pastiera-salata

L’Anti-Pastiera (Pastiera Salata) – Savory Pastiera

Click here for the English Version of the Savory Pastiera

Potevo chiamarla semplicemente Pastiera Salata, ma Anti-Pastiera si addice molto meglio a questa mia rivisitazione salata della Pastiera (intendendo per pastiera una crostata con ripieno a base di ricotta, grano e uova).

E Anti-Pastiera perché è salata appunto, ma anche perché quadrata invece che tonda, e infine perchè il guscio che contiene il ripieno è di pasta sfoglia invece che pasta frolla.

E’ Pastiera perchè, come detto sopra, il ripieno resta quello a base di ricotta, grano e uova nelle medesime proporzioni previste per la pastiera dolce.

E’ Antipastiera perché è ottima come antipasto oltre che come secondo e nel ripieno vanno a finirci salumi e formaggi, tipici protagonisti dell’antipasto all’italiana (se volete è una idea di riciclo del grano cotto e di altri avanzi in frigo). In particolare io ho usato il salame ed il formaggio grattugiato, in modo da riprendere anche i sapori del Casatiello, altra preparazione tipica del periodo Pasquale.

Vi ho incuriosito abbastanza? Bene, ecco allora le dosi per una antipastiera di circa 20/22 cm diametro.

pastiera-salata
  • 1 rotolo pasta sfoglia (o pasta brisée)
  • 200g grano cotto
  • 200g ricotta (io preferisco quella di pecora o mista)
  • 6/7 cucchiai di latte
  • 40g burro
  • 80/100g formaggio grattugiato
  • 2 uova
  • 80/100g salame a cubetti
  • (facoltativo: 100g di mozzarella, due cucchiai circa di amido di mais oppure scamorza)
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

  1. Cuocere per circa 10 min. il grano con il latte, fino a che non si sarà addensato (raffreddandosi il latte si asciugherà di più). Quindi aggiungere il burro.
  2. Intanto lavorare la ricotta con il formaggio grattugiato
  3. Aggiungere le uova uno alla volta, quindi il grano ed il resto degli ingredienti. Se aggiungete anche la mozzarella o se vedete che il composto è un po’ troppo liquido a piacere aggiungete altro formaggio grattugiato oppure amido di mais (se non volete aggiungere ulteriore sapidità, specie se usate un formaggio molto salato). Aggiustate di sale e pepe.
  4. Foderate fondo e bordi di uno stampo con la pasta sfoglia (oppure la brisèe). Riempire il guscio di sfoglia con il ripieno di grano e ricotta. Ripiegate all’interno i bordi in eccesso.
  5. Infornare a 180° per 45/50 minuti. Considerato il tempo di cottura abbastanza lungo il fondo non dovrebbe restare umidiccio ma cuocersi per bene. Vlutate in base alle caratteristiche del vostro forno e la vostra esperienza se sia il caso di mettere uno strato di salumi o formaggio a fette tra la sfoglia ed il ripieno. Per me non è stato necessario, anche grazie alla presenza dell’amido di mais che ha assorbito il liquido in eccesso.

Ed eccola qui! Vi assicuro che è squisita. Da rifare assolutamente ad ogni Pasqua.

pastiera-salata

Note e Consigli: Se preparate sia la pastiera dolce che quella salata (come ho fatto io) per risparmiare tempo potete prima mischiare gli ingredienti comuni tra loro (grano, latte, burro, ricotta e uova) e poi dividere in due parti uguali l’impasto ed aggiungere ad una il resto degli ingredienti dolci e all’altra quelli salati!

pastiera-salata

Se ti è piaciuta questa ricetta, scrivilo nei commenti, condividila con gli amici poi prova anche…

filetto rosa

Filetto rosa di Parma

(English version in the first comment below)

Ecco una ricetta TOP per la domenica, di quelle che entrano di prepotenza nel ricettario di famiglia, che vi faranno fare bella figura di sicuro con i vostri ospiti: un bell’arrosto, non troppo elaborato nel procedimento ed insaporito con prosciutto di parma e parmigiano reggiano.

Avevo adocchiato questa ricetta diversi anni fa sul libro di Daniele Persegani, il Pranzo della Domenica, e diverse volte l’avevo selezionata come possibile secondo per un menù. Tuttavia, solo questo weekend ho avuto la possibilità di realizzarla ma sono certa la replicherò (e mi verrà richiesta) ancora e ancora.

