la glassa facendo montare leggermente l’albume d’uovo con lo zucchero a velo e per ultimo completate con le gocce di succo di limone. Coloratela a piacere ed usatela per decorare biscotti. Io per i particolari colorati ho usato delle siringhe in gel glitterato. Ma alcuni bottoncini gommosi sono rimasti attaccati alle bustine!!!!
    (Prepare the icing: mix together the glair and the sugar, then add the lemon juice. Colour it as you like and use for decorate the biscuits. To make the glitter coloured details I used some gel dyes).
  6. Naturalmente se dovesse capitarvi qualche biscottino rotto o mal riuscito, sarà ancora più divertente divertirsi a dargli una espressione diversa dalla solita!!! Potete dare anche un po’ di movimento alle braccia e alle gambe prima di infornarli! I miei sono venuti un po’ sgorbietti ma tanto tanto simpatici!!! Occhiolino
    (Of course, should you find some broken biscuits or with some imperfection, you can enjoy yourself drawing some scared aspect!!! You also can move the arms before cooking them. My gingerbread men are not perfect, but, I think, very cute!!! Occhiolino)

Ginger Bread Men - Omini pan di zenzero

A prestissimo con i miei adorati pizzetti di cannella (see you soon with my Cinnamon Little Pieces!!!!!)

gingerr


Potrebbero interessarti anche (see also):

pizzetti di cannella - cinnamon little pieces biscotti Gingerbread Christmas tree

Babbo Natale di Pasta di Zucchero (Sugar paste Santa Claus)

Ispirandomi al procedimento suggerito da Luca Montersino in questa videoricetta ho creato questo simpaticissimo Babbo Natale. Non è proprio perfetto ma ne sono davvero soddisfatta e più lo guardo e più mi piace!!!
I was inspired by this recipe of Luca Montersino and I made my cute sugar paste Santa Claus. It is not perfect but the more I see it, the more I like it!!!

Babbo Natale di PDZ - sugar pate santa claus

Ho rispettato abbastanza scrupolosamente il metodo del maestro salvo che per alcune varianti e/o accorgimenti che vi vado ad elencare:
I stick with Master’s proceeding except for the items below:

  • Io ho utilizzato pasta di zucchero e non marzapane;
    I used sugar past, not marzipan.
  • Per ottenere il rosso vi consiglio di utilizzare colorante in polvere diluito in colorante rosso liquido: per ottenere un rosso vivo serve molto colorante e utilizzando solo colorante liquido rischiereste di smollare troppo la pasta. Più lavorerete la pasta, più il colore diventerà acceso.
    To obtain red coloured paste I suggest you to use red dye powder, diluited with red liquid dye: to obtain a vivid red paste you need a lot of red dye so, should you use only liquid dyes, your sugar paste will be flabby. The more you merge the sugar paste, the more it would be red.
  • Se utilizzate coloranti liquidi tenete a portata di mano dell’amido di mais per asciugare e compattare un po’ il tutto.
    Should you use only liquid dyes, keep on hand some cornstarch to dry your paste.
  • Per ottenere il marrone ho usato del semplice cacao, invece per il giallo la curcuma.
    I used cocoa to obtain brown paste and turmeric to obtain yellow paste.
  • Per ottenere un colore rosa più naturale per i particolari della pelle potete aggiungere una goccia di giallo al colorante rosso.
    I used red dye and curcuma to obtain a pink more similar to the skin colour.
  • Se utilizzate il marzapane vi consiglio di utilizzare comunque la pasta di zucchero per i particolari bianchi, soprattutto se non trovate il biossido di titanio, che è il colorante bianco!
    Should you use marzipan I suggest you to use the sugar paste for the white parts, specially if you cannot find the white dye (which is titanium dioxide).
  • Montersino suggerisce di ricavare i 4 arti da un unico pezzo. Io ci ho provato ma con deludenti risultati, quindi ho diviso il corpo in due.
    Master Montersino suggest to shape all the 4 limbs from a single piece of sugar paste. I tried to do that but without success! Thus I diveded the puppet body into two pieces.

Babbo Natale di PDZ - sugar pate santa claus

Ed ora il video che spero vi piaccia. Ho lasciato anche i miei errori, un po’  per ridere un po’ perché penso possano essere anch’essi di aiuto!!!
And now… the videoproceeding! I hope you will enjoy it! I saved my mistakes too, becouse they are fun and also becouse they could be usefull for all of you!

In tutto ho impiegato 15 min, compresa la colorazione della pasta. Il quantitativo di pasta di zucchero per tutta la composizione che vedete in foto è di circa 170g.
I spent 15 minutes to make my puppet, including the time needed to colour the sugar paste. I used about 170g of paste.

Provateci e fatemi sapere! Occhiolino Come on and try it and… let me know!!!

Babbo Natale di PDZ - sugar pate santa claus

Se invece siete interessati alla crostata di cioccolato sullo sfondo, la ricetta la trovate qui (anche in inglese). Occhiolino
Should you are instead interested in the choccolate tarte aback, here it is the recipe (also in english). Occhiolino

Qualche ideuzza per la notte delle Streghe

Avete bambini per casa che vogliono festeggiare Halloween?