Non fate come me, non aspettate anni prima di provarlo, perché è davvero ottimo e perfetto per ogni occasione. A fine articolo anche la mia proposta di menù completo.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 1 filetto di manzo (circa 500g)
  • 150g prosciutto crudo di Parma
  • 100g parmigiano in petali
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • olio evo
  • sale e pepe q.b.

filetto rosa

Procedimento

Continua a leggere…

Pizza parigina (Puff pizza)

Di francese ha ben poco se non l’uso della pasta sfoglia, di origini francesi, appunto. La bontà protagonista della ricetta di oggi proviene da una terra che ha sempre dato ricche soddisfazioni al palato: La Campania!
Possiamo annoverare tranquillamente la Pizza Parigina tra gli street food o gli spezza fame, potete servirla come merenda energetica ai vostri bimbi dopo lo sport, oppure direttamente a cena guadagnandovi gli applausi di tutti e richieste di bis. Si tratta di base per pizza, condita con pomodoro, mozzarella e/o fontina e, a piacere, prosciutto o altro salume, il tutto ricoperto con pasta sfoglia, servita calda e filante. Assssssssolutamente una goduria per il palato!
In south Italy they call it “Parisienne Pizza” but the only french stuff in it is the puff pastry on the top, since it is a typical street food of the Naples area. I assure you it is absolutely delicious and you will love it from the first bite: ham tomato and cheese pizza covered with puff pastry! Delicious!

.pizza parigina

Ne avete già voglia, eh? In più, visto l’approssimarsi delle feste e dei raduni per giocare a carte, è anche una idea furbissima per creare degli snack veloci e golosissimi con delle basi pronte: nessuno vi criticherà per questo!!! Se avete cura di scegliere (o preparare) una pasta sfoglia che non contenga uova o albumi, la ricetta è anche idonea ad esser consumata da chi non può mangiare uova.
And youu don’t need to be a masterchef to do it at your home: you can either prepare the pizza dough or buy ready made, as the puff pastry too! Friends are coming for a poker? No problem: here it is the perfect snack! And it is also great for family dinner too!

A me piace molto nella versione base pomodoro e formaggio, seguita a ruota da quella con il prosciutto. Inutile dirvi che mio marito l’adora e a casa non ne avanza mai! Provatela, sarà un successone!
My favourite is with tomato and cheese… the second one is with ham too! Ready made is at its best but it is good too the day after (if only it could see another day!!!)

Ingredienti per 1 pizza parigina – Ingredients for each puff pizza:

300g base per pizza (la mia ricetta qui) pizza dough
1 rotolo di pasta sfoglia puff pastry roll
4 cucchiai di passato di pomodoro tbs. tomato sauce
100g mozzarella e/o fontina o provolone mozzarella or other meltinng cheese
100g prosciutto cotto (facoltativo) ham
q.b. olio, sale, pepe, origano olive oil, salt, pepper, oregano
1 cucchiaio di panna o un tuorlo per spennellare (facoltativo) tbs. cream or 1 yolk to brush the pastry

Procedimento – Method:

1. Stendere la pasta della pizza già lievitata e sistemarla su una teglia unta o ricoperta con carta da forno. Roll the pizza dough and put on a graised pan
2. Condire il pomodoro con olio, sale, pepe, origano e stendere un velo di pomodoro sulla pizza, lasciando pulito il bordo. Distibuire il formaggio, la mozzarella ed il prosciutto su tutta la superficie. Spread all over the pizza (except for the edges) the tomato sauce seasoned with olive oil, salt, pepper and oregano. Add some cheese and ham.

pizza parigina (2)

3. Bucherellare la pasta sfoglia ed adagiarla sulla pizza condita. Sigillare pizzicandoli i bordi in modo che la pasta della pizza sia ben unita alla pasta sfoglia. A piacere spennellare con un po’ di panna o un tuorlo. Make somehole on the puff pastry and roll all over the pizza. Pinch the edges to join the pizza dough with the puff pastry and bake for 35 min. at 410 °F
4. Infornare a 200/220° (anche ventilato) per circa 30/35 min facendo attenzione che la sfoglia non si scurisca troppo (valutate inn base al forno se non sia il caso di sistemare la gliglia più in basso o abbassare un poco la temperatura.
Servire ben calda (ma anche fredda è buoniffima!!!)
Serve hot!

Buon appetito!

pizza parigina (12)


Se ti è piaciuta questa ricetta vedi anche:

rustico leccese  danubio altra versione girelle mozzarella (mozzarella rolls)

Recentemente (2020) ho proposto questa ricetta in diretta Facebook durante la quarantena.

Crudaiola fumè (Smoked pasta salad)

Non sono un’amante delle insalate di pasta e della pasta alla crudaiola in generale, benché ami i singoli ingredienti che solitamente vanno a comporre questo piatto. Tuttavia devo dire che questa crudaiola “speciale” che abbiamo messo insieme la mia amica ed io in una pausa pranzo veloce a casa è stata davvero appagante e da replicare.
Actually I’m not a fan of pasta salads even if I love the ingredients usually used to prepare them. However I liked pretty much today “warm pasta salad” which I prepared with a friend in a fast lunch break at home.

Semplice semplice, buona buona, senza sbattimento! Volendo può essere adatta anche per un pranzo fuori porta o in ufficio, o in un buffet, calda o fredda. La provate oggi stesso?
Very simple, very tasty, very fast! It is also good to be prepared ahead and consumed at room temperature, or also you can serve it in a buffet. So… what are you waiting for? Try it now!

Ingredienti (per 4 persone) Ingredients (for 4 servings)
360g pasta corta macaroni
200g pomodorini fresh tomatoes
150g speck a listarelle speck cut in sticks
150g scamorza affumicata a cubetti chopped smoked dried mozzarella (smoked scamorza)
q.b. rucola arugula to taste
q.b. olio evo extra virgin olive oil to taste
q.b. sale e pepe salt and pepper
1 spicchio di aglio (facoltativo) garlic clove (optional)

crudaiola

Procedimento Directions
1. Mentre cuoce la pasta tagliare la scamorza a dadini e lo speck a listarelle spesse. Sgrassare leggermente lo speck su una piastra o una padella antiaderente. While the pasta is cooking chop the scamorza cheese and the speck. Roast the speck on a pan.
2. Raccogliere il tutto in una ciotola sufficientemente grande e buttarvi dentro la pasta scolata al dente. Put cheese and speck in a bowl and mix with the pasta once cooked.
3. Condire con olio a crudo, rucola fresca e pepe. Servire calda o fredda. Dress with some olive oil, arugula and pepper. You can serve it warm or cool.
4. Se non vi piace il sapore dell’olio crudo potete farlo insaporire in una padella con uno spicchio d’aglio e lasciarlo sfrigolare per qualche istante prima di condire la pasta. Should you not like the taste of raw oil, you might warm it with some garlic prior to add it to the pasta.

Potrebbero interessarti anche (see also)

Pesto di rucola e basilico prosciutto crudo radicchio Pasta con carciofi e speck lasagne-fum-alle-zucchine.jpg

Lasagne fumè alle zucchine (Zucchini smoked lasagna)

Quando si hanno ospiti a pranzo o a cena un primo al forno offre diversi vantaggi, soprattutto se ricevete in cucina: niente pasta da scolare e condire, niente attese… solo una teglia in forno che può essere preparata anche con un’ora di anticipo e tenuta in caldo nel forno stesso. Ma ovviamente non potete proporre ai vostri ospiti o alla vostra famiglia sempre la “solita” (ma buonissimissima) lasagna alla bolognese (la mia la trovate qui), soprattutto in estate o se non avete tempo a sufficienza per preparare anche il ragù. Quindi oggi vi propongo una lasagna bianca alle zucchine a cui potrete aggiungere volta a volta altri ingredienti, in base ai vostri gusti e a quello che c’è da consumare in frigo. (When you have some guests at dinner the best choice is to serve something cooked in the owen, expecially when you have not a lot of space or you do not want to drain the pasta and dress it while the people are in another room without you! Also the lasagna can be made an hour in advance and kept warm in the lighted off oven. If you already tried and served the lasagna alla bolognese (mine is here) you have to try this white, creamy, delicious one, and you can add the ingredients you prefer or that you have in the fridge.)


Questa volta ho aggiunto un tocco di affumicato con scamorza e speck, ma anche del salmone o dei gamberetti sarebbero stati ottimi. La ricetta è frutto di una parziale modifica e rielaborazione di una trovata sul volumetto dedicato a Lasagne e Cannelloni, della collana “I colori della Cucina” di Alice Cucina Magazine. Adoro questi libricini, sono delle pratiche raccolte con all’interno ricette tutte validissime. Se li vedete in giro acquistateli pure, magari sulla App I libri di Alice per iPad (con notevole risparmio di spesa!). (I decided to add to this zucchini lasagna some smoked flavours, like the “smoked scamorza” which is a “dried, smoked mozzarella cheese”, and some speck, which is a smoked raw ham, tipical of north Italy. But also some salmon or shrimp shall be good with the zucchini and the smoked flavour.