Non volete trovarvi impreparati se qualche bambino verrà a citofonare alla vostra porta chiedendo un dolcetto??

Festeggiate il compleanno questo week end e perché no, volete fare una festa a tema visto il periodo?

Vi ritrovate con un mare di zucche tagliate (magari male, causa tentativi falliti) ed ora volete smaltirle?

Don’t worry! Arrivo in vostro soccorso segnalandovi qualche ricettuzza già presente nel blog. Spero questo week end di riuscire a preparare qualcosina, visto che per la prima volta in tre anni non sarò alla fiera del fumetto, ai cari bambini del condominio credo proprio che farò trovare qualcosa di buono ma dall’aspetto schifidoso!!! hihihihihihihihihihih!

Innazi tutto vi propongo questi biscotti, la frolla è semplicissima da fare, gli ingredienti per la decorazione di facilissima reperibilità, e anche le forme sono semplicissime da modellare. Potrete farvi aiutare dai più piccoli per la preparazione (clicca sull’immagine per aprire la ricetta):

E poi se magari c’è qualcuno che festeggia il compleanno, una buona idea sarebbe la torta con il faccione di Jack Skellingtone, di Nightmare before Christmass. La decorazione si presta a qualsiasi tipo di torta, non necessariamente quella al cioccolato fatta da me e non è complicata. Se non vi piace la panna, potete stendere uno strato di crema su tutta la torta e appiccicarci su del cocco grattugiato su cui poi sistemare i particolari di cioccolato, preparati sulla carta da forno. Potrebbe essere carino fare una torta di carote in questa maniera, che con il cocco sposa benissimo.

Infine per utilizzare le zucche, questa deliziosa crostata vi rapirà. Volendo sulla superficie della crostata con della meringa potete disegnare i particolari di una faccia minacciosa. Oppure mangiarla tal quale, che tanto non farete in tempo a tagliarla che sarà già bella e finita!!! Altro che decorazione! XD

E infine un piatto salato, farfalle con zucca e salsiccia. La foto non è delle migliori ma il piatto è davvero succulento!!!

E’ l’ora della minestrina!!!

Delle due l’una: o pubblicando questa ricetta perdo un sacco di sostenitori, oppure se ne aggiungerà una nuova fetta. Di solito nei foodblog questo tipo di ricette ha pochissimo appeal, tuttavia io annovero questo piatto nella schiera dei miei comfort food, quelle piccole coccole che ti rischiarano la giornata e ti scaldano nei giorni di pioggia.

Io adoro la pioggia, adoro l’autunno ed adoro coccolarmi ogni tanto con qualcosa di semplice e rassicurante. Insomma, bando agli indugi: la ricetta di oggi è nientepopòdimenoche… il brodino!!! Sorpresa

minestra di merluzzo

Si fa presto a bollarlo come brodino!!! In realtà è una minestra poco brodosa a base di verdurine e merluzzo, la cui gustosità deriva proprio dal cuocere in poca acqua tutti gli ingredienti in modo che i sapori restino tutti belli concentrati nel vostro piatto e non dispersi in un brodo troppo allungato. Una specie di pasta risottata insomma. Sarà estremamente semplice o banale, ma quando la preparo mi sento moltissimo soddisfatta. Anche mio fratello l’adora e quando gli dico che l’ho preparata quasi quasi gli vien la voglia di fare 130 km per venire a mangiare “brodino” a casa mia!!!

Ingredienti per 2 persone:

  • 100g tempestina o midolline
  • 300g merluzzo (per le preparazioni last minute va bene anche quello congelato)
  • una carota
  • una costa di sedano
  • mezza piccola cipolla
  • una patata
  • tre cucchiai di olio evo
  • sale q.b.
  • acqua calda q.b.

Procedimento:

  1. Mettere a cuocere in un pentolino sufficientemente grande il merluzzo con circa un litro di acqua, l’olio e le verdure (volendo la patata e la carota possono tagliarsi in pezzi più piccoli), aggiustare di sale.
  2. Dopo pochi minuti di cottura aggiungere la pasta in modo che arrivi a cottura insieme al pesce. Aggiungete acqua calda al bisogno man mano che viene assorbita dalla pasta. Quindi servire!
  3. Piccoli accorgimenti: non salate molto il brodo, non essendo una minestra molto diluita, se esagerate rischiereste di trovarmi una pietanza troppo salata, meglio aggiustare di sale a cottura quasi ultimata. Se preferite potete spezzettare il pesce frantumandolo durante la cottura. Questo lo renderà anche adatto a dei bambini. Io l’adoro!!!
  4. L’idea in più: se non avete verdure fresche, va benissimo anche utilizzare per il brodo qualche pugno di minestrone congetato. 😉

minestra di merluzzo


Potrebbero interessarti anche:

crema lenticchie rosse e mandorle  pasta e patate  polpette di pane