Ingredienti per 6/8 persone– Ingredients for 6/8 servings:

  • 300g lasagne fresche –lasagna
  • 5 zucchine –zucchini
  • 200g scamorza affumicata –dried smoked mozzarella
  • 150g speck –speck
  • 700ml besciamellabechamel
  • 100g parmigiano grattugiato –grated parmesan
  • 1 spicchio di aglio –garlic clove
  • q.b. maggiorana –marjoram
  • q.b. olio evo –extra virgin olive oil
  • q.b. sale e pepe-salt and pepper

 

Procedimento – Method

  • Preparate la besciamella secondo la vostra ricetta oppure seguite la mia  che trovate qui.
  • Lavate e spuntate le zucchine. Tagliatele a rondelle sottili e cuocetele per 5 min. in una padella con un filo d’olio, uno spicchio di aglio , maggiorana sale e pepe.
  • Tagliate a fettine sottili la scamorza e lo speck a sfilacci speck.
  • Cospargete con un velo di besciamella il fondo di una teglia, adagiatevi sopra le sfoglie di lasagna, distribuire una parte delle zucchine, scamorza, speck, una spolverata di parmigiano e qualche cucchiaio di besciamella.
  • I suggest you to prepare the bechamell by your own, you can use my recipe here.
  • Cleanse the zucchini and cut in slices. Cook in a pan for 5 min. with 2 tbs olive oil, 1 garlic clove ans a pinch of marjoram, salt and pepper.
  • Cut in slices also the smoked dried mozzarella and chop the speck.
  • Spread some bechamel (no more than a cup) on the base of a dish. Cover with sheets of lasagna, without overlapping them. Cover these with the zucchini, some dried mozzarella, speck. Next add a few tablespoons of béchamel sauce along with some parmesan,


  • Proseguire sino ad esaurimento degli ingredienti. Coprire lo strato superiore con un abbondante strato di besciamella, facendo attenzione a coprire per bene soprattutto i bordi. Spargere sulla superficie qualche rondella di zucchina, spolverare di parmigiano e
  • Cover with sheets of lasagna. Continue in this way until all the ingredients are used up. The top layer: Cover with the remaining béchamel and zucchini (if there is any left). Sprinkle with parmesan.


  • Infornare a 180° per i minuti di cottura richiesti dalle lasagne utilizzate (circa 12 per lasagne fresche, 20 per quelle secche). Le lasagne devono leggermente imbrunirsi in superficie, se si scuriscono troppo copritele con un foglio di alluminio. Lasciar riposare 15 min prima di servire. Può essere congelata da cotta.
  • Bake at 350°F for the time indicated on the lasagna packet. This is usually around 20 minutes for dried lasagna, fresh lasagna normally takes around 12 minutes. The top of the lasagna should be lightly brown. If it is browning too quickly during cooking then cover the top of the dish with foil. Once cooked, let the lasagna rest for around 15 minutes prior to serving. Any leftovers can be frozen.

Sono cremosissime e molto gustose! Ideali anche per l’estate. Tutti chiederanno il bis!



Se ti è piaciuta questa ricetta potrebbe interessarti anche (See also)

  

Altre ricette con le zucchinecon le lasagneprimi

Mini sandwiches al salame (One bite size salami sandwiches)

Avete chiesto a gran voce altro salato ed io vi proponga una bella ricetta, perfetta per la pausa tea, di pasticceria… salata ovviamente!!! ;D Eh si! Forse non tutti sanno che in Inghilterra il tea delle 5 viene preferibilmente accompagnato da sandwiches salati, il più famoso quello al cetriolo! Ma noi siamo in Italia e queste prelibatezze ce le riserviamo per l’aperitivo!!! Oggi prepariamo i mini tramezzini al salame con mousseline al cumino.
Here we are with a salad no bake pastry recipe, ideal for a very english style tea time. But, as an Italian, I prefer the dessert with tea, and such kind of snacks for the happy hour or the appetizer! Today’s recipe is mini-sandwiches with salami and wipped butter cumin flavoured cream.

DSCN1253_thumb[6]

Una rivisitazione in chiave moderna (e montersiniana) del classico pane, burro e salame, dove il burro viene sostituito da una mousseline, ossia crema pasticcera salata montata con del burro ed aromatizzata come più vi piace. Per quelli che stanno strabuzzando gli occhi pensando che che la “crema pasticcera salata” è roba sicuramente troppo complessa per loro, sappiate che si tratta si banale besciamella arricchita di uova e formaggio e/o aromi.
A modern rendering of the classic bread, butter and salami, where instead of butter I used such a salad wipped butter cream (called mousseline), obtained melting butter and salted custard (which is simply a bechamel salse with cheese and eggs. 

La ricetta non prevede l’uso del forno, e se proprio il salame in estate non vi fa gola, potete sempre variare il ripieno! Quello che importa è capire come comporre questi tramezzini in modo che stiano in piedi senza disfarsi!
No bake for this recipe! Of course you can fill your sandwiches as you prefer! I just want to show you hot to create such upright sandwiches!!

Ingredienti per circa 40 pezziIngredients for 40 pieces

  • 200g latte – milk (per la crema pasticcera salata* – for the salted custard)
  • 14g farina o amido – flour
  • 40g parmigiano – parmesan cheese
  • un uovo – one egg
  • un pizzico di sale – a pinch of salt
  • noce moscata – nutmeg
  • 5og burro (per la mousseline – for the mousseline)
  • 160g crema pasticcera salata – salted custard
  • q.b. semi di cumino o finocchio – cumin or fennel seeds as needed
  • 300g pane per tramezzini* – sanwiches white bread (per la finitura – to complete)
  • 100g salame ungherese – salami

*Nota: normalmente le confezioni per pane da tramezzini sono da 250g, e contengono 5 fette lunghe. Ve ne serviranno almeno 6 fette, quindi almeno due confezioni.

Procedimento:

  1. Preparare la crema pasticcera salata: mescolate il latte con la farina e portate a bollore mescolando di continuo. Unire il formaggio, il sale e la noce moscata. Togliere dal fuoco, aggiungere il tuorlo, mescolare per bene e cuocere per un altro minuto. Coprire con pellicola e lasciar raffreddare.
    (Prepare the salted custard: mix the milk with the flour, boil then add the cheese, salt and nutmeg. Light off the fire and add the yolk. Cook for another minute. Let the custard cool down.)
  2. Per la mousseline al cumino: Per una buona riuscita della mousseline sia il burro che la crema devono avere la stessa temperatura (temperatura ambiente, 22/27°). Quando i due composti hanno raggiunto la stessa temeratura, in corporate il burro poco alla volta nella crema aiutandovi con delle fruste (o nella planetaria) a media velocità. Una volta finito di incorporare il burro lasciar montare ancora fino a rendere la crema soffice, spumosa e opaca. Alla fine aromatizzare con i semi di cumino o finocchio pestati leggermente.
    (Prepare the mousseline: when the custard is at room temperature, mix it with the butter, at room temperature as weel, using the whips. It is important that both the butter and the custard have the same temperature! Add the butter little by little and whip until smooth and soft. Add the crushed cumin seeds)
    DSCN1218
  3. Per la finitura: Stendere sul fondo di un quadro d’acciaio uno strato di pane per tramezzini (nota: ne serve un po’ più di una confezione!), spalmarci sopra uno strato non troppo spesso di mousseline, quindi adagiarci le fette di salame, facendo attenzione a non sovrapporle (questo perché è la crema a fare da “collante”, se sovrapponete le fette, i sandwiches vi si apriranno dopo). Stendete sul salame altra mousseline quindi terminate con altro pane. premete leggermente con le mani per far aderire il tutto.
    (Compose the sandwiches: Use a square bottomless mold. Put on the basis the bread, spread the mousseline on it, put some salami slices on the mousseline without overlapping them, spread again the mousseline on the salami, then finish with the bread. Lightly press with your and to compact the maxi sandwiche!)
    tramezzini montaggio
  4. Trasferite il quadro in congelatore (per almeno 3 ore, ma può essere conservata anche per qualche settimana). Al momento del servizio tagliare delle strisce spesse circa 3 centimetri, quindi ricavare i mini sandwiches di forma triangolare o quadrata. Si scongelano in circa 20/30 min a temperatura ambiente. Il congelamento serve sia a preparare in anticipo i sandwiches, sia ad ottenere un taglio più pulito senza schiacciare il prodotto. (Put the maxu sandwiches in the freezer for 3 hour or more . even some days. For serving them, cut some 3 cm high slices, then cut some triangles like in the picture. They will reach the right temperature in 20/30 minutes)
    minitramezzini

Sono come le ciliegie: uno tira l’altro!!! Occhiolino

mini sandwiches al salame


Potrebbero interessarti anche (see also)

Pasticcini salati  crema per bruschette alle melanzane

Mini piadine

Alzi la mano chi direbbe di no ad una bella piadina crudo e stracchino (per quelli che la mano l’hanno alzata c’è anche la versione con la mortazza!!!). E alzi la mano chi resisterebbe ad una piadina formato bocconcino. Nessuno!!! A bocca aperta I fan di Montersino sanno già di cosa sto parlando: di loro, le favolose mini piadine.
Did someone of you taste the “piadina” with Parma ham and quark cheese? Did someone dislike it? I’m sure none of you did! And… what about a one-bite size piadina?! Here they are:

DSCN1306

Niente di rivoluzionario nel gusto o negli accostamenti, ma una tecnica molto interessante per gestire degli ingredienti difficili da inserire su un mignon (fette di prosciutto, rucola…) e anche un modo per lavorare d’anticipo per la preparazione di un buffet.
Here they are: usual ingredients but processed in a different way, that will give you the possibility to prepare beforehand your snaks, and also to storage them in the fridge. And… they are so cute and yuhmmy!!!

IngredientiIngredients

  • 2 grandi piadine – (2 large piadinas)
  • 150g prosciutto crudo (ham)
  • 200g stracchino (quark cheese)
  • 50g rucola (rocket)
  • sale e pepe (salt and pepper)

Procedimento – Directions

  1. Inumidire leggermente il piano di lavoro e stendere un foglio di pellicola in modo che resti ben teso e fermo. (Wet slightly the table and roll over the clingfilm so that it will remain fixed).
  2. Creare un tappeto di prosciutto (o altro salume) facendo attenzione a non lasciare degli spazi vuoti: tutta la pellicola deve essere coperta dal prosciutto. coprire con altra pellicola (o con carta oleata, quella in cui era avvolto il salume ad esempio) e pressare bene con le mani in modo da saldare tra loro le fette di prosciutto. Rimuovere la pellicola superiore. (Create a “carpet” with the ham – or other sausage- upon the clingfilm. Do not left any hole. Cover with other clingfilm and press with the hands, so that the ham slices will join each other. Remove the superior clingfilm).
  3. Spalmare con una spatola lo stracchino su tutto il “tappeto” di prosciutto. Per evitare di stracciare le fette di prosciutto spalmate lo stracchino con movimenti dal centro verso l’esterno. Se necessario scaldate leggermente il formaggio per renderlo più lavorabile (dipende dal tipo di stracchino che usate). Cospargere di rucola. Condire con sale e pepe. (Spread the quark cheese upon the ham, with movements from the center to the outward, so that the ham will not rip off itself. Put on the cheese some rocket leaves. Add salt and pepper as you like).

    DSCN1196

  4. Aiutandovi con la pellicola arrotolate ben stretto il “tappeto” creando un salamino che avvolgerete nella pellicola e poi riporrete a rassodare in freezer per almeno due orette o anche per qualche giorno se avete necessità di preparare in anticipo. (Helping yourself with the clingfilm, roll the ham and wrap it in the clingfilm. Put in the fridge for some hours, or also for some days, untill you will serve them to your guests!)
  5. Nel frattempo con un coppa-pasta tagliare dei dischetti di piadina e tostarli in padella o al microonde. (Using a round cookie cutter, cut off some little piadinas. Let them toast in a pan).
    DSCN1230h
  6. Comporre le minipiadine: Tagliare il “salamino” di prosciutto in rotolini alti circa un centimetro e mezzo: l’averlo congelato vi consentirà di mantenere la forma cilindrica durante il taglio. (Compose the mini piadinas: Cut the wrapped ham into 1,5 cm rolls. Since it is frozen it will mantain the round shape)
  7. Con un sac à poche o un cucchiaino fare uno spuntoncino di maionese su ogni dischetto di piadina: servirà come collante per il prosciutto. Sistemare quindi un cilindretto di prosciutto su ogni dischetto di piadina. (Put a ham roll on every mini piadina. To fix them use a bit of maionaise)
    DSCN1260
  8. Condire e lucidare con un goccino di olio. Attendere 15/20 min per lo scongelamento quindi servire. (Dress with some oliv oil drops. Wait 15 or 20 min for let them unfreeze and serve).

DSCN1308

Io ho provato anche la versione mortadella, stracchino e pistacchi… Superbuone! (Here it is the version with mortadella and pistachios)

DSCN1269


Potrebbero interessarti anche (see also)

Pasticcini salati salatini focaccia alla mortadella di cle

Pasta con i peperoni profumata alla salvia (Macaroni and peppers)

Mantengo la promessa fatta di deliziarvi con qualche primo in più oltre che con i dolci e vi propongo uno dei piatti a cui sono più affezionata, la pasta con i peperoni e prosciutto di “mammà”.
I’m keeping my promise and posting more pasta recipes! Today I suggest you one of my favourites pasta dishes: Mommy macaroni and peppers!

pasta con peperoni

Il tocco magico di questo piatto è presto svelato: la salvia. La magia di questo piatto si sprigiona solo con delle belle foglioline di salvia, magari del vostro orticello o balcone. Cambiando l’erba aromatica qui si cambia del tutto il risultato, si inventa una nuova ricetta con altri gusti!
The special guest star of this recipe is the sage, expecially your own garden sage! Should you choose another herb you will make another recipe!

Gli ingredienti sono pochi, l’esecuzione semplice e veloce. Un piatto adatto al pranzo e, se i peperoni non vi fanno paura, anche alla cena!
Few ingredients, simply and speedy directions. A pasta dish fit for every-day lunch and also dinner, if peppers don’t scare you!

A proposito spezzo una lancia a favore dei miei amati peperoni, da tutti considerati indigesti. In realtà trattasi di un luogo comune. I peperoni, specie se opportunamente spellati, sono tra gli alimenti più facilmente digeribili. La sensazione di averceli nello stomaco per ore è, invece, data dagli olii essenziali del peperone che persistono magari nello stomaco. Tutto qua!
About this! I just want to wawe a flag to peppers cause, which everyone considers indigestive. Actually it is not true! Peppers, properly peeled, are a very digestive food. Peppers essential oils, instead, remain into your stomach and give you the impression the peppers are still there for hours and hours!!! That’s all!

Ingredienti per 4 persone:

  • 360g pasta corta (macaroni)
  • 2 peperoni gialli (yellow peppers)
  • 2 fette di prosciutto cotto di 1/2 cm (2 thick ham slices )
  • 200 ml panna da cucina (io uso la Yochef) (200ml cream)
  • 4 o 5 foglioline di salvia (sauge leaves)
  • olio evo (extra virgin oliv oil)
  • uno spicchio di aglio (a garlic clove)
  • sale e pepe q.b. (salt and pepper)
  • parmigiano – per servire (grated Parmigiano cheese)

pasta cn i peperoni

Procedimento (Directions):

  1. Spellare i peperoni e tagliarli a cubetti. Consiglio: Per questa ricetta vi sconsiglio di arrostirli nel forno o sulla fiamma per spellarli. Piuttosto sbollentateli per 2 o 3 minuti in acqua bollente e poi chiudeteli in un sacchetto per alimenti a “sudare” per 15 min. La condensa che si formerà aiuterà a staccare la pellicina. (Peel the peppers and chop them. Suggestion: for this recipe I suggest you to not roast the peppers. It is better to boil them for 2 or 3 minutes, then put into a freezer-bag and let them “sweat” for 15 min. Then peel them!)
  2. Nel frattempo tagliare a cubetti anche il prosciutto e rosolarlo con l’olio e l’aglio. Aggiungere anche i cubetti di peperone, aggiungere un pizzico di sale ed un po’ di acqua di cottura della pasta che intanto avrete messo a cuocere. Quindi aggiungere anche alcune foglioline di salvia spezzettate con le mani. (In the meantime chop the ham and brown it with oliv oil and garlic. Add the chopped peppers, a pinch of salt and two tbs of water. Then add also the sauge).
  3. Quando i peperoni saranno cotti aggiungere la panna da cucina ed amalgamare il tutto cuocendo per un altro minutino. Aggiustare di sale e pepe (When the peppers are cooked, add the cream and cook for another minute. Add more salt and pepper if needed).
  4. Scolare la pasta al dente conservandone un po’ di acqua di cottura per aggiustare la densità della salsa ove necessario. (Drain pasta “al dente” and keep a cup of water. Dress the pasta with the pepper sauce and add some tbs of water if needed).
  5. A piacere spolverare con del parmigiano grattugiato fresco e servire fumante. Should you like, add also some parmesan and serve very hot!

Potrebbero interessarti anche (see also):

Peperoni ripieni di cous cous… Sublimi! prosciutto crudo radicchio 

Fusilli Bucati Corti con cuore di carciofi

Questo è uno dei piatti che tempo fa abbiamo sperimentato insieme mia madre ed io, prendendo spunto dalla ricetta presentata sulla confezione dei fusilli bucati corti barilla (per altre ricette clicca qui), e che è entrato a pieno titolo tra i cavalli di battaglia del nostro spadellare! Per renderla più buona noi ci abbiamo aggiunto la panna, se non volete peccare troppo sul fronte calorie potete sempre optare, come ho fatto io, per la yochef.

Inoltre ne approfitto per darvi una piccolissima ma spero graditissima anticipazione su quella che sarà la prossima ricetta: ho cercato di replicare, con considerevole risultato, la mitica e purtroppo dimenticata FIESTA ALLE MANDORLE!!!

Pazientate ancora qualche ora e… ve ne regalo una fetta! A bocca aperta

Ma ora torniamo alla ricetta di oggi!

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 g. fusilli bucati corti Barilla
  • 8 carciofi teneri
  • 100 g speck
  • 2 spicchi di aglio
  • 5 cucchiai di olio di oliva
  • 200g panna da cucina (o yochef)
  • 50 g. parmigiano
  • 1 rametto di maggiorana o prezzemolo
  • sale q.b.

Procedimento:

  1. Tagliare i carciofi a fettine sottili (per non farli annerire immergerli in acqua acidulata con il succo di un limone). Stufarli in una casseruola con un rametto di maggiorana, un mestolo d’acqua e uno spicchio d’aglio in camicia da togliere subito dopo.
  2. Frullare la metà dell’intingolo con un goccio d’olio e un poco d’acqua. Al termine unire anche la panna (se gradita) e i carciofi rimasti.
  3. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente. Quindi tostate in una padella con un po’ d’olio d’oliva lo speck tagliato a cubetti o a listarelle.
  4. Condire la pasta con la crema di carciofi, lo speck tostato, ed abbondante parmigiano grattugiato. Gnam gnam!

La foto non è delle migliori, ho fotografato al volo a tavola, con i miei ospiti che hanno avuto la pazienza di attendere per due o tre scatti! La pasta però è ottima!

DSCN0131


Potrebbero interessarti anche:

pasta melanzane mozzarella  pasta e fagiolini  prosciutto crudo radicchio

Il mio “primo” prosciutto e melone

Sfogliavo Alice cucina Magazine di questo mese ed ho intravisto la ricetta di un risotto al prosciutto e melone. Un’accoppiata classica ma in una veste insolita.

Dato che il riso non è proprio uno dei miei alimenti preferiti ho pensato di prendere spunto e farlo a modo mio questo primo utilizzando il grano.

Non male ma il melone continuo a preferirlo nella seconda parte del pranzo! Per i più scettici sappiate che il gusto finale non è molto dissimile da un risotto alla zucca. Occhiolino

grano al prosciutto e melone

Ingredienti per 4 persone:

  • 200g grano
  • un melone cantalupo (retato a pasta arancio)
  • mezza cipolla
  • 8 fette di prosciutto crudo (meglio se di Parma)
  • vino bianco
  • brodo q.b.
  • cinque cucchiai di olio
  • sale
  • prezzemolo
  • una noce di burro o parmigiano per mantecare

Procedimento:

  1. Procedere come per un normale risotto: tostare il grano con l’olio e la cipolla, sfumare con il vino quindi aggiungere parte del melone tagliato a pezzi ed il brodo al bisogno.
  2. Continuare a mescolare e aggiungere brodo quando necessario. A qualche minuto dalla cottura aggiungere altro melone tagliato a pezzi (quello messo all’inizio sarà sicuramente sfaldato) e parte del prosciutto cotto per insaporire.
  3. Nel frattempo cuocere sulla piastra 4 fette di prosciutto crudo per farle diventare croccanti.
  4. A cottura ultimata mantecare con del burro o del parmigiano grattugiato.
  5. Servire il grano guarnendo con il prosciutto crudo croccante e spolverate di prezzemolo.
    Nota: occhio al sale: il prosciutto disidratandosi sulla piastra tende a diventare più salato, quindi se possibile usate un prosciutto di Parma e non eccedete con il sale nel brodo, meglio aggiungerlo dopo!

grano al prosciutto e melone


Potrebbero interessarti anche:

minestra del cavolo  Pomodori farciti al forno  risi e bisi onighiri